Incremento base pensionabile?

Feed - GUARDIA DI FINANZA

Mareemare
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 213
Iscritto il: mer gen 08, 2014 6:03 pm

Incremento base pensionabile?

Messaggio da Mareemare » sab ott 29, 2016 5:02 pm

Buongiorno a tutti. Sono stato riformato per inabilità non dovuta a causa di servizio a settembre 2015 e la mia prima pensione (con gli arretrati) è stata pagata ad Aprile 2016 (altro che 105 giorni).
Ora ho appreso da Firefox (Re: art. 44 e art. 54 del D.L.1072/1973) quanto segue:

7. Per il personale di cui all'articolo 1 escluso dall'applicazione dell'istituto dell'ausiliaria che cessa dal servizio per raggiungimento dei limiti di eta' previsto dall'ordinamento di appartenenza e per il personale militare che non sia in possesso dei requisiti psico fisici per accedere o permanere nella posizione di ausiliaria, il cui trattamento di pensione e' liquidato in tutto o in parte con il sistema contributivo di cui alla legge 8 agosto 1995, n. 335, il montante individuale dei contributi e' determinato con l'incremento di un importo pari a 5 volte la base imponibile dell'ultimo anno di servizio moltiplicata per l'aliquota di computo della pensione. Per il personale delle Forze di polizia ad ordinamento militare il predetto incremento opera in alternativa al collocamento in ausiliaria, previa opzione dell'interessato.

Considerato che alla mia base pensionabile non è stato conteggiato tale incremento della base pensionabile, ovvero l'importo pari a 5 volte sul montante pensionistico) chiedo se devo essere io ad attivare "l'opzione dell'interessato" di cui all'art. 7 con apposita domanda l'Inps anche nella considerazione che la mia amministrazione non mi ha riferito nulla in proposito.

Chiedo: tale "opzione" è più conveniente?
Se sì... ora capisco perche aspetti mesi e mesi e mesi senza alcuna notizia... se non "a conti fatti" e senza capirci nulla.

Sperando in una risposta, ove di interesse generale, un saluto a tutti Voi.



Convenzionistituzioni.it
Avatar utente
Zenmonk
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2391
Iscritto il: dom lug 13, 2014 2:38 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da Zenmonk » sab ott 29, 2016 5:08 pm

Mi associo alla domanda del collega e aggiungo: questo importo corrisponde ai famosi "sei scatti"? O c'entra con gli anni riscattati? Grazie sin d'ora a chi ci sa rispondere!

Avatar utente
angri62
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 5627
Iscritto il: lun apr 23, 2012 9:28 am

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da angri62 » sab ott 29, 2016 5:56 pm

===se quanto da voi affermato avesse un fondamento tutti i riformati rientrano in quell'articolo, con la pensione di vecchiaia e il moltiplicatore x5, e non per i contributi versati come viene calcolata la pensione.
il difetto sta nel fatto che per transitare in ausiliaria devi avere 60 anni ed essere idoneo, in caso contrario avendo 60 anni e non l'idoneità si può tentare di vedersi riconosciuto il diritto, prima con una istanza all'inps e in caso di rigetto alla Corte dei conti.
una volta ci ho provato, ma all'inps sembravo un alieno, non sapevano neanche che esistessero quegli articoli.

Mareemare
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 213
Iscritto il: mer gen 08, 2014 6:03 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da Mareemare » sab ott 29, 2016 8:27 pm

Ciao Angri, ciao a tutti. Senti, dici che "una volta ci hai provato e che ti hanno preso per un alieno"... insomma hai provato anche con la Corte dei Conti? ... Così almeno ci proviamo tutti. un saluto.

Avatar utente
angri62
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 5627
Iscritto il: lun apr 23, 2012 9:28 am

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da angri62 » sab ott 29, 2016 9:06 pm

Mareemare ha scritto:Ciao Angri, ciao a tutti. Senti, dici che "una volta ci hai provato e che ti hanno preso per un alieno"... insomma hai provato anche con la Corte dei Conti? ... Così almeno ci proviamo tutti. un saluto.
===era una semplice richiesta verbale ad un funzionario dell'inps\ex inpdap, siccome non ho 60 anni ma con la pensione retributiva sui 57 anni, non mi sono più interessato alla faccenda. ma ciò non toglie che nei prossimi giorni faccia una richiesta scritta.

