l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Feed - POLIZIA DI STATO

patcaffi

l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da patcaffi » ven apr 03, 2015 11:58 am

salve,
i miei quesiti sono i seguenti:
1. a seguito di un lungo periodo di malattia a cavallo tra il 2014 ed il 2015, sono stato messo in aspettativa; nel nuovo anno, visto e considerato che maturo nuovamento i 45 giorni di Congedo Straordinario, posso richiederli sebbene la malattia sia continuativa?
2. sono obbligato dall'ufficio a richiedere l'aspettativa?
3. quali sono gli eventuali riferimenti normativi e/o ministeriali?
grazie in anticipo.
saluti!

patrizio



Convenzionistituzioni.it
polizia

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da polizia » ven apr 03, 2015 11:17 pm

L’istituto generale dell’aspettativa, previsto per i pubbl ici dipendenti dal d.P.R. 3/1957, si applica anche alla Polizia di Stato; l’aspettativa per infermità, prevista dall’art. 68, d.P.R. 3/1957, è disposta, d’ufficio o a domanda, nei casi in cui viene accertata, in base al giudizio di un medico scelto dall’amministrazione, l’esistenza di una malattia che impedisca temporaneamente la regolare prestazione del servizio.
Va ricordato che in assenza di indicazioni specifiche nella dichiarazione di inizio malattia il dipendente viene automaticamente collocato in congedo straordinario fino all’esaurimento del periodo residuo spettantegli e che, ai sensi dell’art. 22, co. 24 L. 537/1993, qualora egli abbia ancora a disposizione c.s. residuo, potrà essere collocato in aspettativa solo per assenze continuative superiori a sette giorni lavorativi, escludendo quindi dal computo i giorni destinati alla fruizione del riposo settimanale e le festività.
In proposito si ribadisce che il congedo straordinario, diversamente da quello ordinario, assorbe le giornate festive e quelle destinate a riposo, per cui queste non vengono sottratte dal numero complessivo dei giorni di assenza, come viceversa avviene per il congedo ordinario.

berry60
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 28
Iscritto il: mer giu 12, 2013 8:16 pm

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da berry60 » sab apr 04, 2015 12:52 pm

polizia ha scritto:L’istituto generale dell’aspettativa, previsto per i pubbl ici dipendenti dal d.P.R. 3/1957, si applica anche alla Polizia di Stato; l’aspettativa per infermità, prevista dall’art. 68, d.P.R. 3/1957, è disposta, d’ufficio o a domanda, nei casi in cui viene accertata, in base al giudizio di un medico scelto dall’amministrazione, l’esistenza di una malattia che impedisca temporaneamente la regolare prestazione del servizio.
Va ricordato che in assenza di indicazioni specifiche nella dichiarazione di inizio malattia il dipendente viene automaticamente collocato in congedo straordinario fino all’esaurimento del periodo residuo spettantegli e che, ai sensi dell’art. 22, co. 24 L. 537/1993, qualora egli abbia ancora a disposizione c.s. residuo, potrà essere collocato in aspettativa solo per assenze continuative superiori a sette giorni lavorativi, escludendo quindi dal computo i giorni destinati alla fruizione del riposo settimanale e le festività.
In proposito si ribadisce che il congedo straordinario, diversamente da quello ordinario, assorbe le giornate festive e quelle destinate a riposo, per cui queste non vengono sottratte dal numero complessivo dei giorni di assenza, come viceversa avviene per il congedo ordinario.

Scusa polizia una domanda , io sono in aspettativa da giugno 2014, dopo aver consumato il C.S. del 2014,
ora nel 2015 viene scalato il C.S. oppure devo rientrare prima in servizio?

polizia

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da polizia » sab apr 04, 2015 1:00 pm

Ciao berry
Devi rientrare e fare 3 mesi, se fai meno e presenti un certificato, verrà sommato all'aspettativa. Invece dopo 3 mesi, ti si azzera tutto e puoi ricominciare con i 45 gg di C.S.

