equo indennizzo respinto

Feed - POLIZIA DI STATO

Rispondi
zena
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10
Iscritto il: mer lug 18, 2018 12:02 am

equo indennizzo respinto

Messaggio da zena » mer nov 21, 2018 8:06 pm

ciao a tutti...

nel luglio 2011 subivo un incidente in itinere a poche centinaia di metri dal mio ufficio. nell'occasione riportavo la frattura del 4° metacarpo della mano, subivo trauma distorsivo rachide cervicale, deformazione a cuneo anteriore soma d6 e d8, trauma inguino scrotale. il mese successivo venivo operato alla mano (intervento chirurgico di osteosintesi).
nel marzo 2012 chiedevo causa di servizio e indennizzo (per una mia svista lasciavo passare i canonici 6 mesi). a distanza di anni, a luglio 2018 il ministero mi comunica che la causa di servizio è stata riconosciuta ma l'indennizzo respinto perchè non tempestiva la richiesta.
ok... colpa mia, però mi chiedo... ma se l'art. 2 del DPR 461/01 dice che l'equo indennizzo può essere richiesto:

1) contestualmente alla domanda di riconoscimento dea causa di servizio;

2) durante l'iter del riconoscimento;

3) il comma 6 del predetto DPR precisa che, può essere richiesto anche "entro 6 mesi dalla notifica del decreto/provvedimento di riconoscimento della dipendenza da causa di servizio"...

quale è la ratio?
se lo chiedo prima (7 mesi dopo i fatti.. nel mio caso) mi gioco la possibilità di chiederlo dopo? non ha senso...

siccome ho diverse cause di servizio ma questa è la più "pesante" (tab. B) e quella che già ora mi crea più problemi di salute (le due vertebre) questo respingimento dell'equo indennizzo mi preclude anche l'eventualità, in caso di aggravamento, di avere una categoria più alta in tab. A e un domani una pensione privilegiata? o mi preclude solo il risarcimento di quanto patito nell'incidente?
ringrazio in anticipo chi vorrà schiarirmi le idee

saluti
Zena



naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1192
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: equo indennizzo respinto

Messaggio da naturopata » gio nov 22, 2018 10:26 am

zena ha scritto:
mer nov 21, 2018 8:06 pm
ciao a tutti...

nel luglio 2011 subivo un incidente in itinere a poche centinaia di metri dal mio ufficio. nell'occasione riportavo la frattura del 4° metacarpo della mano, subivo trauma distorsivo rachide cervicale, deformazione a cuneo anteriore soma d6 e d8, trauma inguino scrotale. il mese successivo venivo operato alla mano (intervento chirurgico di osteosintesi).
nel marzo 2012 chiedevo causa di servizio e indennizzo (per una mia svista lasciavo passare i canonici 6 mesi). a distanza di anni, a luglio 2018 il ministero mi comunica che la causa di servizio è stata riconosciuta ma l'indennizzo respinto perchè non tempestiva la richiesta.
ok... colpa mia, però mi chiedo... ma se l'art. 2 del DPR 461/01 dice che l'equo indennizzo può essere richiesto:

1) contestualmente alla domanda di riconoscimento dea causa di servizio;

2) durante l'iter del riconoscimento;

3) il comma 6 del predetto DPR precisa che, può essere richiesto anche "entro 6 mesi dalla notifica del decreto/provvedimento di riconoscimento della dipendenza da causa di servizio"...

quale è la ratio?
se lo chiedo prima (7 mesi dopo i fatti.. nel mio caso) mi gioco la possibilità di chiederlo dopo? non ha senso...

siccome ho diverse cause di servizio ma questa è la più "pesante" (tab. B) e quella che già ora mi crea più problemi di salute (le due vertebre) questo respingimento dell'equo indennizzo mi preclude anche l'eventualità, in caso di aggravamento, di avere una categoria più alta in tab. A e un domani una pensione privilegiata? o mi preclude solo il risarcimento di quanto patito nell'incidente?
ringrazio in anticipo chi vorrà schiarirmi le idee

saluti
Zena
La ratio sottesa è che venga richiesto in tutti i casi entro 6 mesi dalla conoscenza o percezione del danno e quindi hai perso l'equo indennizzo. Potrai chiedere l'aggravamento e il tutto sarà valevole solo ai fini pensione di privilegio. Per quello che hai comunque ti spettava già una 8^ Tab. "A".

zena
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 10
Iscritto il: mer lug 18, 2018 12:02 am

Re: equo indennizzo respinto

Messaggio da zena » gio nov 22, 2018 5:23 pm

e quindi che dovrei fare per farmi riconoscere la 8° cat . tab. A? non ho la minima idea...
ricorsi? non sono passati ancora 6 mesi...

naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1192
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: equo indennizzo respinto

Messaggio da naturopata » gio nov 22, 2018 7:40 pm

zena ha scritto:
gio nov 22, 2018 5:23 pm
e quindi che dovrei fare per farmi riconoscere la 8° cat . tab. A? non ho la minima idea...
ricorsi? non sono passati ancora 6 mesi...
Allo stato dei fatti devi richiedere un aggravamento, ma per questo, non c'è alcuna decadenza, ovvero puoi farlo quando vuoi.

Briscola
Riferimento
Riferimento
Messaggi: 338
Iscritto il: mar set 16, 2014 6:57 pm

Re: equo indennizzo respinto

Messaggio da Briscola » mar feb 26, 2019 4:25 pm

Comunque qualora ti viene risposto che NON può essere avviato il procedimento dell'equo indennizzo perchè definito con decreto nr....... e successivamente viene annullato da un Giudice Amministrativo eccome che ne hai diritto.

Rispondi