RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Feed - CARABINIERI

Avatar utente
Roberto Mandarino
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 2073
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da Roberto Mandarino » ven apr 23, 2010 2:20 pm

Sei arrivato con qualche anno di ritardo, rispetto ai sei mesi necessari a decorrere dal giorno della stesura del verbale della Commissione Medico Militare.
Inoltre sarebbe stato tutto da vedere, visto che non c'e ancora stato il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio.

Saluti Roberto


2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.

Convenzionistituzioni.it
domengio
Affidabile
Affidabile
Messaggi: 205
Iscritto il: gio apr 22, 2010 5:44 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da domengio » ven apr 23, 2010 5:47 pm

grazie Roberto

antonio47

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da antonio47 » lun apr 26, 2010 6:01 pm

[scusatemi vorrei solo dire la mia, io sono un ex app. in congedo dal dicembre 2007 con 27 anni di servizio effettivo piu i riscatti 32 complessivi non sono ancora transitato sotto l'inpdap dipendo stipendialm da chieti e la mia pensione provvisoria e di 1.512 senza assegni e senza ppo e normale la mia o quella del collega non e giusta? io sono andato con il conteggio retributivo ciao e grazie a tutti





i conteggi delle nostre pensioni sono cervellotici, e occorre un addetto ai lavori per sapere a quanto ammonta esattamente la tua pensione.Questa varia assenconda del grado, del sistema:retributivo, misto o contributivo, dell'anzianità, degli straordinari ecc.ecc.
Orientativamente, la tua pensione si aggirerebbe oggi intorno ai 1300 euro netti, più tredicesima.
Come ti è stato riferito più volte.
Saluti Roberto[/quote]

domengio
Affidabile
Affidabile
Messaggi: 205
Iscritto il: gio apr 22, 2010 5:44 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da domengio » lun apr 26, 2010 6:30 pm

Peer quanto uno prende di pensione in efetti bisogna parlare con un oepratore. Anche stamani, da altra persona, mi è stata confermata tale cifra (1400 netti circa) se optassi per la pensione. L'unica cosa che posso dire è che il verosimile conteggio viene fatto sempre per difetto, ovvero di minore entità, per evitare eventuali rimarchi se la stessa fosse minore nel caso di opzione per andae in pensione. Al collega antonio 47 posso solo dire che se la sua pensione è calcolata tutta con il sistemza contributivo è comunqe maggiore di quella del sistema contributivo o misto come dovrei prenderla io. Comuque io non ci sto pensando più perchè al 99% opterò per il ruolo civile, cercando di allungare i tempi anche in considerazione che farò ricorso al TAR la non dipendenza da causa di servizio e ho appena inviato la pratica del ricorso proprio a riguardo del sistemza pensionistico contributivo o retributivo. Speriamo che vada bene annzi cari colleghi c'è qualcuno che ha gia avuto notizie buone in merito?
Saluti

domengio
Affidabile
Affidabile
Messaggi: 205
Iscritto il: gio apr 22, 2010 5:44 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da domengio » lun apr 26, 2010 6:32 pm

correggo il msg precedente circa il sistema retributivo e contributivo. Ho scritto per antonio sistema contributivo mentre era sistema retributivo.
scusate

Avatar utente
Roberto Mandarino
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 2073
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da Roberto Mandarino » lun apr 26, 2010 7:14 pm

Volevo ricordare che ogni importo di pensione varia da persona a persona, questo in base al grado, al sistema pensionistico (contributivo, misto, oppure retributivo), anzianità di servizio, indennità operative, straordinari, ecc.ecc..
E' possibile fare dei paragoni, soltanto APPROSSIMATIVI in casi molto simili, cioè tra colleghi che abbiano lo stesso GRADO, la stessa ANZIANITA' DI SERVIZIO, lo stesso SISTEMA DI CALCOLO. Ma anche in questo caso ci saranno delle differenze.
Saluti Roberto
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.

lino
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 4307
Iscritto il: dom mar 07, 2010 12:25 am

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da lino » mar apr 27, 2010 1:14 am

