News Varie

Sezione dedicata alla libera circolazione di idee ed esperienze tra i diversi Corpi armati (e non) dello Stato.
Feed - PUNTO DI INCONTRO

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » lun ago 23, 2010 6:35 pm

FISCO. Equitalia migliora l'offerta sul web: in autunno nuovi servizi
23/08/2010
Anche in ferie gli italiani sono attenti agli adempimenti fiscali. A luglio e agosto, infatti, sono aumentati gli accessi all'Estratto conto online, il servizio di Equitalia che permette di tenere sotto controllo direttamente dal computer cartelle, debiti tributari, procedure di riscossione, sospensioni e rateazioni. A circa un anno dal lancio del servizio, i contribuenti che hanno verificato via Internet la propria posizione fiscale sono stati 1,3 milioni, con punte di 16mila contatti giornalieri. Un trend in continua crescita che ha interessato soprattutto i cittadini residenti a Napoli, Roma e Milano: le tre province coprono le prime posizioni della classifica degli accessi, rispettivamente con 210 mila, 178 mila e 133 mila visite. Seguono Bari, Salerno e Torino, segno che il servizio è utilizzato in tutte le zone del Paese.

Ma l'offerta on line di Equitalia non si ferma all'Estratto conto. Attraverso una nuova finestra aperta sull'home page di tutti i siti del Gruppo, chiamata "Servizi web", oggi è più facile e immediato ricevere assistenza e richiedere informazioni, calcolare il proprio piano di rateazione ed effettuare pagamenti. In pratica, uno sportello sempre attivo ovunque ci si trovi.

"Lo sforzo di Equitalia per rendere più semplici e trasparenti gli adempimenti fiscali rientra in una strategia più ampia che punta a un dialogo aperto e costante con i contribuenti - afferma Angelo Coco, Direttore Centrale Servizi Enti e Contribuenti di Equitalia - In autunno arriveranno importanti novità per l'Estratto conto on line che sarà reso ancora più fruibile a cittadini e professionisti. Grande attenzione - conclude Coco - sarà riservata anche al restyling della documentazione informativa a disposizione dei contribuenti presso gli sportelli degli agenti della riscossione".



panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » lun ago 23, 2010 6:38 pm

TRASPORTI. Toilettes inagibili, Trenitalia rimborsa passeggera
23/08/2010
Trenitalia ha rimborsato del 25% del biglietto Roma Termini - Patti una passeggera del treno che tramite l'Associazione Consumatori Siciliani aveva contestato l'inagibilità delle toilettes e la mancanza d'acqua oltre ad evidenziare il comportamento scorretto del personale di bordo. Con una lettera del 3 agosto Trenitalia ha comunicato d'aver segnalato il comportamento del personale di bordo agli uffici competenti affinché provvedano al richiamo, poiché il comportamento del personale dev'essere "sempre corretto e educato nel rispetto dei viaggiatori". Trenitalia ha, inoltre, verificato che il rifornimento idrico effettuato prima della partenza da Roma Termini si è rivelato insufficiente e per questo è stato necessario un altro rifornimento a Napoli.

"Siamo soddisfatti del risultato - dichiara il presidente dell'Associazione Consumatori Siciliani, Nicola Calabria - perché Trenitalia ha verificato gli inconvenienti del viaggio e deciso di rimborsare il consumatore perché non soddisfatto del servizio reso. La decisione di Trenitalia va proprio in questa direzione se il servizio reso non è soddisfacente il consumatore ha diritto al rimborso. Questo dovrebbe essere un principio valido sempre e ovunque anche se spesso si fa finta di non conoscerlo".

"Sono molte le lamentele che giungono al nostro Sportello - continua Calabria - dovute sia all'inagibilità delle toilettes sia a ritardi come anche per il comportamento ineducato del personale di bordo, o per il malfunzionamento dell'aria condizionata. Quello che il consumatore viaggiatore ci chiede è d'avere il rimborso per un servizio inefficiente e per il disagio". "Questo risultato si colloca all'interno del servizio reso dallo Sportello del Turista - conclude Nicola Calabria - che l'Associazione Consumatori Siciliani già dall'anno scorso ha reso operativo proprio per venire incontro a quei turisti consumatori, che durante il loro viaggio e soggiorni nel nostro territorio, lamentano disservizi". Dal prossimo anno lo Sportello del Turista Consumatore sarà istituito anche in altri centri del messinese e in provincia di Catania.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » lun ago 23, 2010 6:39 pm

TRASPORTI. Bagagli smarriti, passeggeri risarciti grazie a Confconsumatori
23/08/2010
Bagaglio smarrito passeggero risarcito: sono ben 3 le sentenze, ottenute grazie all'intervento di Confconsumatori, che hanno riconosciuto il diritto dei passeggeri ad essere risarciti dei danni subiti in seguito allo smarrimento e alla ritardata consegna delle proprie valigie. Le sentenze sono state pronunciate dai Giudici di Pace di Acireale (CT), avv. Liliana Mazzocchi, Avv. Marco Floritta, Avv. Giovanni Vitaliano Nicolosi e dal Gudice di Pace di Giarre (CT) Avv. Agostino Crisafulli.

