Riformato parziale con tabella B

Feed - La Dott.ssa Lucia Astore risponde

Giangio
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 4
Iscritto il: mer dic 20, 2017 4:42 pm

Riformato parziale con tabella B

Messaggio da Giangio » lun mar 04, 2019 3:04 pm

Buongiorno a tutti,

sono un Maresciallo CC con 34 anni di servizio e mi trovo nella particolare situazione di essere stato giudicato parzialmente idoneo, ovvero riformato parziale, pur essendo stata la mia patologia ascritta alla tabella B.
Questo perchè la CMO mi ha giudicato idoneo al S.M.I. ascrivendo la malattia alla tabella B e a seguito di ricorso la Commissione di 2^ Istanza mi ha giudicato "parzialmente idoneo al S.M.I.".
Ora mi trovo in qiesta particolare situazione e vorrei che la CMO ridefinisse la mia pratica assegnandomi ad altra tabella.
E' secondo voi possibile essere riformati parziali con la tabella B?
Cosa fare?



Erasmo
Disponibile
Disponibile
Messaggi: 39
Iscritto il: gio mar 15, 2018 10:18 am

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da Erasmo » mar mar 05, 2019 5:05 pm

Buonasera.Sono un Ass.Capo Coordinatore della Polizia di stato. Sono stato riformato parziale nel 2001 con una 7 cat tab "B"........... Da quello che chiedi ,la risposta è " si puoi essere riformato parziale " tranquillamnte con tabella B dipende dalla tua patologia. Attualemnte io da Marzo 2018 dopo aver aggravato quelle patologie oggetto di riforma parziale,sono in mallattia disposizione cmo. Verrò riformato molto presto.A presto

furore5
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 217
Iscritto il: mer giu 06, 2018 6:57 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da furore5 » mar mar 05, 2019 7:17 pm

La tabella B non ha categorie, non le ha mai avute e tutt' oggi non le ha!
La riforma parziale prevede un danno patologico PERMANENTE, una tabella B ha un grado di riduzione della capacità lavorativa che va dal 11 al 20% che non si addice proprio ad una riforma parziale che invece insiste piu' precisamente nella tabella A con ctg fino alla 5 (con la 4 oggi si viene riformati), ma le cmo anno MOLTO margine discrezionale, "bisogna capire" quanto la X patologia influisce sulla capacità residua lavorativa!

Erasmo
Disponibile
Disponibile
Messaggi: 39
Iscritto il: gio mar 15, 2018 10:18 am

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da Erasmo » mar mar 05, 2019 10:27 pm

Buonasera ,scusate per la risposta errata.Volevo solo dire che si è trattato di un errore ......effettivamente ha ragione furore5 . Questa sera appena arrivato a casa ho consultato il verbale di riforma parziale emesso dalla c.m.o. dove viene riportato la dicitura esatta caf.7 tabella A .Non si può essere informati con la tabella b. In realtà ho sbagliato a leggere, le tabelle B facevano parte di vecchie patologie che poi sono state inserite in un unica patologia aggravata e classificata 7 tabella A oggetto di riforma parziale.Scusate è grazie sempre a furore5

Giangio
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 4
Iscritto il: mer dic 20, 2017 4:42 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da Giangio » mer mar 06, 2019 9:57 am

furore5 ha scritto:
mar mar 05, 2019 7:17 pm
La tabella B non ha categorie, non le ha mai avute e tutt' oggi non le ha!
La riforma parziale prevede un danno patologico PERMANENTE, una tabella B ha un grado di riduzione della capacità lavorativa che va dal 11 al 20% che non si addice proprio ad una riforma parziale che invece insiste piu' precisamente nella tabella A con ctg fino alla 5 (con la 4 oggi si viene riformati), ma le cmo anno MOLTO margine discrezionale, "bisogna capire" quanto la X patologia influisce sulla capacità residua lavorativa!

Grazie a tutti per le risposte.
In pratica confermate quanto io pensavo...
Ora però, in buona sostanza, cosa devo fare secondo voi?
Io su suggerimento di un altro collega sto per inoltrare una domanda per chiedere l'ascrivibilita’ a categoria tabellare superiore dell'infermita’ riconosciuta “si” dipendente da causa di servizio e che ha causato l’idoneita’ parziale al servizio. Nel contempo chiedo anche l'emissione dell'UNA TANTUM.
Ma ora la domanda è: la CMO deve sottopormi ad ulteriori visite? Può continuare a confermare la tabella B oppure deve per forza ascrivere l'infermità a una tabella superiore?
Perchè le parole di Furore5 circa l'ampia discrezionalità della CMO relativamente al giudizio mi fa temere proprio questo.

