Piscine e palestre

Sezione dedicata alla libera circolazione di idee ed esperienze tra i diversi Corpi armati (e non) dello Stato.
Feed - PUNTO DI INCONTRO

Rispondi
panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12696
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Piscine e palestre

Messaggio da panorama » mar mag 19, 2020 9:50 am

Piscine e palestre riaprono il 25 maggio, le linee guida per la Fase 2

Dal 25 maggio si potrà riprendere l’attività fisica nelle palestre e nelle piscine. Informazione, distanza e misure di igiene, le regole per la gestione degli spazi in sicurezza.

In Italia si prova a ripartire; parole d’ordine in questa Fase 2 distanziamento, mascherine e igienizzazione. Dal 25 maggio si potrà riprendere anche l’attività fisica nelle palestre e nelle piscine. La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha stabilito linee guida precise per indirizzare le strutture nella gestione degli spazi in questo delicato momento di ripartenza, a tutela della salute di utenti e lavoratori.

Piscine
Per quanto riguarda le piscine, le linee guida riguardano nello specifico gli impianti pubblici, le piscine finalizzate a gioco acquatico e ad uso collettivo inserite in strutture già adibite in via principale ad altre attività ricettive (es. pubblici esercizi, agrituristiche, camping, etc.), ad esclusione delle strutture ad usi speciali di cura, di riabilitazione e termale, e quelle alimentate ad acqua di mare.

In particolare si raccomanda di predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, destinata agli utenti, e di privilegiare l’accesso agli impianti tramite prenotazione, mantenendo l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni.

Rimangono validi il divieto di accesso del pubblico alle tribune e il divieto di manifestazioni, eventi, feste e intrattenimenti.

Distanza e misure di igiene

Fondamentale il distanziamento: si richiede, infatti, di organizzare gli spazi e le attività nelle aree spogliatoi e docce in modo da assicurare le distanze di almeno un metro (ad esempio prevedere postazioni d’uso alternate o separate da apposite barriere).

Le strutture dovranno dotarsi, inoltre, di dispenser con soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani dei frequentatori/clienti/ospiti in punti ben visibili all’entrata, prevedendo l’obbligo di frizionarsi le mani già in entrata. I dispenser dovranno essere posizionati anche nelle aree di frequente transito, nell’area solarium o in aree strategiche in modo da favorire da parte dei frequentatori l’igiene delle mani.

Importanti ai fini della prevenzione, le attività di igienizzazione delle strutture, con una frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni, spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, cabine, attrezzature (sdraio, sedie, lettini, incluse attrezzature galleggianti, natanti etc.).


Linee guida per le palestre

Anche per le palestre si raccomanda una adeguata informazione sulle tutte le misure di prevenzione e di programmare il più possibile le attività (ad esempio con prenotazione), per regolamentare gli accessi ed evitare condizioni di assembramento e aggregazioni.

Si richiede, inoltre, di posizionare gli attrezzi e le macchine in modo tale da garantire la distanza di sicurezza di almeno un metro per le persone mentre non svolgono attività fisica e almeno due metri durante l’attività fisica (con particolare attenzione a quella intensa).

La struttura dovrà dotarsi, come le piscine, di dispenser con soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani all’ingresso e in uscita. Si raccomanda, inoltre, dopo l’utilizzo da parte di ogni singolo soggetto, la disinfezione della macchina o degli attrezzi usati ad opera del responsabile della struttura. Non devono essere usati, invece, gli attrezzi e le macchine che non possono essere disinfettati.



Rispondi