News Varie

Sezione dedicata alla libera circolazione di idee ed esperienze tra i diversi Corpi armati (e non) dello Stato.
Feed - PUNTO DI INCONTRO

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mer dic 01, 2010 7:42 pm

ETICHETTATURA. Cioccolato puro, MSE e MIPAAF pronti a modifiche
01/12/2010
Dopo la sentenza della Corte di Giustizia della Comunità Europee secondo la quale l'Italia, utilizzando la dicitura "cioccolato puro" ha violato il diritto Ue sull'etichettatura, il Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il Mipaaf e con il Ministero delle Politiche Europee, "é pronto ad apportare le necessarie modifiche al decreto legislativo 178 del 2003" (che prevede appunto la dizione 'cioccolato puro') per evitare sanzioni europee". Lo ha detto nel corso del Question Time il Ministro per i Rapporti Con il Parlamento Elio Vito rispondendo ad un'interrogazione della Lega Nord. "Non appena saranno conosciute le motivazioni della sentenza della Corte di Giustizia Europea - ha detto Vito - i servizi del Ministero dello Sviluppo Economico hanno già allo studio una modifica alla legge vigente per rispettare la normativa comunitaria ma che tuteli anche l'informazione corretta dei consumatori". Un'altra strada per tutelare il cioccolato puro - ha indicato Vito - potrebbe essere l'accoglimento delle richieste italiane nel quadro del Regolamento europeo sull'etichettatura dei prodotti alimentari di cui la Commissione Europea ha presentato una sua proposta attualmente in discussione.



Convenzionistituzioni.it
panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mer dic 01, 2010 7:43 pm

GIUSTIZIA. Altroconsumo lancia class action contro la Rai
01/12/2010
Altroconsumo lancia una class action contro la Rai. Le accuse: lo stop all'informazione durante la campagna elettorale di marzo e la piattaforma a pagamento Tivusat. "Gli abbonati Rai hanno subìto la cancellazione del proprio diritto, costituzionalmente garantito, a un'informazione libera, plurale e obiettiva. Abbiamo proposto una class action davanti al Tribunale di Roma per consentire agli abbonati che vi aderiranno di essere risarciti": questo l'annuncio di Altroconsumo.

Le ragioni della class action: "Durante la campagna elettorale che ha preceduto il voto amministrativo del 28 e 29 marzo scorso, la Rai ha cancellato dal proprio palinsesto televisivo i principali programmi di informazione e approfondimento politico, come Ballarò, Porta a Porta, Anno Zero, Ultima Parola. E' venuto meno così uno dei compiti principali del servizio pubblico radiotelevisivo che è quello di consentire la formazione consapevole da parte di ciascun cittadino della propria volontà politica". A questo si aggiunge, rileva l'associazione, la disparità di spazio concesso ai partiti.

C'è poi la vicenda di Tivusat, per la quale la Rai ha iniziato a distribuire la propria programmazione sulla nuova piattaforma satellitare mettendo a disposizione dei propri abbonati smart card a pagamento. Ma in base al Contratto di servizio gli abbonati devono poter usufruire della programmazione Rai su qualsivoglia piattaforma tecnologica, satellitare, digitale terrestre, via cavo, senza alcun costo aggiuntivo rispetto a quello rappresentato dal canone Rai.

Per questo, Altroconsumo ha chiesto che il Tribunale riconosca a ciascun abbonato che ne faccia richiesta tramite l'associazione l'importo minimo di 500 euro a titolo di risarcimento. Inoltre, per gli abbonati che abbiano acquistato le smart card Tivusat, Altroconsumo ha chiesto che la Rai sia condannata a restituire il prezzo indebitamente pagato dagli utenti per il servizio.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mer dic 01, 2010 7:45 pm

PREZZI. Benzina, Staffetta Quotidiana: sconti in arrivo per residenti in regioni petrolifere
01/12/2010
Lo sconto sui carburanti per i cittadini residenti nelle Regioni dove si estraggono idrocarburi, previsto dalla legge Sviluppo (99/09), potrebbe diventare presto una realtà. Secondo Staffetta Quotidiana, infatti, Poste Italiane è già al lavoro per preparare carta prepagata dal funzionamento analogo alla "social card", che dovrebbe diventare operativa la prossima estate.