Mareemare
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 213
Iscritto il: mer gen 08, 2014 6:03 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da Mareemare » sab ott 29, 2016 9:16 pm

La penso anche io come te. Faro una domanda per iscritto all'Inps e vediamo cosa rispondono. Poi, Corte dei Conti. Farò comunque sapere. Anche tu facci sapere. Ciao a te e a tutti gli appartenenti a questo fantastico Forum. Un Saluto.

Avatar utente
giovanni53
Consigliere
Consigliere
Messaggi: 536
Iscritto il: gio apr 07, 2016 4:33 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da giovanni53 » mer nov 02, 2016 2:53 am

Salve,
come già reso noto nel post citato da Mareemare (art. 44 e art. 54 del D.L.1092/73) l'applicabilità del comma 7 sopra postato è confermata anche dal Nuovo Codice Ordinamento Militare
Art. 1865 Trattamento di quiescenza del personale escluso dall’ausiliaria
1. Per il personale militare escluso dall'istituto dell'ausiliaria di cui all’ articolo 992, si
applica l’ articolo 3, comma 7, del decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 165

e...mi par di capire...che anche il messaggio INPS che segue lo preveda

I.N.P.S. Msg. 10-12-2013 n. 20238
Articolo 3, comma 7 del D.Lgs. 30 aprile 1997, n. 165 - Precisazioni in merito alle modalità applicative.

Pervengono, da parte delle Sedi dell'Istituto nonché dalle Amministrazioni interessate, richieste di chiarimento in merito alle modalità applicative della disposizione legislativa richiamata in oggetto.

Al riguardo si rappresenta quanto segue.

L'art. 3, comma 7 del D.Lgs. n. 165/1997 prevede che nei confronti del personale militare delle Forze Armate, compresa l'Arma dei Carabinieri, del Corpo della Guardia di Finanza, nonché del personale delle Forze di Polizia ad ordinamento civile e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco "escluso dall'applicazione dell'istituto dell'ausiliaria che cessa dal servizio per raggiungimento dei limiti di età previsto dall'ordinamento di appartenenza e per il personale militare che non sia in possesso dei requisiti psico fisici per accedere o permanere nella posizione di ausiliaria, il cui trattamento di pensione è liquidato in tutto o in parte con il sistema contributivo di cui alla legge 8 agosto 1995, n. 335, il montante individuale dei contributi è determinato con l'incremento di un importo pari a 5 volte la base imponibile dell'ultimo anno di servizio moltiplicata per l'aliquota di computo della pensione. Per il personale delle Forze di polizia ad ordinamento militare il predetto incremento opera in alternativa al collocamento in ausiliaria, previa opzione dell'interessato".
Al fine di superare ogni eventuale dubbio interpretativo in merito alle voci ricomprese nella base imponibile su cui calcolare la maggiorazione di cui alla disposizione in esame si rappresenta che la stessa corrisponde alla retribuzione contributiva percepita alla cessazione annualizzata, comprensiva della 13° mensilità, delle competenze accessorie per la parte eccedente il 18% e, qualora spettanti, degli scatti di cui all'articolo 4 del decreto legislativo n. 165/1997.
Si precisa inoltre che, qualora non vi sia eccedenza o non vi sia trattamento accessorio, la base imponibile deve comunque tener conto della parte della retribuzione maggiorabile del 18%.
Con l'occasione si rende necessario specificare che nei confronti del personale Dirigente e Direttivo della Polizia di Stato in servizio al 25 giugno 1982, destinatario anche solo in parte del sistema di calcolo contributivo, non troveranno più applicazione i benefici di cui al comma 3 dell'art. 27 del D.Lgs. n. 334/2000 (c.d. 4 scatti e riliquidazione della pensione per effetto degli aumenti del pari qualifica in attività di servizio fino ai 65 anni), ma il comma 4 del medesimo art. 27 che prevede l'applicazione del coefficiente di trasformazione relativo al 65° anno di età al montante contributivo individuale e l'incremento di cui all'art. 3, comma 7 del D.Lgs. n. 165/1997, determinato secondo quanto previsto nel presente messaggio.

