Qualificarsi al telefono

Diritto Militare e per le Forze di Polizia
Feed - L'Avv. Giorgio Carta risponde

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito www.studiolegalecarta.com, ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.
Rispondi
alessantino
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1
Iscritto il: dom feb 23, 2020 10:31 am

Qualificarsi al telefono

Messaggio da alessantino » dom mag 10, 2020 1:42 pm

Buongiorno e buona domenica. Poco fa mi è capitato di avere a che fare al telefono con un cittadino abbastanza alterato il quale mi chiedeva il nome e cognome del militare che aveva risposto prima al telefono e, successivamente, data la mia risposta negativa chiedeva anche il mio. L'unica cosa che gli ho potuto dire ai fini della mia identificazione è stata questa: "sono il militare di servizio alla caserma".
Personalmente, da quello che ho capito, noi forze dell'ordine in divisa non siamo tenuti a comunicare il nostro nome e cognome per motivi di privacy e sicurezza. Ma sarà vero anche nei casi in qui il fatto accade al telefono? Esiste una normativa in merito? Grazie per la risposta.



Convenzionistituzioni.it
Avatar utente
Avv. Giorgio Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 1855
Iscritto il: ven apr 03, 2009 9:14 am

Re: Qualificarsi al telefono

Messaggio da Avv. Giorgio Carta » mar mag 12, 2020 10:43 am

che io sappia, non esiste una normativa in merito, quindi credo che basti qualificarsi come carabieniere. In aso di persistente dubbio (non sul nome dell'operante, che è irrilevante, ma sulla qualifica) si può invitare il citadino a chiamare in caserma e fugare ogni perplessità.
Saluti,
Avv. Giorgio Carta

Rispondi