Ricongiunzione anni contributivi

Feed - CARABINIERI

Rispondi
spike91
Disponibile
Disponibile
Messaggi: 34
Iscritto il: gio lug 26, 2012 3:46 pm

Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da spike91 » mar gen 28, 2014 6:05 pm

Cari colleghi vorrei sapere se qualcuno di voi può darmi qualce indicazione per risolvere un piccolo problema relativo alla ricongiunzione dei contributi versati prima dell'arruolamento nell'Arma.
Prima di arruolarmi ho lavorato presso una autofficina dal 01.10.1981 al 07.06.1983.
Mi sono arruolato il 15.06.1983 e nel 1995 ho fatto domanda e ricongiunto tale periodo esterno , l' Inpdap , mi accettava la domanda e nulla dovevo versare in quanto i contributi versati erano pari a quelli nell'Arma.
Fra la frontiera da me effetuata, il riscatto sopracitato e gli anni di servizio, all'epoca all'ufficio amministrativo della mia Legione risultava che io rientravo nel sistema retributivo , avendo nel dicembre 1995 superato di poco i 18 anni di servizio.
Ora che sono in malattia da più di un anno mi sono fatto rifare i conti e i nuovi colleghi mi dicono che da un loro conteggio non rientro più nel sistema pensionistico ''1'' in quanto per loro nel 1995 maturavo solo anni 17 mesi 9 e giorni 21, capirete la mia perplessità.
Rispulciando il tutte le mie carte evidenziavo che all'epoca all'Inps risultava che per loro avevo cominciato a versare i contributi dal 01.01.1982.
Per fortuna ho trovato delle buste paghe e un modello 101 dell'epoca dal quale invece risultavano versati i contributi dal 01.10.1981, lo ho fatto presente agli Uffici dell' Inps i quali dopo essersi fatti delle fotocopie mi inserivano il periodo mancante (01.10.1981-31.12.1981), ed ora aggiungendo questi ultimi tre mesi dovrei essere diventato retributivo.
La mia domanda è se debbo, e se si come, fare una nuova domanda di ricongiunzione di quel periodo mancante ? O ora che siamo transitati sotto l'Inps in automatico se dovessero riformarmi calcolerebbero in automatico quei tre mesi e sarei contributivo?
Faccio presente che all'epoca della domanda di ricongiunzione io avevo chiesto che mi venisse riconosciuto il periodo dal 01.10.1981 al 07.06.1983, ma l'Inps nel rilasciarmi il verbale segnalava i periodi che risultavano a loro e io non ci facevo caso .
Capirete che probabilmente quei tre mesi mi cambiano parecchio la vita dal punto di vista economico futuro.
Grazie a tutti Spike91



Convenzionistituzioni.it
gino59
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10641
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da gino59 » mar gen 28, 2014 8:30 pm

spike91 ha scritto:Cari colleghi vorrei sapere se qualcuno di voi può darmi qualce indicazione per risolvere un piccolo problema relativo alla ricongiunzione dei contributi versati prima dell'arruolamento nell'Arma.
Prima di arruolarmi ho lavorato presso una autofficina dal 01.10.1981 al 07.06.1983.
Mi sono arruolato il 15.06.1983 e nel 1995 ho fatto domanda e ricongiunto tale periodo esterno , l' Inpdap , mi accettava la domanda e nulla dovevo versare in quanto i contributi versati erano pari a quelli nell'Arma.
Fra la frontiera da me effetuata, il riscatto sopracitato e gli anni di servizio, all'epoca all'ufficio amministrativo della mia Legione risultava che io rientravo nel sistema retributivo , avendo nel dicembre 1995 superato di poco i 18 anni di servizio.
Ora che sono in malattia da più di un anno mi sono fatto rifare i conti e i nuovi colleghi mi dicono che da un loro conteggio non rientro più nel sistema pensionistico ''1'' in quanto per loro nel 1995 maturavo solo anni 17 mesi 9 e giorni 21, capirete la mia perplessità.
Rispulciando il tutte le mie carte evidenziavo che all'epoca all'Inps risultava che per loro avevo cominciato a versare i contributi dal 01.01.1982.
Per fortuna ho trovato delle buste paghe e un modello 101 dell'epoca dal quale invece risultavano versati i contributi dal 01.10.1981, lo ho fatto presente agli Uffici dell' Inps i quali dopo essersi fatti delle fotocopie mi inserivano il periodo mancante (01.10.1981-31.12.1981), ed ora aggiungendo questi ultimi tre mesi dovrei essere diventato retributivo.
La mia domanda è se debbo, e se si come, fare una nuova domanda di ricongiunzione di quel periodo mancante ? O ora che siamo transitati sotto l'Inps in automatico se dovessero riformarmi calcolerebbero in automatico quei tre mesi e sarei contributivo?
Faccio presente che all'epoca della domanda di ricongiunzione io avevo chiesto che mi venisse riconosciuto il periodo dal 01.10.1981 al 07.06.1983, ma l'Inps nel rilasciarmi il verbale segnalava i periodi che risultavano a loro e io non ci facevo caso .
Capirete che probabilmente quei tre mesi mi cambiano parecchio la vita dal punto di vista economico futuro.
Grazie a tutti Spike91
==============================
....Si, quei 3 mesi sono l'equivalente di €300 e forse..........

