Pagina 1 di 2

ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60anni

Inviato: gio nov 09, 2017 3:17 pm
da armando1958
Buongiorno a tutti e complimenti agli esperti del forum ai quali rivolgo quanto segue:
sapevo per certo che agli ex retributivi il cosiddetto moltiplicatore concesso al sessantesimo anno di età non spettava piu' e sindacalisti e non asserivano che non era piu' conveniente rimanere fino alla fine. Io, per motivi di salute, (avrei anche potuto rientrare) ho scelto di farmi riformare anche alla luce della non convenienza a rimanere ancora; ora però mi sono imbattuto a discutere con un sindacalista che ha affermato che avrei sbagliato non protrarre il servizio fino al 60.mo anno in quanto è stato approvato, al posto del moltiplicatore, un emolumento (spero di aver capito bene) pari al 2% annuo per gli anni dal 2011 in poi. Corrisponde al vero? se si si potrebbe far ricorso? Grazie per la risposta e complimenti ancora per l'eccellente supporto che ci date.

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: gio nov 09, 2017 9:38 pm
da Louis65
firefox rispondi tu che proprio l'altro giorno in privato ne avevamo parlato di questa storia del doppio calcolo

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: gio nov 09, 2017 10:57 pm
da armando1958
Grazie firefox fammi capire...anche perche' quel sindacalista ha detto che ho perso crca 250 euri mensili sulla pensione...

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: ven nov 10, 2017 11:24 am
da lellobit
siamo tutt'orecchi......

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: ven nov 10, 2017 10:03 pm
da firefox
armando1958 ha scritto:Buongiorno a tutti e complimenti agli esperti del forum ai quali rivolgo quanto segue:
sapevo per certo che agli ex retributivi il cosiddetto moltiplicatore concesso al sessantesimo anno di età non spettava piu' e sindacalisti e non asserivano che non era piu' conveniente rimanere fino alla fine. Io, per motivi di salute, (avrei anche potuto rientrare) ho scelto di farmi riformare anche alla luce della non convenienza a rimanere ancora; ora però mi sono imbattuto a discutere con un sindacalista che ha affermato che avrei sbagliato non protrarre il servizio fino al 60.mo anno in quanto è stato approvato, al posto del moltiplicatore, un emolumento (spero di aver capito bene) pari al 2% annuo per gli anni dal 2011 in poi. Corrisponde al vero? se si si potrebbe far ricorso? Grazie per la risposta e complimenti ancora per l'eccellente supporto che ci date.
E' corretto....a seguito della riforma Fornero, che ha passato tutti nel contributivo dal 01/01/12 gli ex retributivi non andati in pensione per vari motivi avranno una pensione basata sul raffronto di due calcoli ed avendo erogata quella di importo minore tra le due.

Attenzione che questa non sta a significare che sono in assoluto penalizzati od avranno in assoluto una pensione inferiore ai loro colleghi retributivi poichè ogni caso è a se e va adeguatamente ponderato.

Infatti con questo sistema si può abbondantemente superare l'ex max aliquota dell'80% sino a sfiorare anche il 100%.

Pertanto in sintesi si avrà un calcolo virtuale sulla pensione adottando il previgente sistema della aliquote e valorizzando TUTTI gli anni lavorati post 2011 - anche sino alla vecchiaia - aggiungendo al maturato in percentuale al 31/12/2011 un 2% ogni anno.

Quindi ad esempio si poteva aver maturato un 75% della base pensionabile, al 31/12/11 lavorare poi ulteriori 7 anni ed arrivare ad un 89%.

Poi si avrà altro calcolo (di raffronto) che tiene conto del maturato al 31/12/2011 con sistema retributivo (supponiamo il 75% di cui sopra) + la famosa, e prima per i retributivi sconosciuta, quota C che tiene conto del montante contributivo maturato dal 01/01/12 sino alla pensione appositamente rivalutato mediante indici stabiliti e soggetti a modifica biennale + art. 3 comma 7 del dlgs 165/97 (moltiplicatore).

L'importo minore tra i due sistemi di calcolo determinerà la pensione erogata.

Capite bene che è errato dire "il moltiplicatore non si applica"...."il moltiplicatore non avrà effetti"...ecc. ecc.

il calcolo è complesso e l'INPS non mi risulta abbia nemmeno ancora trattato chi è già in pensione.

Quindi si avrà una pensione provvisoria poi ricalcolata.

Questo è quanto di mia conoscenza.

