Pagina 25 di 37

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: mer mar 27, 2019 10:47 pm
da Zenmonk
GiulioTR ha scritto:
mer mar 27, 2019 10:12 pm
Mi dispiace e ritengo ciò profondamente sbagliato che su un forum di appartenenti o ex appartenenti alle forze di polizia si faccia espliciti riferimenti a partiti e movimenti politici facendo intendere apertamente gli orientamenti da parte di alcuni dei colleghi. La politica sarebbe meglio lasciarla fuori.
Scusate, ho dimenticato il link. Fatti, non parole. E soprattutto niente politica.
https://www.nuovogiornaledeimilitari.co ... i-pensioni

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 12:40 am
da Sempreme064
Mi risulta che dopo tanto c'è stata la.rivalutazione della.pensione nessuno escluso.. quindi un aumento
. La rivalutazione è lo strumento con cui gli importi delle prestazioni sociali vengono adeguati all’aumento del costo della vita rilevato dall’ISTAT..
Prossimo anno sono.aicuro che aumenteranno rispetto questo aumento atteso da anni..

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 12:44 am
da Sempreme064
ERA ORA :
TORNA LA PEREQUAZIONE – Torna dunque in funzione lo strumento della ‘perequazione’, che era stato bloccato dalla riforma Fornero del 2011 per essere poi reintrodotto dalla legge 174/2013, che ha previsto una fase transitoria con scadenza nel 2016, poi prorogata fino al 2018.

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 12:47 am
da Sempreme064
Qui c'è gente che vuol far passare acqua per vino.
Bevete Meno..

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 9:57 am
da GiulioTR
Per completezza di informazione la perequazione è stata erogata anche a gennaio 2018.

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 10:26 am
da Sempreme064
Bene.. io non me ne ero nemmeno accorto.. vi attaccate a 20 centesimi quando questo esecutivo ha sbloccato tutto tutti i casini precedenti...

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 4:16 pm
da panorama
Direzione Centrale Pensioni
Direzione Centrale Organizzazione e Sistemi Informativi

Roma, 22/03/2019
Circolare n. 44

Ai Dirigenti centrali e territoriali
Ai Responsabili delle Agenzie
Ai Coordinatori generali, centrali e territoriali delle Aree dei professionisti
Al Coordinatore generale, ai coordinatori centrali e ai responsabili territoriali dell'Area medico legale

E, per conoscenza,

Al Presidente
Al Presidente e ai Componenti del Consiglio di Indirizzo di Vigilanza
Al Presidente e ai Componenti del Collegio dei Sindaci
Al Magistrato della Corte dei Conti delegato all'esercizio del controllo
Ai Presidenti dei Comitati amministratori di fondi, gestioni e casse
Al Presidente della Commissione centrale per l'accertamento e la riscossione dei contributi agricoli unificati
Ai Presidenti dei Comitati regionali


Allegati n.2

OGGETTO: Rimodulazione della rivalutazione annuale delle pensioni per l’anno 2019 ai sensi dell’articolo 1, comma 260, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 (legge di bilancio 2019)

SOMMARIO: Si illustrano i criteri e le modalità di rivalutazione delle pensioni per l’anno 2019 in applicazione delle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 260, della legge 30 dicembre 2018, n. 145.

INDICE

1. Premessa
2. Indice di rivalutazione provvisorio per l’anno 2019
3. Platea interessata alla rimodulazione della perequazione
4. Modulo perequativo in vigore per gli anni 2019-2021
5. Criteri applicativi
6. Aggiornamento delle procedure di liquidazione e ricostituzione
7. Certificato di pensione per l’anno 2019

1. Premessa

Con la circolare n. 122 del 27 dicembre 2018 sono state illustrate le modalità con cui è stata applicata la rivalutazione delle pensioni e delle prestazioni assistenziali e sono stati impostati i relativi pagamenti per l’anno 2019.

Sul supplemento ordinario n. 62L della Gazzetta Ufficiale n. 302 del 31 dicembre 2018 è stata pubblicata la legge 30 dicembre 2018, n. 145, recante “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021”.

L’articolo 1, comma 260, della citata legge ha introdotto un nuovo meccanismo di rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici per il triennio 2019-2021, parzialmente diverso da quello applicato al rinnovo 2019 (Allegato n. 1). Conseguentemente è stata effettuata una seconda operazione di rivalutazione sulla base della nuova previsione legislativa.

