incollocabilità al lavoro e suoi benefici

Feed - GUARDIA DI FINANZA

Rispondi
caino66
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 50
Iscritto il: sab mag 29, 2010 5:55 pm

incollocabilità al lavoro e suoi benefici

Messaggio da caino66 » dom feb 01, 2015 1:45 pm

Un grosso saluto a tutti gli tenti del forum.
Buonpomeriggio a tutti. Non so se è il giusto forum e/o sezione ove collocare la richiesta per chiedere lumi, non essendo molto pratico, ma ugualmente ci provo.
Sono il collega “caino66” - in congedo assoluto ascritto x cumulo di infermità alla 2^ categ. Tab A Dpr. nr.834/81 - ex Maresc. Aiut. della G. di F. - riconosciuto "Vittima del Dovere x azioni criminose", già nel lontano 2004.
Avrei urgente bisogno dell'ausilio, in particolare di chi è stato riconosciuto “Incollocabile al Lavoro con conseguente annessa superinvalidità Tab. E – let.H (ex DPR. 30.12.1981, nr.834 ed ex art.100 Dpr. nr.1092/73” (per anni 4 rinnovabili) come previsto dall’art. 104 T.U. approvato con Dpr. nr.1092/73, dall’art.20 del Dpr.nr.915/78 e dall’art.12 Legge nr.9/80, in quanto tale sono stato riconosciuto (previa visita con esito positivo da parte della competente ASL) a seguito dell'ultimo e determinante parere da parte del CML del Ministero della Difesa.
Ho proceduto, a tal uopo, anche a presentare - con racc.ta postale A.R. un'istanza diretta al C.I.A.N. (Centro Informatico Amministrativo Nazionale) della G. di F. sede di Roma, via R. Lanciani nr.11 - in particolare per richiedere un'ATTESTAZIONE da parte del medesimo Centro Amm.vo (sperando che sia questo quello deputatato a fornire tale attestazione con la quale si evidenzi la propria equiparazione e/o assimilazione a tutti gli effetti per la durata di anni 4 (rinnovabili):
1) ai "Grandi Invalidi di Guerra" - ai sensi e per gli effetti dell'art.1 Legge 15.07.1950, nr.539 - art.5 Legge 03.04.1958, nr.474 e dell'art.14 Dpr. 23.12.1978, nr.915.

2) per conseguenza ai "Grandi Invalidi x Servizio" con 1^ categ. Tab.A + superinvalidità (tab. E – let.H - ex art.100 dpr.nr.1092/73 – DPR. 30.12.1981, nr.834) - proprio per effetto della suddetta "Incollocabilità al Lavoro" ai sensi e per gli effetti dell'art.104 T.U. approvato con Dpr. 29.12.1973, nr.1092 - degli artt. 14 e 20 del Dpr. 23.12.1978, nr.915 - nonchè, ai sensi e per gli effetti degli artt.7 e 12 della Legge 26.01.1980, nr.9.

3) si attesti ancora che, il sottoscritto risulta x tali patologie ascritte a pensione privilegiata (avendo cura di ometterne le patologie per ovvie ragioni di privacy) soggetto con "Handicap Grave" di cui all'art.3 - comma 3 della Legge nr.104/92 proprio in virtù di quanto sancito dall'art.38 - comma 5 - della Legge 23.12.1998, nr.448 (legge finanziaria x il 1999) e pertanto, come prescritto, non assoggettato agli accertamenti sanitari previsti dall'art.4 della predetta Legge nr.104/92, nonché, che tali attestazioni devono essere fornite .
Il testo integrale di tale art.38 – comma 5 (pensioni di guerra) recita: “”“””I grandi invalidi di guerra di cui all'articolo 14 del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 23 dicembre 1978, n. 915, “ed i soggetti ad essi equiparati” (questo ai sensi dell’art.1 della Legge 15.07.1950, nr.539 e dell’art.5 della Legge 03.04.1958, nr.474 x i mutilati ed invalidi x servizio) sono considerati “persone handicappate in situazione grave” - ai sensi e per gli effetti dell'articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e non sono assoggettati agli accertamenti sanitari previsti dall'articolo 4 della citata legge. La situazione di gravita' e' attestata dalla documentazione rilasciata agli interessati dai Ministeri competenti al momento della concessione dei benefici pensionistici.
Sinceramente pensavo che con tale istanza composta di nr.2 pagine, fossi risultato chiarissimo proprio in virtù di quanto statuito dalle normative vigenti.
Invece, mi sento rispondere, al momento solo telefonicamente, da personale del suddetto C.I.A.N. della G. di F. che, per farmi riconoscere i benefici di invalido di 1^ categ. tab.A con superinvalidità Tab. E - let.H (ex art.100 Dpr.nr.1092/73) devo farmi riconoscere l'aggravamento da parte della CMO.