Avatar utente
angri62
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 5627
Iscritto il: lun apr 23, 2012 9:28 am

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da angri62 » sab apr 04, 2015 3:21 pm

polizia ha scritto:Ciao berry
Devi rientrare e fare 3 mesi, se fai meno e presenti un certificato, verrà sommato all'aspettativa. Invece dopo 3 mesi, ti si azzera tutto e puoi ricominciare con i 45 gg di C.S.
===non è esattamente così, vige una lacuna legislativa a tal proposito, l'aspettativa ha fine quando si conclude l'insorgere della stessa che l'ha determinata. nell'ipotesi stessi in aspettativa per la febbre, rientro in servizio in quanto idoneo e poi mi ammalo per il ginocchio, mi spetta il C.S. se non fruito nell'anno calanderiale? l'aspettativa si somma nel quinquennio e per la continuità? siccome il c.s. non interrompe i tre mesi da lavorare si presuppone che se faccio 45 giorni di malattia e rientro di nuovo in servizio, si riprende il periodo di servizio dei tre mesi, perchè mi spetta il C.S. e solo al termine dei 45 giorni riprende il conteggio dell'aspettativa se non ho pure il C.O. residuo da fruire a domanda. sta cosa è complicatissima. anche se si può obiettare che l'aspettativa per malattia e sempre la stessa che sia determinata dalla febbre o dal ginocchio sempre aspettativa rimane. un esempio nel caso caso sono in aspettativa da convalescenza concessa dalla cmo, alla scadenza della stessa mi fanno attendere un mese, questa attesa può essere tramutata in C.S.?
il prossimo verbale la cmo le redige dalla data della visita e non retroattivo alla scadenza del primo verbale.
avendo le tasche piene e le ideee giuste si può tentare di tutto. scusate se vi ho confuso la testa.
buona pasqua a tutti

polizia

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da polizia » sab apr 04, 2015 4:14 pm

Ricambio gli Auguri Angri62,
nel tuo contributo non mi è chiaro un punto, quando nel 2015 puoi fruire dei 45 gg di congedo straordinario per malattia? Non dopo 3 mesi di intervallo?
Grazie Angri62

Avatar utente
angri62
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 5627
Iscritto il: lun apr 23, 2012 9:28 am

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da angri62 » sab apr 04, 2015 4:53 pm

polizia ha scritto:Ricambio gli Auguri Angri62,
nel tuo contributo non mi è chiaro un punto, quando nel 2015 puoi fruire dei 45 gg di congedo straordinario per malattia? Non dopo 3 mesi di intervallo?
Grazie Angri62
===non ho detto tre mesi di intervallo nell'anno calendariale o anche solare ti spettano i 45 giorni se concessi dalla richiesta. se ti ammali il primo dicembre 2014 proseguono nel 2015 e nel 2015 ti spettano altri 45 giorni.

alias8171
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 74
Iscritto il: dom mag 27, 2012 5:01 pm

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da alias8171 » mer apr 08, 2015 1:32 pm

scusa angry ti posso chiedere se tu ne sai qualcosa del d.p.r. 395/95 art. 16 comma 3?......io da li capisco che la malattia (aspettativa) per causa di servizio non è computabile nella somma totale dei 914 gg del quinquennio.
infatti in alcuni reparti seguono questo d.p.r. e se ti metti in aspettativa per causa di servizio, parlo di lesione in servizio regolarmente riconosciuta, non va nel conteggio totale dei 914gg, mentre in altri reparti contano tutto........chi ha ragione, perche fanno figli e figliastri???......possibile che l'amministrazione non è uguale per tutti???? aspetto notizie ma soprattutto una conferma o smentita e qualche normativa che smentisce.
cmq anche sul ns doppiavela c'è scritto però in provincia non si applica ......grazie per il vs tempo!