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: sab nov 11, 2017 12:30 am
da avt8
firefox ha scritto:
armando1958 ha scritto:Buongiorno a tutti e complimenti agli esperti del forum ai quali rivolgo quanto segue:
sapevo per certo che agli ex retributivi il cosiddetto moltiplicatore concesso al sessantesimo anno di età non spettava piu' e sindacalisti e non asserivano che non era piu' conveniente rimanere fino alla fine. Io, per motivi di salute, (avrei anche potuto rientrare) ho scelto di farmi riformare anche alla luce della non convenienza a rimanere ancora; ora però mi sono imbattuto a discutere con un sindacalista che ha affermato che avrei sbagliato non protrarre il servizio fino al 60.mo anno in quanto è stato approvato, al posto del moltiplicatore, un emolumento (spero di aver capito bene) pari al 2% annuo per gli anni dal 2011 in poi. Corrisponde al vero? se si si potrebbe far ricorso? Grazie per la risposta e complimenti ancora per l'eccellente supporto che ci date.
E' corretto....a seguito della riforma Fornero, che ha passato tutti nel contributivo dal 01/01/12 gli ex retributivi non andati in pensione per vari motivi avranno una pensione basata sul raffronto di due calcoli ed avendo erogata quella di importo minore tra le due.



Si doveva raggiungere l'80% e non il 75% con quest'ultima percentuale non si poteva accedere alla pensione di anzianità-
Attenzione che questa non sta a significare che sono in assoluto penalizzati od avranno in assoluto una pensione inferiore ai loro colleghi retributivi poichè ogni caso è a se e va adeguatamente ponderato.

Infatti con questo sistema si può abbondantemente superare l'ex max aliquota dell'80% sino a sfiorare anche il 100%.

Pertanto in sintesi si avrà un calcolo virtuale sulla pensione adottando il previgente sistema della aliquote e valorizzando TUTTI gli anni lavorati post 2011 - anche sino alla vecchiaia - aggiungendo al maturato in percentuale al 31/12/2011 un 2% ogni anno.

Quindi ad esempio si poteva aver maturato un 75% della base pensionabile, al 31/12/11 lavorare poi ulteriori 7 anni ed arrivare ad un 89%.

Poi si avrà altro calcolo (di raffronto) che tiene conto del maturato al 31/12/2011 con sistema retributivo (supponiamo il 75% di cui sopra) + la famosa, e prima per i retributivi sconosciuta, quota C che tiene conto del montante contributivo maturato dal 01/01/12 sino alla pensione appositamente rivalutato mediante indici stabiliti e soggetti a modifica biennale + art. 3 comma 7 del dlgs 165/97 (moltiplicatore).

L'importo minore tra i due sistemi di calcolo determinerà la pensione erogata.

Capite bene che è errato dire "il moltiplicatore non si applica"...."il moltiplicatore non avrà effetti"...ecc. ecc.

il calcolo è complesso e l'INPS non mi risulta abbia nemmeno ancora trattato chi è già in pensione.

Quindi si avrà una pensione provvisoria poi ricalcolata.

Questo è quanto di mia conoscenza.

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: sab nov 11, 2017 7:29 am
da mariodg
Grazie per la risposta Firefox, mi rammarico della cattiva informazione dei sindacati che hanno sempre asserito la non convenienza di rimanere fino alla fine...bah! Cmq io con sei anni oltre il 2011 avrei perso per una manciata di mesi un buon incremento sull'importo mensile in pratica (questo è avvilente) ho lavorato sei anni per niente. Ultima cosa il doppio calcolo avverrà anche per me? Cmq Il fatto è fatto grazie a tutti

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: sab nov 11, 2017 7:35 am
da mariodg
Cmq anch'io stessa situazione di Armando 58

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: sab nov 11, 2017 10:15 am
da angri62
mariodg ha scritto:Grazie per la risposta Firefox, mi rammarico della cattiva informazione dei sindacati che hanno sempre asserito la non convenienza di rimanere fino alla fine...bah! Cmq io con sei anni oltre il 2011 avrei perso per una manciata di mesi un buon incremento sull'importo mensile in pratica (questo è avvilente) ho lavorato sei anni per niente. Ultima cosa il doppio calcolo avverrà anche per me? Cmq Il fatto è fatto grazie a tutti
===ti sei dimenticato del tfs, hai perso circa 10.000€

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: sab nov 11, 2017 10:23 am
da mariodg
Addirittura?!

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: sab nov 11, 2017 10:35 am
da mariodg
Armando senti l aria?

