Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre

Sezione dedicata alla libera circolazione di idee ed esperienze tra i diversi Corpi armati (e non) dello Stato.
Feed - PUNTO DI INCONTRO

Rispondi
panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11974
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre

Messaggio da panorama » gio ott 18, 2018 8:48 pm

Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre
-------------------------------------------------------------------

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge n. 117/2018 che introduce l'obbligo di installare dispositivi per prevenire l'abbandono dei bambini nei veicoli chiusi

Seggiolini salva-bebè obbligatori

Il provvedimento introduce alcune rilevanti modifiche all'art. 172 del Codice della Strada riguardanti i dispositivi c.d. "salva bebè", ovvero seggiolini destinati a prevenire le conseguenze dell'abbandono o della dimenticanza dei piccoli nelle vetture.

In particolare, i conducenti dei veicoli delle categorie M1, N1, N2 e N3 immatricolati in Italia, o immatricolati all'estero e condotti da residenti in Italia, qualora trasportino bambini di età inferiore a 4 anni assicurati al sedile con i sistema di ritenuta, avranno l'obbligo di utilizzare un apposito dispositivo di allarme volto a prevenire l'abbandono del piccolo.

Sarà un apposito decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, da emanare entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge, a occuparsi di disciplinare le specifiche tecnico-costruttive e funzionali dei c.d. seggiolini salvavita.

Nei confronti di coloro che non rispetteranno le previsioni di legge, vengono estese le sanzioni già previste dal Codice della Strada per il mancato uso delle cinture di sicurezza e di sistemi di ritenuta dei bambini: i trasgressori andranno incontro a una sanzione amministrativa pecuniaria da 81 a 323 euro.

Inoltre, per agevolare l'acquisto dei dispositivi antiabbandono, il testo suggerisce di adottare provvedimenti legislativi, inerenti agevolazioni fiscali limitate nel tempo, che potranno essere previsti nel rispetto della normativa europea sugli aiuti di Stato.

Ancora, il testo prevede che, a scopo di informazione e sensibilizzazione sociale, durante il triennio 2019-2021 si svolgeranno apposite campagne per la sicurezza stradale e informative riguardanti l'obbligo e le corrette modalità di utilizzo dei dispositivi di allarme per prevenire l'abbandono dei bambini.



panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11974
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre

Messaggio da panorama » sab set 28, 2019 2:24 pm

articolo 172/comma 1-Bis del codice della strada
-----------------------------------------------------------

CdS Parere su dispositivi di allarme c.d. antiabbandono introdotti dalla legge 1° ottobre 2018, n.117.

obbligo, per i conducenti di veicoli delle categorie M1, N1, N2 ed N3 residenti in Italia e che trasportino sugli stessi con i prescritti sistemi di ritenuta bambini di età inferiore a 4 anni, di utilizzare un apposito dispositivo di allarme c.d. antiabbandono che scongiuri la possibilità che gli stessi minori possano essere dimenticati a bordo dei veicoli sui quali sono trasportati.


Per opportuna notizia, allega il Parere del Consiglio di Stato relativo all'oggetto.
Solo i moderatori e gli Utenti del gruppo Sostenitori possono visualizzare i file allegati.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11974
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre

Messaggio da panorama » gio ott 10, 2019 10:22 am

Dispositivi antiabbandono sui seggiolini auto

Seggiolini anti-abbandono, CRTCU: la corsa all’acquisto non serve

Notizia del 9 ottobre 2019 di Help Consumatori
-------------------------

Non c’è nessuna urgenza di precipitarsi all’acquisto dei seggiolini anti-abbandono, consiglia l’associazione. Anche perché solo all’entrata in vigore del decreto si saprà meglio se e quali bonus fiscali ci saranno.

Non serve la corsa all’acquisto dei seggiolini anti-abbandono. Bisogna aspettare per essere sicuri che il prodotto risponda alle caratteristiche tecniche fissate dal decreto ministeriale appena firmato e per conoscere eventuali bonus fiscali per le famiglie. E comunque l’obbligo scatterà più avanti, presumibilmente a febbraio 2020. Lo ricorda una nota del Centro di ricerca e tutela dei consumatori e degli utenti (CRTCU) di Trento, che in breve fa il punto sulle informazioni note.