In un caso la protagonista è una giovane che si era imbarcata sul volo Catania - Torino e giunta all'aeroporto non le é stato riconsegnato il bagaglio ed é stata quindi costretta a trascorrere il periodo senza ciò che aveva messo in valigia: la compagnia aerea é stata condannata al pagamento delle spese sostenute per gli acquisti e per lo smarrimento del bagaglio.

In un altro caso una famiglia è partita da Catania per Parigi, con scalo a Roma. All'aeroporto francese Charles De Gaulle non si sono trovati i tre bagagli imbarcati a Catania, al momento della partenza. Le prime due valigie erano state restituite dopo 5 giorni presso l'hotel sito all'interno del parco Disneyland dove la famiglia aveva scelto di soggiornare in quel periodo. La terza valigia é stata ritrovata al rientro dalle vacanze presso l'aeroporto di Fontanarossa di Catania, tra quelle in giacenza. Anche in questi casi i Giudici hanno riconosciuto il diritto dei turisti ad essere risarciti delle spese sostenute per far fronte agli acquisti necessari in quei giorni, a quelli per lo smarrimento e la ritardata consegna dei bagagli.

L'altra sentenza, pronunciata dal Giudice di Pace di Giarre, ha riconosciuto il diritto di una funzionaria di Banca che si era recata a Napoli partendo da Catania per frequentare un corso di formazione e di aggiornamento professionale ad avere risarcite le somme per gli acquisti di prima necessità e per lo smarrimento del bagaglio.

Le sentenze richiamano espressamente la Convenzione di Montreal che disciplina la materia prevedendo i diritti del passeggero in caso di smarrimento, ritardata consegna o anche danneggiamento del bagaglio. Sono state anche richiamate le disposizioni di legge in materia di inadempimento contrattuale. "La giurisprudenza si consolida ed ancora tre sentenze riconoscono i diritti dei consumatori su questa materia - commenta l'avv. Carmelo Calì, responsabile nazionale trasporti di Confconsumatori e Presidente di Confconsumatori Sicilia - Purtroppo di ciò sembra non si accorgano le compagnie aeree che, ancor oggi, frappongono mille difficoltà ed ostacoli ai legittimi diritti dei passeggeri. Speriamo che questi provvedimenti possano favorire il passaggio dal virtuosismo indotto dalle sentenze ad un virtuosismo spontaneo da parte dei vettori in materia di risarcimento ai passeggeri".

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » lun ago 23, 2010 6:50 pm

Stipendi dei banchieri, Ft: giù Profumo, su Passera

Banchieri Ue ed Usa con stipendi più bassi del 57%: in controtendenza Passera che ottiene un +18%.
E' sostanzioso, e pari in media al 57%, il taglio delle retribuzioni che i banchieri al vertice di 17 tra i principali istituti di credito di Stati Uniti ed Europa hanno accettato nel 2009 rispetto all'anno precedente nel tentativo di rispondere alle crescenti critiche dell'opinione pubblica e dei politici dopo la crisi che ha investito l'economia mondiale. Ma i tagli, rivela uno studio del Financial Times, sulla base delle stime della società Equilar, sono lungi dall'essere universali. Lo scorso anno la cifra media incassata dai 'top bankers' delle due sponde dell'Atlantico è così scesa a 6 milioni di dollari dai 14 milioni registrati nel 2008.Il primo posto nella graduatoria del Financial Times spetta al presidente e amministratore delegato della banca statunitense Wells Fargo John Stumpf, che nel 2009 ha percepito 18,7 milioni di dollari con un incremento del 107% rispetto all'anno precedente, seguito da Brady Dougan, numero uno del Credit Suisse che ha messo a segno un eclatante +570% a 17,6 milioni di dollari e dal numero uno di Deutsche bank Josef Ackermann (+553% a 13,2 milioni).Andamento contrastato invece per le buste paga dei due principali banchieri italiani. E' scesa quella dell'amministratore delegato di Unicredit Group Alessandro Profumo, che nel 2009 ha percepito - secondo lo stesso studio - 6,012 milioni di dollari con un calo del 62% rispetto ai 15,979 milioni del 2008. E' salito, invece quello dell'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, che lo scorso anno ha percepito 5,298 milioni di dollari con un incremento del 18% rispetto ai 4,479 milioni di un anno prima.Ultimo in graduatoria il numero uno della blasonatissima banca d'affari Goldman Sachs, Lloyd Blannkfein, che lo scorso anno ha incassato 'solo' 862.657 dollari con un calo del 98%.Ecco le retribuzioni e la variazione rispetto al 2008
Retribuzioni nel 2009 e variazioni sul 2008

