Rischio di punizione per condanna penale da pensionato

Diritto Militare e per le Forze di Polizia
Feed - L'Avv. Giorgio Carta risponde

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito www.studiolegalecarta.com, ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.
Rispondi
pino11061962
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: ven gen 30, 2015 8:44 pm

Rischio di punizione per condanna penale da pensionato

Messaggio da pino11061962 » dom nov 04, 2018 7:47 pm

Buonasera Avvocato, le racconto brevemente il mio problema. Nel 2017 purtroppo sono stato condannato in 1^ grado alla pena di 8 mesi, (pena sospesa), per il famoso art.615 ter e art. 81 cpv. Non mi è stata applicata l' "interdizione". Preciso, che in orario di servizio, ho semplicemente guardato per curiosità, sul sito INPS, lo stato dei contributi di me stesso, dei miei 2 figli, di mia madre e della mia ex moglie. Nei giorni seguenti ho ripetuto l'accesso più volte e mi hanno contestato 17 accessi abusivi, sempre con gli stessi nominativi. Adesso sono in "appello" e alla data attuale il processo non ancora si svolge. Nel frattempo nel mese di Settembre 2018, maturando i requisiti di 37 anni +( 5 anni), sono andato in pensione. Egr. avvocato, la mia domanda è questa: se nella malaugurata ipotesi, di condanna definitiva , anche essendo pensionato, rischio delle conseguenze? Preciso che il reato è avvenuto nel luglio 2013, mi è stato contestato nel 2014, non ho avuto nessuna sospensione dal servizio e non è stata attivata nessuna procedura disciplinare. Un'ultima domanda : ma quale sarebbe il termine della prescrizione? La ringrazio anticipatamente e le porgo i miei più Distinti Saluti.



Avatar utente
Avv. Giorgio Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 1811
Iscritto il: ven apr 03, 2009 9:14 am

Re: Rischio di punizione per condanna penale da pensionato

Messaggio da Avv. Giorgio Carta » gio nov 15, 2018 8:49 pm

Il casi sottoposizione a procedimento disicplinare (di stato) dopo il congedo o la riforma sono tutt'altro che rari e, di per sé, assolutamente legittimi.
Se lei si è congedato allorché ha già conseguito il diritto alla pensione, l'eventuale sanzione della perdita del grado non inciderà sul suo diritto a paercepire la pensione, quindi la 'eventuale sanzione destitutiva avrebbe un effetto soltanto virtuale. Dubito, peraltro, che il tipo di reato che le contestano possa indurre l'Amministrazione a procedere disciplinarmente nei suoi confronti dopo il congedo.
Il mio suggerimento è quello di non trascurare la questione e di affidarsi ad un legale che conosca la materia. In bocca al lupo,
Avv. Giorgio Carta

Rispondi