La nuova tesserina consentirà agli aventi diritto di beneficiare dello sconto: in pratica ogni anno sulle carte sarà accreditato un certo ammontare a valere sul Fondo previsto a tale scopo dalla 99/09 e che viene alimentato con un'addizionale del 3% sulle royalty dell'estrazione di petrolio e gas. Come per la social card, la tessera sarà utilizzabile nei distributori di benzina dotati di POS e abilitati ai circuiti Poste e Mastercard.

In prima applicazione, il sistema delle carte dovrebbe diventare operativo da giugno-luglio prossimo. A regime, invece, l'accredito dovrebbe avvenire nel marzo di ogni anno. La Basilicata, di gran lunga la prima regione italiana per attività upstream, sarà probabilmente l'unica regione in cui lo sconto assumerà una dimensione apprezzabile: considerato un gettito di circa 32 milioni di euro nel 2009 derivante dall'aumento dal 7 al 10% delle royalty, a ogni patentato lucano dovrebbero alla fine andare circa 82 euro l'anno.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mer dic 01, 2010 7:49 pm

SALUTE. CTCU: un altoatesino su 3 chiede informazioni su dentisti all'estero
01/12/2010
Sono sempre di più gli italiani che decidono di recarsi all'estero per le cure odontoiatriche. E chi ha già fatto un'esperienza del genere ne dà un parere positivo. Il Centro Tutela Consumatori e Utenti di Bolzano, che ha creato un servizio di informazione sulle tariffe odontoiatriche, informa che un cittadino su tre di quelli che si rivolgono al servizio, è alla ricerca di informazioni per cure odontoiatriche all'estero. Nel 2008 fra il 10 e il 16% delle richieste di contributi pubblici per prestazioni di protesi odontoiatriche e ortodontistiche si rifacevano a trattamenti ricevuti all'estero.

Secondo il consulente del CTCU questo trend positivo è dato da una maggior attività pubblicitaria e ad un'offerta ben organizzata del servizio. "Gli studi esteri sembrano fare ottimi affari con i pazienti altoatesini e questo incentiverà ulteriormente l'attività promozionale per il futuro. Da notare che l'attività promozionale è indirizzata anche a famiglie ben posizionate". Sempre più in voga fra i consumatori anche le soluzioni "a pacchetto", cioè vacanze e trattamento odontoiatrico tutto compreso.

Ma non vanno sottovalutati gli eventuali effetti negativi di cure dentistiche all'estero (comportamenti negligenti nei trattamenti oppure nel posizionare impianti, materiali usati difettosi o di scarsa qualità, etc.). E non mancano i dubbi sull'effettivo livello di qualità delle prestazioni offerte all'estero: è o non è uguale a quello "di casa nostra"? Il CTCU consiglia di consultare sempre un dentista locale, facendosi rilasciare un'offerta scritta (usando in caso il fac-simile del CTCU), prima di rivolgersi a qualcuno all'estero. Per pazienti che desiderano ulteriori informazioni sull'argomento è a disposizione il servizio "bussola delle tariffe" del CTCU al numero 0471-975597. Anche sul sito del CTCU è disponibile una vasta gamma di informazioni sull'argomento.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mer dic 01, 2010 7:52 pm

Anche se la notizia è dello scorso anno (2009) penso che comunque possa interessare a qualcuno nel caso sia ancora valida questa iniziativa.

SALUTE. Cure ai denti meno costose per donne incinte e indigenti. Accordo Ministero, ANDI e OCI
05/03/2009
Cure odontoiatriche a prezzi agevolati per i cittadini a basso reddito e le donne in gravidanza. E' quanto prevede l'accordo sottoscritto oggi dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, dall'Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI) e dall'Associazione Odontoiatri Cattolici Italiani (OCI).

L'accordo, pienamente operativo, è stato promosso dal Sottosegretario alla Salute prof. Ferruccio Fazio con l'obiettivo di prevenire alcune patologie del cavo orale come la carie, la malattia parodontale e l'edentulismo.

Le prestazioni inserite nell'accordo sono: visita odontoiatrica, ablazione tartaro e insegnamento igiene orale, sigillatura dei solchi dei molari e premolari, estrazione di elementi dentari paradontalmente compromessi e/o non recuperabili con metodica di conservativa, protesi parziale in resina con ganci a filo, protesi totale in resina.

