Pagina 1 di 1

equo dpr 738/81 aiuto

Inviato: lun mag 03, 2010 7:07 pm
da PDRCC
buona sera a tutti,

vi spiego brevemente la mia situazione e volevo avere qualche aiuto. Precisamente:

A seguito di una domanda di aggravamento di una patologia (già riconosciuta dal comitato di verifica) sono stato giudicato permanentemente non idoneo a s.m.i., e giudicato impiegabile in modo parziale ai sensi del dpr 738/81, esonerato da alcune tipologie di servizi. ( il tutto già SI Dipendente)
Volevo sapere non avendo mai percepito nessun equo indennizzo, devo richiedere lo stesso ai sensi del dpr in oggetto (+20%)? O solo quello normale previsto? o entrambi?
Se qualcuno puo' inviarmi un facsimile di domanda per equo i. giusta per la mia situazione.


A chi devo richiedere e come i privilegi di cui agli art. 43 e 44 del R.D.L. 30 settembre 1922 n. 1290, come integrata dalla legge n. 539/1950?

Il trasferimento dalla mia attuale di servizio (stazione) puo' avvenire per servizio?

Grazie a tutti

Re: equo dpr 738/81 aiuto

Inviato: lun mag 03, 2010 8:23 pm
da Roberto Mandarino
L'indennità una tantum relativa ai parzialmente idonei è di un importo maggiorato rispetto all'Equo Indennizzo, questa si può ottenere senza null'altro a pretendere come Equo Indennizzo per la stessa patologia. La domanda deve essere presentata entro sei mesi dal verbale di parziale idoneità redatto dalla Commissione Medica.
Pertanto penso che puoi chiederla soltanto se la patologia in passato sia stata riconosciuta dipendente da causa di servizio MA DECLASSATA A NON ASCRIVIBILE A CATEGORIA dal Comitato.
Se invece è stato stabilito che hai diritto all'equo indennizzo di Tab.B oppure di ottava non credo che potrai rifiutare l'equo indennizzo per chiedere l'una tantum. Per sicurezza, comunque puoi chiedere all'ufficio Equo Indennizzo del Comando Generale dell'Arma.
Riguardo allo scatto invalidi e cioè all'aumento dello stipendio del 1,25% verrà fatto automaticamente dal Comando di appartenenza.
I parzialmente idonei hanno DIRITTO al trasferimento ma a domanda...

Saluti Roberto

Re: equo dpr 738/81 aiuto

Inviato: mar mag 04, 2010 3:51 pm
da PDRCC
grazie per la risposta sempre rapida e precisa,

ma le chiedo e se io non produco alcuna domanda ?

Non dovrannno trasferirmi d'ufficio?
Grazie

P.S. mi inica un link dove poter scaricare la domanda per equo indennizzo.

Grazie

Re: equo dpr 738/81 aiuto

Inviato: mar mag 04, 2010 9:54 pm
da Roberto Mandarino
La domanda di Equo Indennizzo è semplice.

Il sottoscritto grado cognome e nome chiede l'Equo Indennizzo della patologia ascritta a tab.__con verbale n._____della cmo di_____in data______.

Il trasferimento penso possa anche avvenire anche d'ufficio ma da un ufficio con servizio operativo ad un'altro ufficio con servizio sedentario...non da una città all'altra...
Saluti Roberto

Re: equo dpr 738/81 aiuto

Inviato: mer mag 05, 2010 8:40 pm
da panorama
Collega che io sappia quando uno viene riformato parzialmente non può prestare più servizio alla stazione ma deve essere trasferito ad un comando ufficiale. L'Arma ti chiede di presentare istanza di trasferimento ad un comando ufficiale e poi anche se chiedi tu la nuova sede loro sono obbligati a trasferirti d'ufficio con diritto alla liquidazione di trasferimento e ai 20 gg. di licenza collegati a tale movimento.
Questo è quello che io so.
Se poi c'è qualche collega che in questi ultimi periodi ha subito ciò è pregato di dare testimonianza su questo forum in modo che tutti sappiano come vanno le cose fino a questo giorno.
Un saluto a tutti