Pagina 1 di 1

Rifiuto pagamento licenza non fruita militare riformato

Inviato: lun feb 05, 2018 9:07 pm
da angelo12
Buonasera, pongo un quesito su un argomento molto trattato perche' rispetto ad altri casi mi sembra ci siano delle novita' . Sono un ex appartenente alla G.di F., riformato dalla CMO agli inizi del 2017 non idoneo permanentemente al s.m.i ma con idoneita' al transito ai ruoli civili del MEF . Nello stesso mese febbraio 2017 presento domanda di transito ai ruoli civili del MEF e la richiesta delle ferie non godute nel periodo 2016/2017, in cui ero stato collocato in aspettativa per malattia dalla cmo, circa 45 gg di ferie non fruite. Il 26 gennaio 2018, pochi giorni fa, essendo ancora in aspettativa speciale in attesa del transito al MEF, mi è stato notificato dal centro informatico il diniego al pagamento delle ferie non godute con la seguente motivazione che per me è una novita' : """""" in merito all'istanza prodotta dalla S.V. nel mese di febbraio 2017, si rappresenta come non sia possibile effettuare il pagamento delle ferie non godute a favore del personale giudicato non idoneo al s.m.i. che ha presentato istanza di transito agli impieghi civili, in quanto l'onere della monetizzazione in argomento, in caso di successiva assunzione, ricade sull'amministrazione presso la quale il militare è transitato. Tale orientamento peraltro risulta in linea con la recente sentenza nr. 473/2017 del T.A.R. Calabria del 25 maggio 2017 e poi continua citando i passaggi di tale sentenza del tar calabria (ometto stralci per ora) che supporterebbero la tesi secondo cui nulla è dovuto dall'amministrazione G.di F. anche nel mio caso. Mi vengono concessi 10 gg di tempo per presentare eventuali osservazioni (?) documenti, ecc. ecc. , e qualora non mi avvalessi di tale facolta', o presentassi osservazioni non pertinenti, infondate, ecc, ecc, sara' emesso il provvedimento definitivo di diniego ex art.2 legge 2421/90.
E' legittima questa presa di posizione? Che significa questo che le ferie non godute me le dovra' pagare il nuovo datore di lavoro quando transitero' ai ruoli civili? E se per un qualsiasi motivo rinuncero' al transito e vado in pensione di inabilita che cosa succede? Oppure, secondo questa comunicazione non mi verrano mai pagate perche non ne avrei il diritto per i motivi da loro menzionati?
Come mi devo comportare? Ringrazio in anticipo chi voglia fornirmi delle delucidazioni, sperando che eventuali risposte possano essere di utilita' ad altri iscritti nel forum perche' non penso che il mio non sia un caso isolato ma casi analoghi non ne ho trovati per ora anche perche' la sentenza del Tar a cui fanno riferimento e di maggio 2017. Grazie

Re: Rifiuto pagamento licenza non fruita militare riformato

Inviato: lun feb 05, 2018 10:34 pm
da antoniomlg
il nuovo datore di lavoro dovrà concederti le ferie arretrate e non goduto presso la precedente amministrazione..
nel caso ti venisse rifiutata la possibilità di godere delle ferie arretrate presso il nuovo ente cui avrai la accortezza di chiederle con solerzia magari nei primissimi giorni di lavoro,
dovrai procedere con al nuova richiesta di monetizzazione presso il nuovo ente......

ciao

Re: Rifiuto pagamento licenza non fruita militare riformato

Inviato: lun feb 05, 2018 11:32 pm
da angelo12
antoniomlg ha scritto:il nuovo datore di lavoro dovrà concederti le ferie arretrate e non goduto presso la precedente amministrazione..
nel caso ti venisse rifiutata la possibilità di godere delle ferie arretrate presso il nuovo ente cui avrai la accortezza di chiederle con solerzia magari nei primissimi giorni di lavoro,
dovrai procedere con al nuova richiesta di monetizzazione presso il nuovo ente......

ciao

E nel caso, per un qualsiasi motivo non dovessi transitare al ruolo civile, dovrei riformulare la richiesta di monetizzazione all'amministrazione militare dove prestavo servizio? grazie

Re: Rifiuto pagamento licenza non fruita militare riformato

Inviato: mar feb 06, 2018 1:00 am
da Stefano1963
Ciao Angelo12,
nel caso in cui ci ripensi e non vuoi transitare nel ruolo civile, solo dopo aver ricevuto
la dispensa dal servizio puoi fare domanda di pensione e istanza di monetizzazione del congedo presso l'ultimo comando in cui hai prestato servizio.
Nulla è dovuto, monetizzare il congedo ordinario, se accetti il ruolo civile. I giorni di ferie (congedo)
li potrai usufruire nel nuovo ruolo civile, non perdi nulla.
Ciao.
Stefano1963

Re: Rifiuto pagamento licenza non fruita militare riformato

Inviato: ven mar 09, 2018 9:05 pm
da cristofer73
Hai cambiato status giuridico, non puoi usufruire delle ferie da civile, te le devono monetizzare..

