Visita fiscale per malattia

Feed - CARABINIERI

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 382
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da trasmarterzo » ven ago 09, 2019 1:57 pm

Gabry, NON ESISTONO COLLEGHI FF.PP E FF.MM CON LA 1,2 e 3 CATEGORIA.... la norma non rispecchia alcuni concetti!



Gabry08
Altruista
Altruista
Messaggi: 166
Iscritto il: mer mag 07, 2014 8:37 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da Gabry08 » ven ago 09, 2019 2:58 pm

È vero, ma a me personalmente non importa nulla oramai, questi vogliono sicurezza e poi ci danno in testa con provvedimenti degni di persone che non conoscono la strada, quindi pensano di risolvere tutto a tavolino e con una bella penna per firmare. Poi invece li vedi che loro sono presenti/assenti in parlamento che si aiutano vicendevolmente a mettersi la presenza per il gettone di presenza.
Sai caro io se sto male me ne sto a casa e mi curo, ma se sono pure da solo e devo uscire per esigenze di vita, io esco anche. Il fatto che si esce non significa che una persona non sta male, quindi io esco. La visita fiscale e solo un controllo se stai a casa, non che il medico ti viene a controllare se stai bene o no, anzi...
Un Po come i detenuti domiciliari o sorvegliati....
Ma ci rendiamo conto?
Ci rendiamo conto come siamo sfrattati?
Categoria, invalidità, giustificati motivi......
Ma per favore smettiamola, piuttosto che adeguassero il nostro contratto 19/21 e quant'altro che ci spetta, anziché prenderci per i fondelli ripetutamente. Noi siamo uomini non capre!!!!!

Gabry08
Altruista
Altruista
Messaggi: 166
Iscritto il: mer mag 07, 2014 8:37 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da Gabry08 » ven ago 09, 2019 3:10 pm

ECCOLA, QUESTA È DEL 31 LUGLIO U.S.

