Riforma assistente amministrativo

Forum dedicato agli operatori del comparto Sicurezza e Difesa in transito (o già transitati) all'impiego civile.
Feed - IMPIEGO CIVILE

Rispondi
Salvatore76
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 18
Iscritto il: sab giu 19, 2010 8:03 pm

Riforma assistente amministrativo

Messaggio da Salvatore76 » ven gen 06, 2012 11:40 pm

Cari amici/colleghi, colgo l'occasione di questo post per augurare a tutti voi e famiglia un felice anno nuovo.
Seguo da molto tempo il forum grnet anche se scrivo pochissimo.
Vorrei porre alcuni quesiti a tutti voi con la speranza che qualcuno riesca a darmi una risposta sul come procedere.
Come scritto in altri post, io sono transito nel ruolo civile a Maggio del 2010.
Sono stato destinato a Roma e ci lavoro tutt'ora.
Sono nato e vivo con la mia famiglia (moglie e due figli) in provincia di Caserta.
Sono transitato nel ruolo perchè noi idoneo al smi, all'epoca dei fatti ero un Cms dell'esercito.
Vivo una situazione di disagio per recarmi al lavoro (affetto da panico e ansia ) e diciamo che negli ultimi tempi è diventata ancora peggio perchè è venuto a mancare mio padre.
Tralasciando il disagio emotivo e psicologico (che non è assolutamente da sottovalutare) vorrei chiedere:

1) arruolato a gennaio 1995 nell'esercito, transitato nel 2010 nei ruoli civili. Ancora oggi mi compare sullo statino anzianità di servizio 01.01.2000. Mi han detto che è una questione burocratica, suppongono che non sia ancora arrivato il mio fascicolo matricolare e quindi non possono confermare la mia anzianità.

2) Dai miei conteggi avrei 17 anni di servizio, bastano per andare in pensione? Se si, quanto mi spetterebbe approssimativamente?

3) La patologia della riforma è stata ansia depressiva/attacchi di panico + extrasistolia ventricolare.

Per concludere, circa 10 giorni fà mi è finita una scheggia nell'occhio sinistro, sono andato all'ospedale mi han dato 30 giorni di prognosi e mi hanno bendato l'occhio.
Da questo incidente mi sono ricordato (io trascuro molto la mia salute!!) di avere un occhio pigro.
http://www.ospedalebambinogesu.it/Porta ... DItem=4259
Ironia della sorte, l'occhio pigro è proprio quello destro.
Quello che dovrebbe guidarmi nella vita quotidiana, insomma, oggi come oggi non posso muovermi da solo perchè non vedo un bel niente.
Non distinguo colori, immagini sfocate per non parlare del leggere e scrivere.
Il medico mi ha detto che ho solo 2 gradi visivi.
Tralasciando il fatto che ad ogni visita oculistica effettuata in ambienti militari io ho avuto sempre 10 decimi, una situazione del genere potrebbe favorire ulteriormente la mia riforma?
Vorrei tanto poter lavorare stando in santa pace vicino la mia famiglia, oggi come oggi soffro molto al solo pensiero di recarmi al lavoro.
Ho sempre odiato vivere per lavorare, purtroppo oggi lo sto facendo!!!
Fatemi sapere cortesemente se mi spetta e quanto di pensione così ci do un taglio e finalmente me ne vado!!!
Ringrazio tutti di cuore,
cordialmente.



Convenzionistituzioni.it
lino
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 4309
Iscritto il: dom mar 07, 2010 12:25 am

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da lino » sab gen 07, 2012 11:41 pm

Caro Salvatore sono dispiaciuto della tua storia e molto solidale ma tu essendo oramai un impiegato civile della difesa a tutti gli effetti avrai notevoli difficolta' nel farti riformare nononstante le tua difficile situazione sanitaria.
se dovessi riuscirci , un importo maniera approssimativa non supererai i 700 euro, un poliziotto con i tuoi anni prende sui 620 netti ........
ciao e auguri per tutto.
lino