....Che ve ne pare egregi?? a me sembra che il msg intenda fare chiarezza sulle voci stipendiali da calcolare ai fini della maggiorazione...ma NON fa riferimento al personale a cui compete o meno..ripete pari pari quanto previsto dalla Legge in vigore (ovvio visto che l'INPS non legifera ma applica...o almeno dovrebbe).

Sarebbe utile conoscere a quanti di noi che, a causa della riforma è stata preclusa la possibilità di arrivare al limite d'età e transitare in ausiliaria, è stato calcolato questo incremento e nel contempo scrivere una r/r all'INPS ..preciso che anche il mio Ammin.vo è all'oscuro dell'argomento.!!

X Angri
Qui non si vuole transitare in ausiliaria...lo sappiamo che non abbiamo 60anni e non siamo idonei...ma siamo personale escluso dall'ausiliaria perchè non in possesso dei requisiti psico fisici per accedervi...è scritto chiaro ed è svincolato dal limite d'età
So che questo significherebbe che ci rientrano tutti i riformati..ma mica l'abbiamo scritta noi la Legge no..

X Zenmonk
Nel msg INPS che vedi sopra è ben specificato che qst incremento non corrisponde ai famosi 6 scatti - regolamentati dall'art.4 non dal 3 di cui si sta parlando - anzi i 6 scatti sono una delle voci che vanno comprese nel calcolarlo...ed inoltre che non c'entrano gli anni di riscatto.

Notte.

dib0231
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 125
Iscritto il: ven gen 25, 2013 5:40 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da dib0231 » mer nov 02, 2016 1:13 pm

Buongiorno a tutti i partecipanti al post. Per chi non l'avesse letta allego la sentenza della Corte dei Conti Abruzzo in merito all'argomento in trattazione. Fatemi sapere cosa ne pensate. Se poi qualcuno vuole può anche contattarmi in mp. Un saluto.
Solo i moderatori e gli Utenti del gruppo Sostenitori possono visualizzare i file allegati.

Avatar utente
antoniomlg
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3621
Iscritto il: ven set 03, 2010 10:18 am

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da antoniomlg » mer nov 02, 2016 2:56 pm

dib0231 ha scritto:Buongiorno a tutti i partecipanti al post. Per chi non l'avesse letta allego la sentenza della Corte dei Conti Abruzzo in merito all'argomento in trattazione. Fatemi sapere cosa ne pensate. Se poi qualcuno vuole può anche contattarmi in mp. Un saluto.
c'è da dire che una rondine in solitudine non fà primavera.

servirebbero altri riscontri positivi. e comunque non resta
per chi interessato che iniziare a fare domanda e seguire gli sviluppi


ciao

dib0231
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 125
Iscritto il: ven gen 25, 2013 5:40 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da dib0231 » mer nov 02, 2016 3:04 pm

Buongiorno Antoniomlg, lo so bene che una rondine non fa primavera, ma io voglio tentare la stessa strada anche perché l'art. 3-7° comma non è stato né modificato né abrogato, quindi applico il principio del chi non risica non rosica. Comunque sono fiducioso io ero ad un passo dall'ausiliaria e di fatto riformandomi dopo solo 7 mesi di malattia mi hanno impedito il rientro in servizio per poter poi successivamente fare la domanda per l'ausiliaria (quasi 35 anni di servizio effettivo).

Avatar utente
Zenmonk
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2391
Iscritto il: dom lug 13, 2014 2:38 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da Zenmonk » mer nov 02, 2016 3:16 pm

[/quote]

Grazie per aver fatto chiarezza. Dunque noi riformati per causa di servizio con oltre 35 anni di servizio effettivo abbiamo diritto al trattamento ex L'art. 3, comma 7 del D.Lgs. n. 165/1997.
La sentenza della corte dei conti non farà primavera, ma fa giurisprudenza e questo almeno è certo.
Adesso vediamo da una ricerca sul sito della Corte quante altre pronunce ci sono state e se conformi o meno, poi partiamo coi ricorsi.
A proposito, come si fa per sapere se il proprio trattamento pensionistico è definitivo o meno?
Grazie per chi mi sa rispondere!

