Fai una donazione al tuo Forum €5,00 €10,00 €20,00 €50,00

Link sponsorizzati

ricorso per moltiplicatore

Moderatore: avv. Massimo Vitelli

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Vitelli verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.

ricorso per moltiplicatore

Messaggioda guidoreni » sab set 23, 2017 4:28 pm

Ill.mo avvocato Vitelli, secondo la sua esperienza professionale si potrebbe intentare una causa ,al fine di poter vedere riconosciuto il moltiplicatore, anche non avendo raggiunto il limite ordinamentale d'età, vale a dire i fatidici 60 anni? C'è infatti nell'istituto del moltoplicatore un elemento di ingiustizia , oserei dire di forte discriminazione tra età anagrafica e (età) anni di servizio.Non si riesce a comprendere il perché lo stesso debba essere riconosciuto a chi ha 60 anni di età e 30 di servizio, e non deve essere riconosciutoa chi ha 35 anni di servizio e magari 56 di età anagrafica.Ripeto ,trovo tutto ciò assurdo e fuori da ogni principio di equità e giustizia. Grazie.
guidoreni
Affidabile
Affidabile
 
Messaggi: 216
Iscritto il: sab set 05, 2015 7:16 pm

Link sponsorizzati
BANNER

Re: ricorso per moltiplicatore

Messaggioda avv. Massimo Vitelli » sab set 23, 2017 5:59 pm

guidoreni ha scritto:Ill.mo avvocato Vitelli, secondo la sua esperienza professionale si potrebbe intentare una causa ,al fine di poter vedere riconosciuto il moltiplicatore, anche non avendo raggiunto il limite ordinamentale d'età, vale a dire i fatidici 60 anni? C'è infatti nell'istituto del moltoplicatore un elemento di ingiustizia , oserei dire di forte discriminazione tra età anagrafica e (età) anni di servizio.Non si riesce a comprendere il perché lo stesso debba essere riconosciuto a chi ha 60 anni di età e 30 di servizio, e non deve essere riconosciutoa chi ha 35 anni di servizio e magari 56 di età anagrafica.Ripeto ,trovo tutto ciò assurdo e fuori da ogni principio di equità e giustizia. Grazie.

================
Se si riferisce ai militari RIFORMATI, il ricorso esiste ovviamente ed è dibattuto con ampiezza nella rubrica in altro apposito spazio.
Se invece si riferisce a personale NON RIFORMATO, un ricorso a tal proposito mi sembrerebbe con tutta sincerità a dir poco temerario, non essendo fondato su alcuna giustificazione giuridica e logica, soprattutto rispetto al disposto dell'art.3, C.7, D. lgs. n.165/1997.
In realtà, il moltiplicatore in qualche modo è "legato" all'ausiliaria (dei militari) e quindi al raggiungimento del limite di età (oggi 60 anni) per tutte le Forze di polizia (anche civili), salva l'ipotesi specifica dei MILITARI RIFORMATI, da me sostenuta ed accolta dalla Corte Conti Abruzzo.
Cordialitá
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it
Avatar utente
avv. Massimo Vitelli
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 392
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: ricorso per moltiplicatore

Messaggioda guidoreni » dom set 24, 2017 12:19 pm

Ill.mo avvocato, grazie per la risposta, ma mi permetta di dissentire sulla "logica" da lei citata. In quanto l'anzianità di servizio e l'età anagrafica del dipendente sono elementi che hanno sempre camminato in modo parallelo. Difatti, le,"uscite pensionistiche" ancor oggi sono 3 : il raggiungimento dei 60 anni di età come limite ordinamentale; i 40 di servizio indipendentemente dall'età anagrafica...... ecc ecc. in questo caso il legislatore ha riconosciuto "all'anzianità di servizio"pari dignita con chi ha invece raggiunto il limite ordinamentale dei 60anni. Le faccio un esempio tra due dipendenti della stessa amministrazione: il primo si è arruolato a 18 anni e va in pensione a 56 dopo 38 anni (+5 figurativi) di servizio senza il beneficio del quintuplicatore; il secondo si è arruolato a 30 anni vale a dire 12 anni dopo e va in pensione a 60 anni (con il beneficio del moltiplicatore), con appena 30 anni di anzianità di servizio, ma con ben 12 anni in meno di servizio rispetto al collega. Credo, che il criterio logico (giuridico ha pienamente ragione lei)ci sia tutto per richiedere l'estensione di tale diritto .Grazie, distinti saluti.
guidoreni
Affidabile
Affidabile
 
Messaggi: 216
Iscritto il: sab set 05, 2015 7:16 pm

Re: ricorso per moltiplicatore

Messaggioda avv. Massimo Vitelli » dom set 24, 2017 6:53 pm

guidoreni ha scritto:Ill.mo avvocato, grazie per la risposta, ma mi permetta di dissentire sulla "logica" da lei citata. In quanto l'anzianità di servizio e l'età anagrafica del dipendente sono elementi che hanno sempre camminato in modo parallelo. Difatti, le,"uscite pensionistiche" ancor oggi sono 3 : il raggiungimento dei 60 anni di età come limite ordinamentale; i 40 di servizio indipendentemente dall'età anagrafica...... ecc ecc. in questo caso il legislatore ha riconosciuto "all'anzianità di servizio"pari dignita con chi ha invece raggiunto il limite ordinamentale dei 60anni. Le faccio un esempio tra due dipendenti della stessa amministrazione: il primo si è arruolato a 18 anni e va in pensione a 56 dopo 38 anni (+5 figurativi) di servizio senza il beneficio del quintuplicatore; il secondo si è arruolato a 30 anni vale a dire 12 anni dopo e va in pensione a 60 anni (con il beneficio del moltiplicatore), con appena 30 anni di anzianità di servizio, ma con ben 12 anni in meno di servizio rispetto al collega. Credo, che il criterio logico (giuridico ha pienamente ragione lei)ci sia tutto per richiedere l'estensione di tale diritto .Grazie, distinti saluti.

==========
Mi perdoni, ma il Suo dissenso sinceramente mi sorprende e semmai andrebbe rivolto al Legislatore in via politica e non certo allo scrivente.
Infatti, se riflette un attimo, Lei mi ha chiesto un parere sulla eventuale possibilità IN VIA GIURISDIZIONALE di ottenere il moltiplicatore per i "minori di anni 60 non riformati" ed in tal senso Le ho risposto che a mio avviso non sussistono LE PRECONDIZIONI LOGICO/GIURIDICHE, tenendo conto della normativa vigente, che mira tra l'altro come noto in via generale a privilegiare i trattamenti di vecchiaia rispetto a quelli di anzianità.
Poi, se non condivide il tutto, Lei come chiunque è certamente libero di esperire ogni possibile azione giudiziale con una diversa e contrastante impostazione, con i miei migliori auguri di pieno successo.
Cordialitá
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it
Avatar utente
avv. Massimo Vitelli
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 392
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: ricorso per moltiplicatore

 


Torna a L'avv. Vitelli risponde






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

CSS Valido!

Aggiorna le mie impostazioni privacy