DUBBIO SU PRIVILEGIATA E RUOLO CIVILE

Consulenza legale su contensioni pensionistici - Corte dei Conti
Feed - L'Avv. Massimo Vitelli risponde

Moderatore: Avv. Massimo Vitelli

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Vitelli verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
furore5
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 131
Iscritto il: mer giu 06, 2018 6:57 pm

DUBBIO SU PRIVILEGIATA E RUOLO CIVILE

Messaggio da furore5 » sab giu 09, 2018 12:35 pm

Buongiorno Gentile Avv. Vitelli, sono un nuovo utente del forum che leggo da poche settimane. sono un Assistente Capo della Polizia di Stato con una causa di servizio (riconosciuta con Modello C che non va al vaglio del Comitato di Verifica) tabellata in 4 cat. A per un brutto incidente in servizio di pochi anni fa. Per la fine di quest' anno avro' servizio utile di anni 21 + anni 3 di servizio militare + anni 4 circa ai fini del riscatto di 1/5 per il tfs. Purtroppo rischio la riforma assoluta per le patologie/infermità dipendente da causa di servizio (che purtroppo sono ingravescenti, per natura tendono ad aggravarsi..) e quindi probabilmente il prox mese di settembre 2018 dopo questo periodo di aspettativa per malattia causa di servizio, verro' inviato in cmo per la prima volta per l' idoneità (sono già con la idoneità parziale..). Le chiedo con massimo rispetto e cordialità quanto segue:
1- ho il verbale di 4 ctg ma non è indicato alla voce P.P. se HA VITA oppure NON SUSCETTIBILE DI MIGLIORAMNTO, anche se le patologie/infermità sono in corso di aggravamento in quanto ingravescenti (tac, rmn e rx documentato) per tipologia che potrebbe comportare in teoria anche una nuova categoria tabellare in 3A ma leggendo il forum non so se già a parer loro "SONO GIA' FORTUNATO CON LA 4A...."
2- dovendo recarmi in cmo probabilmente a settembre posso chiedere loro se possono valutare le patologie/infermità causa di servizio ai fini della P.P. A VITA?
3- se la cmo mi transita al ruolo civile senza che nel verbale abbiano scritto A VITA, c'è il rischio che in futuro quella A VITA non la diano, per impedirmi un eventuale cumulo tra stipendio civile e p.p. a vita?
4- è fattibile il cumulo in caso di transito al ruolo civile tra stiprndio civile e pensione privilegiata quando saro' (o se sarò) sottoposto a visita in cmo fini ai della p.p.? Perchè gentile Avv ho trovato la sentenza della Corte dei Conti SS.RR. ed ho letto i Suoi autorevoli interventi ma, spiace dirlo, non essendo la mia materia ho capito solamente che il CUMULO NON E' IMPEDITO ma che vuol dire? A chi tocca ed a chi no tocca in base a quale Ministero sceglie per il transito e sempre se c'è posto?
5- farei bene ad accetre l' eventuale transito (anche se l'età pensionabile aumenta e non so se con i dolori potre continuare fino alla fine) oppure rinunciare? Accettando il transito, le mie patologie/infermità valgono comunque in caso mi dovessi assentare per quella che attualmente nella PS è causa di servizio?

Sono dubbi che mi porto da settimane ed a cui purtroppo non so dare una risposta.

Cordialmente La saluto e ringrazio con stima.



Avatar utente
Avv. Massimo Vitelli
Professionista
Professionista
Messaggi: 437
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: DUBBIO SU PRIVILEGIATA E RUOLO CIVILE