Salvatore76
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 18
Iscritto il: sab giu 19, 2010 8:03 pm

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da Salvatore76 » sab gen 07, 2012 11:56 pm

lino ha scritto:Caro Salvatore sono dispiaciuto della tua storia e molto solidale ma tu essendo oramai un impiegato civile della difesa a tutti gli effetti avrai notevoli difficolta' nel farti riformare nononstante le tua difficile situazione sanitaria.
se dovessi riuscirci , un importo maniera approssimativa non supererai i 700 euro, un poliziotto con i tuoi anni prende sui 620 netti ........
ciao e auguri per tutto.
lino
La riforma chi me la dovrebbe dare?
Dovrei fare la stessa trafila che ho fatto da militare prima di passare nel ruolo civile?
Per finire, qualche giorno prima che mi scada il certificato dell'infortunio all'occhio, posso andare all'ospedale militare di appartenenza (nel mio caso Caserta) per farmi visitare?
Grazie per la tua risposta.

gino59
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10636
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da gino59 » dom gen 08, 2012 12:23 am

Salvatore76 ha scritto:Cari amici/colleghi, colgo l'occasione di questo post per augurare a tutti voi e famiglia un felice anno nuovo.
Seguo da molto tempo il forum grnet anche se scrivo pochissimo.
Vorrei porre alcuni quesiti a tutti voi con la speranza che qualcuno riesca a darmi una risposta sul come procedere.
Come scritto in altri post, io sono transito nel ruolo civile a Maggio del 2010.
Sono stato destinato a Roma e ci lavoro tutt'ora.
Sono nato e vivo con la mia famiglia (moglie e due figli) in provincia di Caserta.
Sono transitato nel ruolo perchè noi idoneo al smi, all'epoca dei fatti ero un Cms dell'esercito.
Vivo una situazione di disagio per recarmi al lavoro (affetto da panico e ansia ) e diciamo che negli ultimi tempi è diventata ancora peggio perchè è venuto a mancare mio padre.
Tralasciando il disagio emotivo e psicologico (che non è assolutamente da sottovalutare) vorrei chiedere:

1) arruolato a gennaio 1995 nell'esercito, transitato nel 2010 nei ruoli civili. Ancora oggi mi compare sullo statino anzianità di servizio 01.01.2000. Mi han detto che è una questione burocratica, suppongono che non sia ancora arrivato il mio fascicolo matricolare e quindi non possono confermare la mia anzianità.

2) Dai miei conteggi avrei 17 anni di servizio, bastano per andare in pensione? Se si, quanto mi spetterebbe approssimativamente?

3) La patologia della riforma è stata ansia depressiva/attacchi di panico + extrasistolia ventricolare.

Per concludere, circa 10 giorni fà mi è finita una scheggia nell'occhio sinistro, sono andato all'ospedale mi han dato 30 giorni di prognosi e mi hanno bendato l'occhio.
Da questo incidente mi sono ricordato (io trascuro molto la mia salute!!) di avere un occhio pigro.
http://www.ospedalebambinogesu.it/Porta ... DItem=4259
Ironia della sorte, l'occhio pigro è proprio quello destro.
Quello che dovrebbe guidarmi nella vita quotidiana, insomma, oggi come oggi non posso muovermi da solo perchè non vedo un bel niente.
Non distinguo colori, immagini sfocate per non parlare del leggere e scrivere.
Il medico mi ha detto che ho solo 2 gradi visivi.
Tralasciando il fatto che ad ogni visita oculistica effettuata in ambienti militari io ho avuto sempre 10 decimi, una situazione del genere potrebbe favorire ulteriormente la mia riforma?
Vorrei tanto poter lavorare stando in santa pace vicino la mia famiglia, oggi come oggi soffro molto al solo pensiero di recarmi al lavoro.
Ho sempre odiato vivere per lavorare, purtroppo oggi lo sto facendo!!!
Fatemi sapere cortesemente se mi spetta e quanto di pensione così ci do un taglio e finalmente me ne vado!!!
Ringrazio tutti di cuore,
cordialmente.