A questo punto mi chiedo. Si può essere cosi ottusi da non saper interpretare le norme che, una volta tanto, sono chiarissime. Basta leggerle. Basta cliccare sul web su qualsiasi motore di ricerca sull’argomento “Assegno di Incollocabilità e relativi benefici” per ottenere tutte le informazioni possibili.
In particolare, è molto chiaro come è spiegato sul sito dell’Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili (A.N.M.I.C.).
Ma evidentemente abbiamo a che fare con personale con numerose limitazioni intellettive!!!!!
Tra l’altro ho anche citato nell’istanza - cui in riferimento - la nota operativa nr.36 datata 9 luglio 2010 emessa dal’ex INPDAP la quale a pag. 11 recita: “”””” DURANTE LA SUA EROGAZIONE (INTESO PER L’ASSEGNO DI INCOLLOCABILITA’ ) I BENEFICIARI SONO ASSIMILATI – A TUTTI GLI EFFETTI – AGLI INVALIDI DI 1^ CATEGORIA.””””””
Prego, a questo punto, i colleghi del forum di farmi chiarezza, se magari sono riusciti ad ottenere tale/i attestazione/i da parte del Comando Generale della G. di F. (dall’Aprile del 2014 denominato C.I.A.N.) - anche se trattasi di altre Amministrazioni dello Stato, senza ricorrere alle solite e fastidiose diffide attraverso legali.
Per dovere di cronaca adesso che ricordo, qualche mese fa lessi un’intervento del mitico “AVT8” in merito a tale argomento, ove un dirigente della Polizia gli rilasciò, in merito, un’attestazione ai sensi dell’art.12 della Legge 26.01.1980, nr.9 (ASSEGNO DI INCOLLOCABILITA’ - adeguamento delle disposizioni degli invalidi x servizio a quelle degli invalidi di guerra, in particolare dei grandi invalidi) .
E meno male che avessi citato la circolare della G. di F. nr.0229643/11 datata 02.08.2011 avente come oggetto: “ASSISTENZA AI FAMILIARI DELLE VITTIME DEL DOVERE E ALLE VITTIME DEL DOVERE FERITE – SOPRAVVISUTE”.

Grazie a tutti coloro che vorranno essermi di aiuto, perchè sono in forte difficoltà, avendo bisogno urgente di tale documentazione e/o attestazione proprio per ottenere assistenza sanitaria, per precarie condizioni di salute, da un familiare lavoratore (figlia), onde evitare di richiedere lo status di “Handicap Grave” - di cui al suddetto art.3 – comma 3 – della Legge nr.104/92 - attraverso l'iter burocratico - indubbiamente più farraginoso ed estenuante da parte delle Commissioni mediche dell'ASL/INPS.
Cordialmente ed in attesa di graditissime notizie in merito:
Caino66.

N.B.: E’ gradito x chi volesse interloquire anche via e-mail privata e poi se desidera magari telefonicamente.



Convenzionistituzioni.it
speranzoso
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 54
Iscritto il: gio ago 30, 2012 9:48 pm

Re: incollocabilità al lavoro e suoi benefici

Messaggio da speranzoso » mar feb 03, 2015 6:18 pm

Caro Collega anche io mi trovo nelle stesse condizioni e non trovo soluzione la legge è chiara sono i vari comandi che devono rilasciare l'attestato, di grande invalido di prima categoria con i relativi benefici 104/92 art 3 , esenzione bollo iva per autoveicoli al 4 % ec ecc .
ma speriamo che ci risponda, gente che conosca la materia

caino66
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 50
Iscritto il: sab mag 29, 2010 5:55 pm

Re: incollocabilità al lavoro e suoi benefici

Messaggio da caino66 » mar feb 03, 2015 8:06 pm

In buona sostanza dobbiamo essere anche fortunati, affinchè, ci capitino le persone idonee e preparate.
Comunque, grazie della risposta e dell'interessamento.
Ritengo che debba affidarmi ad un legale x una diffida affinchè, rispettino la normativa descritta nell'istanza inviata al C.I.A.N. della G. di F..
Ti chiedo una cortesia. Sei x caso un ex appartenente alla G. di F.?
Grazie:
Caino66.

speranzoso
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 54
Iscritto il: gio ago 30, 2012 9:48 pm

Re: incollocabilità al lavoro e suoi benefici

Messaggio da speranzoso » mar feb 03, 2015 9:17 pm

No carissimo , sono une x Sott/le Esrcito attualmente percepisco l'assegno di incollocabilità biennale devo a breve essere sottoposto dall'ASL di competenza a visita e credo che per le patologie riconosciutemi, me lo debbano rinnovare, teniamoci aggirnati, visto che le problematiche sono comuni anche io se non trovo suluzione, l'unica strada, legale, diffida e poi vediamo ,. ...

palmy66
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 214
Iscritto il: gio gen 31, 2013 9:18 am

Re: incollocabilità al lavoro e suoi benefici

Messaggio da palmy66 » mar feb 03, 2015 10:28 pm

ciao caino, x come vedo che la g di f sta trattando le mie paratiche (risposte positive solo dopo intervento di legali) ti consiglio di affidarti a qualche buon legale che tratti diritto amministrativo e qua' sul forum ne trovi di veramente bravi e competenti in materia...........purtoppo è cosi'

Rispondi