1) John Stumpf (Wells Fargo) 18,756 (milioni di dollari) +107%
2) Brady Dougan (Credit Suisse) 17,684 +570%
3) Josef Ackermann (Deutsche Bank) 13,280 +553%
4) Stephen Hester (Rbs) 10,036 nd
5) Francisco Gonzalez (Bbva) 8,954 + 15%
6) Michael Gheoghegan (Hsbc) 8,850 - 47%
7) Alessandro Profumo (Unicredit) 6,012 - 62%
8) Corrado Passera (Intesa Sanpaolo) 5,298 + 18%
9) Eric Daniels (Lloyds) 4,976 - 46%
10) John Varley (Barclays) 1,751 - 81%
11) Frederic Oudea (Societe' Generale) 1,552 nd
12) Baudoin Prot (Bnp Paribas) 1,453 - 75%
13) Jamie Dimon (Jpmorgan Chase) 1,256 - 96%
14) John Mack (Morgan Stanley) 0,939 - 24%
15) Lloyd Blankfein (Goldman Sachs) 0,862 - 98%

23 agosto 2010
Da Redazione Tiscali

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mar ago 24, 2010 6:38 pm

Fondo mutui, le richieste delle AACC al Governo
24/08/2010
Cittadinanzattiva, Adiconsum e Adoc plaudono al Fondo di solidarietà che sospende le rate del mutuo sulla prima casa per le famiglie in difficoltà, ma chiedono al Governo di ampliare le risorse, allargare i potenziali utenti e rendere queste iniziative più sistematiche ed integrate.

Il 2 settembre 2010 dovrebbe essere operativo il decreto del Ministero dell'Economia sul Fondo di solidarietà che sospende le rate del mutuo sulla prima casa per le famiglie in difficoltà. Cittadinanzattiva, Adiconsum ed Adoc plaudono al Fondo di solidarietà, ma chiedono un ampliamento delle risorse e un allargamento dei potenziali utenti, nonché maggiore sistematicità nelle iniziative a favore delle famiglie.

"Siamo soddisfatti che sia stato reso finalmente operativo un Fondo per il quale ci eravamo battuti e che attendevamo da oltre un anno e mezzo - commentano le tre associazioni in una nota congiunta - Affinché non resti una operazione per pochi ma si sostanzi una reale politica di protezione dei nuclei familiari in difficoltà, chiediamo al Governo almeno tre cose: un ampliamento della dotazione del Fondo; l'allargamento delle famiglie che possono accedervi, innalzando la soglia di reddito massimo per averne diritto; ed infine chiediamo che questi provvedimenti diventino sistemici ed integrati anche rispetto alle altre iniziative in materia messe a punto dalla collaborazione tra associazioni di consumatori ed ABI. Solo in tal modo, crediamo possa realizzarsi una reale politica di protezione economica della famiglia".

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mar ago 24, 2010 6:41 pm

SOLDI. Banconote false, ecco come riconoscerle e cosa fare
24/08/2010
Nei primi sei mesi dell'anno Bankitalia ha ritirato 72.631 banconote perché false: il 53% delle banconote ritirate è costituito dal taglio da 20 euro, seguito dai 50 euro (23%) e dai 100 euro (21%). Mentre nell'Eurosistema sono state ritirate 387mila banconote false: la banconota più falsificata è quella da 50 euro (42% del totale), seguita da quella da 20 euro (41%) e da quella da 100 euro (12%).

Altroconsumo ricorda che quando si ha il sospetto di una banconota falsa bisogna andare agli sportelli di una banca, di un ufficio postale o in una filiale della Banca d'Italia per farla esaminare. Se l'impiegato ritiene che la banconota sia falsa ha l'obbligo di ritirarla dalla circolazione e trasmetterla all'amministrazione centrale della Banca d'Italia a Roma dove il nucleo di analisi per le banconote sospette di falsità (Nac) la esamina per accertarne la falsità. L'impiegato farà anche un verbale e una copia della banconota che sarà lasciata, a titolo di ricevuta, alla persona che ha presentato la banconota.

Se il Nac della Banca d'Italia accerta la legittimità della banconota, l'importo è rimborsato, senza alcuna trattenuta, con vaglia cambiario della Banca d'Italia. In caso contrario nulla è dovuto. Chi ha consegnato la banconota può chiedere informazioni sull'esito dell'accertamento Nac tramite le filiali della Banca d'Italia. Ma tentare di spendere una banconota falsa è un reato.