....... :arrow: Homepage > Pensioni e indennità > Minorazioni civili - provvidenze economiche > Ciechi civili - Indennità speciale
Ciechi civili: l'indennità speciale per i ciechi parziali

L'indennità speciale è stata istituita dall'articolo 3 della Legge 21 novembre 1988, n. 508.

L'indennità spetta ai ciechi parziali e viene erogata al solo titolo della minorazione cioè indipendentemente dall'età e dal reddito personale dell'interessato.

Condizioni:

è indipendente dall'età;
essere cittadino italiano o UE residente in Italia, o essere cittadino extracomunicario in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
essere stato riconosciuto cieco parziale cioè con un residuo visivo non superiore al totale di un ventesimo in entrambi gli occhi anche con eventuale correzione;
è indipendente dal reddito personale.

Importo 2011: Euro 189,63 per 12 mensilità.

L'erogazione dell'indennità speciale per i ciechi parziali è incompatibile con l'indennità di frequenza o con altre indennità simili concesse per cause di servizio, lavoro o guerra.
L'indennità è invece compatibile con la pensione spettante ai ciechi civili parziali.

.....Inoltre per i tuoi anni contributivi............ :!: :arrow: potrebbe essere come dice Lino, ma puo
anche essere qualcosina in piu', cmq sia e questione di poco ma delicatamente per non accentuare
piu' di tanto e magari si rischia..... :arrow: noi per la figuraccia e tu per la delusione.......ok.... :?:
:roll: :wink: :arrow: Tanti in bocca a lupo

Salvatore76
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 18
Iscritto il: sab giu 19, 2010 8:03 pm

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da Salvatore76 » dom gen 08, 2012 12:34 am

gino59 ha scritto:
Salvatore76 ha scritto:Cari amici/colleghi, colgo l'occasione di questo post per augurare a tutti voi e famiglia un felice anno nuovo.
Seguo da molto tempo il forum grnet anche se scrivo pochissimo.
Vorrei porre alcuni quesiti a tutti voi con la speranza che qualcuno riesca a darmi una risposta sul come procedere.
Come scritto in altri post, io sono transito nel ruolo civile a Maggio del 2010.
Sono stato destinato a Roma e ci lavoro tutt'ora.
Sono nato e vivo con la mia famiglia (moglie e due figli) in provincia di Caserta.
Sono transitato nel ruolo perchè noi idoneo al smi, all'epoca dei fatti ero un Cms dell'esercito.
Vivo una situazione di disagio per recarmi al lavoro (affetto da panico e ansia ) e diciamo che negli ultimi tempi è diventata ancora peggio perchè è venuto a mancare mio padre.
Tralasciando il disagio emotivo e psicologico (che non è assolutamente da sottovalutare) vorrei chiedere:

1) arruolato a gennaio 1995 nell'esercito, transitato nel 2010 nei ruoli civili. Ancora oggi mi compare sullo statino anzianità di servizio 01.01.2000. Mi han detto che è una questione burocratica, suppongono che non sia ancora arrivato il mio fascicolo matricolare e quindi non possono confermare la mia anzianità.

2) Dai miei conteggi avrei 17 anni di servizio, bastano per andare in pensione? Se si, quanto mi spetterebbe approssimativamente?

3) La patologia della riforma è stata ansia depressiva/attacchi di panico + extrasistolia ventricolare.