In merito al decreto firmato dalla Ministra dei Trasporti il 7 ottobre (decreto attuativo dell’art. 172 del Codice della Strada) che regola i “seggiolini anti-abbandono”, è opportuno sapere, ricorda l’associazione, che «deve ora essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale, e che l’obbligo scatterà dopo 120 giorni dalla sua entrata in vigore (si parla quindi di febbraio 2020). Ad oggi non risulta ancora disponibile il testo del decreto».

Seggiolini e bonus fiscali

Non c’è urgenza di precipitarsi a comprare i seggiolini, anche perché solo all’entrata in vigore del decreto si saprà se e quali bonus fiscali interverranno per facilitare l’acquisto da parte delle famiglie.

«Vi saranno due tipi di dispositivi: quelli volti ad adeguare seggiolini già installati, e sistemi già integrati – ricorda il CRTCU – Ambedue i sistemi dovranno attivarsi automaticamente, e dare un segnale di conferma al conducente. In caso di bisogno dovranno dare l’allarme, mediante segnali visivi ed acustici, oppure visivi percettibili sia dall’interno che dall’esterno dell’abitacolo. Secondo il quotidiano “Il Sole 24 Ore” i dispositivi “potranno” essere dotati di sistemi automatici di chiamata o messaggistica; non è però ancora chiaro come si potrà garantire che il telefono contattato sia davvero raggiungibile».

Il recente articolo del Sole 24 ore fa un po’ di chiarezza sul tema. L’obbligo del dispositivo anti-abbandono per i seggiolini, per i bambini al di sotto dei 4 anni, partirà verso la fine dell’inverno: dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, attesa a breve, il decreto entrerà in vigore 15 giorni dopo ma per l’obbligo serviranno 120 giorni, quindi presumibilmente verso la fine di febbraio 2020.

Bisogna poi vedere le norme sui contributi statali che dovrebbero essere erogati, e a quali beneficiari andranno. I dispositivi anti-abbandono costano dai 50 ai 100 euro e vengono aggiunti ai seggiolini già installati. Ci sono poi i seggiolini col dispositivo già integrato.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11974
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre

Messaggio da panorama » sab ott 26, 2019 10:36 am

Seggiolini antiabbandono, ci sono le regole tecniche

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del ministero delle Infrastrutture che contiene le regole tecniche dei seggiolini (e dei dispositivi) antiabbandono per bambini di età inferiore ai 4 anni. Disposizioni che saranno obbligatorie da marzo 2020. Non serve insomma la corsa all’acquisto, come avevano già annunciato le associazioni dei consumatori.

Sulla Gazzetta Ufficiale è infatti arrivato il “Regolamento di attuazione dell’articolo 172 del Nuovo codice della strada in materia di dispositivi antiabbandono di bambini di età inferiore a quattro anni”. Il decreto entra in vigore il 7 novembre e serviranno 120 giorni per l’entrata in vigore dell’obbligo dei dispositivi antiabbandono: si arriva dunque a marzo del prossimo anno.

Dispositivi antiabbandono, le caratteristiche generali

Nel decreto ci sono le caratteristiche tecniche che i dispositivi antiabbandono dovranno avere, con la precisazione che quando un dispositivo è messo sul mercato, «il fabbricante deve accertarsi che esso sia conforme alle prescrizioni tecniche costruttive e funzionali essenziali», redige la documentazione tecnica e, su richiesta, la mette a disposizione dell’Autorità di vigilanza del mercato.

Il decreto disciplina prima di tutto le caratteristiche generali. Il dispositivo antiabbandono può essere:

1) - integrato all’origine nel sistema di ritenuta per bambini;
2) - una dotazione di base o un accessorio del veicolo, compresi nel fascicolo di omologazione del veicolo stesso;
3) - indipendente sia dal sistema di ritenuta per bambini sia dal veicolo.

Come devono essere i dispositivi?

