Stato ansioso depressivo e visita fiscale

Feed - La Dott.ssa Alessandra D'Alessio risponde

Moderatore: Alessandra DAlessio

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte alla Dott.ssa D'Alessio verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con la psicologa ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
Folgore77
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 90
Iscritto il: lun apr 08, 2019 3:38 pm

Stato ansioso depressivo e visita fiscale

Messaggio da Folgore77 » gio giu 06, 2019 10:23 pm

Buonasera Gent.ma Dottoressa D'Alessio,
avrei un quesito sulla patologia in oggetto e le visite fiscali, anche alla luce del recente comunicato sulla competenza del Polo Unico Inps per il Comparto Difesa Sicurezza.
Il quesito è il seguente: per evitare problemi in occasione di eventuale visita fiscale, può essere sufficiente che lo specialista indichi espressamente che il paziente necessita anche di uscire da casa e di svago?
Non è controproducente (per non dire assurdo) per questa specifica patologia, obbligare a stare in casa dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18?? So che ci sono state un paio di pronunce della Cassazione favorevoli ai ricorrenti...
La ringrazio anticipatamente e la saluto cordialmente.



Avatar utente
Alessandra DAlessio
Professionista
Professionista
Messaggi: 150
Iscritto il: lun nov 07, 2016 4:26 pm

Re: Stato ansioso depressivo e visita fiscale

Messaggio da Alessandra DAlessio » lun giu 10, 2019 2:59 pm

Non mi risulta che per questa patologia sia prevista visita fiscale, ad ogni modo se vuole essere più tranquillo puo' farla inserire.
Ma ripeto è un suo scrupolo personale.....
Dott.ssa Alessandra D'Alessio
Psicologa Clinica e del Lavoro
Psicologa Forense

Psicoterapeuta
Via R. Montecuccoli n.15 Roma
Tel 3429204614
Www.studio-atena.it
email: info@studio-atena.it

furore5
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 286
Iscritto il: mer giu 06, 2018 6:57 pm

Re: Stato ansioso depressivo e visita fiscale

Messaggio da furore5 » dom ott 13, 2019 1:23 pm

Folgore77 ha scritto:
gio giu 06, 2019 10:23 pm
Buonasera Gent.ma Dottoressa D'Alessio,
avrei un quesito sulla patologia in oggetto e le visite fiscali, anche alla luce del recente comunicato sulla competenza del Polo Unico Inps per il Comparto Difesa Sicurezza.
Il quesito è il seguente: per evitare problemi in occasione di eventuale visita fiscale, può essere sufficiente che lo specialista indichi espressamente che il paziente necessita anche di uscire da casa e di svago?
Non è controproducente (per non dire assurdo) per questa specifica patologia, obbligare a stare in casa dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18?? So che ci sono state un paio di pronunce della Cassazione favorevoli ai ricorrenti...
La ringrazio anticipatamente e la saluto cordialmente.
Anche se in ritardo, e me ne scuso, vedasi sentenza Corte di Cassazione, Sez. lavoro, sentenza nr. 21621 del 21.10.2010
LA SINDROME ANSIOSO DEPRESSIVA GIUSTIFICA L' ASSENZA DA CASA NELLE ORE DI REPERIBILITA'.

Avatar utente
Alessandra DAlessio
Professionista
Professionista
Messaggi: 150
Iscritto il: lun nov 07, 2016 4:26 pm

Re: Stato ansioso depressivo e visita fiscale

Messaggio da Alessandra DAlessio » dom ott 13, 2019 2:29 pm

Buonasera
Certo che è assurdo ma nessun mio paziente Resta in casa con questo tipo di patologia
Dott.ssa Alessandra D'Alessio
Psicologa Clinica e del Lavoro
Psicologa Forense

Psicoterapeuta
Via R. Montecuccoli n.15 Roma
Tel 3429204614
Www.studio-atena.it
email: info@studio-atena.it

Folgore77
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 90
Iscritto il: lun apr 08, 2019 3:38 pm

Re: Stato ansioso depressivo e visita fiscale

Messaggio da Folgore77 » dom ott 13, 2019 2:31 pm

furore5 ha scritto:
dom ott 13, 2019 1:23 pm
Folgore77 ha scritto:
gio giu 06, 2019 10:23 pm
Buonasera Gent.ma Dottoressa D'Alessio,
avrei un quesito sulla patologia in oggetto e le visite fiscali, anche alla luce del recente comunicato sulla competenza del Polo Unico Inps per il Comparto Difesa Sicurezza.
Il quesito è il seguente: per evitare problemi in occasione di eventuale visita fiscale, può essere sufficiente che lo specialista indichi espressamente che il paziente necessita anche di uscire da casa e di svago?
Non è controproducente (per non dire assurdo) per questa specifica patologia, obbligare a stare in casa dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18?? So che ci sono state un paio di pronunce della Cassazione favorevoli ai ricorrenti...
La ringrazio anticipatamente e la saluto cordialmente.
Anche se in ritardo, e me ne scuso, vedasi sentenza Corte di Cassazione, Sez. lavoro, sentenza nr. 21621 del 21.10.2010
LA SINDROME ANSIOSO DEPRESSIVA GIUSTIFICA L' ASSENZA DA CASA NELLE ORE DI REPERIBILITA'.
Gentilissimo, grazie!!!

Rispondi