"Una Tantum" P.P.O.

L'Avvocato Marco Antonio Vallini risponde
Feed - LEXETICA PENSIONI - IL LEGALE RISPONDE

Moderatori: Admin, Avv. Marco Antonio Vallini

Rispondi
fracal
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 11
Iscritto il: mer gen 04, 2017 2:48 pm
Località: Genova
Contatta:

"Una Tantum" P.P.O.

Messaggio da fracal » ven mar 12, 2021 11:26 am

Gentile Avvocato buongiorno.
Mi chiamo CALISTI Francesco, nato a Palermo il 14,08.1958, residente a Genova, Sostituto Commissario della Polizia di Stato in pensione dal 2012.
Dopo il pensionamento feci domanda per Pensione Privilegiata a vita avendo due cause di servizio già riconosciute, una per "spondiloartrosi lombare discopatica" riconosciuta nel 1999 ed ascritta a Tab. B ottava Massima;
L'altra per " Ipertensione Arteriosa con retinopatia di I° grado" riconosciuta nel 2011 ed iscritta a Tab. A 7° .
Sono stato chiamato a visita al CMO di La Spezia e mi sono state confermate le patologie e concessa "Una Tantum" 4 anni salvo commutare in Tabella B quella già ascritta a tabella A.. Confermati dal Comitato di verifica e liquidati nel 2017.
Immediatamente feci istanza di aggravamento nel 2016 e, soltanto nel decorso mese di febbraio 2021, con un preavviso di soli 10 giorni, sono stato nuovamente riconvocato al CMO e, dopo un colloquio con il medico della Polizia di Stato sono stato dallo stesso congedato. Premetto che non ho avuto tempo sufficiente sia per farmi assistere da un medico legale sia per sottopormi ad una serie di visite (per'altro non richieste dal CMO) e, visti i tempi ristretti, non sono riuscito a produrre un più chiarificatore esame che avrebbe dimostrato l'aggravamento ovvero ELETTROMIOGRAFIA arti inferiori e superiori e anche indagini più approfondite al cuore dove, in ogni caso dagli esami mostrati, si evince un peggioramento.
Premesso che non ho ancora ricevuto ufficialmente il Verbale dal CMO e che sono in attesa di quello del comitato di verifica, ho avuto anticipato copia del verbale del CMO e mi concedono un ulteriore "Una Tantum" per 5 anni.
Stante quanto sopra chiederei a Lei come è meglio muovermi poichè ritenevo certa una risoluzione in mio favore ovvero il riconoscimento a vita: Posso e devo fare ricorso? Devo prima attendere il parere del Comitato di Verifica del Ministero? Posso fare una ulteriore istanza di aggravamento considerato che faranno trascorrere ulteriori impreciati anni?
Le sarei grato se potesse darmi dei consigli, aiutarmi e/o indirizzarmi.

La ringrazio anticipatamente e le porgo cordiali saluti.



Rispondi