Transito ruolo civile

Forum dedicato agli operatori del comparto Sicurezza e Difesa in transito (o già transitati) all'impiego civile.
Feed - IMPIEGO CIVILE

Rispondi
Giorgione74
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 7
Iscritto il: mer apr 18, 2012 1:34 pm

Transito ruolo civile

Messaggio da Giorgione74 » lun mag 14, 2018 9:39 am

Come suggeritomi, ripropongo qua i miei numerosi quesiti, sperando di fare un pò di chiarezza in particolare nella mia testa.
Probabilmente per motivi di salute verrò riformato e, vista la mia anzianità di servizio relativa (23 anni effettivi), sarò costretto al passaggio ai ruoli civili (pensione + eventuale privilegiata+ figli a carico + carichi di famiglia quantificata in circa 1300€ da impiegato inps, troppo bassa per pensare di andare via).
Ho letto molto su questo forum ma ho comunque tanti dubbi che spero mi aiuterete a dirimere:
1) la quantificazione della eventuale pensione vi sembra realistica (ovviamente in maniera orientativa, non cambierebbe nulla qualche euro in più o in meno)?
2) Il termine per presentare domanda una volta riformato è 15 o 30 giorni?
3) Ho una causa di servizio riconosciuta da diversi anni, tab A 8^ massima: nel nuovo ruolo civile la perdo oppure posso veder riconosciuta la patologia in qualche modo?
4) Per la sede di servizio fa riferimento l'ultima sede di servizio livello Provinciale e l'iter dovrebbe concludersi entro 150 giorni dalla data di domanda di passaggio ai ruoli civili, giusto?
5) Gli anni figurativi (1 ogni 5) accumulati in questi anni, li perdo o in qualche modo mi verranno riconosciuti?
6) Non li ho riscattati, conviene farlo prima di andare via o posso farlo anche successivamente?
7) Passando al ruolo civile mi verrà liquidato solo l'inpdap e la cassa sottufficiali? I giorni di licenza non fruiti potrò chiedere di vederli riconosciuti nella nuova amministrazione o devo chiedere che mi vengano pagati?

Grazie mille a tutti, buona giornata e scusate il disturbo ma in questi momenti di incertezza si hanno tanti, tanti dubbi, anche stupidi magari, sul futuro.



Giorgione74
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 7
Iscritto il: mer apr 18, 2012 1:34 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da Giorgione74 » lun ott 29, 2018 2:58 pm

Allora, trovandomi in procinto di transitare rispondo da solo ad alcune domande, potrebbero essere utili per chi, dopo di me, si troverà nella stessa situazione.
1) L'importo della pensione stimata (circa 1300 euro) era abbastanza realistico in considerazione però di un 10% in più dato dalla privilegiata e con i carichi di famiglia;
2) Il termine per presentare domanda di transito è di 30 giorni;
3)Ancora non lo so, se qualcuno volesse rispondere alla domanda gliene sarei grato;
4) Per la sede di servizio si può richiedere di rimanere nella Provincia in cui si è prestato servizio negli ultimi 2 anni: l'accettazione è sicura se si rientra nei primi 2 soggetti che hanno fatto domanda per quella provincia, altrimenti ne verrà assegnata una vicina. Per chi transita dalla GdF, gli Uffici che rientrano nell'ambito del MEF all'atto della domanda di passaggio al ruolo civile sono la Ragioneria Territoriale (o Generale) dello Stato e la Commissione Tributaria Provinciale. In pratica il MEF vi assegnerà come sede di servizio una di queste due (di solito la prima).
5) Gli anni figurativi maturati (a detta di collega già transitato che si è fatto revisionare la sua posizione a livello pensionistico da apposito ufficio del MEF) SONO CONTEGGIATI anche nel nuovo lavoro;
6) Vanno riscattarli prima di essere riformati;
7)I giorni di licenza NON vengono pagati ma verranno fruiti nella nuova amministrazione.
Questo è quanto: se qualcuno ha domande o precisazioni, resto a disposizione.

lino
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 3638
Iscritto il: dom mar 07, 2010 12:25 am

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da lino » mer ott 31, 2018 3:01 am

