Transito nei ruoli civili o pensione?

Consulenza legale su contensioni pensionistici - Corte dei Conti
Feed - L'Avv. Massimo Vitelli risponde

Moderatore: Avv. Massimo Vitelli

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Vitelli verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
Borbonico
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3
Iscritto il: gio dic 14, 2017 2:50 pm

Transito nei ruoli civili o pensione?

Messaggio da Borbonico » gio mar 29, 2018 2:46 pm

Egregio Avvocato vengo subito al dunque: sono un maresciallo maggiore dei CC. arruolato nel 1989 e dopo il secondo infarto sono stato giudicato permanentemente non idoneo in modo parziale al SMI ma con la possibilità di transitare nei ruoli civili. Chiarisco che non mi è stata riconosciuta la causa di servizio.
A questo punto il dilemma: accetto il transito nei ruoli civili o vado in pensione e mi cerco un nuovo lavoro nel privato? Secondo i sindacati se transito nei ruoli civili conservo i 5 anni di scivolo e quindi potrei andare in pensione circa un anno dopo rispetto ad un mio pari grado (con gli stessi anni di servizio) che continui la carriera militare oppure posso andare in pensione e fare un altro lavoro senza decurtazioni stipendiali o pensionistiche...
Io sono piuttosto scettico e non so ancora bene quale sia la scelta migliore anche perché ho ancora un mutuo e numerose spese a cui far fronte e non sapere quanto percepirò in futuro fa crescere la mia angoscia.
Il vero problema è che ognuno che ho interpellato (Sindacati vari, CNA di Chieti, INPS, forum e siti vari....) mi ha dato risposte diverse e addirittura contrastanti.
La prego...mi illumini!
Grazie davvero per il suo aiuto



Avatar utente
Avv. Massimo Vitelli
Professionista
Professionista
Messaggi: 493
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: Transito nei ruoli civili o pensione?

Messaggio da Avv. Massimo Vitelli » gio mar 29, 2018 7:28 pm

Borbonico ha scritto:Egregio Avvocato vengo subito al dunque: sono un maresciallo maggiore dei CC. arruolato nel 1989 e dopo il secondo infarto sono stato giudicato permanentemente non idoneo in modo parziale al SMI ma con la possibilità di transitare nei ruoli civili. Chiarisco che non mi è stata riconosciuta la causa di servizio.
A questo punto il dilemma: accetto il transito nei ruoli civili o vado in pensione e mi cerco un nuovo lavoro nel privato? Secondo i sindacati se transito nei ruoli civili conservo i 5 anni di scivolo e quindi potrei andare in pensione circa un anno dopo rispetto ad un mio pari grado (con gli stessi anni di servizio) che continui la carriera militare oppure posso andare in pensione e fare un altro lavoro senza decurtazioni stipendiali o pensionistiche...
Io sono piuttosto scettico e non so ancora bene quale sia la scelta migliore anche perché ho ancora un mutuo e numerose spese a cui far fronte e non sapere quanto percepirò in futuro fa crescere la mia angoscia.
Il vero problema è che ognuno che ho interpellato (Sindacati vari, CNA di Chieti, INPS, forum e siti vari....) mi ha dato risposte diverse e addirittura contrastanti.
La prego...mi illumini!
Grazie davvero per il suo aiuto
°°°°°°°°°°°°°°°°°
Salve.
Mi dispiace, ma si tratta di una scelta troppo delicata e soggettiva, non posso proprio sostituirmi a lei!!!
Piuttosto, inserisca il Suo dilemma sugli altri forum: magari qualcuno che si è trovato nelle sue condizioni in passato potrebbe narrarle la sua esperienza e darle maggiori indicazioni per il futuro.
Cordialità e Buona Pasqua
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it

Borbonico
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3
Iscritto il: gio dic 14, 2017 2:50 pm

Re: Transito nei ruoli civili o pensione?

Messaggio da Borbonico » gio mar 29, 2018 8:22 pm

Grazie per la sua cortese e celere risposta, farò come mi ha suggerito. A suo avviso quello che mi è stato riferito circa la mia situazione pensionistica corrisponde a verità? Temo di fare una scelta sbagliata fidandomi di informazioni non veritiere

Rispondi