Come si riconosce una banconota contraffatta? Ecco i consigli della Banca d'Italia. Toccare gli elementi in rilievo: speciali tecniche di stampa conferiscono ai biglietti una particolare consistenza.
Guardare la banconota in controluce: saranno così visibili la filigrana, il filo di sicurezza e il numero in trasparenza. Le tre caratteristiche sono riscontrabili su entrambi i lati dei biglietti autentici. Muovere la banconota: sul fronte si può osservare l'immagine cangiante dell'ologramma. Sul retro, inclinando leggermente il biglietto, è possibile notare la striscia brillante sui tagli bassi e su quelli elevati il numero di colore cangiante. Sul sito della Banca centrale europea ci sono le caratteristiche di sicurezza banconota per banconota.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mar ago 24, 2010 6:43 pm

CONTRAFFAZIONE. Ostia, sequestrate 55mila lamette Gilette Mach III. Commento di MDC Lazio
24/08/2010
Lamette contraffatte. E' l'ultimo, in ordine di tempo, scandalo commerciale che ha tentato di mettere a rischio la salute degli ignari consumatori. E' successo oggi ad Ostia, dove la Guardia di Finanza ha sequestrato 55mila lamette da barba a marchio Gilette Mach III contraffatto. I controlli effettuati in alcuni esercizi commerciali del litorale capitolino hanno permesso di individuare la presenza di lamette da barba fabbricate in Cina che differivano dalle originali solo per la scarsa qualità delle lame e per le strisce emollienti su cui, invece di un estratto di aloe vera, era presente un additivo di cui non si conosce ancora la natura.

Immediato giunge il commento del Movimento Difesa del Cittadino Lazio. "Il sequestro di 55mila lamette Gillette Mach III contraffatte da parte della Guardia di Finanza nel litorale laziale è un fatto gravissimo, che rivela quanto sia a rischio la salute del consumatore finale: basti pensare che ancora non si conosce la natura dell'additivo utilizzato al posto dell'estratto di aloe vera nelle strisce emollienti". A dichiararlo è Livia Zollo, presidente di MDC Lazio, che esprime apprezzamento per l'azione delle istituzioni e preoccupazione per "il fenomeno della contraffazione ormai dilagante in Italia in tutti i settori merceologici, dall'agroalimentare, all'abbigliamento alla cosmetica".

"Finora, l'allarme per la crescita dei prodotti contraffatti ha riguardato soprattutto i mercati rionali, - spiega Livia Zollo - dove in un certo senso i consumatori sono più consapevoli della contraffazione o comunque hanno maggiori strumenti per rendersi conto della differenza con i prodotti "di marca": a fronte di un prezzo più basso, si accontentano di quelli contraffatti, sottovalutando il fatto che nel migliore dei casi sono innocui, pur non avendo la stessa qualità dell'originale, ma spesso sono tossici o nocivi per la salute". "Ora, come testimonia questo grave episodio - conclude il presidente di MDC Lazio - l'allarme riguarda anche la distribuzione al dettaglio, i punti vendita, le profumerie, dove il consumatore si aspetta di acquistare un prodotto di qualità, come appunto lamette Gillette Mach III, e invece rischia di ritrovarsi inconsapevolmente con un prodotto senza garanzie di qualità, salubrità e sicurezza".

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mar ago 24, 2010 6:45 pm

TUTELA CONSUMATORI. Altroconsumo contro Mediaset Premium per le partite di Europa League
24/08/2010
Problemi in vista per i tifosi di Napoli e Palermo che hanno sottoscritto il pacchetto "Calcio" di Mediaset Premium, convinti di vedere tutte le partite di Europa League. Come già successo per le partite di andata dello scorso 19 agosto, per vedere le partite di ritorno in programma il 26 agosto i tifosi di queste due squadre dovranno pagare altri 10 euro per un acquisto in pay per view.

E' quanto denuncia Altroconsumo che ha ricevuto molte segnalazioni da parte di tifosi indignati. Già il 19 agosto, delle tre partite delle squadre italiane coinvolte nei preliminari di Europa League (Juventus, Napoli e Palermo) solo quella della squadra bianconera è stata trasmessa in chiaro a tutti gli utenti Mediaste Premium Calcio. Eppure la promozione di Mediaste Premium è inequivocabile. Il pacchetto "Calcio" comprende "tutte le gare in casa e in trasferta di campionato di Juventus, Inter, Milan, Roma, Napoli, Lazio, Genova, Bari, Fiorentina, Palermo, Brescia e Bologna, tutta la Uefa Champions League e, solo su Premium Calcio, in esclusiva, tutta l'Europa League, e il Campionato del Mondo per Club".