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: sab nov 11, 2017 2:34 pm
da armando1958
Quindi anni buttati al vento?

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: lun nov 13, 2017 3:25 pm
da armando1958
Buongiorno Firefox, se non erro anche tu ed altri in qualche post si consigliava agli ex retributivi la convenienza a rimanere in servizio fino ai sessanta anni solo per incrementare quota tfs e ora, se ho ben capito, no. I calcoli che hai illustrato portano ad oltre l'80 per cento e quindi dovranno in base alla legge essere revisionati con il doppio calcolo o no? Cmq il fatto è fatto ma sinceramente questa situazione mi da un po fastidio in quanto credendo di aver perso solo il contratto....cmq la colpa è mia è solo mia. Grazie

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: lun nov 13, 2017 7:13 pm
da Paco1960
Buonasera
dato che l'argomento interessa anche me provo a dire la mia anche se non sono un esperto del settore.

Armando rosica perchè pensa che abbia perso 200 250 euro. secondo me non ha perso nulla se non il tfs per l'anno agguntivo.
Perchè il criterio del doppio calcolo prevede che comunque sia applicato l'importo peggiore; questa novità normativa introdota nel 2015 è stata inserita appositamente per imitare la "distorsione" che gli ex retributivi avrebbero preso una pensione maggiore con l'introduzione della legge Fornero.

Io non so dove scaturisce questo fantomatico 2%, probabilmente ci si riferisce all'aliquota per raggiungere l'80% del massimo pensionabile.
Per il calcolo effettivo (secondo me) con il primo calcolo si ritorna retributivi puri fino all'ultimo giorno/anno e quindi la quota B si calcola con la media degli ultimi dieci anni (o dal 1993) che spostandosi in avanti e con il rordino e il nuovo contratto qualche vantaggio lo danno ma certamente non saranno 200 euro, ma neanche 100,
con il secondo metodo, che tiene conto anche la quota C dal 2012, (secondo me) l'importo è maggiore del primo per cui il problema non si pone proprio, per quello che abbiamo detto prima.

Poi puo' darsi che mi sbaglio e accetto volentieri altri pareri soprattutto se di esperienza diretta o citando fonti normative per il calcolo del 2%.

E' vero comunque che la questione non è stata sviscerata abbastanza e anche l'Inps probabilmente deve applicarla a dovere.

saluti.

Re: ex retributivi 2% sugli importi dopo il 2011 fino ai 60a

Inviato: lun nov 13, 2017 7:23 pm
da Paco1960
Paco1960 ha scritto:Buonasera
dato che l'argomento interessa anche me provo a dire la mia anche se non sono un esperto del settore.

Armando rosica perchè pensa che abbia perso 200 250 euro. secondo me non ha perso nulla se non il tfs per l'anno agguntivo.
Perchè il criterio del doppio calcolo prevede che comunque sia applicato l'importo peggiore; questa novità normativa introdota nel 2015 è stata inserita appositamente per limitare la "distorsione" che gli ex retributivi avrebbero preso una pensione maggiore con l'introduzione della legge Fornero.

Io non so dove scaturisce questo fantomatico 2%, probabilmente ci si riferisce all'aliquota per raggiungere l'80% del massimo pensionabile.
Per il calcolo effettivo (secondo me) con il primo calcolo si ritorna retributivi puri fino all'ultimo giorno/anno e quindi la quota B si calcola con la media degli ultimi dieci anni (o dal 1993) che spostandosi in avanti e con il rordino e il nuovo contratto qualche vantaggio lo danno ma certamente non saranno 200 euro, ma neanche 100,
con il secondo metodo, che tiene conto anche la quota C dal 2012, (secondo me) l'importo è maggiore del primo per cui il problema non si pone proprio, per quello che abbiamo detto prima.

Poi puo' darsi che mi sbaglio e accetto volentieri altri pareri soprattutto se di esperienza diretta o citando fonti normative per il calcolo del 2%.

E' vero comunque che la questione non è stata sviscerata abbastanza e anche l'Inps probabilmente deve applicarla a dovere.

saluti.
correzione dicesi limitare e non imitare le distorsioni.

con l'occasione chiedo agli esperti o a chi ha studiato l'argomento come incide per i reributivi puri NON aver maturato i 15 anni contributivi al 31.12.1992.
La penalizzazione c'è e quanto incide? qualcuno ha esperienza di calcolo e raffronto con ì + 15 anni che è andato in pensione negli ultimi due tre anni o che andra' in pensione nei prossimi anni?

grazie.