Fai una donazione al tuo Forum €5,00 €10,00 €20,00 €50,00

Link sponsorizzati
BANNER

Residenza e matrimonio

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito  I link sono visibili solamente agli utenti registrati, per favore Registrati o effettua il login per visualizzare il link , ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.

Residenza e matrimonio

Messaggioda Lukas73 » mar giu 25, 2013 9:28 am

Buongiorno .

La mia fidanzata è straniera (paese UE) e ivi ha residenza e cittadinanza. Avendo lei una propria attività, passa la maggior parte del tempo nel suo Paese.
Io sono al momento vincolato a stare in Italia per via del mio lavoro come dipendente. In caso di matrimonio e accettando, per forza di cose il fatto che lei starà per la maggior parte dell’anno fuori dall’Italia (lei non può lasciare la sua attività)e allo stesso modo io non posso lasciare il mio lavoro, ci vedremmo costretti a spendere insieme solo qualche mese.
Come ci si regola in questo caso?
Il matrimonio implica che la mia fidanzata prenda in ogni caso la residenza Italiana o io la sua? Oppure, nonostante il matrimonio, ognuno mantiene la propria residenza? Nel caso in cui ognuno mantenga la propria residenza (una in Italia ed una in un paese EU), questa situazione deve essere considerata temporanea (esempio: entro 2 anni i coniugi devono avere la stessa residenza) o non ci sono limitazioni in tal senso? Purtroppo il lavoro non ci consente di stabilirci a tempo pieno insieme ed è difficile prevedere quando questo possa accadere.
Come ci si regola inoltre dal punto di vista fiscale?
Io non sono proprietario di immobili mentre la mia fidanzata possiede 2 appartamenti nel suo paese di cui 1 affittato.
Entrando in comunione di beni, la mia futura moglie dovrà dichiarare in Italia il profitto generato dall'affitto percepito, oppure pagare tasse in italia nel caso in cui decidesse di vendere uno dei 2 appartamenti oppure ancora deve dichiarare il suo salario in Italia a seguito del matrimonio contratto con cittadino e residente Italiano?

Grazie in anticipo. Cordiali saluti
Luca
Lukas73
Appena iscritto
Appena iscritto
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar giu 25, 2013 9:20 am

Link sponsorizzati
BANNER

Re: Residenza e matrimonio

Messaggioda iosonoquì » mar giu 25, 2013 4:55 pm

Spero abbia letto di cosa si occupa questo FORUM:


CONSULENZA LEGALE PER I MILITARI E LE FORZE DI POLIZIA ‹ L'AVVOCATO RISPONDE

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Carta verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Avatar utente
iosonoquì
Consigliere
Consigliere
 
Messaggi: 906
Iscritto il: ven giu 19, 2009 7:16 pm

Re: Residenza e matrimonio

 


Torna a L'AVVOCATO RISPONDE






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

CSS Valido!

Aggiorna le mie impostazioni privacy