MINISTERO DELLA DIFESA
DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE
Indirizzo Postale: Viale dell’Esercito, 186 00143 ROMA
Posta elettronica: persomil@persomil.difesa.it
Posta elettronica certificata: persomil@postacert.difesa.it
Allegati: 4
Annessi:
OGGETTO: Visite fiscali in caso di assenze per malattia.
A A (VEDASI ELENCO INDIRIZZI IN ALLEGATO A)
^^^ ^^^ ^^^ ^^^
1. PREMESSA
a. Il comma 2-bis dell’art. 55-septies del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165, introdotto
dal Decreto Legislativo 27 maggio 2017, n. 75 (c.d. Riforma Madia), ha trasferito in via
esclusiva all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) la competenza ad effettuare le
visite mediche di controllo sui dipendenti assenti dal servizio per malattia, con oneri a suo
carico come chiarito dal medesimo Istituto nel recente messaggio n. 2109 del 3 giugno 2019.
b. I criteri di svolgimento di tali visite sono stati definiti dal Decreto 17 ottobre 2017, n. 206 del
Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, mentre le modalità operative
sono contenute in vari messaggi dell’INPS, pubblicati sul sito dell’Istituto.
c. Si precisa che le suddette modalità applicative potranno essere integralmente recepite e attuate
nei confronti del personale militare soltanto a conclusione del progetto, già avviato, per la
realizzazione in ambito Difesa della trasmissione telematica dei certificati medici.
Nelle more della conclusione di tali lavori, nel richiamare il rispetto delle disposizioni relative
alle modalità di invio del doppio certificato impartite dall’Ispettorato Generale della Sanità
Militare con la circolare n. M_D SSMD REG2016 0099834 del 13 luglio 2016, si forniscono
le prime indicazioni operative per la gestione delle visite fiscali da parte degli Enti/Comandi.
2. RICHIESTA DELLA VISITA FISCALE
a. La visita fiscale è richiesta mediante il canale telematico messo a disposizione dall’INPS,
salvo i casi in cui, per tale finalità, il Comando/Ente intenda avvalersi degli Ufficiali medici,
secondo le disposizioni impartite da ciascuna Forza Armata/Arma dei Carabinieri.
Ai fini dell’utilizzo del servizio, è innanzitutto necessario che gli Enti/Comandi provvedano
ad abilitare (se non già provveduto) il personale incaricato a svolgere tali operazioni,
presentando a mezzo PEC alla struttura INPS territorialmente competente i seguenti
documenti:
 modulo di richiesta (fac-simile in Allegato B), compilato e sottoscritto dal Comandante di
Corpo, con allegati copia del documento di identità del sottoscrittore ed i singoli moduli di
richiesta individuale, di cui al successivo alinea;
 modulo di richiesta individuale (fac-simile in Allegato C), compilato e firmato da ogni
dipendente autorizzato, con allegata fotocopia del documento di identità del sottoscrittore.
Le modalità di esecuzione di tale adempimento, nonché i suddetti moduli (questi ultimi
possono anche essere scaricati o compilati in rete), sono consultabili sul sito INPS, seguendo il percorso: Tutti i servizi, R, Richiesta di visite mediche di controllo (Scheda prestazione),
Come funziona.
b. Una volta ottenuta la prevista abilitazione, l’operatore incaricato potrà chiedere la visita
fiscale in modalità guidata dal sistema informatico.
Al riguardo, trattandosi di fase iniziale, per agevolare gli Enti nella procedura di richiesta
della visita fiscale, è stata approntata la guida in Allegato D.
c. Si evidenzia che:
 la norma prevede l’obbligo di richiedere la visita fiscale fin dal primo giorno qualora
l’assenza si verifichi nelle giornate immediatamente precedenti o successive a quelle non
lavorative. Queste ultime sono da individuare non solo nelle giornate festive e nella
domenica, ma anche nelle giornate di riposo infrasettimanale conseguenti all’effettuazione
di turni o servizi, nonché in quelle di permesso o di licenza concesse;
 negli altri casi è prevista una valutazione ponderata del Comandante di Corpo
sull’opportunità di disporre la visita fiscale, fin dal primo giorno di malattia, prendendo in
considerazione anche la condotta complessiva del militare dipendente attesa la finalità del
contrasto all’assenteismo che essa persegue;
 la visita fiscale, in ogni caso, non deve essere richiesta quando:
 la certificazione sanitaria sia stata rilasciata dagli Organi Sanitari Militari;
 l’assenza del militare sia dovuta a ferite/lesioni traumatiche riportate in servizio
(periodo compreso tra l’evento traumatico e la riacquistata idoneità al servizio);
 il Dirigente sanitario militare, in presenza di particolari patologie, segnali al
Comando/Ente l’opportunità di visitare personalmente il militare.
d. L’esito della visita fiscale è consultabile dall’Ente attraverso il medesimo sito dell’INPS.
3. REPERIBILITA’ ALLE VISITE FISCALI
a. Non sono variate rispetto al passato le fasce orarie entro le quali possono essere disposte le
visite fiscali e durante le quali il militare è tenuto a farsi trovare presso il proprio domicilio.
Infatti, il citato Decreto n. 206/2017 del Ministero per la Semplificazione e la Pubblica
Amministrazione prevede che dette visite possano essere svolte dalle ore 09.00 alle ore 13.00
e dalle ore 15.00 alle ore 18.00.
L’obbligo di reperibilità sussiste anche nei giorni non lavorativi e festivi compresi nel periodo
di malattia.
b. Sulla scorta delle indicazioni fornite dal medesimo Decreto è escluso dall’obbligo di
reperibilità il personale per il quale l’assenza è riconducibile a:
 patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
 causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione
unica o plurima alle prime tre categorie della Tabella A allegata al Decreto del Presidente
della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, ovvero a patologie rientranti nella Tabella E
del medesimo decreto;
 stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta, pari o superiore
al 67%.
Si precisa che le ipotesi di cui al secondo e terzo alinea non sono concretamente applicabili al
personale militare, riferendosi a patologie non riscontrabili nel personale in servizio, nei
confronti del quale, in presenza di tali menomazioni, verrebbe adottato un provvedimento di
riforma.
c. Si ricorda che vi è l’obbligo per il dipendente di comunicare preventivamente
all’Amministrazione la necessità di doversi assentare dal domicilio durante le predette fasce
di reperibilità, per iscritto o anche a mezzo telefono, a causa di:
 visite mediche;
 prestazioni specialistiche;
 accertamenti diagnostici;
 altri “giustificati motivi”.
Il Comandante di Corpo ha la facoltà di acquisire la documentazione giustificativa
dell’assenza dal domicilio e il militare dipendente deve essere sempre in grado di poterla
fornire. La documentazione dovrà consistere, nei primi tre casi, nell’attestazione rilasciata dal
medico o dalla struttura, anche privati, che ha effettuato la visita o la prestazione.
Nei casi di assenza per altri “giustificati motivi” –documentabili anche con dichiarazione
sostitutiva di atto di notorietà purché quest’ultima attenga a fatti, stati o qualità personali
verificabili dall’Amministrazione sulla base degli stessi elementi che il militare dipendente è
tenuto a produrre– il Comandante di Corpo dovrà anche valutare se i motivi stessi siano
“giustificabili” in relazione alle circostanze concrete del caso.
La comunicazione di assenza del militare dal domicilio deve essere effettuata, con
sollecitudine, da parte del Comando/Ente all’INPS, nelle seguenti modalità:
 inviando un’email alla casella “medicolegale.nomesede@inps.it (inserire il nome della
sede competente);
 rivolgendosi al Contact center.
4. MANCATA EFFETTUAZIONE DELLA VISITA FISCALE
a. In caso di mancata effettuazione della visita per assenza del militare all’indirizzo indicato, il
medico fiscale rilascia apposito invito a visita ambulatoriale per il primo giorno utile presso
l’Ufficio medico legale dell’INPS competente per territorio.
b. Si precisa che nel corso della visita ambulatoriale il medico incaricato esamina unicamente
l’effettiva sussistenza dello stato morboso e la relativa prognosi, rimanendo in capo all’Ente
di appartenenza la competenza a valutare le giustificazioni di assenza del militare dal
domicilio dal punto di vista amministrativo e disciplinare.
c. In tale ambito, si rammenta che in caso di assenza ingiustificata alla visita fiscale, si applica
l’articolo 5, comma 14 del Decreto-Legge 12 settembre 1983, n. 463, convertito nella Legge
11 novembre 1983, n. 638, che commina una specifica sanzione riguardante il trattamento
economico, ferma restando la possibilità di applicazione di un’eventuale sanzione disciplinare
in presenza dei presupposti e a seguito del relativo procedimento.
5. ABROGAZIONI
La circolare di questa Direzione Generale n. M_D GMIL1 II 5 1 0269222 del 19 giugno 2012 è
abrogata.
6. DIRAMAZIONE
Gli Enti in indirizzo sono invitati a curare la capillare diramazione della presente circolare,
consultabile, tra l’altro, sul sito www.persomil.difesa.it di questa Direzione Generale, a tutti i
Comandi/Enti dipendenti, per la opportuna e tempestiva informazione del personale interessato


