Ripetizione somme ai sensi DPR 51/2009

Diritto Militare e per le Forze di Polizia
Feed - L'Avv. Giorgio Carta risponde

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito www.studiolegalecarta.com, ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.
Rispondi
GD Brig C
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 10
Iscritto il: mar giu 04, 2013 12:38 am

Ripetizione somme ai sensi DPR 51/2009

Messaggio da GD Brig C » gio nov 01, 2018 9:36 pm

Salve Avvocato, sono un Brig.Capo della G. di F. in congedo dal 31.11.2016, desideravo leggere un vostro parere e magari un consiglio circa la decisione del Comandante Interregionale a richiedere la ripetizione delle somme corrispostemi durante il periodo di aspettativa per infermità temporanea;
sono stato posto in aspettativa per inidoneità temporanea per malattia dal 03.11.2014 (con diritto agli assegni interi) fino al 04.04.2016, per complessivi giorni 519.
Con istanza protocollata in data 22/12/2014 ho inviato istanza di riconoscimento Causa di Servizio;
in data 01/06/2017 il Comitato di Verifica per le cause di servizio respingeva l’istanza non riconoscendo la causa di servizio;
Il suddetto verbale mi veniva notificato in data 05/09/2017 quindi 35 mesi e 3 giorni dopo la richiesta.
In data 07/02/2018 mi veniva notificata una determina del Comandante Regionale con la quale mi si chiedeva la restituzione delle somme percepite per giorni 154, dal 3.11.2015 al 04.04.2016;
Ho presentato ricorso gerarchico avverso la suddetta determina in quanto come stabilito dal DPR 51/2009, art.16 comma 3. “Non si da luogo alla ripetizione delle somme qualora la pronuncia sul riconoscimento della causa di servizio avvenga oltre il ventiquattresimo mese dalla data di collocamento in aspettativa”, e nel caso specifico la pronuncia è avvenuta ben oltre il 24 mese dalla data di collocamento in aspettativa e più specificatamente oltre il trentacinquesimo mese;
Il Comandante Interregionale ha dichiarato infondato il ricorso, adducendo che “”le somme non erano dovute qualora il militare sia stato giudicato, a seguito di lesione o infermità “””permanentemente non idoneo al servizio in modo parziale”””; tale non è il caso dell’interessato che è stato riconosciuto SI Idoneo al servizio militare d’Istituto nella Guardia di Finanza, con decorrenza 04.04.2016””.
Avverso tale determinazione potrei produrre ricorso al T.A.R., che valutando costi/benefici non è conveniente, anche se i 154 giorni di somme da restituire ammontano a circa € 4.000 , tra deposito ricorso e spese legali, sperando sempre che il TAR si pronunci in termini favorevoli ammonterebbero a cifre superiori.
Spero di essere stato abbastanza chiaro, scusandomi della lungaggine del quesito, ma purtroppo trattasi di questione alquanto complessa, chiedo a chi può darmi un consiglio sul come comportarmi.
Grazie



Avatar utente
Avv. Giorgio Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 1811
Iscritto il: ven apr 03, 2009 9:14 am

Re: Ripetizione somme ai sensi DPR 51/2009

Messaggio da Avv. Giorgio Carta » gio nov 15, 2018 10:31 pm

egregio brigadiere, sarei sostanzialmente d'accordo con lei, ma la norma che lei cita è problematica, perché inserita in un comma che talune recenti sentenze ritengono applicabile al solo personale giudicato permanentemente non idoneo al servizio in modo parziale. Viste le talvolta contrastanti pronunce dei TAR, valuti lei adire o meno la giustizia amministrativa.
In bocca al lupo,
Avv. Giorgio Carta

GD Brig C
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 10
Iscritto il: mar giu 04, 2013 12:38 am

Re: Ripetizione somme ai sensi DPR 51/2009

Messaggio da GD Brig C » dom nov 18, 2018 10:00 pm

Avv. Giorgio Carta ha scritto:
gio nov 15, 2018 10:31 pm
egregio brigadiere, sarei sostanzialmente d'accordo con lei, ma la norma che lei cita è problematica, perché inserita in un comma che talune recenti sentenze ritengono applicabile al solo personale giudicato permanentemente non idoneo al servizio in modo parziale. Viste le talvolta contrastanti pronunce dei TAR, valuti lei adire o meno la giustizia amministrativa.
In bocca al lupo,
Avv. Giorgio Carta
La ringrazio Avvocato, infatti ho letto di varie sentenze del TAR, che accoglievano ricorsi.. La ringrazio , all e prossime . Saluti

Rispondi