Ferie non godute in sospensione cautelare e successiva assoluzione perchè il fatto non sussiste

Diritto Militare e per le Forze di Polizia
Feed - L'Avv. Giorgio Carta risponde

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito www.studiolegalecarta.com, ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.
Rispondi
Xavier65
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 6
Iscritto il: mer giu 19, 2019 1:09 pm

Ferie non godute in sospensione cautelare e successiva assoluzione perchè il fatto non sussiste

Messaggio da Xavier65 » mer ago 03, 2022 10:32 pm

Buonasera Avvocato Carta. Sono un Maresciallo capo dei Carabinieri in congedo. Sono stato sottoposto a procedimento penale e mentre ero a disposizione della CMO per malattia, nel mese di Agosto 2019, mi veniva notificato decreto di sospensione cautelare dal servizio. Successivamente, in data 29.10.2020, venivo riformato dalla predetta CMO e collocato in congedo. In data 03.11.2020, venivo assolto dalla Corte di cassazione, perchè il fatto non sussiste. Poichè avevo delle ferie da fruire ovvero gg. 40 del 2018, gg.45 del 2019 e gg. 38 del 2020, avanzavo richiesta al comando di corpo in tal senso. Mi veniva corrisposto un importo di euro 2.224 a loro dire, pari a gg. 66 di licenza non fruita ovvero i 40 gg del 2018 e gg. 26 relativi al periodo fino ad agosto 2019 quando poi è intervenuto decreto di sospensione. Poichè il Ministero della difesa a seguito della sentenza di assoluzione con formula piena emessa nei miei confronti, revocava retroattivamente il decreto di sospensione, avanzavo richiesta nuovamente al mio comando di corpo (Legione Carabinieri Puglia - Bari) affinchè mi venisse corrisposta la somma spettante per i residui giorni di ferie non godute relative al periodo di sospensione. Questi mi rispondeva che nel periodo in oggetto, non si maturavano ferie e quindi rigettavano la mia richiesta. Le chiedo, è giusto quanto mi hanno comunicato? Posso appellarmi? C'è qualche sentenza cui posso fare riferimento? Oltre al danno morale ed economico, mi ritrovo anche beffato! La ringrazio infinitamente se vorrà rispondermi.



Avatar utente
Avv. Giorgio Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 1994
Iscritto il: ven apr 03, 2009 9:14 am

Re: Ferie non godute in sospensione cautelare e successiva assoluzione perchè il fatto non sussiste

Messaggio da Avv. Giorgio Carta » gio ago 04, 2022 2:55 pm

Maresciallo buongiorno. Senza vedere gli atti, posso darle solo un parere generico e suscettibile di correzioni, ma, la risposta dell'Amministrazione non mi pare corretta.
Infatti, la revoca ex post della sospensione (salvi eventuali procedimenti disciplinari) ha effetto ripristinatorio dello status da lei posseduto al momento della sospensione, cioè nel suo caso - suppongo - quello di militare in aspettativa per motivi di salute.
Per giurisprudenza pacifica, durante l'aspettativa matura altresì la licenza ordinaria, in aggiunta ai 12 mesi annuali di assenza dal lavoro per malattia.
Di conseguenza, le spetterebbe, oltre al pagamento delle metà di stipendio trattenute nel periodo di sospensione, anche la monetizzazione della licenza ordinaria nell'occasione maturata e non fruita giacché in aspettativa.
Attenzione, però, che, per effetto del superamento di un anno consecutivo di aspettativa, lei non fosse passato e metà stipendio e, addirittura, dopo altri sei mesi, a zero stipendio. In tal caso, potrebbe scoprire di essere stato pagato in eccesso dall'Amministrazione.
Come vede, la questione è giuridicamente complessa, quindi le suggerisco di rivolgersi ad un avvocato che conosca il diritto militare.
In bocca al lupo,
Avv. Giorgio Carta

Rispondi