INPS da ottobre 2020 , il PIN è sostituito con lo SPID

Feed - CARABINIERI

Rispondi
mario1960
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 749
Iscritto il: mar feb 12, 2013 4:11 pm

INPS da ottobre 2020 , il PIN è sostituito con lo SPID

Messaggio da mario1960 » dom lug 19, 2020 2:19 pm

Dal primo di ottobre 2020, non si potrà accedere all’area riservata dell’INPS con il PIN in possesso, bisognerà avere del credenziali dello SPID.
Circolare INPS nr. 87 del. 17 luglio 2020......

Datevi da fare. Saluti



Convenzionistituzioni.it
lellobit
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 424
Iscritto il: mer giu 07, 2017 3:59 pm

Re: INPS da ottobre 2020 , il PIN è sostituito con lo SPID

Messaggio da lellobit » dom lug 19, 2020 3:41 pm

Azzzzzz

KURO OBI
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 296
Iscritto il: mar ago 15, 2017 9:59 am

Re: INPS da ottobre 2020 , il PIN è sostituito con lo SPID

Messaggio da KURO OBI » lun lug 20, 2020 7:57 am

mario1960 ha scritto:
dom lug 19, 2020 2:19 pm
Dal primo di ottobre 2020, non si potrà accedere all’area riservata dell’INPS con il PIN in possesso, bisognerà avere del credenziali dello SPID.
Circolare INPS nr. 87 del. 17 luglio 2020......

Datevi da fare. Saluti
Invece di pensare a pagare in tempi civili quello che spetta agli italiani , trovano il tempo di fare queste minc..ate :(

Angelo1
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 252
Iscritto il: lun gen 29, 2018 11:01 am

Re: INPS da ottobre 2020 , il PIN è sostituito con lo SPID

Messaggio da Angelo1 » lun lug 20, 2020 4:45 pm


panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 13015
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: INPS da ottobre 2020 , il PIN è sostituito con lo SPID

Messaggio da panorama » sab lug 25, 2020 11:33 am

come e dove attivare lo SPID

https://www.spid.gov.it/richiedi-spid


N.B. Anche INTESA SAN PAOLO lo fa, mi sembra con 3,50.


Inoltre, se andate sul sito di ARUBA e cliccando su SPID gratuito ai cittadini, una volta dentro e cliccando ATTIVA, poi vai su il tuo ORDINE prosegui, si aprono diverse sezione per attivarlo ma esce questo testo: Avvicina la tua CIE al lettore NFC collegato al PC e premi il tasto Prosegui cosa che penso nessuno di noi ha detto lettore NFC". Se invece vuoi sapere chi è abilitato "A PAGAMENTO euro 5,00" nel tuo comune o nella tua provincia, ebbene, ARUBA da un servizio in più cliccando sulla opzione "DI PERSONA" e poi su "VISUALIZZA LA LISTA DEGLI SPORTELLI" e cliccare su Regione, Provincia o Comune ove recarsi di persona pagando tale importo.

Se si vuole fare una ricerca un po ristretta basta indicare la Regione e la Provincia, una volta che si apre la Provincia escono fuori tutti gli esercizi/sportelli ore recarsi di persona e se si vuole avere notizie sono pubblicati pure i recapiti di telefono.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 13015
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: INPS da ottobre 2020 , il PIN è sostituito con lo SPID

Messaggio da panorama » sab lug 25, 2020 11:51 am

1) Scelta del provider SPID

Il servizio SPID è offerto da alcuni provider online che, in collaborazione con lo Stato Italiano, permettono a qualsiasi cittadino di procurarsi in maniera semplice e veloce la propria identità digitale.

I provider autorizzati a fornire le credenziali SPID ai cittadini privati sono:

- Aruba ID
- PosteID
- Infocert ID
- TIM ID
- SPID Register.it
- SIELTE ID
- Namirial ID
- Intesa ID
- Lepida ID

Tutti questi servizi sono gratuiti, ma ogni provider può prevedere un costo in caso di scelgano attivazioni remote via webcam oppure per ottenere un livello di sicurezza maggiore. In ogni caso la semplice attivazione dello SPID con il profilo base (senza nessuna funzionalità aggiuntiva) è sempre gratuita. Scegliamo quindi il provider che riteniamo adatto alle nostre esigenze e procediamo con il resto della guida.

Vi ricordiamo che non è necessario avere già un prodotto attivo presso uno di questi provider: non dobbiamo già avere una carta o un conto delle Poste Italiane, un dominio o una PEC su Aruba o una SIM TIM per poterli utilizzare come provider, visto che l'identità digitale è un diverso prodotto gestito insieme allo Stato Italiano.

2) Requisiti per la SPID

Prima di procedere alla registrazione vera e propria, controlliamo di avere a disposizione i seguenti requisiti:

un indirizzo e-mail valido (niente email temporanee!)

un numero di telefono cellulare attivo (meglio se smartphone)

un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente o permesso di soggiorno)

la tessera sanitaria con il codice fiscale

La procedura è molto simile tra tutti i provider, cambia davvero poco:

- Dovremo inserire i dati anagrafici
- Verranno create le nostre credenziali SPID
- Dovremo effettuare il riconoscimento per certificare l'identità digitale

Il passaggio più importante è ovviamente quello del riconoscimento, visto che solo grazie ad esso potremo certificare che la SPID è nostra.

