RICONGIUNGIMENTO CON CONIUGE CON 104/92

Diritto Militare e per le Forze di Polizia
Feed - L'Avv. Giorgio Carta risponde

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito www.studiolegalecarta.com, ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.
Rispondi
marco
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: mar lug 28, 2009 10:16 am

RICONGIUNGIMENTO CON CONIUGE CON 104/92

Messaggio da marco » mar lug 28, 2009 10:46 am

GENTILISSIMO AVVOCATO
LE ESPONGO IL MIO CASO.
SONO UN SERGENTE DELL'ESERCITO ITALIANO DAL 2004 ARRUOLATO NEL 1997.
NEL 2007 HO INOLTRATO DOMANDA 104/92 NON ACCOLTA PER ASSISTERE E ACCUDIRE MIO PADRE UN GRANDE INVALIDO CON ACCOMPAGNATORE DELL 'ARMA CC.
NEL 2008 HO CONTRATTO MATRIMONIO, LA MIA SIGNORA E' DOCENTE DI RUOLO PRESSO UN ISTITUTO SCIENTIFICO DAL 1996, ALLORCHE MIO PADRE NECESSITASSE DI ESSERE ASSISTITO HA INOLTRATO LEI DOMANDA PER I BENEFICI DELLA 104/92 CON L'ACCOGLIMENTO.
A QUESTO PUNTO VIVIAMO A 1000 KM DI DISTANZA E SICCOME LEI ORA è AMOVIBILE COME FACCIO AD AVVICINARMI A LEI E ACQUISIRE IL DIRITTO ALLA FAMIGLIA!!!!
SPERO CI SIA UNA RISPOSTA ALTRIMENTI NON SO PROPRIO COME FARE E CON I TEMPI CHE CI SONO LASCIARE UN LAVORO FISSO E' VERAMENTE UNA SCELTA DIFFICILE!
GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE POTRA DIRMI.



Convenzionistituzioni.it
Avatar utente
Avv. Giorgio Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 1855
Iscritto il: ven apr 03, 2009 9:14 am

Re: RICONGIUNGIMENTO CON CONIUGE CON 104/92

Messaggio da Avv. Giorgio Carta » mer lug 29, 2009 4:08 pm

Purtroppo nessun istituto giuridico le conferisce un diritto alla sede più vicina al suo nucleo familiare.
E' questo uno degli aspetti critici della vita militare, così come l'ha concepita il legislatore.
lei può solo tentare di sensibilizzare la sua scala gerarchica, ma - ripeto - non potrebbe costringerla ad assecondare la sua richiesta.

in bocca al lupo,

Giorgio Carta

AKY78

Re: RICONGIUNGIMENTO CON CONIUGE CON 104/92

Messaggio da AKY78 » sab ago 01, 2009 7:32 pm

GENTILE AVV.

SONO UN CAPORALE MAGGIORE SCELTO E FACCIO SERVIZIO A TORINO DA 11 ANNI MA SONO RESIDENTE IN CALABRIA
1 MESE FA HO CONTRATTO MATRIMONIO. MIA MOGLIE SOFFRE DEL MORBO CELIACO E NECESSITA DI CONTROLLI PERIODICI PRESSO LE STRUTTURE OSPEDALIERE DELLA NOSTRA RAGIONE.
TRA LE ALTRE COSE, L'ABBIAMO SCOPERTO SOLO DA 2 ANNI E NON HA ANCORA ACCETTATO IL CAMBIAMENTO DEL REGIME ALIMENTARE CHE DERIVA DA SUDDETTA PATOLOGIA, PER TANTO SAREBBE MOLTO DIFFICILE ABITUARSI AD UN'ALTRA CITTA' E ANDARE ALLA RICERCA DI BRAVI SPECIALISTI CHE LA SEGUINO DAL PUNTO DI VISTA SANITARIO. INOLTRE, USUFRUISCE DI CONTRIBUTI MENSILI PREVISTI DALLA LEGGE 104/92 DA PARTE DELLA REGIONE CALABRIA PER L'ACQUISTO DI BENI ALIMENTARI DI PRIMA NECESSITA'.
LA MIA DOMANDA E' QUESTA:

POSSO CHIEDERE ISTANZA DI TRASFERIMENTO, USUFRUENDO ANCH'IO DELLA LEGGE 104 PER AVVICINARMI A CASA E SUPPORTARLA?
ALTRIMENTI, ESISTE UN MODO PER ESSERE AGGREGATO MOMENTANEAMENTE IN UNA CASERMA VICINO CASA?