Volevo portare la mia esperienza sull'importo pensione da percepire, girando molto , su quattro patronati solo uno mi faceva " i conti" attesa quasi un mese molto professionale importo 1250 euro, Chieti sui 1100, un amico luogotenente che per molti anni è stato all'ufficio pensioni mi diceva sui 1350.
Come dice giustamente il caro collega Roberto le variabili sono troppe: ore straordinario, fogli di viaggio, legge 100 ecc,missioni varie, cioe' tutto quello che e' stato percepito nell'intera vita lavorativa.
Esempio molto banale un collega in un reparto operativo percepisce 55 ore straordinario mensili per 20 anni , un collega parigrado sta in ufficio ove non fa straordinario e non viene quasi mai impiegato in servizi esterni , al momento della pensione non avranno certo lo stesso importo.
Per quello ci mettono due tre anni per la pensione definitiva e ora con l'INPDAP i tempi aumenteranno e mi hanno detto che sono gia' in tilt. (spero non sia vero) .
Ciao Lino

Avatar utente
Roberto Mandarino
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 2073
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da Roberto Mandarino » mar apr 27, 2010 8:46 am

Per poter stilare il decreto di pensione ordinaria definitiva il C.N.A. di Chieti attende dal Ministero della Difesa le disposizioni applicative del contratto integrativo (DEL BIENNIO RELATIVO AGLI ANNI CUI IL CONTRATTO DELLE FORZE DI POLIZIA SI RIFERISCE), ad esempio per coloro che sono andati in pensione negli anni 2006-2007 soltanto da un paio di mesi il C..N.A. di Chieti ha ricevuto dal Ministero della Difesa tali disposizioni relative al famoso contratto integrativo D.P.R.52/2009 del 16.4.2009.
Pertanto il C.N.A. ha potuto soltanto recentemente iniziare a redigere i decreti di pensione ordinaria dei colleghi andati in pensione nell'anno 2006, quando avranno terminato quelli del 2006 cominceranno a stilare i decreti di pensione ordinaria dei colleghi andati in pensione nel 2007.
Successivamente tali decreti dovranno essere registrati alla Corte dei Conti dell'Aquila (terremoto permettendo).
Per chi ha in corso la pensione privilegiata, una copia di tale decreto di pensione ordinaria registrato dalla Corte dei Conti verrà spedita al Ministero Difesa, quest'ultimo ente (una volta ricevuto il giudizio sul riconoscimento della dipendenza da causa di servizio rilasciato dal Comitato di Verifica, assicuratosi che la patologia riconosciuta dipendente dal servizio sia stata ascritta dalla Commissione Medico Militare ad almeno 8^ categoria della Tab.A "a vita") redigerà il decreto di pensione privilegiata ordinaria, (oppure privilegiata ordinaria tabellare di cui all'art.67 comma 2 del D.P.R. 1092/1973 se più favorevole), anche questo decreto dovrà successivamente essere registrato dalla Corte dei Conti, questa volta quella di Roma.Tale decreto registrato verrà inviato all'inpdap che provvederà al pagamento degli arretrati nonchè degli interessi legali maturati nel tempo.
Per il futuro è prevista l'abrogazione della registrazione delle pensioni ordinarie e privilegiate da parte della Corte dei Conti.
Saluti Roberto
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.

domengio
Affidabile
Affidabile
Messaggi: 205
Iscritto il: gio apr 22, 2010 5:44 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da domengio » mar apr 27, 2010 9:28 am

ciao Roberto63. visto che sei molto addentrato in materia ti chiedo, e ti ringrazio in anticipo se puoi rispondermi, mica conosci il numero della circolare dell'Arma con la quale sono state diramate le nuove disposizioni relative a come devono essere prodotti la domanda di causa di servizio e documentazione allegata da inviare al comitato? Questo lo chiedo in quanto ho trovato, ricerca google, solo quella del Ministero dell'Interno emanata nell'anno 2008 e diretta solo ai loro comandi. Verosimilmente dovrà essere come la nostra ma se ci riesco provo ad averne copia.
Grazie

Avatar utente
Roberto Mandarino
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 2073
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da Roberto Mandarino » mar apr 27, 2010 11:03 am

