Moltiplicatore per Militari Riformati, art.3, d.l. 165/97

Consulenza legale su contensioni pensionistici - Corte dei Conti
Feed - L'Avv. Massimo Vitelli risponde

Moderatore: Avv. Massimo Vitelli

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Vitelli verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
Avatar utente
Avv. Massimo Vitelli
Professionista
Professionista
Messaggi: 475
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: Moltiplicatore per Militari Riformati, art.3, d.l. 165/97

Messaggio da Avv. Massimo Vitelli » mar apr 02, 2019 12:45 pm

Continuano i rinvii, stavolta presso la Sezione LAZIO, GUP dr. MUSUMECI.
Si avvicina la discussione del 10 aprile davanti alle Sezioni Riunite, rimane la speranza, ma le tre sentenze d'appello negative della PRIMA e SECONDA sezione centrale lasciano accesa solo una flebile fiammella.
Rimangono però i successi definitivi ed irreversibili ottenuti per merito dei relativi avvocati da almeno 15/20 interessati, perchè le cause in primo grado bisogna pur vincerle, argomentando in modo esaustivo le questioni, tanto da convincere il Giudicante, mentre chi non agisce affatto ovvero chiede in giudizio il beneficio, ma poi si vede respingere il ricorso dal Giudice di primo grado, non può certo lamentarsi, nè minimizzare ed offendere puerilmente l'attività dei legali che sono stati invece in grado di evitare una soccombenza come la sua.
E le pronunce di accoglimento sul moltiplicatore (se ne contano ormai decine se non centinaia) sono state ottenute e si ottengono, dietro decisioni di tantissimi apprezzati magistrati di lungo corso (e non di qualche estemporaneo urlatore), perchè la questione si fonda su argomentazioni serie, solide e logiche, che non possono davvero essere elaborate o metabolizzate dal quisque de populo di turno.
La circostanza che, in presenza di plurime interpretazioni tutte legittime, le Sezioni di appello ne abbiano scelta una negativa per i pensionati ricorrenti, non sposta di una virgola l'autorevolezza del contenzioso in oggetto, se non magari nell'ambito della sconcertante "gelosia" di qualcuno che comunque ha chiesto il beneficio ed ha perso già in primo grado.
Nondum matura est....!!!!
Pazienza, è noto che il delirio si trovi sempre in servizio permanente effettivo.....!!!!


Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it

louiss
Disponibile
Disponibile
Messaggi: 44
Iscritto il: gio mar 23, 2017 5:21 pm

Re: Moltiplicatore per Militari Riformati, art.3, d.l. 165/97

Messaggio da louiss » mar apr 02, 2019 2:22 pm

buongiorno Avvocato,
e quindi dovremmo soprassedere per il moltiplicatore? non c'è speranza nemmeno per quelli riformati per causa di servizio?

Avatar utente
Avv. Massimo Vitelli
Professionista
Professionista
Messaggi: 475
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: Moltiplicatore per Militari Riformati, art.3, d.l. 165/97

Messaggio da Avv. Massimo Vitelli » mar apr 02, 2019 2:38 pm

Buongiorno.
È evidente che a questo punto conviene attendere la pronuncia delle Seziomi Riunite, che mi auguro venga depositata entro giugno.
La distinzione tra riformati CON OPPURE SENZA causa di servizio, in ordine alla vicenda del moltiplicatore, è una delle tante ingiustificate amenità che qualche presunto luminare tende a diffondere.
Cordialitá
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it

supervoice
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 64
Iscritto il: sab feb 24, 2018 4:32 pm

Re: Moltiplicatore per Militari Riformati, art.3, d.l. 165/97

Messaggio da supervoice » ven mag 10, 2019 1:56 pm


Avatar utente
Avv. Massimo Vitelli
Professionista
Professionista
Messaggi: 475
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: Moltiplicatore per Militari Riformati, art.3, d.l. 165/97

Messaggio da Avv. Massimo Vitelli » ven mag 10, 2019 2:33 pm

Non mi sembra proprio, anzi!
Purtroppo, pur essendoci davvero la possibilità di chiudere in un senso o nell'altro la vicenda, le Sezioni Riunite hanno reso solo una mera pronuncia di improcedibilità formale, SENZA ENTRARE AFFATTO NEL MERITO DELLA QUESTIONE.
Quindi, lo stillicidio è destinato forse a continuare, anche se le sentenze negative di appello già emesse condizionano profondamente il relativo esito.
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it

Rispondi