....P.S. Io darei la pratica a uno studio legale.- In bocca a lupo

juriromeo
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 386
Iscritto il: ven nov 11, 2011 10:00 am

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da juriromeo » mar gen 28, 2014 10:46 pm

Ciao, saluto anche Gino, secondo me, ammesso e non concesso che quei contributi andassero a regime, parliamo di ottobre 1981, io pure, arruolandomi direttamente nell'arma nel febbraio 1981(tutto lavoro nell'arma) con gli abbuoni arrivo al 31/12/95 con 17 anni 10 mesi circa, quindi misto, come fa lui ammesso che gli accettino/accettato il tutto possa diventare retributivo puro? ciao, Nino.

Avatar utente
angri62
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 5627
Iscritto il: lun apr 23, 2012 9:28 am

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da angri62 » mar gen 28, 2014 10:53 pm

juriromeo ha scritto:Ciao, saluto anche Gino, secondo me, ammesso e non concesso che quei contributi andassero a regime, parliamo di ottobre 1981, io pure, arruolandomi direttamente nell'arma nel febbraio 1981(tutto lavoro nell'arma) con gli abbuoni arrivo al 31/12/95 con 17 anni 10 mesi circa, quindi misto, come fa lui ammesso che gli accettino/accettato il tutto possa diventare retributivo puro? ciao, Nino.
===Fra la frontiera da me effetuata, il riscatto sopracitato.

Avatar utente
angri62
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 5627
Iscritto il: lun apr 23, 2012 9:28 am

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da angri62 » mar gen 28, 2014 10:59 pm

spike91 ha scritto:Cari colleghi vorrei sapere se qualcuno di voi può darmi qualce indicazione per risolvere un piccolo problema relativo alla ricongiunzione dei contributi versati prima dell'arruolamento nell'Arma.
Prima di arruolarmi ho lavorato presso una autofficina dal 01.10.1981 al 07.06.1983.
Mi sono arruolato il 15.06.1983 e nel 1995 ho fatto domanda e ricongiunto tale periodo esterno , l' Inpdap , mi accettava la domanda e nulla dovevo versare in quanto i contributi versati erano pari a quelli nell'Arma.
Fra la frontiera da me effetuata, il riscatto sopracitato e gli anni di servizio, all'epoca all'ufficio amministrativo della mia Legione risultava che io rientravo nel sistema retributivo , avendo nel dicembre 1995 superato di poco i 18 anni di servizio.
Ora che sono in malattia da più di un anno mi sono fatto rifare i conti e i nuovi colleghi mi dicono che da un loro conteggio non rientro più nel sistema pensionistico ''1'' in quanto per loro nel 1995 maturavo solo anni 17 mesi 9 e giorni 21, capirete la mia perplessità.
Rispulciando il tutte le mie carte evidenziavo che all'epoca all'Inps risultava che per loro avevo cominciato a versare i contributi dal 01.01.1982.
Per fortuna ho trovato delle buste paghe e un modello 101 dell'epoca dal quale invece risultavano versati i contributi dal 01.10.1981, lo ho fatto presente agli Uffici dell' Inps i quali dopo essersi fatti delle fotocopie mi inserivano il periodo mancante (01.10.1981-31.12.1981), ed ora aggiungendo questi ultimi tre mesi dovrei essere diventato retributivo.
La mia domanda è se debbo, e se si come, fare una nuova domanda di ricongiunzione di quel periodo mancante ? O ora che siamo transitati sotto l'Inps in automatico se dovessero riformarmi calcolerebbero in automatico quei tre mesi e sarei contributivo?
Faccio presente che all'epoca della domanda di ricongiunzione io avevo chiesto che mi venisse riconosciuto il periodo dal 01.10.1981 al 07.06.1983, ma l'Inps nel rilasciarmi il verbale segnalava i periodi che risultavano a loro e io non ci facevo caso .
Capirete che probabilmente quei tre mesi mi cambiano parecchio la vita dal punto di vista economico futuro.
Grazie a tutti Spike91
===i riscatti vengono ammessi una sola volta, se vi è stato un errore vale la data della domanda, rompi un pò le pall...e all'inps che ti venga riconosciuto e accreditato il periodo mancante con certificazione poi lo fai ricongiungere dall'inpdap. fai un estratto contributivo periodico sul sito ex inpdap e finchè non vedi il periodo continua a rompere.
saluti
saluti

