Medicinali per ipertensione contenenti Valsartan

Sezione dedicata alla libera circolazione di idee ed esperienze tra i diversi Corpi armati (e non) dello Stato.
Feed - PUNTO DI INCONTRO

Rispondi
panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11810
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Medicinali per ipertensione contenenti Valsartan

Messaggio da panorama » gio set 20, 2018 7:05 pm

da help Consumatori di oggi
-------------------------------------

Sanità, Codacons: richiesta risarcimento danni per medicinali a base di Valsartan


Il Codacons ha formalmente presentato la prima richiesta di risarcimento danni relativa allo scandalo dei farmaci a base di Valsartan, per conto di un utente in cura con medicinali contenenti il principio attivo incriminato.

“A seguito del ritiro precauzionale di alcuni lotti di medicinali contenenti il principio attivo Valsartan (medicinale impiegato nella terapia dell’ipertensione e nel trattamento dei pazienti che hanno avuto un infarto cardiaco e nell’insufficienza cardiaca), disposto lo scorso 6 luglio dall’Aifa, migliaia di consumatori assuntori dei medicinali contraffatti hanno richiesto assistenza legale al Codacons, allarmati dal pericolo al quale sono stati esposti avendo assunto una sostanza potenzialmente cancerogena per l’uomo”, spiega l’associazione.

In alcuni lotti di farmaci a base di Valsartan, fabbricati dall’officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, Duqiao, Linai (China), era stata rilevata la presenza di una impurezza, la N-nitrosodimetilamina. Per tali motivi, l’Aifa ha disposto il ritiro immediato di almeno 748 lotti.

Solo pochi giorni fa l’EMA ha affermato che il “rischio” per coloro che hanno assunto il Valsartan contaminato dalla sostanza nociva NDMA sussiste sempre e comunque a prescindere dalle dosi assunte e dal periodo di assunzione del farmaco.

Il Codacons ha dunque chiesto con atto formale al Ministero della salute, Aifa e Menarini Ind Farm Riun Srl il risarcimento di 5.000 euro per il suo utente residente in provincia di Matera, affetto da problemi cardiaci e ipertensione arteriosa e in terapia con farmaci a base di Valsartan per il danno morale subito e i pericoli corsi sul fronte della salute, preannunciando, in caso di rifiuto, l’avvio di una causa risarcitoria in tribunale.



Avatar utente
Zenmonk
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2380
Iscritto il: dom lug 13, 2014 2:38 pm

Re: Medicinali per ipertensione contenenti Valsartan

Messaggio da Zenmonk » ven set 21, 2018 2:32 pm

panorama ha scritto:da help Consumatori di oggi
-------------------------------------

Sanità, Codacons: richiesta risarcimento danni per medicinali a base di Valsartan


Il Codacons ha formalmente presentato la prima richiesta di risarcimento danni relativa allo scandalo dei farmaci a base di Valsartan, per conto di un utente in cura con medicinali contenenti il principio attivo incriminato.

“A seguito del ritiro precauzionale di alcuni lotti di medicinali contenenti il principio attivo Valsartan (medicinale impiegato nella terapia dell’ipertensione e nel trattamento dei pazienti che hanno avuto un infarto cardiaco e nell’insufficienza cardiaca), disposto lo scorso 6 luglio dall’Aifa, migliaia di consumatori assuntori dei medicinali contraffatti hanno richiesto assistenza legale al Codacons, allarmati dal pericolo al quale sono stati esposti avendo assunto una sostanza potenzialmente cancerogena per l’uomo”, spiega l’associazione.

In alcuni lotti di farmaci a base di Valsartan, fabbricati dall’officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, Duqiao, Linai (China), era stata rilevata la presenza di una impurezza, la N-nitrosodimetilamina. Per tali motivi, l’Aifa ha disposto il ritiro immediato di almeno 748 lotti.

Solo pochi giorni fa l’EMA ha affermato che il “rischio” per coloro che hanno assunto il Valsartan contaminato dalla sostanza nociva NDMA sussiste sempre e comunque a prescindere dalle dosi assunte e dal periodo di assunzione del farmaco.

Il Codacons ha dunque chiesto con atto formale al Ministero della salute, Aifa e Menarini Ind Farm Riun Srl il risarcimento di 5.000 euro per il suo utente residente in provincia di Matera, affetto da problemi cardiaci e ipertensione arteriosa e in terapia con farmaci a base di Valsartan per il danno morale subito e i pericoli corsi sul fronte della salute, preannunciando, in caso di rifiuto, l’avvio di una causa risarcitoria in tribunale.
Aggiungerei che il 14 settembre scorso, negli USA, FDA ha rilevato la presenza di un secondo intermedio di reazione parimenti cancerogeno nel Valsartan prodotto da quello specifico stabilmento cinese.
Eccovi la notizia:
https://health.usnews.com/health-care/a ... heart-meds" onclick="window.open(this.href);return false;
Ovviamente qui tutto tace...e gli addetti ai lavori, che sanno benissimo quanto sta emergendo, sono chiusi in un comprensibile riserbo.
L'NDMA è ordinariamente usato per provocare rapidamente il cancro nelle cavie da laboratorio (fonte Wikipedia).
Detto questo, il monaco umilmente medita che nel migliore dei mondi possibili la punta dell'iceberg del "caso Valsartan" (e chissà di quanti altri farmaci generici e composti chimici in genere, quasi sempre importati dalla Cina) non resterebbe tale e che, anzichè continuare a distribuire medicine, alimenti, detersivi ecc. come se niente fosse, si regiatrerebbe una decisa e capillare intensificazione dei controlli.
Nel migliore dei mondi possibili.

Rispondi