parere negativo comitato di verifica

Consulenza legale su contensioni pensionistici - Corte dei Conti
Feed - L'Avv. Massimo Vitelli risponde

Moderatore: Avv. Massimo Vitelli

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Vitelli verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
cbr90075
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 128
Iscritto il: mer dic 09, 2015 4:27 pm

parere negativo comitato di verifica

Messaggio da cbr90075 » ven mag 18, 2018 10:29 pm

Buonasera Avvocato, sono un ispettore GDF attualmente in servizio, ho presentato domanda per il riconoscimento della causa di servizio per gastroduodenite cronica che è stata regolarmente accertata ed ascritta a tab A7 dalla CMO.
Sono venuto a conoscenza per vie informali che il comitato di verifica ha però espresso parere negativo.
In attesa della formale notifica vorrei chiedere un consiglio in merito ad eventuale ricorso. Nello specifico volevo chiederle se può essere utile presentare istanza di riesame al comitato stesso entro il termine di 10 gg evidenziando elementi che ovviamente nei generici rapporti informativi prodotti dall'amministrazione risultano non presi in considerazione.Evidenziare elementi trascurati dal comitato nel parere espresso può essere contro producente per un eventuale ricorso amministrativo, Ovvero io vorrei evidenziare la chiusura della mensa di servizio che mi ha costretto per oltre cinque anni a consumare cibi asciutti, panini ecc ad orari irregolari a causa del tipo di servizio espletato. Qualora nella risposta successiva il comitato dovesse valutare questo elemento non sufficiente al fine di dimostrare il nesso causale tra patologia e servizio effettuato questo potrebbe precludere la possibilità di dichiarare in sede di ricorso la genericità del parere espresso dal comitato??? L'eventuale ricorso amministrativo dove mi consiglia di farlo? ovvero mi consiglia di tentare comunque al TAR oppure ritiene più opportuno un ricorso alla Corte dei Conti??



Avatar utente
Avv. Massimo Vitelli
Professionista
Professionista
Messaggi: 455
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: parere negativo comitato di verifica

Messaggio da Avv. Massimo Vitelli » sab mag 19, 2018 11:49 am

cbr90075 ha scritto:Buonasera Avvocato, sono un ispettore GDF attualmente in servizio, ho presentato domanda per il riconoscimento della causa di servizio per gastroduodenite cronica che è stata regolarmente accertata ed ascritta a tab A7 dalla CMO.
Sono venuto a conoscenza per vie informali che il comitato di verifica ha però espresso parere negativo.
In attesa della formale notifica vorrei chiedere un consiglio in merito ad eventuale ricorso. Nello specifico volevo chiederle se può essere utile presentare istanza di riesame al comitato stesso entro il termine di 10 gg evidenziando elementi che ovviamente nei generici rapporti informativi prodotti dall'amministrazione risultano non presi in considerazione.Evidenziare elementi trascurati dal comitato nel parere espresso può essere contro producente per un eventuale ricorso amministrativo, Ovvero io vorrei evidenziare la chiusura della mensa di servizio che mi ha costretto per oltre cinque anni a consumare cibi asciutti, panini ecc ad orari irregolari a causa del tipo di servizio espletato. Qualora nella risposta successiva il comitato dovesse valutare questo elemento non sufficiente al fine di dimostrare il nesso causale tra patologia e servizio effettuato questo potrebbe precludere la possibilità di dichiarare in sede di ricorso la genericità del parere espresso dal comitato??? L'eventuale ricorso amministrativo dove mi consiglia di farlo? ovvero mi consiglia di tentare comunque al TAR oppure ritiene più opportuno un ricorso alla Corte dei Conti??
§§§§§§§§§§§§

Salve.
Tenti pure la strada del riesame, anche se non ci conterei molto.
In caso di esito negativo, prima di adire la Corte dei Conti per la pensione PRIVILEGIATA, chieda un parere al medico legale di fiducia. Per l'equo indennizzo farei molta attenzione ad incardinare un ricorso al TAR, percorso questo molto difficile
Cordialità. M.V.
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it

Rispondi