IL POTERE D'ACQUISTO, QUESTO DILEMMA..!!!!

Feed - CARABINIERI

Filippogianni
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 1038
Iscritto il: mar mar 01, 2016 5:48 pm

Re: IL POTERE D'ACQUISTO, QUESTO DILEMMA..!!!!

Messaggio da Filippogianni » lun mar 13, 2017 9:50 pm

gino59 ha scritto:L'Inps dà il via al ricalcolo sulle pensioni. Un'operazione che riguarderà migliaia di pensionati con alcune caratteristiche ben precise. Come riporta pensionioggi.it, l'istituto di previdenza sociale in questo momento sta effettuando due tipi di calcolo. Il primo applica il sistema contributivo a partire dall'anno 2012, l'altro invece apllica in modo integrale il sistema retributivo. L'obiettivo finale è quello di confrontare i due calcoli e poi erogare la pensione con una cifra più bassa. Ma facciamo chiarezza su questo punto. Innanzitutto è bene capire su quali assegni e per quali pensioni scattano i ricalcoli. Il ricalcolo scatta per tutti i lavoratori, dipendenti e autonomi che dal 2012 hanno sommato nel calcolo della pensione sia il sistema contrbutivo che quello retributivo. Nel rcalcolo rientrano tutti coloro che al 31 dicembre 1995 avevano 18 anni di contrbuzione. Per ricalcolare l'assegno vengono effettuate due procedure. Con la prima bisogna determinare l'importo della pensione con le regole di default, ovvero con il retributivo fino al 2012 e con il sistema contributivo fino al 2012. La seconda procedura invece prevede la verifica dell'assegno che sarebbe stato erogato applicando in modo integrale il retributivo anche dopo il 2011. Se il valore del calcolo con le norme attuali sarà inferiore rispetto al retributivo, la pensione non subirà sforbiciate. Nel caso in cui ci sia una differenza allora verrà applicato l'importo con il ricalcolo.
Chissà quali sorprese avremo altro che l'inps deve rifare i calcoli arruolati 81/83 qui finirà che l'inps rifarà i calcoli alla maniera di equitàlia



gino59
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10639
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm

Re: IL POTERE D'ACQUISTO, QUESTO DILEMMA..!!!!

Messaggio da gino59 » mer mar 22, 2017 12:36 am

http://www.pensionioggi.it/notizie/prev ... ti-7656757" onclick="window.open(this.href);return false;

gino59
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10639
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm

Re: IL POTERE D'ACQUISTO, QUESTO DILEMMA..!!!!

Messaggio da gino59 » mer mar 22, 2017 12:43 am

Pensioni: ok dell’INPS per ricalcolo con il criterio del “doppio calcolo”

icon calendar 29 Aprile 2016 - 16:19 icon person Giuseppe Guarasci
Pensioni: ok dell'INPS per ricalcolo con il criterio del “doppio calcolo”
L’INPS comunica, con recente messaggio, di aver concluso la trattazione di una prima tranche di pensioni delle gestioni private ricalcolate con il criterio del “doppio calcolo”.
CONDIVIDI
Con messaggio n. 1839 del 27 aprile 2016 l’INPS comunica di aver concluso la trattazione di una prima parte di pensioni delle gestioni private aventi una anzianità inferiore a 2080 contributi settimanali al 31 dicembre 2011 e illustra i criteri di elaborazione adottati e che rimarranno validi anche per le ulteriori lavorazioni, in corso di svolgimento.
Tale messaggio arriva dopo che lo stesso Istituto aveva precedentemente spiegato le modalità di ricalcolo delle pensioni effettuato secondo il criterio del doppio calcolo.

Ecco tutte le recenti novità spiegate nel messaggio in materia di pensioni delle gestioni private ricalcolate con il criterio del «doppio calcolo».

Le pensioni ricalcolate con il criterio del doppio calcolo
Con il messaggio di ieri l’INPS comunica di aver concluso la trattazione di una prima tranche di pensioni delle gestioni private aventi una anzianità inferiore a 2080 contributi settimanali al 31 dicembre 2011 ricalcolate con il criterio del doppio calcolo.
In tale messaggio l’Istituto si occupa inoltre di illustrare i criteri di elaborazione che rimarranno validi anche per le ulteriori lavorazioni di pensioni, in corso di svolgimento.
Nello specifico, per le pensioni oggetto di lavorazione, il ricalcolo con il criterio del doppio calcolo può confermare l’importo attualmente in pagamento, o modificare l’importo a decorrere dal 1° gennaio 2015.

Importante specifica riguarda il fatto che la ricostituzione opera dalla decorrenza originaria, e le procedure:

effettuano il ricalcolo della pensione dalla decorrenza originaria affiancando il calcolo ex comma 707 al calcolo in essere ai sensi della legge 214/2011;
individuano il risultato di importo minore.
Nel caso in cui risulti minore il calcolo, vengono portate avanti in modalità parallela entrambi i calcoli di pensione quindi:

fino alla mensilità di dicembre 2014 continuerà ad essere garantito il calcolo in base alla legge 214/2011;
dal 1° gennaio 2015 verrà attribuito l’importo del comma 707.
Altri dettagli forniti dall’INPS nel messaggio riguardano le modalità procedurali per gli operatori di sede.

Specifica fondamentale invece riguarda gli interessati del ricalcolo delle pensioni effettuato secondo il criterio del doppio calcolo, ai quali viene inviata la comunicazione di ricalcolo e la notifica del debito con il modello TE08IND.

Le istruzioni per il doppio calcolo delle pensioni
L’INPS con precedente messaggio illustrava pure i criteri per la quantificazione dell’anzianità contributiva utile al calcolo retributivo con il criterio del doppio calcolo di cui al citato comma 707.
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Specificando che sono escluse dal ricalcolo con il criterio del doppio calcolo le seguenti pensioni:
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
di categoria 024 FS ed ex IPOST, 048–ES, 051–ET, 057–DZ, 063-EL, 037–PM, 040-PMS;
del comparto militare;
di spettacolo e sport;
in convenzione internazionale;
corrisposte alle vittime del terrorismo;
in totalizzazione e cumulo.
In pratica, ai fini dell’individuazione dell’importo di pensione da porre in pagamento con il doppio calcolo a partire dal 1° gennaio 2015, le procedure effettuano i due calcoli: sia con l’applicazione della legge 214/2011, sia con l’applicazione del comma 707 legge 190/2014.
Una volta eseguiti i calcoli il sistema stesso, individua quindi l’importo che risulta minore alla data di decorrenza della pensione.

Rispondi