Non mi trovo in possesso di tale documento per il semplice fatto che mi trovo in pensione dal 1994,
tuttavia le procedure relative al riconoscimento della dipendenza da causa di servizio sono uguali per tutte le amministrazioni delle Forze Armate e di Polizia.
Relativamente al ricorso al TAR, nello stesso foglio di notifica di non dipendenza da causa di servizio, dovrebbe essere riportato il TAR che ha competenza territoriale. Inoltre sempre in tale notifica di non dipendenza, solitamente viene concessa all'interessato la possibilità di produrre (entro 10 giorni) nuovi elementi che dimostrino il nesso causale dell'insorgenza della patologia a causa del servizio che questo ha prestato. In tal caso viene nuovamente interessato il Comitato di Verifica per un supplemento di valutazione.
Saluti Roberto
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.

domengio
Affidabile
Affidabile
Messaggi: 205
Iscritto il: gio apr 22, 2010 5:44 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da domengio » mar apr 27, 2010 2:12 pm

grazie roberto per la rapidità, in effetti il decreto riporta le facoltà previste dalla legge in merito al ricorso ma non indica quale è il TAR effettivamente interessato (cosa peraltro risolvibile dall'Avvocato scelto). Per quanto riguarda i nuovi elementi difensivi è probabilmente proprio in virtù della circolare che io sto cercando che il Ministero chiede eventuali nuovi elementi difensivi etc etc all'interessato, e il termine di presentazione è di gg. 10. Se gli stessi vengono presentati la domanda passa nuovamente al comitato per la valutazione (non credo che chi dice che è di un colore oggi cambia idea domani). Cmq se ti interessa puoi vedere tale circolare del Ministero Interno che io ho trovato su google inserendo i parametri di ricerca "circolare causa di servizio" ed è la prima che esce fuori nr. posizione 333/H/N43 del 29.01.2008. A mio parere, tale circolare è importante in quanto atualmente i comandi sono obbligati a fare i rapporti informativi come si conviene e non a limitarsi a dire "ha espletato normale servizio d'istituto" (come è avvenuto a me).

Avatar utente
Roberto Mandarino
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 2073
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da Roberto Mandarino » mar apr 27, 2010 4:27 pm

Ritenendola d'interesse collettivo, allego la circolare che ho trovato in internet.

Saluti Roberto
Solo i moderatori e gli Utenti del gruppo Sostenitori possono visualizzare i file allegati.
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.

lino
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 4307
Iscritto il: dom mar 07, 2010 12:25 am

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da lino » mer apr 28, 2010 12:11 am

PER ANTONIO 47. Sono un tuo collega con gli stessi anni di servizio mi potresti dire (se lo ritieni opportuno) quanto ti hanno dato di TFS e cassa sottufficiali.
Per me sarebbe importante per decidere quale via seguire e magari serve come indicazione per altri colleghi. Grazie a prescindere dalla risposta.Lino

antonio47

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da antonio47 » mer apr 28, 2010 4:43 pm

scusa roberto un quesito,io nel 2005 sono stato dichiarato parzialmente idoneo al servizio o presentato domanda per chiedere l'indennità una tantum relativa ai parzialmente idonei, all'ufficio di appartenenza entro sei mesi dalla data di notifica del Processo Verbale di riforma parziale domanda: ma spetta qualcosa a chi presenta domanda unatamtum? e come mai dopo 5 anni non so ancora nulla? grazie anticipatamente sito utilissimo per sapere cose che nessuna ti dice grazie ancora roberto

antonio47

Re: RIFORMA O RUOLI CIVILI?

Messaggio da antonio47 » mer apr 28, 2010 4:49 pm

[quote="antonio47"]scusa roberto un quesito,io nel 2005 sono stato dichiarato parzialmente idoneo al servizio o presentato domanda per chiedere l'indennità una tantum relativa ai parzialmente idonei, all'ufficio di appartenenza entro sei mesi dalla data di notifica del Processo Verbale di riforma parziale domanda: ma spetta qualcosa a chi presenta domanda unatamtum? e come mai dopo 5 anni non so ancora nulla? grazie anticipatamente sito utilissimo per sapere cose che nessuna ti dice grazie ancora roberto
p.s.
scusa roberto olevo aggiungere che dopo 2 anni la patologia per cui sono stato dichiarato parzialmente idoneo al servizio mi e stata riconosciuta si d.c.s. grazie e scusa

Rispondi