Ciò premesso, con la presente circolare si illustrano i criteri seguiti per la rivalutazione e si forniscono le tabelle aggiornate per l’anno 2019, che sostituiscono l’allegato 2 trasmesso con la circolare n. 12/2018 (Allegato n. 2).

2. Indice di rivalutazione provvisorio per l’anno 2019

Preliminarmente si evidenzia che nulla è innovato relativamente all’indice da utilizzare per la rivalutazione provvisoria, che rimane fissato nella misura pari a + 1,1%, salvo conguaglio da effettuarsi in sede di perequazione per l'anno successivo.

Si confermano, pertanto, i valori riportati al paragrafo 1.2 della citata circolare n. 122/2018, che per comodità si replicano nella tabella seguente.

Decorrenza - Trattamenti minimi pensioni lavoratori dipendenti e autonomi - Assegni vitalizi
1° gennaio - 2019 € 513,01 - € 292,43
IMPORTI ANNUI - € 6.669,13 - € 3.801,59

3. Platea interessata alla rimodulazione della perequazione

Sono interessate alla rimodulazione della rivalutazione per l’anno 2019 le sole prestazioni previdenziali illustrate al paragrafo 1 della citata circolare n. 122/2018.

Non sono quindi interessate dalla rimodulazione della perequazione i seguenti trattamenti:

le pensioni sulle quali sono attribuiti i benefici di cui alla legge n. 206/2004 e successive modificazioni (vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice);

le prestazioni assistenziali e a carattere risarcitorio (pensioni sociali e assegni sociali, prestazioni a favore dei mutilati, invalidi civili, ciechi civili e sordomuti);

l’indennità integrativa speciale;

le indennità e gli assegni accessori annessi alle pensioni privilegiate di prima categoria concesse agli ex dipendenti civili e militari delle amministrazioni pubbliche.

La rivalutazione delle prestazioni elencate resta fissata sulla base dei criteri illustrati, rispettivamente, ai paragrafi 2, 3 e 4 della citata circolare n. 122/2018.

4. Modulo perequativo in vigore per gli anni 2019-2021

L’articolo 1, comma 260, della legge n. 145/2018 dispone che “per il periodo 2019-2021 la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall’articolo 34, comma 1, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, è riconosciuta:

a. per i trattamenti pensionistici complessivamente pari o inferiori a tre volte il trattamento minimo INPS, nella misura del 100 per cento;

b. per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a tre volte il trattamento minimo INPS e con riferimento all’importo complessivo dei trattamenti medesimi:

1) nella misura del 97 per cento per i trattamenti pensionistici complessivamente pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo INPS. Per le pensioni di importo superiore a tre volte il predetto trattamento minimo e inferiore a tale limite incrementato della quota di rivalutazione automatica spettante sulla base di quanto previsto dalla lettera a), l’aumento di rivalutazione è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato. Per le pensioni di importo superiore a quattro volte il predetto trattamento minimo e inferiore a tale limite incrementato della quota di rivalutazione automatica spettante sulla base di quanto previsto dal presente numero, l’aumento di rivalutazione è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato;

2) nella misura del 77 per cento per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a quattro volte il trattamento minimo INPS e pari o inferiori a cinque volte il trattamento minimo INPS. Per le pensioni di importo superiore a cinque volte il predetto trattamento minimo e inferiore a tale limite incrementato della quota di rivalutazione automatica spettante sulla base di quanto previsto dal presente numero, l’aumento di rivalutazione è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato;

3) nella misura del 52 per cento per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a cinque volte il trattamento minimo INPS e pari o inferiori a sei volte il trattamento minimo INPS. Per le pensioni di importo superiore a sei volte il predetto trattamento minimo e inferiore a tale limite incrementato della quota di rivalutazione automatica spettante sulla base di quanto previsto dal presente numero, l’aumento di rivalutazione è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato;

4) nella misura del 47 per cento per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a sei volte il trattamento minimo INPS e pari o inferiori a otto volte il trattamento minimo INPS. Per le pensioni di importo superiore a otto volte il predetto trattamento minimo e inferiore a tale limite incrementato della quota di rivalutazione automatica spettante sulla base di quanto previsto dal presente numero, l’aumento di rivalutazione è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato;

5) nella misura del 45 per cento per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a otto volte il trattamento minimo INPS e pari o inferiori a nove volte il trattamento minimo INPS. Per le pensioni di importo superiore a nove volte il predetto trattamento minimo e inferiore a tale limite incrementato della quota di rivalutazione automatica spettante sulla base di quanto previsto dal presente numero, l’aumento di rivalutazione è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato;

6) nella misura del 40 per cento per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a nove volte il trattamento minimo INPS”.