"Perché dunque - domanda Altroconsumo - chiedere di pagare a parte gli incontri di andata e ritorno fra Elfsborg e Napoli e fra Maribor e Palermo? Appare evidente il mancato rispetto del contratto nei confronti di tutti gli abbonati Mediaset Premium Calcio e, in particolare, verso chi ha deciso di acquistarlo proprio per vedere le partite di Europa League di Napoli e Palermo".

Non si può infatti vendere in pay per view una partita a utenti che hanno già acquisito il diritto a visionarla nell'ambito di un pacchetto omnicomprensivo. Altroconsumo chiede a Mediaset di ripristinare la programmazione inizialmente prevista, così come pubblicizzata e venduta ai consumatori abbonati al pacchetto Mediaset Premium Calcio, e di trasmettere in chiaro a tutti gli abbonati le partite della fase preliminare di Europa League, comprese Elfsborg - Napoli e Maribor - Palermo. Oltre naturalmente alla già programmata partita Juventus - Sturm Graz e tutte le successive partite di Europa League, senza alcuna ulteriore ingiustificata richiesta di esborso di spesa da parte degli utenti.

"Se ciò non avverrà, sulla base del Codice del Consumo, provvederemo a tutelare i diritti e gli interessi dei consumatori nelle competenti sedi giudiziarie. Chiediamo anche all'Antitrust di intervenire a supporto di tutti gli utenti abbonati a Mediaset Premium Calcio (in particolare i tifosi di Napoli e Palermo) perché abbiano la possibilità di vedere in chiaro le partite di giovedì prossimo. E nel caso in cui anche nella fase successiva dell'Europa League dovesse capitare che alcune partite non vengano ricompresse nel pacchetto, chiederemo di procedere all'immediato rimborso di una quota del prezzo dell'abbonamento, se non la restituzione di tutto quanto pagato".

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mar ago 24, 2010 6:47 pm

SOCIETA. Calabria, studenti penalizzati: UNC annuncia ricorso
24/08/2010
Gli studenti della Regione Calabria che si iscrivono al primo anno delle superiori, in particolare dei Licei, non sono "uguali" a quelli delle altre Regioni italiane, perché non possono godere dell'offerta formativa prevista dalla riforma del Ministro Gelmini. Lo denuncia l'Unione Nazionale Consumatori Calabria, che sottolinea il fatto che la Regione non si è uniformata alle delibere attuative di altre Regioni, con cui si è dato corso all'offerta formativa regionale prevista dall'articolo 8, comma 2, del Regolamento per i Licei, promulgato con Decreto del Presidente della Repubblica, convertito in legge n° 133 del 06 agosto 2008 nella parte in cui recita: "nel rispetto della programmazione regionale dell'offerta formativa può essere attivata, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, l'opzione "scienze applicate" che fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alla cultura scientifico tecnologica, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologìche. della terra, all'informatica e alle loro applicazioni".

L'UNC Calabria dunque denuncia l'impossibilità degli studenti di tutte le province della Regione Calabria, di scegliere il percorso formativo che prevede l'approfondimento di materie quali informatica, biologia, chimica, matematica, in vista di percorsi universitari di medicina, odontoiatria, ingegneria, scienze biologiche, ecc. Tali studenti dovranno frequentare costosi corsi di preparazione a pagamento per superare i test di ingresso nelle facoltà a numero chiuso, gravando pesantemente ancora una volta sulle economie delle rispettive famiglie. Tutto ciò si traduce in un danno per centinaia e centinaia di alunni della regione Calabria che hanno scelto e chiesto di iscriversi al nuovo corso di "Scienze Applicate" e che rischiano di non poterlo frequentare, poiché perdono, per tutto il loro corso quinquennale di studi, il diritto di "conseguire", fra cinque anni, con il diploma di Liceo Scientifico con opzione Scienze Applicate, un titolo che costituisce e costituirà requisito preferenziale e di vantaggio assoluto, ma soprattutto non possono avere quelle competenze particolarmente avanzate in chissà quante scelte professionali o di prosieguo di studi.

Per tale motivo, l'Unione Nazionale Consumatori Calabria nei prossimi giorni, dopo aver raccolto le adesioni dei soggetti interessati, che si vedono privati di una possibilità formativa di studio, inoltrerà ricorso all'Autorità Giudiziaria, non trascurando di chiedere il risarcimento danni per la mancata opportunità concessa, al pari di tanti altri studenti di altre Regioni d'Italia, a tutela dei diritti degli studenti calabresi. Per ogni ulteriore informazione o adesione all'iniziativa intrapresa, si potrà contattare il recapito telefonico dell'associazione 0965/899980 o collegarsi al sito internet http://www.uniconsum.it" onclick="window.open(this.href);return false;.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mer ago 25, 2010 6:36 pm

Nuovo Codice della strada vs scuole guida
25/08/2010
Il nuovo Codice della strada prevede che le scuole guida offrano corsi per tutte le categorie di patenti. Secondo l'Antitrust ciò costituisce una barriera all'ingresso, con effetti anticoncorrenziali. Il CTCU di Bolzano sottolinea che questa norma è un'infrazione alla Direttiva Europea sui servizi.