I beneficiari dell'accordo sono:

•donne in gravidanza, indipendentemente dal reddito e solo per prestazioni di prevenzione (visita, ablazione tartaro, insegnamento igiene orale);
•soggetti titolari di "social card";
•soggetti, indipendentemente dall'età, con ISEE non superiore ad euro 8.000;
•soggetti con ISEE non superiore ad euro 10.000 aventi diritto all'esenzione totale per ragioni di età; per patologie croniche, per patologie invalidanti e inabili al lavoro con invalidità 100% oppure con handicap gravi
Sul Portale del Ministero http://www.ministerosalute.it" onclick="window.open(this.href);return false; sono disponibili le informazioni sull'accordo, indicazioni sulle categorie di cittadini che possono beneficiare delle tariffe agevolate presso gli studi dentistici aderenti, le tipologie di prestazioni e gli onorari di riferimento che rappresentano il limite massimo di prezzo e l'elenco dei dentisti e degli odontoiatri che hanno già aderito volontariamente all'accordo (sono già oltre mille).

Una nota del Ministero ricorda che "il Servizio sanitario nazionale offre, come previsto dai Livelli essenziali di Assistenza (LEA), le cure odontoiatriche nell'età evolutiva e assistenza odontoiatrica a cittadini in condizioni di particolare vulnerabilità, sociale e/o economica secondo criteri individuati dalle singole Regioni. Infine, a tutti i cittadini, inclusi quelli che non rientrano nelle categorie di protezione indicate (tutela età evolutiva e condizioni di vulnerabilità), sono garantite le visite odontoiatriche al fine della diagnosi precoce di patologie neoplastiche del cavo orale ed il trattamento immediato delle urgenze odontostomatologiche.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 12:20 am

SICUREZZA STRADALE. UE, in arrivo multe per chi vìola Codice della strada all'estero
02/12/2010
In arrivo sanzioni per i conducenti che commettono infrazioni al codice della strada quando sono all'estero. E' quanto prevede l'accordo raggiunto dai Ministri dei trasporti dell'UE riunitisi oggi a Bruxelles. Le cause principali delle sanzioni saranno la velocità, il mancato rispetto dei semafori, il mancato uso delle cinture di sicurezza e la guida in stato di ebbrezza, nonché il mancato uso del casco, l'uso non consentito della corsia di emergenza e l'uso del cellulare durante la guida.

Quando sono all'estero, infatti, gli automobilisti tendono a violare maggiormente le norme, forse perché sanno che resteranno impuniti. Secondo i dati dell'UE i conducenti stranieri rappresentano il 5% del traffico ma sono responsabili del 15% delle infrazioni commesse.

Le nuove norme permetteranno di identificare i conducenti comunitari che verranno quindi perseguiti per le infrazioni commesse in uno Stato membro diverso da quello di immatricolazione del loro veicolo. Verrà istituita una rete elettronica per lo scambio dei dati necessari tra lo Stato nel quale è stata commessa l'infrazione e quello dove il veicolo è stato immatricolato. Una volta a conoscenza del nome e dell'indirizzo del proprietario del veicolo, gli verrà inviata una notifica di infrazione, il cui modello è stabilito dalla proposta di direttiva. Spetterà allo Stato membro dove è stata commessa l'infrazione decidere quale seguito darvi.

La direttiva non armonizza né la natura dell'infrazione né le sanzioni previste. Pertanto continueranno ad applicarsi le norme nazionali dello Stato membro dove è avvenuta l'infrazione per quanto riguarda sia la natura di quest'ultima che le sanzioni previste. Le proposte legislative devono ora essere approvate dal Parlamento europeo prima che diventino legge. Seguirà un periodo di 2 anni durante il quale gli Stati membri dovranno provvedere a recepire la normativa UE prima della sua entrata in vigore, probabilmente entro il 2013.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 12:22 am

ASSICURAZIONE. Agenti di assicurazione: "Giù le mani dai consumatori"
02/12/2010
Dal 1994 ad oggi le tariffe Rc auto, in Italia, sono aumentate del 173%: il premio medio pagato dalle famiglie italiane è di 407 euro, contro i 172 di Francia e i 222 della Germania. Nel nostro Paese il mercato delle assicurazioni è quasi tutto in mano a poche compagnie che ostacolano il processo di liberalizzazione, decidono le tariffe e abbandonano alcuni territori, in primis quelli del sud, dove c'è un alto tasso di sinistri.