Per concludere, circa 10 giorni fà mi è finita una scheggia nell'occhio sinistro, sono andato all'ospedale mi han dato 30 giorni di prognosi e mi hanno bendato l'occhio.
Da questo incidente mi sono ricordato (io trascuro molto la mia salute!!) di avere un occhio pigro.
http://www.ospedalebambinogesu.it/Porta ... DItem=4259
Ironia della sorte, l'occhio pigro è proprio quello destro.
Quello che dovrebbe guidarmi nella vita quotidiana, insomma, oggi come oggi non posso muovermi da solo perchè non vedo un bel niente.
Non distinguo colori, immagini sfocate per non parlare del leggere e scrivere.
Il medico mi ha detto che ho solo 2 gradi visivi.
Tralasciando il fatto che ad ogni visita oculistica effettuata in ambienti militari io ho avuto sempre 10 decimi, una situazione del genere potrebbe favorire ulteriormente la mia riforma?
Vorrei tanto poter lavorare stando in santa pace vicino la mia famiglia, oggi come oggi soffro molto al solo pensiero di recarmi al lavoro.
Ho sempre odiato vivere per lavorare, purtroppo oggi lo sto facendo!!!
Fatemi sapere cortesemente se mi spetta e quanto di pensione così ci do un taglio e finalmente me ne vado!!!
Ringrazio tutti di cuore,
cordialmente.


....... :arrow: Homepage > Pensioni e indennità > Minorazioni civili - provvidenze economiche > Ciechi civili - Indennità speciale
Ciechi civili: l'indennità speciale per i ciechi parziali

L'indennità speciale è stata istituita dall'articolo 3 della Legge 21 novembre 1988, n. 508.

L'indennità spetta ai ciechi parziali e viene erogata al solo titolo della minorazione cioè indipendentemente dall'età e dal reddito personale dell'interessato.

Condizioni:

è indipendente dall'età;
essere cittadino italiano o UE residente in Italia, o essere cittadino extracomunicario in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
essere stato riconosciuto cieco parziale cioè con un residuo visivo non superiore al totale di un ventesimo in entrambi gli occhi anche con eventuale correzione;
è indipendente dal reddito personale.

Importo 2011: Euro 189,63 per 12 mensilità.

L'erogazione dell'indennità speciale per i ciechi parziali è incompatibile con l'indennità di frequenza o con altre indennità simili concesse per cause di servizio, lavoro o guerra.
L'indennità è invece compatibile con la pensione spettante ai ciechi civili parziali.

.....Inoltre per i tuoi anni contributivi............ :!: :arrow: potrebbe essere come dice Lino, ma puo
anche essere qualcosina in piu', cmq sia e questione di poco ma delicatamente per non accentuare
piu' di tanto e magari si rischia..... :arrow: noi per la figuraccia e tu per la delusione.......ok.... :?:
:roll: :wink: :arrow: Tanti in bocca a lupo
Grazie mille gino, indipendentemente dalla riforma, se la mia vista è come mi ha detto il medico (cioè 2 gradi) sarei considerato un cieco parziale giusto?
Se ho capito bene potrei chiedere questa pensione indipendentemente da tutto?

gino59
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10636
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da gino59 » dom gen 08, 2012 6:14 pm

.....Si, certo, ma per maggior e complete informazioni, ti consiglio di consultare un Patronato e che ne
sappia io, " INCA ", dovrebbe essere uno dei piu' titolati, inoltre c'e' l'associazione per questi problemi.-
.... :arrow: Cmq, clicca pensioni per non vedenti............ :!: :wink: ok... :?: Ciao A presto

Salvatore76
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 18
Iscritto il: sab giu 19, 2010 8:03 pm

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da Salvatore76 » mar gen 13, 2015 9:52 am