Avatar utente
airone7388
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 344
Iscritto il: sab apr 16, 2016 8:52 am

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da airone7388 » mer gen 04, 2017 7:19 pm

il dpr 395/95 art. 16 comma 3 si riferisce SOLAMENTE a invalidità riconosciute SI DIPENDENTE DIRETTAMENTE DALLA C.M.O. (NON VA AL CDVCS) con il cosiddetto MODELLO "C" cioè LESIONI TRAUMATICHE PER CAUSA VIOLENTA.

il modello "C" deve essere avviato d' ufficio e deve comportare il ricovero in ospedale entro 10 giorni dall' evento e trasmesso entro 5 giorni alla cmo competente, poi alla dimissione dall' ospedale si deve andare (o essere accompagnato dall' uff. sanitario dell' amministrazione di appartenenza, come è successo a me) in cmo per il giudizio di RICONOSCIMENTO DELLA CAUSA DI SERVIZIO DA PARTE DEL DIRETTORE DELLA CMO.

solo il questo caso (MODELLO C) NON C'E' IL LIMITE DEI 730(CC)/913(PS), viceversa per tutte le altre cause di servizio già riconosciute SI DIPENDENTE anche dal cdvcs vige la norma predetta del limite di aspettativa.

saluti.

alias8171
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 74
Iscritto il: dom mag 27, 2012 5:01 pm

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da alias8171 » ven lug 07, 2017 9:59 pm

grazie per la risposta Airone7388, allora nel mio caso non va contagiato essendo stato compilato ilmodello C, ma sicuramente non tutti i colleghi degli uffici preposti conoscono questa tua spiegazione purtroppo e per far valere i miei diritti ho dovuto lottare parecchio e a tutt'oggi comunque, sono in attesa di risposta dalla mia Questura dal 2012......tu credi mi risponderanno prima o poi su questo dilemma????......tu ci hai messo due anni!!!! hihihi.....scherzo!.
grazie per avermi dato la certezza che ho ragione!!!!

maurizio24
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 94
Iscritto il: sab feb 26, 2011 12:47 am

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da maurizio24 » mer giu 20, 2018 1:18 pm

[quote="airone7388"]il dpr 395/95 art. 16 comma 3 si riferisce SOLAMENTE a invalidità riconosciute SI DIPENDENTE DIRETTAMENTE DALLA C.M.O. (NON VA AL CDVCS) con il cosiddetto MODELLO "C" cioè LESIONI TRAUMATICHE PER CAUSA VIOLENTA.

- Scusa ma l'art. 16 comma 3 del DPR 395/95 dove cita che SOLAMENTE a invalidità riconosciute SI DIPENDENTE DIRETTAMENTE DALLA C.M.O.

D.P.R. 31 luglio 1995, n. 395, art. 16 comma 3°

16. Aspettative per motivi di salute e di famiglia.

1. Per il personale di cui all'art. 1, comma 1, l'aspettativa per motivi di salute e
di famiglia è disciplinata dalla normativa prevista dalla legge 24 dicembre
1993, n. 537 (28), e dalla legge 23 dicembre 1994, n. 724 (28), e, per le parti non
previste da tali leggi, dalle disposizioni di cui al decreto del Presidente della
Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3 (29), e successive modificazioni ed
integrazioni.
2. Il periodo di ricovero in luoghi di cura a seguito di ferite o lesioni riportate
per cause di servizio non è computato ai fini del compimento del periodo
massimo di aspettativa.
3. Fino a completa guarigione clinica, i periodi di assenza del dipendente dovuti
a ferite o lesioni traumatiche riportate in servizio, che non comportino
inidoneità assoluta al servizio, non sono computati ai fini del compimento del
periodo massimo di aspettativa.
4. Le norme di cui al presente articolo si applicano dal 1° gennaio 1996

maurizio24
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 94
Iscritto il: sab feb 26, 2011 12:47 am