In vigore dal 13 agosto il nuovo Codice della strada contiene norme controverse. Tra quelle che fanno discutere di più, tanto da scomodare l'Antitrust che ha scritto a Governo e Parlamento, ci sono le norme sulle scuole guida. Il nuovo Codice della strada, infatti, prevede che le scuole guida debbano offrire corsi per tutte le categorie di patenti. Secondo l'Autorità queste norme costituiscono una ingiustificata barriera all'ingresso, con possibili effetti anticoncorrenziali; per quasto l'Antitrust ha chiesto di rivederle.

E il Centro Tutela Consumatori e Utenti di Bolzano sottolinea il fatto che attualmente alcune scuole offrono soltanto patenti per autovetture e motociclette. "Secondo le disposizioni di attuazione da varare - scrive il CTCU - per i nuovi gestori di scuole guida è previsto l'obbligo di dotarsi inderogabilmente di tutti i veicoli necessari per l'insegnamento (ovvero autovetture, motociclette, autocarri e autobus), con un'esclusione, di fatto, dei neo-gestori dai consorzi ad oggi esistenti. Queste misure comportano una notevole distorsione del mercato".

"Le conseguenze di tali prescrizioni e restrizioni - commenta il direttore del CTCU Walther Andreaus - rischiano di ripercuotersi in particolare sui clienti delle scuole guida. Ostacoli alla concorrenza incidono alla fine, sempre sui prezzi. Temiamo pertanto che i costi per i servizi delle scuole guida possano lievitare ulteriormente."

Secondo l'Associazione dei consumatori le norme in fase di emanazione costituirebbero una chiara infrazione alla Direttiva europea sui servizi (conosciuta anche come Direttiva Bolkestein): di questo il CTCU intende informare la Commissione Europea. Il fine principale di tale direttiva è infatti quello di abbattere ogni ostacolo presente nel mercato dell'Unione per i gestori dei vari servizi: se venissero adottate le norme di cui sopra, si avrebbe un effetto esattamente contrario a quello della direttiva.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » mer ago 25, 2010 6:37 pm

INTERNET. A ottobre il software che misura la velocità della connessione di casa
25/08/2010
Dal mese di ottobre sarà possibile misurare la velocità della connessione internet delle nostre case attraverso un software certificato che ogni consumatore potrà scaricare gratuitamente. Si tratta di un innovativo strumento di controllo lanciato dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che, in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni, ha lanciato il progetto "Misura Internet". Finalmente il consumatore potrà confrontare di persona la qualità della propria connessione, verificando se essa corrisponde a quanto pubblicizzato dall'operatore. Gli operatori saranno tenuti ad indicare il valore della velocità minima di trasmissione dati dalla rete verso l'utente (download) oltre al valore di velocità massima teorica.

Il software, denominato NEMESYS, potrà essere scaricato gratuitamente dal sito http://www.misurainternet.it" onclick="window.open(this.href);return false;. A metà settembre l'Autorità incontrerà le Associazioni dei consumatori che contribuiranno alla diffusione e al corretto utilizzo del nuovo software. L'introduzione di questo innovativo sistema di monitoraggio è frutto dell'attività già svolta, in via sperimentale in 4 regioni italiane (Puglia, Sardegna, Toscana e Veneto), dall'Agcom in collaborazione con la FUB per verificare la velocità di download e upload nel trasferimento dati e del ritardo di trasferimento per le connessioni internet da postazione fissa. I dati preliminari della verifica sperimentale sono
consultabili sul sito http://www.agcom.it" onclick="window.open(this.href);return false;.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven ago 27, 2010 6:09 pm

FISCO. In Italia i "baby-tartassati": da 0 a 1 anno pagano al fisco 1280 euro di Iva
27/08/2010
Il fisco italiano non risparmia neanche i bambini, tanto che si parla di "baby-tartassati" già dai primi giorni di vita. La denuncia arriva da Contribuenti.it che ha calcolato come i bambini, dalla nascita allo spegnimento della prima candelina, versano allo Stato ben 1.280 euro di sola Iva sui generi di prima necessità: latte in polvere, biscotti, pappine, omogeneizzati, pannolini e tutto quanto può servire a nutrire, coprire e trasportare un bebè.

