Pagina 1 di 1

SEPARAZIONE COME DIRLO AI BAMBINI

Inviato: mar nov 15, 2016 10:08 pm
da Alessandra DAlessio
Nei casi di separazione con figli è necessario che la coppia affronti e superi tutte le tensioni prima ancora di comunicarlo al bambino. Quando il bambino verrà messo al corrente della separazione dovrà avere davanti a sé un salda coppia genitoriale. E’ bene sapere che dalla corretta gestione di questo “percorso” dipenderanno l’equilibrio attuale e futuro dei propri figli.
Perché un percorso? Perché è necessario che la coppia si riappropri di un nuovo concetto che è quello di “coppia genitoriale” e di conseguenza adotti gli atteggiamenti più idonei a mettere al riparo i bambini da angoscia e paura di essere abbandonati da uno dei genitori (di solito il genitore non affidatario) o da entrambi. Soltanto dopo essere riusciti, eventualmente anche con un aiuto esterno, a riconsiderarsi come genitori e non più come moglie e marito, si potrà comunicare ai bambini la scelta di non vivere più insieme.
Vediamo come:
1. Trasmettere serenità al bambino. E’ importantissimo che il bambino seppur di fronte ad un evento così doloroso per lui abbia modo di vedere i genitori sereni. Questo lo porterà ad esserlo a sua volta. Al contrario percepire tensioni lo porterà a sviluppare sentimenti di insicurezza e di angoscia.
2. Garantirgli unità. Rassicurarlo sul fatto che la famiglia resta unita anche se probabilmente si vivrà in abitazioni diverse, che le scelte verranno fatte insieme come sempre e continueranno ad esserci delle occasioni in cui si riunirà tutti insieme. Questo ha un effetto molto rassicurante sul bambino: lo farà sentire amato e contribuirà alla sua riorganizzazione mentale riguardo i nuovi assetti.
3. Spiegare con parole semplici che la decisione della separazione riguarda solo la coppia, viceversa potra' contare sempre sul loro accordo come genitori. In particolare il bambino si sentirà rassicurato dalla certezza che mamma e papà continueranno a volersi bene e ad essere sempre presenti per lui.
E’ importante che non si sottovalutino questi aspetti perché quelle che per un adulto sono “solo parole” per un bambino sono: rassicurazione, amore, riconoscimento delle proprie emozioni, sano sviluppo, forza.
In questa fase si raccomanda di prestare attenzione al possibile cambiamento del comportamento dei bambini dopo la notizia. Bisognerà essere molto attenti ad eventuali segni di inquietudine, insonnia o inappetenza. Nel caso si manifestassero episodi di irrequietezza, o al contrario silenzi prolungati, sarà necessario riconsiderare ulteriori “spazi di parola”, vale a dire momenti in cui attraverso attività di lettura e/o di gioco portare il bambino a dare voce alle sue emozioni ed arrivare pian piano alla rassicurazione di tutte le ipotetiche paure.
Dalla corretta gestione della separazione dipende l’equilibrio psicologico del bambino (e del futuro adulto) che dovrà continuare a considerare entrambi i genitori un porto sicuro ed un faro sempre presente nella sua traversata di nome vita.

Re: SEPARAZIONE COME DIRLO AI BAMBINI

Inviato: mer nov 16, 2016 12:11 am
da antoniomlg
grazie
e complimenti per quello che fà e che
farà per questo forum e per tutti noi

buon lavoro

Re: SEPARAZIONE COME DIRLO AI BAMBINI

Inviato: mer nov 16, 2016 7:25 pm
da Alessandra DAlessio
La ringrazio per la sua gentilezza,
il mio intento su questo forum è da un lato di rispondere a tutte le vostre questioni, sia quelle derivanti dalla gestione quotidiana del vostro lavoro e sia quelle inerenti la sfera privata, ma dall'altro è anche quello di sensibilizzare l'utenza su tematiche importanti ma che spesso vengono sottovalutate.

Re: SEPARAZIONE COME DIRLO AI BAMBINI

Inviato: mer nov 16, 2016 11:27 pm
da lino
antoniomlg ha scritto:grazie
e complimenti per quello che fà e che
farà per questo forum e per tutti noi

buon lavoro
Mi unisco al collega in toto, purtroppo molti di noi hanno attraversato questi brutti momenti , tra cui il sottoscritto.
Grazie, per tutto quello che potrà fare.
Lino.

Re: SEPARAZIONE COME DIRLO AI BAMBINI

Inviato: lun feb 20, 2017 2:27 pm
da Wardog214
Grazie, a nome di tutti noi, purtroppo questi casi tra di noi sono all'ordine del giorno, io personalmente sono stato ad un passo dalla separazione, per colpa della mia professione, troppo tempo dedicato al lavoro, poco alla famiglia. Ma per quanto volessi rimanere con loro, le esigenze di servizio prevalevano, fino a distruggere quel castello costruito, in cui ti rifugiavi ed era il tuo punto di riferimento. Se questo punto di riferimento viene poi a mancare, ti accorgi che nulla ha più importanza e interesse, quindi il mio consiglio è dedicarsi in egual modo al lavoro, perchè è il vostro sostentamento, ma dedicarsi di più alla famiglia, che è il perno centrale della nostra esistenza.
Buona Giornata a tutti

Re: SEPARAZIONE COME DIRLO AI BAMBINI

Inviato: lun feb 20, 2017 4:47 pm
da Alessandra DAlessio
E' possibile sfruttare anche il poco tempo che si ha a disposizione per portare a termine il fondamentale ruolo educativo paterno e materno senza i quali al bambino è come se mancasse il nutrimento.

In consulenza è possibile ripristinare un equilibrio familiare apparentemente fragile con piccoli ma significativi accorgimenti affinchè il bambino sia preparato ad affrontare il suo atteso quanto delicato ingresso nella vita adulta: l'adolescenza.