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da maurizio24 » mer giu 20, 2018 1:33 pm

La malattia riferita al DPR dovrebbe essere quella che inizia quando ti fai male in servizio fino a completa guarigione. Se rientri e rimarchi per la stessa patologia è considerata aspettativa normale e viene conteggiata, se hai CS puoi chiedere quello e non viene conteggiato.
Poi se chiedi aspettativa per una causa di servizio riconosciuta quella viene comunque conteggiata

Avatar utente
airone7388
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 344
Iscritto il: sab apr 16, 2016 8:52 am

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da airone7388 » mer giu 20, 2018 6:56 pm

La Cmo riconosce SUBITO la causa di servizio (e non va al Cvcs) in presenza di infermità dovuta a TRAUMA PER CAUSA VIOLENTA, o che dir si voglia MODELLO C!
E' questo Modello C soggiace all' art. 16 comma 3 del DPR 395/95, S T O P!!!!
NON CUMULA CON IL QUINQUENNIO NEMMENO QUANDO CI SI RIMETTE IN ASPETTATIVA DOPO ESSERE RIENTRATI IN SERVIZIO, S T O P!!!!

Ognuno poi è libero di credere o pensarla come vuole, per fortuna (o sfortuna dipende da come si vede il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto nel conteso dei danni subiti e riconosciuti dal Modello C....) a me in Questura non hanno mai dato obiezione.

DIVERSA E' L' ASPETTATIVA PRESA IN BASE ALL' ART. 19 COMMA 3 DEL DPR 164/02...

In sostanza:
A) Art. 16, D.P.R. 395/1995: (GIA’ RICONOSCIUTA ES. MOD. “C”)
senza limite - stipendio base intero sempre

B) Art.19, comma 3, DPR 18/06/2002, n.164: (ATTESA RICONOSCIMENTO)
aspettativa per permanente inidoneità al servizio d'istituto in forma parziale, in attesa del cvcs che se dà esito negativo comporta la restituzione al 50% o 100% dello stipendio dopo il 12mo mese

Diciamo sempre le stesse cose anche se basta cercare e di risposte ce ne sono tante.

Per quanto riguarda il cumulo dell' aspettativa con il congedo straordinario, alcuni dicono si cumula altri no (mi riferisco al discorso di fare passare tre mesi o no).
Bene, l' aspettativa per infermità con il c.s. NON si cumula perchè è IL DPR 3/57 stesso che lo dice:

L’aspettativa per infermità ha termine col cessare della causa per la quale è stata disposta e non può protrarsi per più di diciotto mesi continuativi; due periodi di aspettativa per motivi di salute si sommano, agli effetti della determinazione del limite massimo di diciotto mesi, quando tra essi non intercorra un periodo di servizio attivo superiore a tre mesi come sancito dall'art.7 ai sensi del 3 comma art.68 del t.u. n.3/1957; la durata complessiva dell’aspettativa per motivi di famiglia e per infermità non può superare in ogni caso due anni e mezzo in un quinquennio, fermo restando che, durante i periodi di aspettativa per motivi di famiglia, nessun assegno è dovuto al dipendente.
Come sopra, la norma parla di DUE PERIODI DI ASPETTATIVA E ON GIA' DI ASPETTATIVA E C.S.

Aggiungo inoltre, per ulteriore conoscenza:
Il consiglio di stato sez. V 4 maggio 1992 n.357, ha chiarito che è valido il discorso dei tre mesi di servizio attivo ma questo solo per la determinazione del calcolo del limite massimo di aspettativa, al contrario per il trattamento economico non importa fare 3 mesi di servizio attivo, l'importante è rientrare anche per un solo giorno in servizio per aver diritto ad ulteriori 12 mesi a stipendio intero ( fermo restando che l'aspettativa va avanti ma solo per il calcolo del limite massimo).
Il dipendente incorre nella riduzione dello stipendio soltanto se il superamento del dodicesimo mese di assenza per malattia si verifica in un unico ininterrotto arco di tempo..