Giorgione74 ha scritto:
lun ott 29, 2018 2:58 pm
Allora, trovandomi in procinto di transitare rispondo da solo ad alcune domande, potrebbero essere utili per chi, dopo di me, si troverà nella stessa situazione.
1) L'importo della pensione stimata (circa 1300 euro) era abbastanza realistico in considerazione però di un 10% in più dato dalla privilegiata e con i carichi di famiglia;
2) Il termine per presentare domanda di transito è di 30 giorni;
3)Ancora non lo so, se qualcuno volesse rispondere alla domanda gliene sarei grato;
4) Per la sede di servizio si può richiedere di rimanere nella Provincia in cui si è prestato servizio negli ultimi 2 anni: l'accettazione è sicura se si rientra nei primi 2 soggetti che hanno fatto domanda per quella provincia, altrimenti ne verrà assegnata una vicina. Per chi transita dalla GdF, gli Uffici che rientrano nell'ambito del MEF all'atto della domanda di passaggio al ruolo civile sono la Ragioneria Territoriale (o Generale) dello Stato e la Commissione Tributaria Provinciale. In pratica il MEF vi assegnerà come sede di servizio una di queste due (di solito la prima).
5) Gli anni figurativi maturati (a detta di collega già transitato che si è fatto revisionare la sua posizione a livello pensionistico da apposito ufficio del MEF) SONO CONTEGGIATI anche nel nuovo lavoro;
6) Vanno riscattarli prima di essere riformati;
7)I giorni di licenza NON vengono pagati ma verranno fruiti nella nuova amministrazione.
Questo è quanto: se qualcuno ha domande o precisazioni, resto a disposizione.
Bene giorgione74,hai fatto delle domande e ti sei dato le risposte, con una certa sicurezza.
Bravo, vorrei averle io tutte queste certezze.
Scherzi a parte.
Se leggi, in materia, vi sono centinaia di risposte analoghe,potrebbero, (forse) nel tuo caso, sempre servire.
Ciao e buon transito.

Nicola1906
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: ven nov 09, 2018 11:00 am

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da Nicola1906 » ven nov 09, 2018 11:44 am

Ciao Giorgione.ma il transito è discrezionale?? Ovvero potevi decidere di andare in pensione o di transitare??
Grazie per la risposta è buona giornata.

Giorgione74
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 7
Iscritto il: mer apr 18, 2012 1:34 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da Giorgione74 » ven nov 09, 2018 4:53 pm

Si è discrezionale, puoi scegliere di andare in pensione e non fare il transito ma la mia pensione era troppo bassa e sono stato "costretto" se così si può dire...
Ad ora però non ne sono affatto pentito: certo, con una pensione decente andavo via, ovviamente, e mi godevo la famiglia...

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 303
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da trasmarterzo » ven nov 16, 2018 12:50 pm

Grazie per le utilissime informazioni. Vi chiedo pero' la seguente:
in attesa del transito, quando si presenta entro 15/30 gg istanza, si percepisce l' ultimo stipendio e si matura contribuzione e caso di rinuncia al transito, basta non presentarsi il giorno stabilito (o in via formale presentare istanza di richiesta di rinuncia), in tal modo non si devono restituire gli importi percepiti, vedasi link: rinuncia-19727 pubblicate dall' utente Panorama che si ringrazia.

SENTENZA ,sede di CONSIGLIO DI STATO ,sezione SEZIONE 4 ,numero provv.: 201805043 - Pubblicato il 24/08/2018 - N. 05044/2018 REG. PROV. COLL. - N. 00720/2009 REG. RIC.

Quindi non si restituisce nulla.
Ma se si presenta istanza di transito e poi la persona decide di non superare gli esami (o non li supera), in tal caso si matura sempre contribuzione? e gli importi percepiti per quei 3/4 mesi tra la data della domanda di transito e la convocazione agli esami, si devono restituire o no?
Grazie.

furore5
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mer giu 06, 2018 6:57 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da furore5 » ven nov 16, 2018 8:10 pm

trasmarterzo ha scritto:
ven nov 16, 2018 12:50 pm
Grazie per le utilissime informazioni. Vi chiedo pero' la seguente:
in attesa del transito, quando si presenta entro 15/30 gg istanza, si percepisce l' ultimo stipendio e si matura contribuzione e caso di rinuncia al transito, basta non presentarsi il giorno stabilito (o in via formale presentare istanza di richiesta di rinuncia), in tal modo non si devono restituire gli importi percepiti, vedasi link: rinuncia-19727 pubblicate dall' utente Panorama che si ringrazia.

SENTENZA ,sede di CONSIGLIO DI STATO ,sezione SEZIONE 4 ,numero provv.: 201805043 - Pubblicato il 24/08/2018 - N. 05044/2018 REG. PROV. COLL. - N. 00720/2009 REG. RIC.