Messaggio da Avv. Massimo Vitelli » sab giu 09, 2018 4:35 pm

furore5 ha scritto:Buongiorno Gentile Avv. Vitelli, sono un nuovo utente del forum che leggo da poche settimane. sono un Assistente Capo della Polizia di Stato con una causa di servizio (riconosciuta con Modello C che non va al vaglio del Comitato di Verifica) tabellata in 4 cat. A per un brutto incidente in servizio di pochi anni fa. Per la fine di quest' anno avro' servizio utile di anni 21 + anni 3 di servizio militare + anni 4 circa ai fini del riscatto di 1/5 per il tfs. Purtroppo rischio la riforma assoluta per le patologie/infermità dipendente da causa di servizio (che purtroppo sono ingravescenti, per natura tendono ad aggravarsi..) e quindi probabilmente il prox mese di settembre 2018 dopo questo periodo di aspettativa per malattia causa di servizio, verro' inviato in cmo per la prima volta per l' idoneità (sono già con la idoneità parziale..). Le chiedo con massimo rispetto e cordialità quanto segue:
1- ho il verbale di 4 ctg ma non è indicato alla voce P.P. se HA VITA oppure NON SUSCETTIBILE DI MIGLIORAMNTO, anche se le patologie/infermità sono in corso di aggravamento in quanto ingravescenti (tac, rmn e rx documentato) per tipologia che potrebbe comportare in teoria anche una nuova categoria tabellare in 3A ma leggendo il forum non so se già a parer loro "SONO GIA' FORTUNATO CON LA 4A...."
2- dovendo recarmi in cmo probabilmente a settembre posso chiedere loro se possono valutare le patologie/infermità causa di servizio ai fini della P.P. A VITA?
3- se la cmo mi transita al ruolo civile senza che nel verbale abbiano scritto A VITA, c'è il rischio che in futuro quella A VITA non la diano, per impedirmi un eventuale cumulo tra stipendio civile e p.p. a vita?
4- è fattibile il cumulo in caso di transito al ruolo civile tra stiprndio civile e pensione privilegiata quando saro' (o se sarò) sottoposto a visita in cmo fini ai della p.p.? Perchè gentile Avv ho trovato la sentenza della Corte dei Conti SS.RR. ed ho letto i Suoi autorevoli interventi ma, spiace dirlo, non essendo la mia materia ho capito solamente che il CUMULO NON E' IMPEDITO ma che vuol dire? A chi tocca ed a chi no tocca in base a quale Ministero sceglie per il transito e sempre se c'è posto?
5- farei bene ad accetre l' eventuale transito (anche se l'età pensionabile aumenta e non so se con i dolori potre continuare fino alla fine) oppure rinunciare? Accettando il transito, le mie patologie/infermità valgono comunque in caso mi dovessi assentare per quella che attualmente nella PS è causa di servizio?

Sono dubbi che mi porto da settimane ed a cui purtroppo non so dare una risposta.

Cordialmente La saluto e ringrazio con stima.
"""""""
Buonasera.
I quesiti non sono sempre comprensibili e le delucidazioni di fatto fornite appaiono scarse e spesso oscure.
Comunque, in linea di massima, il consiglio è quello di farsi riformare e non transitare quindi nei ruoli civili.
Una PPO di 4a o 3a categoria, che a quanto pare nessuno potrebbe negarle, risulta di importo soddisfacente.
Transitando nel civile potrebbe coltivare la speranza di cumulo di stipendio e PPO (sempre che non sopravvengano ulteriori sorprese giudiziali), ma a che prezzo e con quanta fatica.....!?
Cordialitá
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it

furore5
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 131
Iscritto il: mer giu 06, 2018 6:57 pm

Re: DUBBIO SU PRIVILEGIATA E RUOLO CIVILE

Messaggio da furore5 » dom giu 10, 2018 3:36 pm

"""""""
Buonasera.
I quesiti non sono sempre comprensibili e le delucidazioni di fatto fornite appaiono scarse e spesso oscure.
Comunque, in linea di massima, il consiglio è quello di farsi riformare e non transitare quindi nei ruoli civili.
Una PPO di 4a o 3a categoria, che a quanto pare nessuno potrebbe negarle, risulta di importo soddisfacente.
Transitando nel civile potrebbe coltivare la speranza di cumulo di stipendio e PPO (sempre che non sopravvengano ulteriori sorprese giudiziali), ma a che prezzo e con quanta fatica.....!?
Cordialitá[/quote]

Buona domenica Avv e grazie per il tempo che Lei i ha dedicato scusandomi per l' esposizione della domanda poco chiara.
Nel vervale della cmo di 4A categoria non c'è scritto, nella parte dedicata alla sezione P.P.O. che le mie infermità sono A VITA (anche se lo sono in quanto permanentemente non guaribili ed anzi ingravescenti), questo in quanto ad alcuni colleghi che conosco la cmo ha scritto (a vita oppure suscettibili di miglioramento, ma ahimè dipende dalla cmo che ti visita).
Il dubbio è questo, se dovesi transitare al ruolo civile ed ammesso che il cumulo tra stipendio civile e p.p.o. è fattibile, io non sono sicuro che la mia p.p.o sia riconosciuta A VITA oppure SI suscettibile di miglioramento (ipotesi francamente assurda ma non mi stupisce piu' nulla giacchè i diritti propri acquisiti spesso in italia li devi "pagare" con ricorsi vari...), quindi potrei ritrovarmi con una p.p.o. per 4 anni anzicchè a vita ma ho solo 21 anni di servizio + 3 anni di militare e questo mi preoccupa non poco..
Del resto però sono fortunato (nella sfortuna dell' incidente) a ritrovarmi con una 4A con solo 21 anni sìdi servizio...
Magari sono ora pessimista ma è meglio vedere il bicchiere mezzo vuoto ora e non rimanere delusi dopo.
Grazie, cordialità.

Rispondi