Questa situazione si protrae da anni e, puntualmente, qualcuno torna a denunciarla. Un appuntamento fisso di fine anno è la conferenza stampa degli agenti di assicurazione che, insieme alle Associazioni dei consumatori, contestano l'aumento spropositato delle tariffe Rc auto, l'abbandono del territorio da parte di alcune compagnie, il mancato intervento sul fenomeno delle frodi e delle speculazioni, gli ostacoli allo sviluppo della concorrenza e la chiusura degli interlocutori, a cominciare dall'Ania, ad avere un dialogo costruttivo.

"Abbiamo tentato un dialogo con le Associazioni delle imprese, ma ci è stato rifiutato - ha dichiarato Giovanni Metti, Presidente nazionale dello SNA, il Sindacato degli Agenti di Assicurazione che oggi ha organizzato a Roma la conferenza stampa "Giù le mani dai consumatori" - per questo oggi ci rivolgiamo all'opinione pubblica e lanciamo 5 domande che sono diventate il nostro chiodo fisso ed una petizione popolare che speriamo raggiunga le 500mila firme".

Le 5 domande che lo SNA pone all'Ania sono:

1.Quali iniziative sono state prese nei confronti delle imprese che abbandonano il mercato assicurativo, in particolare nel meridione, creando grave danno ai consumatori e determinando una vera e propria emergenza sociale?
2.Perché nonostante le liberalizzazioni del mercato assicurativo, introdotte con la Legge Bersani, non si è attivato un efficace processo concorrenziale tra le compagnie?
3.Le compagnie assicurative hanno fatto un'efficace politica di contrasto alle frodi oppure hanno preferito trasferire gli oneri sulla collettività?
4.Le compagnie di assicurazione hanno spesso in comune amministratori e dirigenti. Come si ritiene di ovviare a questa evidente alterazione dei livelli concorrenziali tra le imprese?
5.Perché l'Ania rifiuta di confrontarsi con gli agenti, per adeguare l'accordo nazionale fra le parti alla normativa attuale?
La petizione popolare, indirizzata al Presidente della Camera, Gianfranco Fini, chiede l'istituzione di un Comitato nazionale contro le frodi assicurative, cui partecipino gli agenti di assicurazione dell'Isvap, l'Ania, la magistratura e la polizia. Si chiede, inoltre, di contrastare la politica di abbandono del territorio di alcune compagnie, di ridurre gli adempimenti burocratici e di consentire una piena liberalizzazione del mercato, con un aumento della qualità e della quantità delle offerte.

"Noi vogliamo che il mercato sia diverso da quello che stanno facendo le compagnie di assicurazione - ha aggiunto Metti - dobbiamo far sì che si applichi la Legge sul plurimandato che dà agli agenti la libertà di scegliere senza subire le pressioni da parte delle compagnie e dobbiamo contrastare l'equazione per cui ad un costo eccessivo dei risarcimenti corrisponde un premio più alto".

Alla conferenza stampa di oggi è intervenuto anche l'on. Franco Barbato dell'IDV che sta portando avanti una battaglia in questa direzione all'interno del Parlamento. "A novembre 2008 ho presentato una proposta di legge sull'Agenzia antifrode e vi annuncio che entro fine anno il disegno di legge verrà approvato - ha detto l'on. Barbato - L'Agenzia sarà una struttura realmente operativa che svolgerà anche una funzione di polizia e non sarà un ennesimo carrozzone. Inoltre nei prossimi 10 giorni ci sarà un'audizione che ho chiesto al Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, per fare un focus sul settore assicurativo che ha bisogno di risposte dalla politica immediate. A breve, infine, farò un'interrogazione parlamentare sulla concentrazione del mercato dell'Rc auto perché è inaccettabile che questo sia in mano a 5-6 compagnie. Insomma - ha concluso Barbato - continuerò a fare l'angelo custode delle liberalizzazioni perché credo che si stia dando un cattivo servizio ai cittadini".

A condividere questa battaglia ci sono le Associazioni dei consumatori. "Se siamo di nuovo qui vuol dire che tutto quello che abbiamo fatto fin'ora è fallito a cominciare dalle liberalizzazioni - ha sottolineato Francesco Avallone, Vicepresidente di Federconsumatori - In Italia continuiamo a dire tanto paga l'assicurazione, mentre invece siamo noi che paghiamo. Oltre a quello delle frodi, le compagnie hanno un altro business che è quello della liquidazione gonfiata dei sinistri e della cessione del sinistro, che è una cosa da vietare. Infine, dobbiamo trattare l'aumento delle tariffe come usura e dobbiamo minacciare le compagnie che abbandonano il territorio, togliendogli l'Rc auto. E poi - ha concluso Avallone - la trasparenza deve essere reale e le informazioni devono essere poche e determinate".