GRAZIE

Avatar utente
Avv. Giorgio Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 1855
Iscritto il: ven apr 03, 2009 9:14 am

Re: RICONGIUNGIMENTO CON CONIUGE CON 104/92

Messaggio da Avv. Giorgio Carta » sab ago 01, 2009 7:52 pm

La legge n. 104/1992, come sempre sottolineo, sembra fatta apposta per non trovare mai applicazione.
Fra le restrizioni alla sua applicazione, spunta il pre-requisito della assitenza in atto. In altre parole, il pubblico dipendente che intende avvalersene deve trovarsi nella condizione di poter provare che l'assistenza al congiunto handicappato grave sia in atto.
Nel suo caso, mi pare che lei non conviva acon sua moglie, ma sia a 100 km di distanza. Se non ho ben capito, lei ovviamente mi corregga.
In tale condizione, la legge n. 104/1992 non è operativa.

Lei potrebbe tuttavia proporre o un'istanza motivata di trasferimento, definitivo o temporaneo, rappresentando tali sue gravi esigenze.
Non vi sono, però, diritti in tal senso da far valere in giudizio.

Saluti e in bocca al lupo,

Giorgio Carta

AKY78

Re: RICONGIUNGIMENTO CON CONIUGE CON 104/92

Messaggio da AKY78 » sab ago 01, 2009 9:11 pm

LA RINGRAZIO PER LA SUA PRONTA RISPOSTA.
NO, IN EFFETTI TORNO A CASA OGNI 15 GIORNI PROPRIO PER EVITARE IL DISAGIO DEL TRASFERIMENTO A MIA MOGLIE A TORINO.
IO SONO A CONOSCENZA DI UN TRASFERIMENTO ATTUATO CON LA 104, PER L'ASSISTENZA DI UNO DEI GENITORI RIMASTO VEDOVO.
IL MIO COLLEGA FU TRASFERITO IMMEDIATAMENTE.

COMUNQUE, LEI PENSA CHE POSSA RICHIEDERE LA POSSIBILITA' DI UN TRASFERIMENTO TEMPORANEO?...CON LA SPERANZA CHE POI..CHISSA'..VENGA TRASFORMATO IN DEFINITIVO!

GRAZIE

Avatar utente
Avv. Giorgio Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 1855
Iscritto il: ven apr 03, 2009 9:14 am

Re: RICONGIUNGIMENTO CON CONIUGE CON 104/92

Messaggio da Avv. Giorgio Carta » sab ago 01, 2009 9:28 pm

I presupposti di un trasferimento temporaneo ci sono tutti. L'esito della domanda, che comunque le consiglio di presentare, è ovviamente rimesso alla discrezionalità e alla coscienza dei superiori.

Saluti,

Giorgio Carta

GiuseppeD
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: dom set 23, 2018 8:39 pm

Re: RICONGIUNGIMENTO CON CONIUGE CON 104/92

Messaggio da GiuseppeD » dom set 23, 2018 9:10 pm

Gentilissimo avvocato
sono un sottufficiale dell'esercito.
Sono stato movimentato con un trasferimento temporaneo in seguito di 104 per accudire un mio parente.
Da qualche mese con la mia compagna abbiamo deciso di dichiarare la nostra convivenza di fatto in comune.
Se non erro per quel che riguarda il ricongiungimento familiare il matrimonio è stato equiparato ad unioni civili e convivenze di fatto.
Premetto che la mia compagna è una collega della stessa forza armata e che presta servizio in un altra sede.
Stiamo quindi pensando di fare un istanza di ricongiungimento familiare.
La dovrebbe presentare lei verso di me.
In pratica presenterebbe un istanza di ricongiungimento familiare verso me che cono stato trasferito temporaneamente con la 104.
Secondo lei l'istanza verrà accolta o è incompatibile con il mio status 'trasferito temporaneamente'?
Può l'amministrazione mettermi davanti ad un bivio per cui dovrò scegliere se accudire un parente invalido o vivere con la mia compagna?

Grazie in anticipo per la sua risposta.

Rispondi