ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Feed - POLIZIA DI STATO

Rispondi
Zanninello Sandro
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3
Iscritto il: mer feb 24, 2021 5:52 pm

ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Messaggio da Zanninello Sandro » mer mar 24, 2021 10:17 am

SALVE A TUTTI VOI, HO LETTO DI UN POSSIBILE RICORSO ALL' ART.54, CON LE SPESE DOVUTE. CHIEDEVO SE POTESSE RIENTRARE COME GIA' HO LETTO
IL MIO CASO. ENTRATO NELLA P.S. 8/5/1990. SONO IN PENSIONE DAL 1 DICEMBRE 2020 RIFORMATO CAUSA INABILITA' CON 42 ANNI 1 MESE.
GRAZIE E BUONA GIORNATA A TUTTI.



Convenzionistituzioni.it
Maxgal64
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 79
Iscritto il: lun feb 19, 2018 12:30 am

Re: ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Messaggio da Maxgal64 » gio mar 25, 2021 10:42 am

Le ipotesi di possibilità allo stato attuale di poter percorrere la strada di un ricorso per gli appartenenti alla Polizia di Stato sono nulle. Ne sono ormai convinto. I requisiti di calcolo sull’anzianità di servizio sono soggettivi e devono essere di un periodo al dicembre 1995 compreso tra i 15 ed i 18 anni di anzianità nel sistema di calcolo cd misto. La mia convinzione sull’inutilità del ricorso sembra suffragata da comunicati evidentemente concertati, anche se sottoscritti singolarmente, che le maggiori organizzazioni sindacali di categoria hanno in questi giorni, alcuni in data di ieri, indirizzato ai nuovi vertici dell’amministrazione evidenziano proprio la discrepanza di trattamento con i militari. Quindi é forse il momento di sostenere un iter legislativo e magari poi spendere soldini per il quantum a legislazione mutata. Questo é il mio pensiero da qualche tempo; avevo dato adesione ad un ricorso farlocco promosso da un’organizzazione sindacale e resomi conto di quanto ora stranamente le stesse sigle sostengono e che ricalcano il mio pensiero, ho dismesso il mandato offrendo i miei denari versati per una cena alla mia salute. Che dire di più ... aspettiamo.

Zanninello Sandro
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3
Iscritto il: mer feb 24, 2021 5:52 pm

Re: ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Messaggio da Zanninello Sandro » ven mar 26, 2021 3:14 pm

Grazie Max sei stato gentilissimo e molto preciso nella risposta. Spero che in un prossimo futuro le disparita' di trattamento tra i "militari" e la Polizia di Stato......si annullino, sarebbe anche ora!!!!!!
Grazie a tutti e buona giornata.

eminenz
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 55
Iscritto il: ven gen 26, 2018 2:09 pm

Re: ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Messaggio da eminenz » dom mar 28, 2021 4:09 pm

è da molto sostengo che questa disparità di trattamento,tra personale appartenente alla stesso comparto, oramai può essere sanato soltanto attraverso una norma di legge....magari inserita nel prossimo contratto!!!
sarebbe il caso che tutti noi incominciassimo a fare pressioni sulle OO.SS. del comparto per il riconoscimento di quanto riconosciuto ai militari con la sentenza SR 1/2021

Maxgal64
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 79
Iscritto il: lun feb 19, 2018 12:30 am

Re: ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Messaggio da Maxgal64 » mer mar 31, 2021 4:14 pm

Di seguito il link del comunicato pubblicato sul sito del SAP, con il quale si riporta l’intervento dell’Onorevole TONELLI al governo riguardante il tema in questione, in data 30 u.s., segnale che la strada da percorre é questa. https://www.sap-nazionale.org/news/art- ... ?print=pdf

naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1723
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Messaggio da naturopata » lun apr 19, 2021 9:51 am

Dall'avv. Fatta:

La Corte di Appello Sicilia mi ha appena trasmesso la sentenza con cui ha rigetto il primo appello proposto da un ex Polizia di Stato. Subentrando nella difesa svolta da altro collega nel primo grado di giudizio, ho formulato un appello decisamente "tosto", snocciolando tutte le questioni a fondamento del riconoscimento dell'art. 54 anche agli smilitarizzati (tra tutte art. 61, Circolare M. I. del 1996, questione di legittimità costituzione sotto svariati profili...).
Come detto, la Corte di Appello ha risposto a tutti i motivi di appello sollevati, anche se in modo non convinvente.
Forse per questo, è da notare, che la Corte di Appello ha però compensato le spese del giudizio.