juriromeo
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 386
Iscritto il: ven nov 11, 2011 10:00 am

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da juriromeo » mer gen 29, 2014 9:58 am

Ops, scusa, avevo letto male e non consideravo la frontiera, ciao Nino.

rintintin
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mer gen 22, 2014 6:15 pm

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da rintintin » gio gen 30, 2014 11:48 pm

angri62 ha scritto:
spike91 ha scritto:Cari colleghi vorrei sapere se qualcuno di voi può darmi qualce indicazione per risolvere un piccolo problema relativo alla ricongiunzione dei contributi versati prima dell'arruolamento nell'Arma.
Prima di arruolarmi ho lavorato presso una autofficina dal 01.10.1981 al 07.06.1983.
Mi sono arruolato il 15.06.1983 e nel 1995 ho fatto domanda e ricongiunto tale periodo esterno , l' Inpdap , mi accettava la domanda e nulla dovevo versare in quanto i contributi versati erano pari a quelli nell'Arma.
Fra la frontiera da me effetuata, il riscatto sopracitato e gli anni di servizio, all'epoca all'ufficio amministrativo della mia Legione risultava che io rientravo nel sistema retributivo , avendo nel dicembre 1995 superato di poco i 18 anni di servizio.
Ora che sono in malattia da più di un anno mi sono fatto rifare i conti e i nuovi colleghi mi dicono che da un loro conteggio non rientro più nel sistema pensionistico ''1'' in quanto per loro nel 1995 maturavo solo anni 17 mesi 9 e giorni 21, capirete la mia perplessità.
Rispulciando il tutte le mie carte evidenziavo che all'epoca all'Inps risultava che per loro avevo cominciato a versare i contributi dal 01.01.1982.
Per fortuna ho trovato delle buste paghe e un modello 101 dell'epoca dal quale invece risultavano versati i contributi dal 01.10.1981, lo ho fatto presente agli Uffici dell' Inps i quali dopo essersi fatti delle fotocopie mi inserivano il periodo mancante (01.10.1981-31.12.1981), ed ora aggiungendo questi ultimi tre mesi dovrei essere diventato retributivo.
La mia domanda è se debbo, e se si come, fare una nuova domanda di ricongiunzione di quel periodo mancante ? O ora che siamo transitati sotto l'Inps in automatico se dovessero riformarmi calcolerebbero in automatico quei tre mesi e sarei contributivo?
Faccio presente che all'epoca della domanda di ricongiunzione io avevo chiesto che mi venisse riconosciuto il periodo dal 01.10.1981 al 07.06.1983, ma l'Inps nel rilasciarmi il verbale segnalava i periodi che risultavano a loro e io non ci facevo caso .
Capirete che probabilmente quei tre mesi mi cambiano parecchio la vita dal punto di vista economico futuro.
Grazie a tutti Spike91
===i riscatti vengono ammessi una sola volta, se vi è stato un errore vale la data della domanda, rompi un pò le pall...e all'inps che ti venga riconosciuto e accreditato il periodo mancante con certificazione poi lo fai ricongiungere dall'inpdap. fai un estratto contributivo periodico sul sito ex inpdap e finchè non vedi il periodo continua a rompere.
saluti
saluti
Chiedo scusa, ma in merito desideravo se possibile avere un chiarimento. Ho ricongiunto un periodo di lavoro prearruolamento, riconosciuto dall'Inpdap in 11 mesi e 23 giorni e riportati sul foglio matricolare. Andando sul sito Inps gestione ex Inpdap e verificando il mio estratto conto, tale periodo non è riportato. E' riportato invece sull'estratto conto dell'Inps, dove mi vengono riconosciute 52 settimane di contributi ( 32+20), ed a questo proposito cosa conta per i contributi 11m 23 g o 52 settimane? . Tali estratti conto viaggiano separati per poi venire ricongiunti al momento opportuno o il tutto deve essere riportato in un unico estratto conto e cioè quello dell'Inpdad.
Nella speranza di essere riuscito a spiegarmi, ringrazio.