Una cifra sproporzionata rispetto a quanto pagano gli adulti per beni analoghi, rileva l'associazione in una nota spiegando che su generi alimentari di prima necessità come pane e latte si applica un'aliquota Iva agevolata pari al 4%, mentre nessuna agevolazione è prevista per i prodotti destinati all'infanzia, tutti soggetti all'aliquota ordinaria del 10 o 20%. Il risultato è che i bimbi pagano, come detto, 1.280 euro in luogo dei 230 che verserebbero in caso di agevolazione. Una differenza di ben 1.050 euro che, moltiplicata per i 563.000 bambini che ogni anno nascono in Italia, porta nelle casse dello Stato un surplus annuo - secondo i calcoli dell'associazione - di oltre 591 milioni di euro all'anno.

Il presidente di Contribuenti.it, Vittorio Carlomagno, ha commentato in una nota che ''è assurdo che l'amministrazione finanziaria faccia tale discriminazione, penalizzando ancora una volta le fasce più deboli''. Per correggere questa sperequazione, Contribuenti.it chiede al Governo che, nella prossima finanziaria, venga inserito un provvedimento di riduzione al 4% dell'Iva ''su tutti i prodotti destinati alla prima infanzia'', come accade nei principali paesi europei dove addirittura, in alcuni, si applica l'Iva del 2% al posto del 4%, e di rendere i costi deducibili nella dichiarazione dei redditi. Secondo l'Associazione Contribuenti Italiani, con la riduzione dell'Iva al 4% su tutti i beni destinati ai bambini, come alimentari, pannolini, biberon, passeggini, seggiolini per auto e tanti altri, le neo famiglie italiane potrebbero risparmiare circa il 24% della spesa familiare. "La riduzione delle tasse deve iniziare dai bambini - conclude Carlomagno - E' un dovere dello Stato sostenere le famiglie e permettere loro di procreare".

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven ago 27, 2010 6:11 pm

SCUOLA. Caro-libri, ecco i consigli di Adoc Basilicata
27/08/2010
Il caro-libri sta per abbattersi sulle tasche delle famiglie italiane, già vessate dalla crisi. In vista dell'apertura del nuovo anno scolastico, l'Adoc Basilicata chiede alla Regione e alle amministrazioni locali di non aumentare, per far fronte ai tagli governativi, i costi di alcuni servizi come il trasporto scolastico e le mense per gli studenti.

Inoltre l'Associazione offre alle famiglie lucane uno spazio per lo scambio dei libri usati; basta inviare una e-mail all' indirizzo scambiolibri@adocbasilicata.org oppure un fax al numero 097146390, con i propri dati (nome, cognome e città), le modalità di contatto (preferibile l'e-mail) e la lista dei libri che si intende offrire e/o quelli che occorrono, completi di: autore, titolo, editore e anno di edizione. Sarà creata una lista, che sarà aggiornata costantemente, di tutti i testi offerti e richiesti con le modalità del contatto di riferimento.

L'Adoc ricorda poi che per contenere la spesa per i libri scolastici il Ministero dell'Istruzione ha emanato, lo scorso 28 luglio 2010, il Decreto Ministeriale n. 63 in cui è stabilito che: per gli anni scolastici 2010/2011 e 2011/2012 si confermano i prezzi di copertina dei testi della scuola primaria stabiliti dal decreto ministeriale 8 aprile 2009, n. 41, (in pratica nessun aumento per il 2010/2011); in caso di non prevedibili circostanze che dovessero rendere necessario un adeguamento dei prezzi per l'anno scolastico 2011/2012, si provvederà con apposito successivo decreto; la produzione di libri di testo per la scuola primaria con un numero di pagine superiore a quello previsto dal citato decreto è effettuata ad esclusivo rischio economico da parte dell'Editore e dell'Autore.

Restano, quindi, ancora in vigore le norme emanate con il Decreto Ministeriale 8 aprile 2009, n. 41, in particolare:

•i testi scolastici non devono cambiare per un periodo non inferiore a 5 anni per le scuole primarie e 6 per quelle secondarie;
•a fianco del tradizionale libro a stampa viene incoraggiato l'e-book, (più leggero e più economico in termini di costo e di "peso" per consentire zaini meno pesanti);
•la possibilità di ricorrere al comodato d'uso gratuito e al noleggio dei testi scolastici;
•le adozioni dei testi dovranno essere soggette al rispetto dei tetti massimi di spesa imposti dal Ministero, con un incremento massimo del 10% purché adeguatamente motivate dal collegio docenti.
Nel caso, molto probabile, che gli istituti scolastici non pratichino il comodato d'uso e non adottino e-book, l'Adoc, per limitare la spesa scolastica, consiglia di:

1.prima di acquistare il libro di testo verificare se l'edizione è realmente nuova (le nuove edizioni dei libri devono recare l'indicazione delle modifiche apportate) e se le modifiche apportate alla vecchia edizione sono fondamentali;
2.pretendere che l'istituto scolastico garantisca la possibilità di comodato d'uso;
3.cercare di acquistare libri usati da altri studenti o sulle bancarelle dell'usato o in alcune librerie specializzate, dove queste esistono (il risparmio è di circa il 50%);
4.richiedere che gli istituti adottino anche libro elettronico;
5.prima di acquistare nuovo materiale di cancelleria verificare quello del precedente anno che è possibile riutilizzare.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » ven ago 27, 2010 6:18 pm

Da Tiscali

Gay, Da chiesa valdese ok a benedizione a coppie omosessuali
di Apcom
Roma, 27 ago. (Apcom) - Sì della chiesa evangelica valdese alla benedizione delle coppie gay, anche se previo il consenso delle singole chiese locali. Si tratta della prima apertura fatta in Italia da una comunità cristiana al riconoscimento delle coppie omosessuali, anche se subordinato a una 'clausola' legata all'ok delle chiese locali. A stabilirlo il sinodo valdese, riunito a Torre Pellice, nel torinese, con 105 voti favorevoli, 9 contrari, e 29 astenuti.: "A conclusione di un lungo, articolato ed approfondito dibattito - si legge in un comunicato - il Sinodo delle chiese metodiste e valdesi ha approvato con un ordine del giorno la benedizione di coppie dello stesso sesso, laddove la chiesa locale abbia raggiunto un consenso maturo e rispettoso delle diverse posizioni". Il fatto che sia necessario il consenso delle singole chiese locali rappresenta "una clausola impostasi data l'impossibilità emersa nel corso delle discussione di un sì incondizionato reputato ancora prematuro". L'accento è posto infatti sul percorso di maturazione delle stesse coppie e delle rispettive comunità locali. La decisione è stata presa con 105 voti favorevoli, 9 contrari, e 29 astenuti». "Il Sinodo - prosegue la nota - riconosce le differenze nel percorso di integrazione e riconoscimento delle persone omosessuali nelle chiese locali, ed invita al rispetto delle diverse sensibilità dei membri di chiesa". Il Sinodo valdese, "consapevole del fatto che la benedizione, nel contesto esclusivamente liturgico e pastorale delle nostre chiese, testimonia un riconoscimento ed una condivisione annunciata e proclamata della Grazia di Dio rivolta ad ogni creatura umana, esprime con forza la sua convinzione che le parole e la prassi di Gesù, così come esse ci sono testimoniate negli Evangeli, non possono che chiamarci all'accoglienza di ogni esperienza e di ogni scelta improntate all'amore quale dono di Dio, liberamente e consapevolmente vissuto e scelto". Per questo, il Sinodo chiede che "ove sorelle e fratelli membri della nostra Chiesa o appartenenti ad una Chiesa evangelica richiedano la benedizione di una unione omosessuale, si proceda nel cammino di condivisione e testimonianza e, laddove la chiesa locale abbia raggiunto un consenso maturo e rispettoso delle diverse posizioni, essa si senta libera di prendere le decisioni conseguenti, rimanendo in costruttivo contatto con gli appositi organismi". Poi un richiamo alle istituzioni italiane a fare "attenzione verso la situazione di discriminazione delle persone gay-lesbiche-bisex e transessuali, e in particolare la regolamentazione dei diritti delle coppie di fatto".
27 agosto 2010

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 12073
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: NEWS varie del giorno.

Messaggio da panorama » lun ago 30, 2010 10:37 pm

SOLDI. Poste Italiane offre prestito per studenti
30/08/2010
Un finanziamento per sostenere lo studio dei propri figli e valorizzare il loro futuro. E' quanto propone Poste Italiane. Con il Prestito BancoPosta Studi, infatti, si possono ottenere 1.000 euro per ogni figlio iscritto alla scuola elementare o alla scuola media inferiore, 2.000 euro per ogni figlio iscritto alla scuola media superiore o 3.000 euro per ogni figlio iscritto all'università, a corsi professionali o di specializzazione. L'importo massimo richiedibile è di 5.000 euro per famiglia, rimborsabili in 12 o 24 rate mensili, addebitate direttamente sul conto BancoPosta.

Il Prestito BancoPosta Studi offre condizioni più vantaggiose rispetto al tradizionale Prestito BancoPosta con un tasso di interesse annuo del 6,90% (TAEG massimo del 7,15%) e nessuna spesa per l'istruttoria, per l'incasso rate e per l'invio delle comunicazioni periodiche.

Rispondi