PIU' SOPRA, IL COLLEGA ANGRI62 IN EFFETTI AVEVA DETTO INFATTI CHE LE COSE NON STANNO PRORIO COSI'...
C'è da dire poi che il c.s. (45gg ed assorbe anche festivi e domeniche) vale annualmente, dal 1 gennaio al 31 dicembre e non si rinnova con l' anno nuovo, quindi se la cmo dà per esempio 100 gg di questi posso defalcare solo una volta i 45 gg riferiti all' anno in corso, ma dopo nell' anno nuovo se rimango in aspettativa non ho dirito ai 45 gg, ne avro' diritto solo se ritorno in servizio e mi riammalo.

maurizio24
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 94
Iscritto il: sab feb 26, 2011 12:47 am

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da maurizio24 » ven giu 22, 2018 12:28 pm

Sul modello C sono d’accordo, causa di servizio
subito riconosciuta senza andare al comitato. Che il modello C
soggiace all' art. 16 comma 3 del DPR 395/95 sono d’accordissimo, ma
non tutti i traumi possono seguire la strada con modello C, per avviare la pratica di riconoscimento immediato il trauma deve essere di particolare entità cioè che negli anni possa portare ad una invalidità. Perciò credo che un semplice trauma in servizio potrebbe venire concessa l’aspettativa ai sensi del DPR 395/95.

Infatti il D.P.R. 31 luglio 1995, n. 395, art. 16 comma 3° fa riferimento che
- Fino a completa guarigione clinica, i periodi di assenza del dipendente dovuti
a ferite o lesioni traumatiche riportate in servizio, che non comportino
inidoneità assoluta al servizio, non sono computati ai fini del compimento del
periodo massimo di aspettativa.

Per quanto sopra ho chiamato l'ufficio Dipensa del Ministero che mi ha riferito: i giorni di aspettativa presi dopo il rientro in servizio su patologia riconosciuta con Mod C. vengono conteggiati sia nei 913 gg ( ultimo quinquennio) che nei 548 gg consecutivi. Quello di non conteggiarli era una procedura che si faceva tempo addietro, poi è stata diramata una circolare esplicativa dove si comunicava agli Uffici che l'aspettativa presa dopo il rientro in servizio doveva essere considerata come aspettativa normale ( art. 68 DPR 10 gennaio 1957 nr. 3 ).
Per quanto riguarda l'applicazione del D.P.R. 31 luglio 1995, n. 395, art. 16 comma 3° l'Ufficio Dispenza ritiene che si debba applicare solo in caso di riconoscimento di causa di servizio ( perciò solo per la malattia riconosciuta con Mod. ) però dopo avere letto l'art. mi ha detto che personalmente contattarà personale della Direzione Centrale per gli Affari Generali. Vi farò sapere.

Nel conteggio dei 548 gg consecutivi il CS non si conta perchè la norma prevede il conteggio della sola Aspettativa.

furore5
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 340
Iscritto il: mer giu 06, 2018 6:57 pm

Re: l'aspettativa malattia può inglobare un periodo di C.S.?

Messaggio da furore5 » ven giu 22, 2018 8:21 pm

maurizio24 ha scritto:

Per quanto sopra ho chiamato l'ufficio Dipensa del Ministero che mi ha riferito: i giorni di aspettativa presi dopo il rientro in servizio su patologia riconosciuta con Mod C. veng
Per quanto riguarda l'applicazione del D.P.R. 31 luglio 1995, n. 395, art. 16 comma 3° l'Ufficio Dispenza ritiene che si debba applicare solo in caso di riconoscimento di causa di servizio ( perciò solo per la malattia riconosciuta con Mod. ) però dopo avere letto l'art. mi ha detto che personalmente contattarà personale della Direzione Centrale per gli Affari Generali. Vi farò sapere.

