inidoneo al concorso Carabinieri.Quesito

Diritto Militare e per le Forze di Polizia
Feed - L'Avv. Giorgio Carta risponde

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito www.studiolegalecarta.com, ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.
Rispondi
Francesco Atria
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: gio nov 15, 2018 2:00 pm

inidoneo al concorso Carabinieri.Quesito

Messaggio da Francesco Atria » ven nov 16, 2018 4:24 pm

S
alve Avvocato, Le scrivo in merito al presente quesito. Premetto che sono un militare VFP1 presso il 9°Reggimanto d'Assalto Paracadutisti Col Moschin con brevetto di paracadutismo militare italiano e americano. In data 8 novembre mi sono presentatao presso il CNSR dei Carabinieri di Roma per il Concorso nei Carabinieri, dove avevo già in precedenza efettuato e superato le prove fisiche. Durante al visita medica, l'Ufficale selettore mi ha riscontrato la seguente patologia " Esiti di Frattura biossa avambraccio sx, trattato con placche e viti in situ" dandomi un coefficiente 4 nell'apparato LS e quindi giudicandomi inidoneo al servizio nell'Arma. Premetto che oltre alla cartella clinica avevo prodotto anche un certificato medico del Primario di Ortopedia dell'Ospedale, con il quale attestata che ero abile al 100 per 100 e potevo fare qualsiasi attività fisica o lavorativa. Per quanto sopra, chiedo un suo parere in merito ad un eventuale ricorso. Distinti Saluti



Avatar utente
Avv. Giorgio Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 1811
Iscritto il: ven apr 03, 2009 9:14 am

Re: inidoneo al concorso Carabinieri.Quesito

Messaggio da Avv. Giorgio Carta » ven nov 16, 2018 9:03 pm

se le cose stanno così, cioè il suo medico ha rilevato un errore della diagnosi posta a fondamento del giudizio di non idoneità, le suggerisco senz'altro di presentare ricorso al TAR Lazio. Ovviamente, la raccomandazione è quella di affidarsi ad un legale che sia pratico della materia.
in bocca al lupo,
Avv. Giorgio Carta

Rispondi