"Noi vogliamo andare oltre questo appuntamento annuale - ha detto Carlo Pileri, Presidente dell'Adoc - vogliamo avviare una vera collaborazione e credo che le conciliazioni che da marzo diventeranno obbligatorie anche per il settore delle assicurazioni, siano un'ottima occasione per questo. Con gli agenti di assicurazione, infine, possiamo lavorare anche per una carta servizi: in uno Stato che sta liquidando il welfare l'assicurazione può diventare un servizio davvero utile al cittadino".

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 12:23 am

TUTELA CONSUMATORI. Rivista Altroconsumo si può sfogliare a video
02/12/2010
A partire dal numero di dicembre, la rivista mensile Altroconsumo, curata dall'omonima associazione dei consumatori, si può sfogliare a video. Rispetto al tradizionale pdf, è un modo molto più pratico e accattivante di consultare la rivista mentre sei al computer: puoi sfogliare comodamente le pagine e andare diretto a quella che ti interessa.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 12:24 am

SALUTE. CGCE : sì alla vendita on line delle lenti a contatto
02/12/2010
Gli Stati membri dell'UE non possono vietare la commercializzazione delle lenti a contatto via Internet. Lo ha deciso la Corte di Giustizia delle Comunità Europee esprimendosi sulla normativa ungherese che, autorizzando la commercializzazione di lenti a contatto esclusivamente in negozi specializzati nella vendita di dispositivi medici, ne vieta, di conseguenza, la commercializzazione via Internet. Quanto alla giustificazione adottata dal governo ungherese secondo il quale il limite è posto per salvaguardare la salute dei consumatori, la Corte ha osservato che la consulenza di un ottico qualificato può anche essere fornita da un medico oftalmologo in una sede diversa dai negozi di ottica. Inoltre, la Corte osserva che dette prestazioni s'impongono, in linea di principio, soltanto all'atto della prima consegna delle lenti a contatto. Infatti, nel corso delle successive forniture, è sufficiente che il cliente segnali al venditore il tipo di lenti consegnategli durante la prima fornitura e gli comunichi eventuali variazioni della vista accertate da un medico oftalmologo. Oltre a ciò, le informazioni e i consigli supplementari necessari per l'utilizzo prolungato delle lenti a contatto possono essere messi a disposizione del cliente tramite elementi interattivi presenti nel sito Internet del fornitore o da un ottico qualificato da quest'ultimo incaricato di dare tali informazioni a distanza.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 12:27 am

L'autovelox che controlla anche bollo e assicurazione
In un colpo solo rileva quattro infrazioni: dal mantenimento della distanza di sicurezza all'allacciamento della cintura.
[ZEUS News - http://www.zeusnews.com" onclick="window.open(this.href);return false; - 21-11-2010]

Se oggi, quando si intravede un autovelox in distanza, viene spontaneo rallentare (anche se si sta viaggiando al di sotto del limite), domani sarà necessario controllare anche di avere allacciato la cintura e sperare di non aver dimenticato di pagare l'assicurazione.
Si sta sperimentando in Finlandia un nuovo tipo di rilevatore che non si limita a controllare la velocità dei veicoli ma è in grado di identificare diverse violazioni del Codice della Strada in una sola volta.
Questo strumento - battezzato ASSET e dotato di telecamere 3D - rileva un eccesso di velocità a 45 metri di distanza, riconosce la targa, controlla che si mantenga la distanza di sicurezza dal veicolo che precede (anche in base alle condizioni meteorologiche) e verifica che i viaggiatori indossino la cintura di sicurezza.
Dalla targa è poi in grado di risalire ai dati del veicolo per controllare il regolare pagamento di bollo e assicurazione.
L'autovelox finlandese scatta molteplici fotografie dello stesso veicolo, le geolocalizza e le analizza per identificare le infrazioni, inviandole a un database centrale dal quale verranno eliminate automaticamente dopo un mese (o immediatamente, se non si rileva alcuna violazione delle norme).

