Retributivo - misto- contributivo, quali differenze?

Feed - CORPO NAZIONALE VIGILI DEL FUOCO

Rispondi
firefox
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2382
Iscritto il: mar set 07, 2010 12:50 pm

Retributivo - misto- contributivo, quali differenze?

Messaggio da firefox » gio gen 06, 2011 12:06 am

Premetto che la mia domanda è generica, indipendentemente dall'Amministrazione di appartenenza, indipendentemente dal grado/qulifica rivestito oggi e vorrebbe a grandi linee (molto grandi) presupponendo che da oggi per i prossimi 20 anni NON cambi nulla nelle attuali regole di accesso alla pensione, sia essa di anzianità sia di vecchiaia, comprendere di quanto vari l'importo della stessa passando dal sistema retributivo a quello misto od ancora peggio a quello contributivo.

Infatti, se NON erro ad oggi quando si parla di persone che vanno in pensione ci si riferisce a coloro al 31/12/95 (riforma Amato) avevano maturato almeno 18 anni di contributi e quindi anche se da allora ad oggi sono diminuiti i coefficienti di resa dei relativi contributi, chi va in pensione oggi ma anche nel prossimo triennio sicuramente vi andrà avendo come base di calcolo la media degli ultimi 10 anni di retribuzioni mensili.

Quindi affermare oggi che tizio percepisce 1500/2000 Euro a mio avviso significa poco o nulla, poichè indipendentemente dalla finestre mobili, dall'aumento dell'età pensionabile e da tutti gli ulteriori artifizi adottati dall Stato allo scopo, ovvero quello di far vivacchiare e NON certamente vivere, soprattutto chi lo ha servito per tutta la propia carriera, erogandogli una pensione da fame, quello che farà veramente la differenza è appunto l'entrata in vigore del sistema misto e contributivo.

Quindi la domanda è questa:

- chi al 31/12/1995 aveva ad esempio 10 anni di contributi, piuttosto che 15, ma cmq inferiori ai 18 minimi previsti per beneficiare del sistema retributivo, e magari potrà andare in pensione tra 10 anni, avendo come base di calcolo 15 anni calcolati con sistema retributivo ed i restanti 20 o più con quello contributivo, come vedrà riparametrato l'importo della stessa rispetto a chi ci sta andando oggi?

Capisco che la domanda è da un milione di dollari, ma a mio avviso sarebbe utile per comprendere tale meccanismo che credo molti NON l'abbiano nemmeno messo in conto.

Saluti



Convenzionistituzioni.it
gino59
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10641
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm

Re: Retributivo - misto- contributivo, quali differenze?

Messaggio da gino59 » gio gen 06, 2011 3:10 pm

se vai nel FORUM CC. vedrai il mio post " la vostra pensione si calcola cosi'", oppure leggendo oltre tutti i miei post anche di qualcunaltro inerente al tuo quesito....! ciao

vittorio
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 64
Iscritto il: ven mar 19, 2010 6:00 pm

Re: Retributivo - misto- contributivo, quali differenze?

Messaggio da vittorio » gio gen 06, 2011 5:43 pm

Per calcolare la pensione con il sistema misto si procede come segue:
Si considerano due quote A e B
- quota A ultima retribuzione per anzianita' fino al 31/12/1992(sistema retributivo);
- quota B media retributiva ultimi 10 anni per anzianita' dal 01/01/1993 al 31/12/1995(sistema retributivo;
- quota C sistema contributivo 33% di tutta la contribuzione lavorativa per l'anzianita dal
01/12/1996 in poi.

La perdita e' parecchia a confronto con il sistema retributivo, l'unica cosa che non mi e' chiara e' se la maggiorazione del 18% si applica anche per il sistema contributivo, se non e' cosi' siamo veramente messi male.
Qualcuno puo' dare conferma di questo ?
Saluti .

Rispondi