Sulla base del dato normativo sopra riportato, nella seguente tabella si riepilogano, in base agli indici di perequazione illustrati, le percentuali di aumento applicabili ai trattamenti pensionistici a decorrere dal 1° gennaio 2019, con le relative fasce di garanzia.

OMISSIS

N.B.: leggete il tutto cmq. nel PDF

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 4:30 pm
da panorama
allego anche questo

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 4:42 pm
da costauno
Intendo la "veemenza" come la capacità di colui che prospetta, divulga, espone, fa valere, esprime con intensità ed urbana partecipazione, le proprie idee, le tesi le ragioni, suo temi più disparati o con la sua condotta. (Una veemente protesta, ad esempio).
In sostanza il mio voleva essere un elogio non un appunto, per chi questa dote ha la capacità di dominarla, pregiatissimo dr. Zenmonk. Saluti :|

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 5:08 pm
da panorama
PD (Senatore ZANDA)

Disegni di legge

Atto Senato n. 1107
XVIII Legislatura

DISEGNO DI LEGGE
d'iniziativa del senatore ZANDA

COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 27 FEBBRAIO 2019

Nuove norme in materia di adeguamento del trattamento economico dei membri del Parlamento a quello dei parlamentari europei

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 5:54 pm
da frankcip
costauno ha scritto:
gio mar 28, 2019 4:42 pm
Intendo la "veemenza" come la capacità di colui che prospetta, divulga, espone, fa valere, esprime con intensità ed urbana partecipazione, le proprie idee, le tesi le ragioni, suo temi più disparati o con la sua condotta. (Una veemente protesta, ad esempio).
In sostanza il mio voleva essere un elogio non un appunto, per chi questa dote ha la capacità di dominarla, pregiatissimo dr. Zenmonk. Saluti :|
CHE GRAN SVIOLINATA!!!!!

SANTO SUBITO!!!

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 6:08 pm
da frankcip
panorama ha scritto:
gio mar 28, 2019 5:08 pm
PD (Senatore ZANDA)

Disegni di legge

Atto Senato n. 1107
XVIII Legislatura

DISEGNO DI LEGGE
d'iniziativa del senatore ZANDA

COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 27 FEBBRAIO 2019

Nuove norme in materia di adeguamento del trattamento economico dei membri del Parlamento a quello dei parlamentari europei
IL NUOVO CHE AVANZA!!!!!!!

DA 16.000 A 19.000 EURO AL MESE..

SANTO SUBITO!!!!

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 6:39 pm
da panorama
Votate bene,
perché votare male, significa portare una grossa CROCE sulle spalle per un lungo tempo.


Elezioni del Parlamento europeo. Alle urne il 26 maggio 2019

Nella Gazzetta Ufficiale n.71 del 25 marzo 2019 sono stati pubblicati i decreti del Presidente della Repubblica in data 22 marzo 2019, rispettivamente, di convocazione, per il giorno di domenica 26 maggio p.v., dei comizi per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia e di assegnazione a ciascuna delle cinque circoscrizioni elettorali in cui è suddiviso il territorio nazionale del numero dei seggi spettanti al nostro Paese.

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 6:48 pm
da frankcip
panorama ha scritto:
gio mar 28, 2019 6:39 pm
Votate bene,
perché votare male, significa portare una grossa CROCE sulle spalle per un lungo tempo.


Elezioni del Parlamento europeo. Alle urne il 26 maggio 2019

Nella Gazzetta Ufficiale n.71 del 25 marzo 2019 sono stati pubblicati i decreti del Presidente della Repubblica in data 22 marzo 2019, rispettivamente, di convocazione, per il giorno di domenica 26 maggio p.v., dei comizi per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia e di assegnazione a ciascuna delle cinque circoscrizioni elettorali in cui è suddiviso il territorio nazionale del numero dei seggi spettanti al nostro Paese.
IL 40% che il pd prese nel 2014, nel 2019 se lo SOGNA! Alla luce di tutto quello che hanno fatto la comunità europea ( l'asse franco/tedesco) a discapito della povera Grecia e di quello che avrebbero voluto fare anche all'Italia...

Re: RIVALUTAZIONE PENSIONI MILITARI ANNO 2019

Inviato: gio mar 28, 2019 9:18 pm
da costauno
Mi dispiace nessuna svolta, solo ovvie considerazioni per evitare inutili e sterili contrapposizioni.
Rispetto e stima per tutti. Attendo buone nuove.
Saluti.