Matti Kutila, ricercatore del Centro di Ricerche Tecniche VTT in Finlandia, ha spiegato che "l'obiettivo principale è aiutare la polizia stradale a verificare che chi guida rispetti le leggi. Tutto ciò, naturalmente, a vantaggio della sicurezza".
Ogni apparecchio costa quasi 60.000 euro ed è alloggiato su un apposito rimorchio che gli fornisce fino a 8 ore di autonomia; in una prossima versione sarà adattato per poter essere montato nelle auto della polizia.
I creatori di ASSET (che in fondo è un acronimo, anche se imperfetto, e sta per Advanced Safety and Driver Support for Essential Road Transport) si aspettano che venga utilizzato in tutta Europa entro il 2013.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 9:08 pm

BANCHE. Oggi in vigore importanti novità sulla trasparenza bancaria
03/12/2010
Oggi entrano in vigore di alcune norme in tema di trasparenza bancaria, previste dal Decreto Legislativo n.141 del 13 agosto 2010. Lo ricorda il Centro Tutela Consumatori e Utenti di Bolzano che sottolinea la novità più importante introdotte dal decreto: quella sullo "ius variandi" nei contratti bancari, regolato dall'art.118 del Testo Unico Bancario. Per ius variandi si intende il diritto di una delle due parti di un contratto di modificare unilateralmente una o alcune delle condizioni del contratto stesso. Nel caso dei contratti bancari è la banca che detiene questa facoltà e la clausola è spesso, di fatto, imposta dalla banca senza che il consumatore possa fare molto.

Il legislatore ha rivisto l'art. 118 ed ha stabilito una distinzione fra contratti a tempo indeterminato (es. un conto corrente o un'apertura di credito senza scadenza) e quelli a tempo determinato o di durata (es. i contratti di mutuo). Per i primi viene confermata la possibilità di modifica unilaterale delle condizioni contrattuali (tassi, prezzi ed altre condizioni), per i secondi le regole sono cambiate: lo ius variandi non potrà mai riguardare i tassi di interesse contrattualmente pattuiti, che resteranno tali per tutta la durata del mutuo.

Ovviamente nei mutui a tasso variabile o indicizzato il tasso continuerà ad essere adeguato agli sviluppi di mercato, ma non potrà essere cambiato nella sua formulazione originaria. Se per esempio il tasso è definito quale "Euribor 6 mesi 360 arrotondato al 1/10 + spread di 1,20%", l'unica cosa soggetta a variazioni è il parametro di mercato Euribor. Con la nuova norma non è più possibile elevare lo spread a 1,50% a metà contratto, o addirittura introdurre una tasso-soglia minimo del 3% in un mutuo già in essere.

"Si tratta di una importante e grossa novità - scrive il CTCU in una nota - per i mutuatari, che li pone al riparo da possibili bizzarrie e stranezze delle banche per quanto riguarda il costo fondamentale di un mutuo. È chiaro che eventuali clausole difformi da quanto previsto con questa novella, che si dovessero riscontrare nei contratti di mutuo, si porrebbero in aperto contrasto con la legge e quindi sarebbero nulle o annullabili."

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 9:10 pm

MINORI. Fondo nuovi nati, riaperti termini per nascite nel 2009
03/12/2010
Il Dipartimento per le politiche della famiglia, in collaborazione con l'ABI, ha deciso di riaprire i termini per presentare domanda di accesso al Fondo di credito per i nuovi nati. La riapertura riguarda i genitori che hanno avuto una nascita nel 2009 e non hanno potuto accedere al Fondo di credito per i nuovi nati a causa della scadenza dei termini prevista precedentemente al 30 settembre 2010.
E' possibile chiedere fino a 5000 euro rimborsabili in 5 anni ad un tasso particolarmente vantaggioso. La nuova scadenza è prevista al 31 dicembre 2010.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 9:12 pm

ENERGIA. Toscana, firmato Protocollo di conciliazione tra Eni e Consumatori
03/12/2010
Sono circa 600.000 i clienti del mercato domestico del gas gestito da Toscana Energia Clienti (Eni) che potranno risolvere in modo extra giudiziale, assistiti da un conciliatore delle Associazioni dei consumatori, le eventuali controversie su problematiche contrattuali, di fatturazione e di morosità. Qualche giorno fa è stato, infatti, firmato il Protocollo di Conciliazione tra Toscana Energia Clienti (Eni) e le Associazioni dei Consumatori aderenti al CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori Utenti).