Quindi non si restituisce nulla.
Ma se si presenta istanza di transito e poi la persona decide di non superare gli esami (o non li supera), in tal caso si matura sempre contribuzione? e gli importi percepiti per quei 3/4 mesi tra la data della domanda di transito e la convocazione agli esami, si devono restituire o no?
Grazie.
Salve, vi chiedo cortesemente se lo stipendio da civile è pari in toto all' ultimo percepito nella precedente amministrazione oppure tra le voci delle competenze fisse tipo i.i.s., ind. pens., cambia qualcosa? Chiedo questo in quanto in altro post che sto cercando (che non ricordo) ho letto che per esempio nello stipendio da civile manca l' assegno di funzione, ecc..
Grazie.

SPay
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: mer ott 10, 2018 2:52 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da SPay » gio feb 07, 2019 7:58 pm

Salve a tutti.
Se è possibile vorrei avere qualche delucidazione..
Appartengo alla MM e sono in aspettativa da 8 mesi, temporaneamente non idoneo fino a marzo 2019, data di visita presso la Cmo di Taranto, poichè fino a qualche giorno fà facevo servizio a Brindisi.
Nel frattempo sono stato trasferito a Roma perchè ho perso benefici L.104, quindi riassegnato nella sede di provenienza (Roma).
Cosa succede ora?
Brindisi (vecchio comando) comunica a Roma (attuale comando) la mia posizione e Roma chiede alla CMO di Taranto di passare il mio fascicolo alla CMO di Roma?
Se è così, potrò comunque chiedere alla CMO di Roma di continuare ad essere seguito e giudicato dalla CMO di Taranto in quanto vicina al luogo di mia residenza?
Se la CMO (taranto o roma che sia) alla fine dell'iter si esprimerà con la non idoneità permanente, transitando all'impiego civile, c'è la possibilità che tengano presente le desiderate espresse nella mia domanda o in automatico mi danno come sede il lazio poichè l'ultimo mio comando di appartenenza da militare è stato Roma?
Ringrazio anticipatamente chi ha vissuto o ha assistito a casi analoghi e può darmi risposte concrete.
Grazie mille saluti

supervoice
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 46
Iscritto il: sab feb 24, 2018 4:32 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da supervoice » dom feb 10, 2019 8:03 pm

Come fai ad essere trasferito se sei in aspettativa per inidoneità?
spiegati meglio

SPay
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: mer ott 10, 2018 2:52 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da SPay » lun feb 11, 2019 11:43 am

La Marina trasferisce anche se sei in aspettativa ed anche se sei temporaneamente non idoneo al servizio MM!

supervoice
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 46
Iscritto il: sab feb 24, 2018 4:32 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da supervoice » lun feb 11, 2019 12:40 pm

Si ho capito la tua situazione ...tu usufruivi della 104 , decaduta la 104 sei riassegnato al tuo reparto.
in caso di passaggio nei civili vieni assegnato in un reparto nella regione dove hai prestato servizio ...quindi il tuo reparto di appartenenza si trova nel lazio ..quindi la tua sede sarà nel lazio per i prox 5 anni( impiego minimo per poi fare domanda di mobilità)
L'unica chance che hai e chiedere l'impiego in puglia per una patologia che hai ...se vai sul sito difesa.it trovi tutto.
poi se hai almeno 30 anni di servizio effettivo puoi pensare di andare in pensione ....con un assegno di circa 1500 euri
https://www.difesa.it/SGD-DNA/Staff/DG/ ... ivile.aspx
Ultima modifica di supervoice il lun feb 11, 2019 12:45 pm, modificato 1 volta in totale.

supervoice
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 46
Iscritto il: sab feb 24, 2018 4:32 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da supervoice » lun feb 11, 2019 12:41 pm

Ovviamente 1500 per grado apicale categoria sottu/le

SPay
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: mer ott 10, 2018 2:52 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da SPay » mer feb 13, 2019 1:15 pm

Salve supervoice. grazie per la risposta.
Ma la Circolare n. 43267/B1 del 21/06/2011 dice che si ha l’obbligo di permanenza presso la sede assegnata per almeno un anno dalla data di sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.
Come mai tu sostieni 5 anni?
Grazie

supervoice
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 46
Iscritto il: sab feb 24, 2018 4:32 pm

Re: Transito ruolo civile

Messaggio da supervoice » mer feb 13, 2019 6:23 pm

La norma è cambiata se cerchi su persociv o persomil ora non ricordo ...troverai la variante..

Rispondi