3) Metodi di riconoscimento SPID

Per confermare la nostra SPID dovremo effettuare il riconoscimento della persona fisica; attualmente ci sono 5 metodi per certificare la propria identità digitale.

- Di persona, recandosi in un ufficio adibito all'attivazione SPID
- Tramite Carta d’Identità Elettronica (CIE)
- Tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS o tessera sanitaria)
- Tramite Firma Digitale
- Tramite Webcam (a pagamento, dove presente)

I metodi di riconoscimento più pratici sono quello in cui ci rechiamo di persona nell'ufficio oppure tramite Webcam, ma i problemi possono essere altri in questi casi: l'ufficio potrebbe essere molto lontano da casa e tramite Webcam è prevista una spesa aggiuntiva.

I metodi più veloci sono ovviamente quelli legati ai documenti con certificati digitali come la Carta d’Identità Elettronica e la Carta Nazionale dei Servizi ma richiedono degli appositi lettori da collegare al PC (da acquistare a parte), mentre la firma digitale è comoda per chi già la usa per firmare online i documenti e per la PEC. In base a ciò che già abbiamo e alle nostre necessità, possiamo scegliere il metodo di riconoscimento più efficace per la nostra SPID.

- Se creiamo la SPID con Poste Italiane, possiamo effettuare il riconoscimento portando con noi i documenti (codice fiscale e carta d'identità, anche cartacea) in qualsiasi ufficio postale subito dopò la registrazione effettuata online. Gli altri provider hanno uffici sparsi per tutta Italia, ma possono essere anche molto distanti (in alcuni casi sono presenti solo a Roma e Milano, risultando scomodi per chi non abita vicino a queste città).

- Se non vogliamo muoverci da casa e non abbiamo fretta, possiamo acquistare un lettore smart card apposito per utilizzare la tessera sanitaria o la carta d'identità elettronica per effettuare il riconoscimento, visto che entrambe contengono un certificato digitale personale all'interno dei loro chip.

- Se andiamo di fretta e vogliamo attivare subito la SPID, scegliamo l'attivazione tramite Webcam e paghiamo la somma richiesta, così da poter ottenere l'identità digitale pronta in pochi minuti.

- Se utilizziamo già la PEC e la firma digitale, possiamo utilizzarla subito per ottenere anche la SPID in pochi minuti.

- Se siamo già correntisti Bancoposta, possiamo attivare lo SPID con le poste attraverso la registrazione con account Poste ID, senza muoverci da casa.

4) Hardware e software richiesti per SPID

Se vogliamo fare tutto da casa, dovremo procurarci anche l'hardware e il software adatto per poter effettuare correttamente il riconoscimento.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 13015
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: INPS da ottobre 2020 , il PIN è sostituito con lo SPID

Messaggio da panorama » sab ago 08, 2020 11:59 am

dal sito dell'INPS,

Dal 1°ottobre il PIN INPS lascia il passo a SPID

aggiornato il 07 agosto 2020

A partire dal 1° ottobre 2020 l’INPS non rilascerà più PIN come credenziale di accesso ai servizi dell’Istituto. Il PIN sarà sostituito da SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale che permette di accedere ai servizi on-line della Pubblica Amministrazione. Per gli attuali possessori di PIN il passaggio allo SPID avverrà gradualmente secondo le istruzioni fornite con la circolare INPS 17 luglio 2020, n. 87, che prevede una fase transitoria che si concluderà con la definitiva cessazione della validità dei PIN rilasciati dall’Istituto.

Con lo switch off dal PIN allo SPID l’INPS rafforza il diritto dei cittadini alla semplificazione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione e rende operative le politiche nazionali di digitalizzazione aperte ormai agli sviluppi europei.

Lo SPID, infatti, consente agli utenti di interagire con l’Istituto, con l’intero sistema pubblico e con i soggetti privati aderenti. In base al Regolamento eIDAS l’identità digitale SPID (con credenziali di livello 2 o 3) può essere usata per l’accesso ai servizi in rete delle Pubbliche Amministrazioni dell’Unione europea.

Grazie ai vari livelli di autenticazione dello SPID, l’INPS potrà abilitare nuovi servizi che richiedono una maggiore affidabilità nella fase di riconoscimento dell’utente.

I PIN in possesso degli utenti conserveranno la loro validità e potranno essere rinnovati alla naturale scadenza fino alla conclusione della fase transitoria la cui data verrà successivamente definita.

Il PIN dispositivo sarà mantenuto per gli utenti che non possono avere accesso alle credenziali SPID, come i minori di diciotto anni, le persone che non hanno documenti di identità italiana o le persone soggette a tutela, curatela o amministrazione di sostegno, e per i soli servizi loro dedicati.

Tutti gli altri utenti dovranno pertanto dotarsi di credenziali di autenticazione alternative al PIN.

Si ricorda che gli strumenti di autenticazione elettronica attualmente utilizzabili in alternativa al PIN per accedere ai servizi offerti sul portale INPS sono i seguenti:

Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)

Carta d'Identità Elettronica (CIE)

Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Tutte le informazioni sul passaggio da PIN a SPID sono disponibili nella sezione Accedere ai servizi.

Rispondi