Ma non finisce qui per le ex Guardie di PS e per gli ex Agenti di Custodia.

Come in molti già sanno, ho avviato una serie di ricorsi collettivi in cui invocherò l'applicazione NO dell'art.54 ma di altra normativa che, comunque, porterà lo stesso ricalcolo che si sarebbe ottenuto con l'art.54.
Essendo consapevole della delusione di molti smilitarizzati, solo per un certo periodo avvierò questo "nuovo" ricorso a condizioni di particolare favore per il ricorrente.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11355
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Messaggio da panorama » mar apr 20, 2021 4:16 pm

La CdC sez. d’Appello Sicilia n. 63/2021 in rif. alla CdC Sicilia n. 152/2020, in merito all’Appello proposto dal ricorrente arruolatosi in data 15 marzo 1982 nella Polizia di Stato, lo rigetta. Preciso che l’appellante in sede di Appello richiamava, altresì, la circolare del Ministero dell’interno n. 333-H-C12 del 1996 circa l’applicazione dell’articolo 54 del d.P.R. n. 1092 del 1973 al personale della Polizia di Stato proveniente dal disciolto Corpo della guardie di pubblica sicurezza.

N.B.: il giudice d’Appello precisa:

1) - Allo stesso modo, l’articolo 61, comma 3, del d.P.R. n. 1092 del 1973 (“Al personale della carriera dei capi reparto e capi squadra e della carriera dei vigili del Corpo nazionale dei vigili del fuoco nonché ai sottufficiali, guardie scelte e guardie del Corpo forestale dello Stato si applicano le disposizioni stabilite nel presente capo per le corrispondenti categorie di militari; per il caso di dimissioni si applica il terzo comma dell’art. 52”), richiamato dalla difesa dell’appellante, non è espressione di un principio generale volto a riconoscere un coefficiente pensionistico di favore per tutto il personale del comparto sicurezza, semmai tutto il contrario: ovverosia applicare solo a determinate e specifiche categorie la normativa dei reparti militari.

2) - Né tale scelta costituisce violazione del principio di uguaglianza, sancito nell’articolo 3 della Carta fondamentale, poiché differenziare la normativa per gli appartenenti alla Polizia di Stato da quella dei militari non appare in alcun modo irragionevole nell’ambito delle scelte discrezionali del legislatore, stante la diversità di funzioni e di organizzazione dei diversi corpi.

3) - Né tantomeno risulta violato un non meglio specificato “principio dell’adeguatezza” che, per la difesa, troverebbe fonte negli articoli 97, 36 e 38 della Costituzione poiché non risulta leso il buon funzionamento dell’amministrazione (certamente non legato all’importo della pensione percepita dai pubblici dipendenti dopo la cessazione del rapporto di servizio), né può ritenersi che la retribuzione percepita (parametro comunque non pertinente con i fatti di causa) non sia proporzionale al lavoro svolto o che il trattamento di quiescenza non fornisca mezzi adeguati alle esigenza di vita (basti pensare che il criterio di computo contestato si applica a tutti gli impiegati civili).

4) - Inoltre, il decreto legislativo 30 aprile 1997, n.165, che ha dettato norme in materia di armonizzazione al regime previdenziale generale dei trattamenti pensionistici anche per il personale delle forze di polizia, non ha introdotto apposite regole per la determinazione del trattamento di quiescenza, né ha ampliato la portata applicativa dell’articolo 54 del d.P.R. n. 1092 del 1973.

5) - In ultimo, le circolari richiamate dall’appellante non costituiscono fonti del diritto, né vincolano il giudice nella decisione.
Solo i moderatori e gli Utenti del gruppo Sostenitori possono visualizzare i file allegati.

VincentVega
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 128
Iscritto il: mer lug 10, 2019 7:31 am

Re: ART.54 DUBBIO SU POSSIBILITA' DI UN MIO RICORSO

Messaggio da VincentVega » lun apr 26, 2021 10:57 pm

Scusate ma in questi ricorsi c'e' qualche avvocato che ha citato l'art 16 della legge 121/81, che elenca le forze di Polizia e mette sullo stesso piano Polizia di Stato, Carabinieri ecc ?

In merito alla motivazione della sentenza della CdC Sicilia, punto 3, sulla proporzionalità al lavoro svolto vengono citati gli impiegati civili !!!
Scandaloso...in pratica il poliziotto e' come l'impiegato, che sta tranquillo nel suo ufficio, aria condizionata d'estate e riscaldamento d'inverno, sabato e domenica a casa e ferie quando vuole....

Rispondi