d’ordine


IL VICE DIRETTORE GENERALE
(Brig. Gen. C.C.r.n. Massimo CROCE)

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 382
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da trasmarterzo » ven ago 09, 2019 6:46 pm

Grazie Gabry, ti capisco e comprendo!

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 382
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da trasmarterzo » ven ago 09, 2019 7:09 pm

La suddetta direttiva militare dice....Si precisa che le ipotesi di cui al secondo e terzo alinea non sono concretamente applicabili al
personale militare, riferendosi a patologie non riscontrabili nel personale in servizio, nei
confronti del quale, in presenza di tali menomazioni, verrebbe adottato un provvedimento di
riforma. Pazzesco, una norma che si applica ai fantasmi delle ff.aa e ff.oo mah... NON CONCRETAMENTE APPLICABILE...mah....!! Ma come si fa poi a discriminare chi ha la 3 (80%) NON MILITARE da chi ha la 4 (70%)? Non sta tanto meglio in salute ovviamente... Parlando di 3 ctg poi ha INDIRETTAMENTE detto che solo le prime 3 ctg comportano la riforma, come sempre, non certo la 4 ctg come vorrebero farmi credere...

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12100
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da panorama » ven ago 09, 2019 8:24 pm

Non fate confusione, perché la lettera del Ministero della Difesa affianco indicata: - "Prot. N. M_D GMIL REG2019 0449109 - II Rep. - Visite fiscali in caso di assenze per malattia", precisa:

Punto n. 2 lett. "C" Terza alinea - RICHIESTA DELLA VISITA FISCALE - la visita fiscale, in ogni caso, non deve essere richiesta quando:
- la certificazione sanitaria sia stata rilasciata dagli Organi Sanitari Militari;
- l’assenza del militare sia dovuta a ferite/lesioni traumatiche riportate in servizio (periodo compreso tra l’evento traumatico e la riacquistata idoneità al servizio);
- il Dirigente sanitario militare, in presenza di particolari patologie, segnali al Comando/Ente l’opportunità di visitare personalmente il militare.

Punto n. 3 lett. "B" - REPERIBILITA’ ALLE VISITE FISCALI - Sulla scorta delle indicazioni fornite dal medesimo Decreto è escluso dall’obbligo di reperibilità il personale per il quale l’assenza è riconducibile a:
- Omissis 1, 2 e 3 alinea;

Si precisa che le ipotesi di cui al secondo e terzo alinea non sono concretamente applicabili al personale militare, riferendosi a patologie non riscontrabili nel personale in servizio, nei confronti del quale, in presenza di tali menomazioni, verrebbe adottato un provvedimento di riforma.