Grazie ancora!

stomale
Altruista
Altruista
Messaggi: 174
Iscritto il: gio set 16, 2010 3:44 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da stomale » mer mar 06, 2019 10:21 am

La cmo può tranquillamente farti parzialmente idoneo con una tabella B dato che ha ampia discrezionalità. Io sono stato riformato con una tabella B poi ho richiesto l'aggravamento e sono passato ad una A ottava. Fai domanda di aggravamento.

peppuzzo
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 66
Iscritto il: gio mar 16, 2017 3:23 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da peppuzzo » mer mar 06, 2019 8:12 pm

Giangio ha scritto:
mer mar 06, 2019 9:57 am
furore5 ha scritto:
mar mar 05, 2019 7:17 pm
La tabella B non ha categorie, non le ha mai avute e tutt' oggi non le ha!
La riforma parziale prevede un danno patologico PERMANENTE, una tabella B ha un grado di riduzione della capacità lavorativa che va dal 11 al 20% che non si addice proprio ad una riforma parziale che invece insiste piu' precisamente nella tabella A con ctg fino alla 5 (con la 4 oggi si viene riformati), ma le cmo anno MOLTO margine discrezionale, "bisogna capire" quanto la X patologia influisce sulla capacità residua lavorativa!

Grazie a tutti per le risposte.
In pratica confermate quanto io pensavo...
Ora però, in buona sostanza, cosa devo fare secondo voi?
Io su suggerimento di un altro collega sto per inoltrare una domanda per chiedere l'ascrivibilita’ a categoria tabellare superiore dell'infermita’ riconosciuta “si” dipendente da causa di servizio e che ha causato l’idoneita’ parziale al servizio. Nel contempo chiedo anche l'emissione dell'UNA TANTUM.
Ma ora la domanda è: la CMO deve sottopormi ad ulteriori visite? Può continuare a confermare la tabella B oppure deve per forza ascrivere l'infermità a una tabella superiore?
Perchè le parole di Furore5 circa l'ampia discrezionalità della CMO relativamente al giudizio mi fa temere proprio questo.

Grazie ancora!
Precise indicazioni sarebbero state emanate da una Direttiva del Dipartimento di Sanità, che nelle more della criteriologia valutativa dell’idoneità al servizio militare, recepisce “in toto” i criteri da adottare per il giudizio di inidoneità permanente assoluta e parziale al servizio d’istituto nei riguardi del personale delle forze di polizia, emanando precise linee guida sui criteri da adottare per l’scrivibilità delle menomazioni a categoria per la concessione di benefici economici, nonché della succitata “Indennità Speciale <<una tantum>>”.
a) Direttiva n° MDE24363/33204/Sez.Med.Leg/10.3.4.1 del 18/03/09;
b) Direttiva n° 1511/ML-5/2 del 05.03.1984.

Per cui, pare evidente che una patologia riconosciuta si dipendente e ritenuta invalidante ai fini dell'idoneità al servizio in modo parziale, necessita di una classificazione almeno in tabella A, in quanto la menomazione è permanente, per cui anche i benefici che ne conseguono. Invece la stessa patologia ritenuta invalidante ai fini dell'idoneità al servizio in modo parziale e classificata in tabella B, la stessa concede benefici per un max di 4 anni e non rinnovabili, cioè limitati nel tempo e non permanenti.

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 328
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da trasmarterzo » gio mar 07, 2019 10:34 am

Confermo quanto detto da Peppuzzo.....
la stessa patologia ritenuta invalidante ai fini dell'idoneità al servizio in modo parziale e classificata in tabella B, la stessa concede benefici per un max di 4 anni e non rinnovabili, cioè limitati nel tempo e non permanenti.
Confermo pure quanto detto da Furore....
in merito al fatto che oggi, con la 4 ctg si viene riformati a differenza di quanto scritto nella direttiva n° MDE24363/33204/Sez.Med.Leg/10.3.4.1 del 18/03/09 che a quanto pare è stata sostituita da una nuova a firma G. CUOMO, che anch' io pero' non trovo, e me l' hanno detto in cmo pure a me, dove si dice che la 4 ctg determina la riforma assoluta (la citata direttiva del 2009 invece consentiva con la 4 ctg la riforma parziale).
Per il collega della riforma parziale contab B, conviene consultare un medico legale, poi se ci sono i presupposti per un ricorso (per avere con quella patologia almeno una ctg ascritta a tabella A) farlo tramite la Corte dei Conti, se ci sono invece i presupposti per un aggravamento farlo cn istanza di parte e ben documentato, ma a mio avviso la prima soluzione è quella migliore per il momento, poi conservarsi il futuro aggravamento per a fase successiva.