gino59
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10641
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da gino59 » ven gen 31, 2014 12:01 am

rintintin ha scritto:
angri62 ha scritto:
spike91 ha scritto:Cari colleghi vorrei sapere se qualcuno di voi può darmi qualce indicazione per risolvere un piccolo problema relativo alla ricongiunzione dei contributi versati prima dell'arruolamento nell'Arma.
Prima di arruolarmi ho lavorato presso una autofficina dal 01.10.1981 al 07.06.1983.
Mi sono arruolato il 15.06.1983 e nel 1995 ho fatto domanda e ricongiunto tale periodo esterno , l' Inpdap , mi accettava la domanda e nulla dovevo versare in quanto i contributi versati erano pari a quelli nell'Arma.
Fra la frontiera da me effetuata, il riscatto sopracitato e gli anni di servizio, all'epoca all'ufficio amministrativo della mia Legione risultava che io rientravo nel sistema retributivo , avendo nel dicembre 1995 superato di poco i 18 anni di servizio.
Ora che sono in malattia da più di un anno mi sono fatto rifare i conti e i nuovi colleghi mi dicono che da un loro conteggio non rientro più nel sistema pensionistico ''1'' in quanto per loro nel 1995 maturavo solo anni 17 mesi 9 e giorni 21, capirete la mia perplessità.
Rispulciando il tutte le mie carte evidenziavo che all'epoca all'Inps risultava che per loro avevo cominciato a versare i contributi dal 01.01.1982.
Per fortuna ho trovato delle buste paghe e un modello 101 dell'epoca dal quale invece risultavano versati i contributi dal 01.10.1981, lo ho fatto presente agli Uffici dell' Inps i quali dopo essersi fatti delle fotocopie mi inserivano il periodo mancante (01.10.1981-31.12.1981), ed ora aggiungendo questi ultimi tre mesi dovrei essere diventato retributivo.
La mia domanda è se debbo, e se si come, fare una nuova domanda di ricongiunzione di quel periodo mancante ? O ora che siamo transitati sotto l'Inps in automatico se dovessero riformarmi calcolerebbero in automatico quei tre mesi e sarei contributivo?
Faccio presente che all'epoca della domanda di ricongiunzione io avevo chiesto che mi venisse riconosciuto il periodo dal 01.10.1981 al 07.06.1983, ma l'Inps nel rilasciarmi il verbale segnalava i periodi che risultavano a loro e io non ci facevo caso .
Capirete che probabilmente quei tre mesi mi cambiano parecchio la vita dal punto di vista economico futuro.
Grazie a tutti Spike91
===i riscatti vengono ammessi una sola volta, se vi è stato un errore vale la data della domanda, rompi un pò le pall...e all'inps che ti venga riconosciuto e accreditato il periodo mancante con certificazione poi lo fai ricongiungere dall'inpdap. fai un estratto contributivo periodico sul sito ex inpdap e finchè non vedi il periodo continua a rompere.
saluti
saluti
Chiedo scusa, ma in merito desideravo se possibile avere un chiarimento. Ho ricongiunto un periodo di lavoro prearruolamento, riconosciuto dall'Inpdap in 11 mesi e 23 giorni e riportati sul foglio matricolare. Andando sul sito Inps gestione ex Inpdap e verificando il mio estratto conto, tale periodo non è riportato. E' riportato invece sull'estratto conto dell'Inps, dove mi vengono riconosciute 52 settimane di contributi ( 32+20), ed a questo proposito cosa conta per i contributi 11m 23 g o 52 settimane? . Tali estratti conto viaggiano separati per poi venire ricongiunti al momento opportuno o il tutto deve essere riportato in un unico estratto conto e cioè quello dell'Inpdad.
Nella speranza di essere riuscito a spiegarmi, ringrazio.
==================================================================================
.....Circolare Inps nr.87 del 02.07.2010:-

L’articolo 13 del regolamento di applicazione riporta i criteri di conversione dei periodi maturati quando gli stessi sono espressi in unità di tempo diverse. La conversione necessaria ai fini della totalizzazione, a norma dell'articolo 6 del regolamento di base, si effettua secondo le regole seguenti:



a) l'istituzione dello Stato membro sotto la cui legislazione è stato maturato il periodo comunica quale periodo debba essere utilizzato come base per la conversione;

b) per i regimi in cui i periodi sono espressi in giorni, la conversione da giorni ad altre unità o viceversa, così come la conversione fra regimi diversi basati sui giorni, si calcola secondo la tabella seguente:






Regime

basato su





1 giorno

equivale a





1 settimana

equivale a





1 mese

equivale a





1 trimestre

equivale a





N. massimo

di giorni in

un anno civile






5 giorni





9 ore



5 giorni



22 giorni



66 giorni



264 giorni




6 giorni





8 ore



6 giorni



26 giorni



78 giorni



312 giorni




7 giorni





6 ore



7 giorni



30 giorni



90 giorni



360 giorni




c) per i regimi in cui i periodi sono espressi in unità diverse dai giorni:

i) tre mesi o tredici settimane sono equivalenti a un trimestre e viceversa;

ii) un anno è equivalente a quattro trimestri, 12 mesi o 52 settimane e viceversa;

iii) per la conversione delle settimane in mesi e viceversa, le settimane e i mesi sono convertiti in giorni secondo le regole applicabili ai regimi basati su sei giorni di cui alla tabella alla lettera b);

d) per i periodi espressi in frazioni, le cifre sono convertite con approssimazione per difetto all'unità intera più vicina, applicando le regole di cui alle lettere b) e c). Le frazioni di anno sono convertite in mesi, a meno che il regime in causa non sia basato sui trimestri;

e) se dalla conversione, effettuata in base ai criteri sopra descritti, risulta una frazione di unità, il risultato è approssimato per eccesso all'unità intera più vicina.



L'applicazione delle regole di conversione non può avere per effetto di determinare, per l’insieme dei periodi maturati nel corso dell'anno civile, un totale superiore al numero di giorni indicato nell'ultima colonna della tabella riportata, 52 settimane, 12 mesi o quattro trimestri.



La conversione è effettuata in un'unica operazione se copre tutti i periodi comunicati come dato complessivo oppure, se i periodi sono stati comunicati su base annua, è effettuata per ogni singolo anno.



Quando un'istituzione comunica periodi espressi in giorni, essa indica contestualmente se il regime da essa gestito si basa su cinque, sei o sette giorni.



Nell’ambito dell’assicurazione italiana, in materia di malattia e maternità, il diritto alle prestazioni per le quali è richiesto un requisito di assicurazione e contribuzione potrà essere perfezionato, se necessario, con il ricorso alla totalizzazione dei periodi di assicurazione, occupazione o di residenza compiuti negli altri Stati membri.

rintintin
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mer gen 22, 2014 6:15 pm

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da rintintin » ven gen 31, 2014 12:45 am

Grazie Gino per la cortese risposta.
In effetti anche leggendo la circolare, almeno io non ho ancora risolto il dubbio.
L'Inpdap riconoscendo il periodo in giorni 11m e 23 gg, non ha contestualmente almeno credo indicato se il regime gestito si base su 5, 6 o sette giorni, come fa quindi l'Inps ha definire questo periodo equivalente a
52 settimane?
In pratica Inps ed Inpdap definiscono i periodi su regimi diversi, almeno così mi pare di capire. In fase di conversione quale parametro dei 2 enti è prioritario? Oggi in forza del fatto che è tutto unificato o in fase di unificazione in Inps si dovrebbe mantenere un solo parametro per tutti i tipi di gestione.

gino59
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10641
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm

Re: Ricongiunzione anni contributivi

Messaggio da gino59 » ven gen 31, 2014 11:04 pm

rintintin ha scritto:Grazie Gino per la cortese risposta.
In effetti anche leggendo la circolare, almeno io non ho ancora risolto il dubbio.
L'Inpdap riconoscendo il periodo in giorni 11m e 23 gg, non ha contestualmente almeno credo indicato se il regime gestito si base su 5, 6 o sette giorni, come fa quindi l'Inps ha definire questo periodo equivalente a
52 settimane?
In pratica Inps ed Inpdap definiscono i periodi su regimi diversi, almeno così mi pare di capire. In fase di conversione quale parametro dei 2 enti è prioritario? Oggi in forza del fatto che è tutto unificato o in fase di unificazione in Inps si dovrebbe mantenere un solo parametro per tutti i tipi di gestione.
=================================

.....Anche se l'unificazione è in un ente, noi siamo e resteremo "gestione dipendenti pubblici".- Saluti

Rispondi