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 382
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da trasmarterzo » ven ago 09, 2019 9:36 pm

Certo Panorama, giusto, io HO CAPITO che TUTTI I COLLEGHI FF.AA. e FF.OO. sono sottoposti a visita fiscale NESSUNO ESCLUSO, lo si poteva dire in via immediata non dietro a parole come fino alla 3ctg che sappiamo NON È POSSIBILE. Tuttavia ti chiedo, io sono in 5ctg e la cmo mi ha riferito che se mi passa in 4ctg (ho varie visite in vari ospedali di varie città e strunentali) SONO COSTRETTI A RIFORMARMI perchè lo prevede una "nuova" direttiva militare (non la trovo e nessuno ne sa niente nemmeno l'ufficio provinciale sanitario), ora da quello che hai correttamente evidenziato a me sembra di capire che solo fino alla 3 è prevista ancora la riforma, insomma Panorama mi sfugge qualcosa? Posso aggravare (come già risulta chiaro agli atti) o devo stare in "silenzio"? Questo vale per tutti i colleghi purtroppo nelle medesime condizioni di salute a causa del servizio... Grazie

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12100
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da panorama » ven ago 09, 2019 11:06 pm

Per trasmarterzo,

Visto che hai una 5 ctg. significa che sei "Parzialmente riformato" e, quindi, aggiungendo altre malattie a prescindere se saranno riconosciute o meno dipendenti da cds, logicamente scenderai di ctg..
In base agli anni di servizio ti regolerai di conseguenza valutando anche la maturazione dell'assegno funzionale se sei vicino ai 32 o già compiuti, oppure, se devi fare domande di aggravamento delle malattie già riconosciute.
E' strano che avendo una 5 ctg. non ti hanno riformato, almenochè, quando sei stato giudicato tale, non te l'abbiano proposto alla CMO.
Poi e se vuoi, avendo documenti ed indagini nuove e vuoi anticipare la riforma dovresti fare istanza ai sensi dell'art. 15 dello stesso DPR del 2001.

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 382
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da trasmarterzo » sab ago 10, 2019 12:00 am

Lunga storia Panorama, mi hanno svegliato in ospedale, modello C e 5ctg con riforma parziale, quasi 3 anni fuori in aspettativa, la cmo propone una 8, quindi immagina casino e urla, quindi rinviato per produrre altri certificati (come se 8 rx, 6 ecg, 5rmn, 1 tac, 1emg oltre a innumerevoli controlli specialistici presso ospedali non bastassero..). Produco quello che mi hanno richiesto per l'ennesima volta e mi dicono che mi avrebbero dato la 3ctg (ma io come facevo a credere che tutto era nel modello C o infilavano qualcosa che poi il Cvcs avrebbere magari negato e quindi quella 3 sarebbe diventata 6 o 7)? Quindi rifiuto e mi danno una 5! Due ospedali mi giudicano ora inoperabile per l'aggravarsi della patologia e quindi vorrei andare in 4 sempre da parziale (la 4 infatti è quella che inquadra bene la mia patologia già in origine..) ma mi frena il fatto che mi hanno detto... SI LA 4 TI SPETTA "A VITA" MA COMPORTA LA RIFORMA ASSOLUTA PER LA NUOVA DIRETTIVA (!?!?), boh Panorama... Purtroppo il 2 assegno lo prendo tra 1 anno quindi per ora mi conviene aspettare per passare in 4 o come dice il medico legale puntare con certezza alla 3? Grazie.

Gabry08
Altruista
Altruista
Messaggi: 166
Iscritto il: mer mag 07, 2014 8:37 pm

Re: Visita fiscale per malattia

Messaggio da Gabry08 » sab ago 10, 2019 1:01 am

Il problema è che chi decreta ha ampio spazio di discrezionalità, quindi è inopinabile anche se dietro chi firma ci sono dei veri e propri consiglieri campioni del mondo...
Ripeto purtroppo ci sono troppe persone sbagliate messe a capo di organi delicati. Persone nate con la c.d. camicia, magari che non hanno fatto neanche la leva militare, immaginiamo...
Sarebbe molto carino portare a fianco qualcuno di certi onnipotenti durante il servizio e magari intervenire, non dico in conflitto a fuoco, ma magari semplicemente trovarsi, come orami dpesso accade, di fronte ad un enetgumeno ubriaco con bottiglia spaccata in mano che si avventa contro....vorrei proprio vederli se poi pensano ad invalidità, reperibilità fiscale e quant altro. Ho più di 30 anni di servizio a combattere il crimine come tutti noi, sono stanco di vedere certe schifezze ad ogni livello. Il buon Pasolini diceva che il potere é anarchia...
...be ditemi se non è vero!
Siamo messi male, piuttosto che risolvere i problemi della nostra patria si buttano fango addosso per andare in capo, chissà perché!!!!!
Pensano invece alla reperibilità medica....
Ciao a tutti va...

Rispondi