peppuzzo
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 66
Iscritto il: gio mar 16, 2017 3:23 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da peppuzzo » gio mar 07, 2019 6:51 pm

Ciao trasmarterzo e a tutti gli interessati.
Credo che sia pacifico il fatto che il compito di questo forum è quello di informare chiunque nel rispetto del sapere e a dispetto dell'improvvisazione, che non dovrebbero mai lasciare spazio ad interpretazioni personali e discordanti dalle disposizioni di rango primario.
Proprio quello che abbiamo ribadito in questa sezione, non lascia dubbi o interpretazioni riguardo alla norma di riferimento, cioè quella famosa di rango primario e non le circolari esplicative dei vari ministeri che, a parer mio restano solo e spesso disposizioni e/o direttive (vgs. Direttiva del Dipartimento di Sanità) spesso restrittive rispetto alla norma e sott'ordinate, cioè di rango secondario.
Detto questo, la normativa di rifermento a cui il Dipartimento di Sanità deve in ogni caso attenersi è e sarà sempre quella famosa CIRCOLARE 27 settembre 1983, n. 973 - MINISTERO DELLA DIFESA - Direttive tecniche in attuazione del decreto del Presidente della Repubblica 25 ottobre 1981, n. 738 (GU Serie Generale n.190 del 13-07-1983) e vi allego il link http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/ ... 83A3876/sg
Con ciò e con quanto ampiamente detto, risulta ampiamente chiaro che una riforma parziale e permanente al servizio di istituto per patologie SI dipendenti da causa di servizio, deve in ogni caso inquadrarsi in una tabella diversa da quella B, A8, A7, A6, A3, A2 e A1, cioè solo ed esclusivamente alla categoria A5 ed A4, a maggior ragione se l'invalidità comporta limitazioni funzionali.
A riguardo di un eventuale ricorso, ricordo a me stesso che "il ricorso" al verbale della C.M.O. solo e solamente ai fini della P.P.O., lo si può proporre alla Corte dei Conti anche per i personale in servizio.
Mentre ai fini dell'equo indennizzo resta la Giurisdizione del G.A.
Ciao e a presto.

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 328
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da trasmarterzo » gio mar 07, 2019 8:08 pm

Caro peppuzzo, tutto giusto quello che dici, ma spiace contraddirti su un fatto, io cioè sono direttamente interessato al discorso della riforma parziale in quanto io sono gia' in 5 ctg e la cmo (come hanno detto anche a furore) mi ha detto che se mi manda in 4 categoria (e ci sono tutti i presupposti per aggravamento) purtroppo mi deve riformare in modo assoluto per una direttiva nuova che NON MI HANNO INDICATO E CHE NON TROVO. Quindi io stesso mi trovo tra martello e incudine, tra rimanere in 5 ctg o accettare la 4 ctg ed andare via, quindi non improvviso nulla (almeno io).

peppuzzo
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 66
Iscritto il: gio mar 16, 2017 3:23 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da peppuzzo » gio mar 07, 2019 11:47 pm

In riferimento a:
>>Credo che sia pacifico il fatto che il compito di questo forum è quello di informare chiunque nel rispetto del sapere e a dispetto dell'improvvisazione, che non dovrebbero mai lasciare spazio ad interpretazioni personali e discordanti dalle disposizioni di rango primario.
Proprio quello che abbiamo ribadito in questa sezione, non lascia dubbi o interpretazioni riguardo alla norma di riferimento, cioè quella famosa di rango primario e non le circolari esplicative dei vari ministeri che, a parer mio restano solo e spesso disposizioni e/o direttive (vgs. Direttiva del Dipartimento di Sanità) spesso restrittive rispetto alla norma e sott'ordinate, cioè di rango secondario<<
, ci sia da chiedere scusa a tutti e in particolar modo a trasmarterzo per aver in qualche modo citato l'improvvisazione come qualifica discriminante dei lettori di questo forum.
Il mio intervento era teso a ravvisare delle palesi sviste solo da parte delle commissioni mediche ospedaliere a riguardo, per cui accetto positivamente la risposta dell'amico trasmarterzo. :wink:
Per il resto, non posso non esprimere la mia delusione riguardo proprio a quel modo improvvisato delle C.M.O. all'attribuire determinati valori invalidanti, sottostimando in maniera esponenziale le patologie che, a volte, determinano appunto una riforma parziale e permanente al S.M.I.
Detto questo, io sono un riformato parziale per C.D.S., nonché Vittima della Criminalità, dove la C.M.O. quantifica le mie patologie in:
V.D.C.=8%;
C.D.S.=Tabella B e riconducibile alle V.D.C;
Riforma Parziale al S.M.I.= Limitazioni funzionali arto inferiore SX, con zoppia e dislivellamento in appoggio podalico a DX, condropatia tricopartimentale, gonartrosi, meniscosi (totale), legamenti rotti e riconducibili solo alla C.D.S. e alle V.D.C.
Stessa commissione C.D.S., V.D.C. e Riforma Parziale :shock:
FATE VOI!!!
SCUSA trasmarterzo.