Da dicembre è attiva la procedura on-line: i clienti e le Associazioni entrando nel sito http://www.toscanaenergiaclienti.it" onclick="window.open(this.href);return false;, possono attivare la procedura conciliativa, veloce e gratuita, compilando online un apposito modulo di richiesta. Il Protocollo di Conciliazione presenta alcune novità nel panorama delle procedure di conciliazione, come ad esempio l'obbligo da parte dell'azienda di interrompere eventuali azioni di sospensione della fornitura per tutta la durata dell'iter conciliativo; oppure la possibilità di scambiare tra i due conciliatori informazioni utili, in maniera diretta, per una migliore risoluzione del problema.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven dic 03, 2010 9:15 pm

SALUTE. In arrivo tecnica di diagnosi prenatale per la talassemia
03/12/2010
Per le coppie a rischio di avere un figlio affetto da talassemia arriva una nuova tecnica di diagnosi prenatale, la celocentesi, che permette di sapere, già dal 2° mese di gestazione, lo stato di salute del feto. Questo risultato è stato reso possibile dal connubio tra un'eccellenza della ricerca italiana, in particolare siciliana, e l'iniziativa di soggetti privati. Lo studio, effettuato all'Ospedale V. Cervello di Palermo è stato finanziato, infatti, dalla Fondazione Franco e Piera Cutino Onlus. La nuova tecnica è stata presentata ieri presso la sede romana della Regione Sicilia.

Lo Studio, che sarà a breve pubblicato sul British Journal of Haematology, è stato compiuto nell'arco di 3 anni su 111 gravidanze a rischio talassemia: in un solo caso le cellule presenti prelevate non sono state sufficiente per la diagnosi, negli altri 110 casi i risultati sono stati sempre confermati dalle amniocentesi di controllo. La celocentesi ha dunque dimostrato di poter dare risultati certi al cento per cento e già dal 2° mese di gravidanza, uno prima della villocentesi: è questo il principale, ma non unico vantaggio. Il prelievo avviene, infatti, attraverso la vagina, senza dover perforare sacco amniotico e placenta, in poche parole senza più ago nel pancione e con ridotti rischi di provocare malformazioni al feto.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12872
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » lun dic 06, 2010 7:13 pm

BANCHE. Confconsumatori: Corte di Cassazione su anatocismo, i correntisti hanno diritto al rimborso
06/12/2010
Si riaprono i giochi contro l'anatocismo. Con la sentenza n. 24418 del 2 dicembre 2010 emessa dalla Corte di Cassazione a Sezioni Unite, è stato stabilito che i correntisti hanno diritto ad ottenere la restituzione delle somme trattenute dalle banche per interessi illegittimamente addebitati sul conto corrente a titolo di anatocismo, dalla data di apertura del conto e per tutta la durata dello stesso, mentre la prescrizione decennale per chiedere la restituzione decorre dalla chiusura del conto. Ne dà notizia Mara Colla, presidente nazionale Confconsumatori, che sottolinea come si tratti di "una fondamentale sentenza che permette a tutti i correntisti di tirare un sospiro di sollievo".

"Nel corso degli anni - aggiunge la presidente - numerose sono state la vittorie giudiziali dei consumatori che hanno comportato la restituzione di quanto illegittimamente percepito da parte delle banche ed oggi, grazie alla sentenza della Suprema Corte, tantissimi altri correntisti potranno agire in giudizio per far valere i propri diritti".

Spiega l'associazione che "le sezioni unite della Corte di Cassazione hanno aderito all'orientamento già fatto proprio da diversi tribunali, secondo il quale i correntisti hanno il diritto di chiedere alla banca la restituzione degli interessi anatocistici, vale a dire dell'illegittima produzione degli interessi su interessi, sin dalla data di apertura del rapporto con l'Istituto di credito. La prescrizione decennale di tale diritto, invece, a differenza di quanto sostengono le banche nelle controversie aventi ad oggetto tale problematica, decorre dalla data di chiusura del rapporto".

Per Confconsumatori, dunque, è opportuno che tutti coloro che hanno o hanno avuto un contratto di conto corrente (purché non sia stato chiuso da più di 10 anni) che ha registrato degli scoperti e al quale sono state illegittimamente addebitate somme da parte degli Istituti di credito, inviino una formale diffida alla propria banca, mediante raccomandata con ricevuta di ritorno, chiedendo la restituzione delle somme illegittimamente percepite.

Rispondi