Cosa ha letto?

airone 7388 ha scritto:
A) Art. 16, D.P.R. 395/1995: (GIA’ RICONOSCIUTA ES. MOD. “C”)
senza limite - stipendio base intero sempre.

B) Art.19, comma 3, DPR 18/06/2002, n.164: (ATTESA RICONOSCIMENTO)
aspettativa per permanente inidoneità al servizio d'istituto in forma parziale, in attesa del cvcs che se dà esito negativo comporta la restituzione al 50% o 100% dello stipendio dopo il 12mo mese

Maurizio, ho evidenziato sottolineandolo una contraddizione in quanto l' art 16 comma 3 del dpr 395/95 si applica SOLO per causa di servizio, quella con il Modello C. Uno di questi sono io, anche riformato parziale. Mai problemi, in aspettativa purtroppo per le mie infermità da oltre un anno.
Vedai per la PS Circ. 333-A/9802.B.B.5.4. datatali 13.2.1996
OGGETTO: D.P.R. 31 luglio 1995, n.395. Nuova disciplina in tema di festività, congedi, aspettativa e permessi, c''è scritto:

ASPETTATIVA PER MOTIVI DI SALUTE E DI FAMIGLIA ( art.16 )
In tema di aspettativa per motivi di salute e di famiglia, l’art.16 riconferma, per il personale delle Forze di Polizia ad ordinamento civile, l’applicabilità delle disposizioni contenute nelle leggi 537/1993 e 724/1994, nonché di quelle previste dal Testo Unico degli impiegati civili per le parti non modificate dalle suddette leggi finanziarie.
Il comma 2 dell’art.16, riproponendo integralmente il testo dell’art.32 della L.668/86, conferma che:
I periodi di ricovero in luoghi di cura a seguito di ferite o lesioni riportate per causa di servizio non saranno computati ai fini del compimento del periodo massimo di aspettativa.
Innovativa invece risulta essere la previsione contenuta nel 3° comma che esclude dal computo del periodo massimo di aspettativa anche i periodi di assenza del dipendente, dovuti a ferite o lesioni traumatiche riportate in servizio che non comportino inidoneità assoluta al servizio.
Pertanto, a prescindere dalla circostanza che le ferite o le lesioni traumatiche riportate in servizio abbiano determinato un ricovero, sarà possibile escludere dal computo dell’aspettativa quelle assenze fruite a tale titolo (quindi per prognosi superiori ai sette giorni lavorativi) sempre che la dipendenza da causa di servizio della ferita o lesione traumatica sia stata formalmente attestata dagli organi medico-legali competenti.

Per il Modello C, è l' Organo Sanitario di Forza Armata (Dirigente del Servizio Sanitario) che dopo aver visionato l' apposito Modello "C" si pronuncia sulla dipendenza da causa di servizio di una "lesione traumatica da causa violenta".

La causa di servizio d' ufficio puo' essere iniziata in 2 modi:
1- modello c, è gia' stato detto.... SI LESIONI TRAUMATICHE DA CAUSA VIOLENTA NO CUMULO NO CVCS
2- quando risulta che un dipendente abbia riportato lesioni per certa o presunta ragione di servizio e le infermita' siano tali da divenire causa di invalidità ecc... NO LESIONI TRAUMATICHE DA CAUSA VIOLENTA SI CUMULO SI CVCS.

Riporto pure uno stralcio di un utente veterano preparato di quest forum...
Il mod C risponde alla l. 157 del 1952 e il nesso di causalità è deciso dal direttore sanitario territoriale di uno dei dipartimenti militari di medicina legale italiani, entro sei mesi dalla determinazione si fa richiesta di quantificazione tabellare alla CMO, nessun comitato di verifica deve giudicare niente altro...non sono cause di servizo ai sensi della dpr 461-2001.

Buona serata.

Rispondi