Re: Rifiuto pagamento licenza non fruita militare riformato

Inviato: sab lug 07, 2018 1:10 pm
da iapicar
Ciao, rispondo alla tua domanda
Anch'io ex GDF sono stato riformato e transitato a luglio 2015 nei ruoli civili
Anche a me hanno dato la stessa risposta e quando ho chiesto la monetizzazione alla Rgs si sono fatti una risata xche le ferie non godute le ho maturato nella GDF e non con loro
Alla fine ho dovuto fare ricorso al TAR e sono in attesa, vediamo come andrà a finire.
Se vuoi maggiori delucidazioni contattami pure

Re: Rifiuto pagamento licenza non fruita militare riformato

Inviato: gio ott 03, 2019 1:30 pm
da Ezio Cavalluzzi
Ciao Collega, di seguito una chiarificazione al tuo quesito. Sono anch'io nella tua stessa situazione. Ci aggiorniamo.

"""Rispondendo con la nota prot. n. 49107 di ieri 3 luglio 2017 avente per oggetto il “trattamento da riservare alla licenza ordinaria maturata e non goduta dal personale ex militare transitato all’impiego civile per inidoneità al servizio militare incondizionato”, che pubblichiamo su questa stessa pagina in allegato 1, ad uno specifico quesito posto dal 1° Reparto di MARISTAT, il Segretariato Generale della Difesa/DNA ha chiarito che:

“a seguito del transito all’impiego civile del personale militare inidoneo al servizio cessa il rapporto conseguente alla nomina e, con la sottoscrizione del contratto individuale di lavoro, si instaura un nuovo rapporto alla dipendenze dell’Amministrazione…”;
“eventuali pendenze debbono essere definite nel perimetro temporale in cui si racchiude il rapporto con l’Amministrazione militare e che le ferie residue debbano essere chieste e godute in tale lasso di tempo”;
“qualora le circostanze siano oggettivamente impeditive della fruizione delle ferie”, “alla luce della sentenza della Corte Costituzionale n. 95/2016” e anche dell’orientamento seguito sia dal Dipartimento della Funzione Pubblica sia dal Ministero dell’Economia e Finanze, sia accoglibile “la tesi della monetizzazione delle ferie non fruite”, il cui “pagamento sarà a carico dell’Amministrazione Militare”.
La risposta del Segretariato dovrebbe mettere la parola fine ad una vicenda che si trascina da parecchio tempo e che è stata contraddistinta da diversi e contraddittori passaggi interni alla nostra Amministrazione, tra i quali ricordiamo in ordine di tempo:

la circolare PERSOMIL n. 93350 in data 28/03/2013 (qui pubblicata in allegato 2) su che, al punto 2), nel ribadire ex 5 co.8 del D.L. 95/2012, il principio generale di divieto di monetizzazione di Licenza Ordinaria, riposi e permessi maturati ma non fruiti, individuava, tra le specifiche fattispecie derogatorie, “gli eventi anomali ed imprevedibili” quali il decesso e la dispensa per inidoneità permanente;
la posizione espressa da MARIDIRAM (qui pubblicata in allegato 3), essendo il problema è esploso soprattutto in Marina, al quesito posto da MARICOMMI TARANTO, che aveva “escluso la monetizzazione della licenza ordinaria maturata dal personale militare giudicato non idoneo al servizio all`atto del transito nelle qualifiche funzionali del personale civile”, a seguito della quale posizione la stessa MARICOMMI comunicava che non si sarebbe dato seguito alle istanze trasmesse a quella D.C. afferenti la tematica in oggetto e contestualmente si richiedeva di non inviarne altre tese ad ottenere il beneficio di cui sopra” (il messaggio è qui pubblicato in allegato 4);
infine, la FAQ n. 004 (aggiornamento di aprile 2017) con la quale PERSOCIV precisava che “a motivo del mutamento di status giuridico, eventuali richieste del personale transitato, aventi ad oggetto il godimento di giorni di licenza maturati e non fruiti nel pregresso rapporto di servizio nello status di militare, non potranno in alcun modo trovare accoglimento nell’Amministrazione di destinazione, in quanto ormai dipendenti civili”.
Di fronte a queste posizioni dell’Amministrazione, in parte liquidatorie del problema e in parte negatrici di un diritto, molte nostre strutture territoriali hanno supportato in questi mesi i lavoratori interessati nelle azioni di tutela e di contrasto, che hanno contribuito a sollevare il problema che ha poi indotto lo Stato Maggiore Marina al quesito di cui abbiamo parlato in apertura di Notiziario, e che ha innescato la risposta del Segretariato che dovrebbe, a questo punto, essere totalmente risolutiva.

Invitiamo tutte le nostre strutture a dare la massima diffusione al presente Notiziario, invitando e supportando i lavoratori interessati a produrre o a ripresentare le istanze già prodotte facendo espresso richiamo ai contenuti della nota del Segretariato Generale.

(Giancarlo Pittelli)

Allegato 1: Nota SEGREDIFESA n. 49107 del 3.07.2017 risposta a SMM quesito monetizzazione ferie

Allegato 2: Nota Persomil n. 93350 del 28.03.2013 monetizzazione della L.O. non fruita

Allegato 3: Nota MARIDIRAM n. 01025 del 16.01.2017 – risposta quesito a MARICOMMI TARANTO

Allegato 4: MESSAGGIO MARICOMMI TARANTO n. 124 del 20.01.2017