Servitù di passaggio ristretta

Avvocato Civilista
Feed - L'Avv. Giovanni Carta risponde

Moderatore: Avv. Giovanni Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Giovanni Carta verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
sico
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: lun giu 11, 2018 3:28 pm

Servitù di passaggio ristretta

Messaggio da sico » lun giu 11, 2018 3:37 pm

Buongiorno,
negli 1930 il demanio eseguì l'esproprio di una porzione di una serie di terreni (A, B, C, D) per edificare un canale con sponde in cemento e a tal fine crearono in entrambi i lati del canale uno spazio di 3 metri per la manutenzione del medesimo. Poiché il fondo più lontano D risultava intercluso fu creata un'ulteriore servitù di passaggio di 3 metri che attraversa i fondi A, B e C di cui non è specificato se carrabile, ma solo la dicitura generica di "servitù di passaggio".
Venendosi così a instaurare una strada sterrata a fondo chiuso di una 90 di metri e larga 6 m (3 metri demaniali e 3 metri di servitù a carico dei fondi A, B e C).
Da più di 20 anni sono stati costruiti diversi immobili tra i quali:
- sul fondo B (nel 1950) un muro di una fabbrica che di fatto ridusse (per una breve lunghezza circa 5 metri) il passaggio a un totale di 4,60 metri (3m demaniali+1.6m servitù restante),
- sul fondo C una fabbrica con la recinzione che parte rispettando i 6 metri ma che si allarga progressivamente sino al ingresso del fondo D (dominante) lasciando 4.70m (3m demaniali, 1,7m di servitù di cui 1 metro occupati da un fossato, lasciando di fatto solo 0.70m )
-sul fondo A per anni è rimasto un terreno incolto, di fatto collocato sotto al piano della strada demaniale circa 60 cm (esiste anche una recente multa per mancata manutenzione). Recentemente è stato edificato un immobile che pone i confini lasciando un totale di 4,80m (3m demaniali, 1,8m di servitù).

Il proprietario del fondo D (dominante) ora reclama i sui 3 metri asserendo che ha sempre usufruito della servitù, anche se molto probabilmente sempre passato con il trattore sulla parte demaniale.

I proprietari dei fondi B e C asseriscono che essendo passati più di 20 anni loro non intendono spostare nulla.
Il proprietario del fondo A asserisce che non ha mai avuto modo di venire a conoscenza del passaggio sulla servitù e che secondo lui non è mai stata utilizzata, in più sostiene che anche se dovesse arretrare per ripristinare i 6 metri di fatto poi la strada presenterebbe una strettoia di 4.60m nel fondo B e poi e 3.70 nel fondo C. Inoltre sostiene che poiché non è specificato nellatto, la servitù è unicamente pedonale e di conseguenza lo spazio totale rimasto è più che sufficiente per il passaggio.

Chi secondo voi ha ragione?



Avatar utente
Avv. Giovanni Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 128
Iscritto il: gio giu 22, 2017 12:54 pm

Re: Servitù di passaggio ristretta

Messaggio da Avv. Giovanni Carta » mer giu 27, 2018 1:46 pm

Buongiorno,
il quesito è piuttosto articolato e necessità dei dovuti approfondimenti documentali e fattuali. Se lo ritenesse opportuno potrà contattarmi al di fuori di questo servizio riservato a quesiti più semplici.
Cordialità
GC

Rispondi