Il decreto riporta negli allegati le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali essenziali dei dispositivi.

Quali sono?

Il dispositivo antiabbandono deve segnalare l’abbandono di un bambino di età inferiore a 4 anni, sul veicolo sul quale è trasportato, da parte del conducente del veicolo stesso mediante l’attivazione di un segnale di allarme, deve essere in grado di attivarsi automaticamente a ogni utilizzo e dare un segnale di conferma al conducente dell’avvenuta attivazione.

Nel caso in cui il dispositivo debba dare un segnale di allarme, questo deve essere in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici (cioè vibrazioni o sensazioni al tatto), percepibili all’interno o all’esterno del veicolo. Se alimentato a batteria, deve essere in grado di segnalare i livelli bassi di carica rimanenti.

I dispositivi antiabbandono, prosegue il decreto «possono essere dotati di un sistema di comunicazione automatico per l’invio, per mezzo delle reti di comunicazione mobile senza fili, di messaggi o chiamate». E in questo caso il dispositivo «deve» essere in grado di attivare il sistema di comunicazione.

Nelle caratteristiche tecnico-costruttive essenziali, il decreto stabilisce che il dispositivo deve essere basato su sistemi elettronici con logiche di utilizzo o che utilizzano appositi sensori e che nell’interazione con il veicolo o con apposito sistema di ritenuta, il dispositivo non deve in alcun modo alterarne le caratteristiche di omologazione.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11974
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre

Messaggio da panorama » ven nov 08, 2019 11:47 am

Scatta da oggi l'obbligo dei dispositivi antiabbandono

07 Novembre 2019

Seggiolini antiabbandono, obbligo e sanzioni partono da oggi. In quanti saranno pronti?

L’obbligo di dispositivo antiabbandono per bambini fino a 4 anni scatta da oggi. E anche le sanzioni. Senza il periodo di adeguamento di cui si era parlato.
L’obbligo di dispositivo auto antiabbandono per bambini fino a 4 anni scatta già da oggi. Senza il periodo di transizione e di adeguamento di cui si era parlato. E quindi già da oggi chi non si è adeguato è soggetto a sanzioni amministrative pecuniarie. È facile prevedere che sono in molti coloro che ancora non si sono dotati dei dispositivi antiabbandono: sembrava ci fosse tempo e sembra anche che il mercato non sia ancora pronto a rispondere alla domanda. Insomma: da oggi potrebbe partire la corsa agli acquisti ma allo stesso tempo si rischia di comprare prodotti non perfettamente a norma. Le forze dell’ordine saranno disposte a chiudere un occhio?

La circolare del Ministero

Dal Ministero dell’Interno è arrivata una circolare che interpreta nettamente entrata in vigore del decreto e sanzioni.
«Le disposizioni operative del decreto ministeriale sono in vigore dal 7 novembre 2019 e, di conseguenza, dalla stessa data sono applicabili le sanzioni di cui all’art. 172 del Codice della Strada».

Così si legge nella circolare del Dipartimento Pubblica Sicurezza, che ricorda anche le caratteristiche generali dei dispositivi antiabbandono: questi possono alternativamente essere integrati nel sistema di ritenuta, costituire una dotazione di base o accessorio del veicolo o essere indipendenti sia dal sistema di ritenuta sia dal veicolo.

Asaps: speravamo in un margine di tempo maggiore

L’Asaps, l’Associazione sostenitori Polstrada, ricorda che secondo il decreto del Ministero dei Trasporti «i dispositivi dovranno attivarsi automaticamente e dovranno essere dotati di un allarme in grado di avvisare il conducente della presenza del bambino nel veicolo attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo (potranno essere dotati anche di un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi o chiamate)».

Cosa si rischia? Chi non si doterà di questi dispositivi incorrerà nelle violazioni previste dall’art. 172 C.d.S. con sanzione amministrativa da 81 euro a 326 euro (pagamento entro 5 gg. euro 56,70) e la decurtazione di 5 punti dalla patente.
Solo i moderatori e gli Utenti del gruppo Sostenitori possono visualizzare i file allegati.

Rispondi