Pagina 1 di 1

Indennità speciale e I.S.A.

Inviato: mar feb 19, 2019 7:33 pm
da sharda
buona serata a tutti
ho ricevuto dall'INPS la notifica che al 1° aprile mi sarà erogata la incollocabilità con relativi arretrati..
tra le varie hanno scritto: CONTESTUALMENTE SI è PROVVEDUTO ALLA REVOCA DELL'ISA DI €.2.58 MENSILE LORDE, PER COMPIMENTO DEL 65° ANNO DI ETA'.
Non sono un genio ma quella che citano loro non è l'I.S.A. ma solo indennità speciale. chi può sa darmi delle delucidazioni in merito.
grazie anticipatamente

Re: Indennità speciale e I.S.A.

Inviato: mar feb 19, 2019 8:09 pm
da speranzoso
Art. 32.

Al sottufficiale che cessa dal servizio permanente per aver
raggiunto il limite di eta' indicato nella tabella A annessa alla
presente legge o per infermita' proveniente da causa di servizio
nonche' al sottufficiale che cessa dal servizio permanente in
applicazione del terzo comma dell'art. 24 spetta, in aggiunta al
trattamento di quiescenza, la seguente indennita' speciale annua
lorda, non riversibile:
aiutante di battaglia, maresciallo
maggiore e gradi corrispondenti. . . . . . . . . .L. 120.000
maresciallo capo e gradi corrispondenti. . . . . .L. 100.000
maresciallo ordinario e gradi corrispondenti . . .L. 85.000
sergente maggiore e gradi corrispondenti . . . . .L. 60.000
L'indennita' e' corrisposta in relazione al grado rivestito dal
sottufficiale all'atto della cessazione dal servizio e compete fino
al compimento degli anni sessantacinque al sottufficiale che cessa
dal servizio permanente per aver raggiunto il limite di eta' indicato
nella tabella A. annessa alla presente legge o per infermita'
proveniente da causa di servizio, fino al compimento degli anni
sessanta al sottufficiale che cessa dal servizio permanente in
applicazione del terzo comma dell'art. 24.
L'indennita' stabilita dal presente articolo compete, fino al
compimento degli anni sessantacinque al sottufficiale che si trovi
nelle condizioni di cui al primo e secondo comma dell'art. 30 in
aggiunta alla pensione o assegno rinnovabile di guerra e al
trattamento ordinario di quiescenza o assegno integratore, previsti
dai commi suddetti. Per il sottufficiale che si trovi nelle
condizioni di cui al secondo comma dell'art. 30 l'indennita' e'
ragguagliata a tanti ventesimi della somma annua prevista dal primo
comma del presente articolo quanti sono gli anni di servizio utile a
pensione aumentati di sei anni; essa non puo', pero', in alcun caso
superare tale somma.

"""Ecco l'Indennita speaciale annua che ti è stata tolta ,al compimento dei 65 anni, io attualmente la percepiosco e viene riportata ,anche sul mio decreto pensionistico .

Re: Indennità speciale e I.S.A.

Inviato: mar feb 19, 2019 8:12 pm
da sharda
Grazie Speranzoso

Re: Indennità speciale e I.S.A.

Inviato: sab mar 07, 2020 8:42 pm
da RAMBO
Salve Sharda,

visto che hai ottenuto l'assegno di incollocabilità probabilmente potresti aver diritto alla ben più corposa indennità speciale annua relativa agli invalidi di servizio di prima categoria. Bisogna compilare il relativo modulo messo a disposizione dall'inps e dichiarare alla stessa di non prestare opera retribuita.

Ciao Rambo

Re: Indennità speciale e I.S.A.

Inviato: sab mar 07, 2020 8:56 pm
da aldozagor
Buonasera, mi può indicare la legge?

Re: Indennità speciale e I.S.A.

Inviato: sab mar 07, 2020 9:11 pm
da RAMBO
Art.111 D.P.R. 1092 / 1973 il modulo per chiedere l'indennità speciale annua è scaricabile nel sito I.N.P.S.
Per i tiolari di pensione privilegiata di prima categoria o assimilati cioè possessori di assegno di incollocabilità, non è previsto alcun limite di reddito annuo. Questo purchè dichiarino di non prestare opera retribuita. Per gli altri invalidi di servizio esistono dei limiti reddituali molto bassi che vengono aggiornati annualmente.


Ciao Rambo