Buongiorno a tutti e anche se in ritardo (visto che ci leggiamo poco per colpa mia!!) ne approfitto per augurarvi un buon 2015.
A distanza di anni riapro questo post perchè oltre ad aver maturato i 20 anni di servizo (dicono al mio uff. personale che mi daranno la medaglia :( ,sono cambiate alcune cose e vorrei rendervi partecipi.
In questi anni il luogo di lavoro è rimasto lo stesso, il treno lo prendo lo stesso tutte le mattine per farmi i miei scarsi 250km e nonostante tutto si continua ad andare avanti.
Le mie exstrasistoli però sono peggiorate, nel corso dell'ultimo biennio ho fatto due day hospital e il cardiolodo dell'asl dice che tutto sommato non devo preoccuparmi però, se potessi evitare lo stress sarebbe molto ma molto meglio.
Evitare lo stress?? E come si fà?? Esiste una cura?
Comunque.... vado al CMO e mostro la documentazione al medico, vado dal direttore della CMO (questo avviene ai primi del 2014) e mi chiede come mi sento e cosa vorrei fare, io gli rispondo che vorrei semplicemente lavorare in santa pace e possibilemente stressandomi il meno possibile visto che dalle carte in mio possesso si evince che 250km +250km giornalieri mi fanno stressare.
Devo dire che il direttore a mio modo di vedere le cose è stata una persone molto comprensibile, sono due anni che ho l'esenzione completa ad ogni tipo di incarico che possa comportarmi stress, ma, è cambiato poco perchè io sotto all'assistente amministrativo non posso scendere e quindi mi cambia poco. Però, e veniamo alla domanda, forse potrei avere qualche chance per avere una riforma con 20 anni di servizio rispetto al primo post che ne aveva solamente 16?
Ho moglie e 2 figli a carico, a leggere gli ultimi post sembrerebbe che dovrei percepire almeno 800 euro + assegni, potrebbe essere corretto come conteggio? Cosa ne pensate?
Rammento che la patalogia non è dipendente da cds.
Grazie a tutti.

lino
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 4309
Iscritto il: dom mar 07, 2010 12:25 am

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da lino » dom mar 22, 2015 10:58 am

Essendo tu un impiegato civile dello stato sarà molto difficile farsi riformare .
....rivolgiti ai tuoi sindacati o patronati inca o similari ma vedrai sarà dura .... (ci sono ciechi totali che lavorano). L'iter era molto più semplice da militare ma capisco che avresti preso una cifra ridicola. ...
Calcola che io sopravvivo con 30 anni effettivi e figli a carico vedi e valuta tu......
Ciao lino ..
ps. Resisti e fatti aiutare da un buon psicoterapeuta.
Auguri

danny84
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 332
Iscritto il: ven nov 08, 2013 10:01 pm

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da danny84 » dom mar 22, 2015 11:18 am

Ciao salvatore,condivido il pensiero di lino.purtroppo diventa difficile e,che io sappia,se ti riformano da civile con minimo 20 anni hai si diritto alla pensione ma ti verrà elargita quando raggiungerai gli anni (anagrafici)previsti.prova a sentire gino59 che conosce benissimo la materia.Io da parte mia posso solo consigliarti di tentare la mobilità interna e farti avvicinare,ci avrai provato mille volte in questi anni ma è l'unica strada che vedo percorribile.500km al giorno sono inaccettabili,mi chiedo come al ministero non se ne rendano conto.Tantissimi auguri,Danny

foxtrot
Altruista
Altruista
Messaggi: 185
Iscritto il: mar giu 08, 2010 10:24 am

Re: Riforma assistente amministrativo

Messaggio da foxtrot » dom mar 22, 2015 7:58 pm

ritorno con la mia situazione...... tanto per annoiarvi, anche per farvi capire che a loro non interessa proprio niente.
riformato nel 2010 con la dicitura "si al transito con particolare attenzione ai posto stressanti e poco gravosi" con tab A 6, ansia, dibetico, cardiopatico.
nel 2011 mi sbattono a 130 km da dove lavoravo e abito ...... dicono li sta tranquillo, ogni giorno 260 km nel 2014 ho un infarto, nel presentare aggravamento e nel verificare la causa di servizio, dopo 4 anni scopro che si son persi tutto il carteggio e dulcis in fundo, non hanno trasmesso gli atti della causa di servizio a previmil e al cdv.
nel 2012 mi avvicino tramite uno scambio a roma nord a 50 km, adesso ho chiesto l'invalidità civile essenso diabetico, iperteso, ecc. ecc. ed avendo avuto un infarto con angiocoronarica ed applicazione di due stent ..... e vediamo se non mi avvicinano.
il mese scorso il mio capo mi da parere favorevole al trasferimento ...... ma indovinate un pò? ...... se persa anche la richiesta di impiego presso la sede che avevo chiesto.
..... e la telenovella continua.

Rispondi