Fai una donazione al tuo Forum €5,00 €10,00 €20,00 €50,00

Link sponsorizzati

diffida INPS tempi per ricorrere alla cdc

Moderatore: avv. Massimo Vitelli

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Vitelli verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.

diffida INPS tempi per ricorrere alla cdc

Messaggioda ariete17 » dom ott 01, 2017 3:34 pm

egregio avvocato, una volta fatto la diffida all'INPS per l'art.54, quanto tempo si ha per ricorrere alla CdC? o non esiste un tempo limite vincolante. grazie in anticipo per la risposta.
"ogni diamante ha molte sfaccettature, ognuna diversa dall'altra.......(cit.mia)"
La vera libertà è poter fare (anche) quello che fa la maggioranza del gregge (cit.mia)
La vera conoscenza è sapere che non ci sono limiti della nostra ignoranza.(cit.mia)
Avatar utente
ariete17
Consigliere
Consigliere
 
Messaggi: 862
Iscritto il: mer lug 30, 2014 12:43 pm
Località: prov.BS

Link sponsorizzati
BANNER

Re: diffida INPS tempi per ricorrere alla cdc

Messaggioda avv. Massimo Vitelli » lun ott 02, 2017 2:09 pm

ariete17 ha scritto:egregio avvocato, una volta fatto la diffida all'INPS per l'art.54, quanto tempo si ha per ricorrere alla CdC? o non esiste un tempo limite vincolante. grazie in anticipo per la risposta.

=========
In caso di silenzio, io attendo di solito 4 mesi prima di proporre ricorso alla CDC.
CORDIALITÁ
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it
Avatar utente
avv. Massimo Vitelli
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 392
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: diffida INPS tempi per ricorrere alla cdc

 


Torna a L'avv. Vitelli risponde






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

CSS Valido!

Aggiorna le mie impostazioni privacy