Labilità affettiva ed emotiva

Feed - La Dott.ssa Alessandra D'Alessio risponde

Moderatore: Alessandra DAlessio

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte alla Dott.ssa D'Alessio verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con la psicologa ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
Avatar utente
Alessandra DAlessio
Professionista
Professionista
Messaggi: 125
Iscritto il: lun nov 07, 2016 4:26 pm

Labilità affettiva ed emotiva

Messaggio da Alessandra DAlessio » mar set 05, 2017 2:32 pm

Lo status di militare rende più complicate e limitanti questioni che nella vita civile sarebbero ritenute assolutamente ordinarie e transitorie (se circostanziate e non reiterate).
Parliamo della labilità affettiva ed emotiva, una condizione che se collegata ad un determinato evento (molto spesso problemi sentimentali) può non essere ritenuta patologica ma soltanto una risposta dell’individuo ad uno stimolo esterno da lui considerato di difficile soluzione.

Per labilità affettiva ed emotiva si intende uno “stato d'instabilità del tono dell'umore che passa in modo improvviso da sentimenti di gioia a sentimenti di tristezza, in risposta a stimoli esterni e con fluttuazioni frequenti all'interno della stessa giornata”. Tale condizione è spesso transitoria ma se notata dai colleghi o dai superiori la segnalazione innesca un preciso iter valutativo che “fotografando” lo stato attuale di quel soggetto può condurre fino alla riforma.
Nella mia esperienza vedo sempre piu' spesso militari riformati a causa di questioni legate a problematiche sentimentali “non elaborate correttamente” ed i cui sintomi, seppur nella vita civile sarebbero considerati non problematici, per un militare possono rappresentare un limite.
E’ per questo che rinnovo tutte le volte che posso il mio invito alla categoria a rivolgersi ad uno psicologo per qualche seduta di sostegno laddove situazioni riguardanti la sfera privata vanno ad appesantire la vita lavorativa.
Posso affermare con estrema certezza che in tali situazioni sono sufficienti dalle 4 alle 8 sedute per ottenere un risultato positivo ed un rinnovato benessere sia personale che lavorativo.
Siamo in tanti ad applicare la tariffa minima prevista dall’albo poiché garantisco che trattasi di un importo sostenibile dalla categoria.
Alessandra D’Alessio


Dott.ssa Alessandra D'Alessio
Psicologa Clinica e del Lavoro
Psicologa Forense

Psicoterapeuta
Via R. Montecuccoli n.15 Roma
Tel 3429204614
Www.studio-atena.it
email: info@studio-atena.it

pugliese
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 644
Iscritto il: lun set 07, 2015 11:31 am

Re: Labilità affettiva ed emotiva

Messaggio da pugliese » mar set 05, 2017 5:11 pm

Grazie Dottoressa per quel che scrive . Cordialità

Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
Difendete le vostre idee ma state sempre pronti a cambiarle con quelle di un altro se vi sembrano migliori.
(François Fenelon)

Rispondi