Avatar utente
antoniomlg
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3621
Iscritto il: ven set 03, 2010 10:18 am

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da antoniomlg » mer nov 02, 2016 5:48 pm

dib0231 ha scritto:Buongiorno Antoniomlg, lo so bene che una rondine non fa primavera, ma io voglio tentare la stessa strada anche perché l'art. 3-7° comma non è stato né modificato né abrogato, quindi applico il principio del chi non risica non rosica. Comunque sono fiducioso io ero ad un passo dall'ausiliaria e di fatto riformandomi dopo solo 7 mesi di malattia mi hanno impedito il rientro in servizio per poter poi successivamente fare la domanda per l'ausiliaria (quasi 35 anni di servizio effettivo).
certo giusto
infatti era per dire a quanti interessati di cercare eventuali altre sentenze

però c'è un però

mi sembra di aver letto di personale cui il trattamento pensionistico è di tipo contributivo
tu come anche zenmonk con 35 anni di servizio dovresti essere retributivo o al più misto????

valutate

Avatar utente
Zenmonk
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2391
Iscritto il: dom lug 13, 2014 2:38 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da Zenmonk » mer nov 02, 2016 5:53 pm

Ho 36 anni effettivi se per questo, riformato 2015, dici che non avrei diritto?

dib0231
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 125
Iscritto il: ven gen 25, 2013 5:40 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da dib0231 » mer nov 02, 2016 5:59 pm

Buonasera Antoniomlg, il comma 7 recita: """"7. Per il personale di cui all'articolo 1 escluso dall'applicazione dell'istituto dell'ausiliaria che cessa dal servizio per raggiungimento dei limiti di eta' previsto dall'ordinamento di appartenenza e per il personale militare che non sia in possesso dei requisiti psico fisici per accedere o permanere nella posizione di ausiliaria, il cui trattamento di pensione e' liquidato in tutto o in parte con il sistema contributivo di cui alla legge 8 agosto 1995, n. 335, il montante individuale dei contributi e' determinato con l'incremento di un importo pari a 5 volte la base imponibile dell'ultimo anno di servizio moltiplicata per l'aliquota di computo della pensione. Per il personale delle Forze di polizia ad ordinamento militare il predetto incremento opera in alternativa al collocamento in ausiliaria, previa opzione dell'interessato."""""
Io sono misto di sicuro. Quindi ci rientriamo in tanti, almeno credo.

Avatar utente
giovanni53
Consigliere
Consigliere
Messaggi: 536
Iscritto il: gio apr 07, 2016 4:33 pm

Re: Incremento base pensionabile?

Messaggio da giovanni53 » mer nov 02, 2016 9:00 pm

Colleghi non facciamo confusione.

> L'art. 3 comma 7 NON cita requisiti di anni di servizio effettivi/contributivi 35 o 36 o 40..insomma NON ne parla.

> L'art. 3 comma 7 NON parla di riformati SI DIPENDENTE/NO DIPENDENTE DA CDS
ma dice " ..personale militare che non sia in possesso dei requisiti psico fisici per accedere o permanere
nella posizione di ausiliaria.."
..piuttosto sarebbe da chiedersi perchè il legislatore non ha usato la parola INIDONEI ALLO S.M.I. oppure
RIFORMATI come se ci fosse differenza tra questi e quelli ..NON IN POSSESSO DI REQUISITI PSICO FISICI...boh

> L'art. 3 comma 7 pone come requisito "..il cui trattamento di pensione e' liquidato in tutto o in parte con il sistema contributivo di cui alla legge 8 agosto 1995, n. 335.."
quindi vi rientrano i MISTI... direi che mi pare chiaro no

Buona serata

Rispondi