trasmarterzo
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 328
Iscritto il: sab ago 19, 2017 5:52 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da trasmarterzo » ven mar 08, 2019 9:39 am

Caro peppuzzo, hai ragione in tutto (e ti chiedo io scusa in quanto AVEVO capito che ero io ad improvvisare sul fatto di non dare una risposta con un riferimento normativo certo)..
A differenza di altri colleghi che magari già hanno la 4 categoria, io come detto, sono in 5 ctg con riforma parziale e considerato che è palese un aggravamento (accertato da visite specialistiche e di laboratorio), devo ingoiare il boccone amaro, insomma ho rimango in servizio con un aggravamento che come dire non comporta cambio di categoria oppure accettare la 4 ed andare via, ma dico io ma perchè mai? Dov'è sta benedetta NUOVA DIRETTIVA che non mi hanno voluto dire e che sostituisce quella del 2009 (dove invece fino alla 4 ctg si poteva rimanere in servizio quale riformato arziale)?
Ma un' altra cosa è certa ed hai perfettamente ragione, una direttiva NON SI PUO' SOSTITUIRE ad una circolare, perchè altrimenti una circolare puo' sostituirsi ad un decreto legge, un decreto legge ad una legge, insomma cosi' ognuno fa e crede quello che vuole ed è MOLTO PERICOLOSO...
Secondo me la tua tabella B è incompatibile con la riforma parziale e credo che quando hai fatto la visita per aggravamento e contestuale VdD dovevi NON accettare e fare ricorso alla Corte dei Conti, in quanto lo scopo unico di tale ricorso è la p.p.o. e quindi una tabella A porta anche ad un punteggio per VdD SUPERIORE. Non ti resta che rivolgerti ad un buon medico legale e un avvocato secondo me (CHE IN FONDO E' QUELLO CHE VUOLE IL SISTEMA.....)!

stomale
Altruista
Altruista
Messaggi: 174
Iscritto il: gio set 16, 2010 3:44 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da stomale » mer mar 13, 2019 1:03 pm

Ho letto attentamente la direttiva tecnica ove vengono utilizzati i termini "solitamente" ed "in linea di massima". A pare mio si evince che le CMO hanno ampissima discrezionalità e quindi posso tranquillamente riformare parzialmente con una tabella B. Il fatto che la tabella B dia diritto solo ad un trattamento economico una tantum non significa che le patologie per cui viene assegnata non siano permanenti, anzi la maggior parte sono malattie croniche e lesioni permanento solo di lieve entità rispetto a quelle riportate nella tabella a.

Dott.ssa Astore
Professionista
Professionista
Messaggi: 2445
Iscritto il: ven lug 22, 2011 2:41 pm
Località: Studio medico: Firenze, Via della Mattonaia 35 - tel. 055 23 45 154

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da Dott.ssa Astore » dom mar 17, 2019 7:14 am

Mi mandi- per motivi di privacy- sul mio e.mail di studio-segreteria.astore@gmail.com -il verbale e gli ultimi accertamenti specifici e poi ne parliamo
Grazie
Lucia dr.ssa Astore
Dott.ssa Lucia Astore - Medico Legale | Psichiatra forense
Studio: Via della Mattonaia, 35 - 50121 Firenze
Telefono: 055 23 45 154

Giangio
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 4
Iscritto il: mer dic 20, 2017 4:42 pm

Re: Riformato parziale con tabella B

Messaggio da Giangio » mar mar 19, 2019 2:57 pm

Ho provato ad inviare a studio-segreteria.astore@gmail.com ma il messaggio torna indietro per indirizzo non esistente.
Ho comunque inviato a dottoressa.astore@gmail.com

Rispondi