DOMANDA AGGRAVAMENTO E/O INTERDIPENDENZA

Feed - GUARDIA DI FINANZA

Rispondi
PIERO1956
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: ven mar 23, 2012 8:42 am

DOMANDA AGGRAVAMENTO E/O INTERDIPENDENZA

Messaggio da PIERO1956 » ven mar 23, 2012 10:04 am

BUONGIORNO,
SONO UN LUOGOTENENTE G.DI F. IN PENSIONE A DOMANDA DA 4 ANNI CIRCA. IL QUESITO CHE PONGO E' IL SEGUENTE: NEL CORSO DELLA CARRIERA HO INOLTRATO ALCUNE ISTANZE DI RICONOSCIMENTO DI MALATTIA X CAUSA DI SERVIZIO. ALCUNE, PUR ESSENDO STATE RICONOSCIUTE, NON SONO STATE ISCRITTE A TABELLA AI FINI DELL'E.I. ALTRE COME: 1) "LOMBOSCIATALGIA SX DA DISCOPATIA LOMBARE"; 2)"NOTE DI GASTRODUODENITE" SONO STATE RICONOSCIUTE DALLA C.M.O. RISPETTIVAMENTE NEL 1985 E 1988 ED ISCRITTE AI FINI DELL'E.I. ALLA TABELLA "B" NELLA MISURA MINIMA. SUCCESSIVAMENTE A SEGUITO DI DOMANDA DI AGGRAVAMENTO DELLA MALATTIA DI CUI AL SUB. 1) LA CMO DI BARI, CON P.V. DATATO 10/12/1993, CONSTATAVA L'AGGRAVAMENTO E LA ISCRIVEVA ALLA 8^ CAT. TAB. A MAX. DOPO CIRCA 6 MESI DA QUEST'ULTIMO RICONOSCIMENTO, A CAUSA DELLA GRAVITA' DELLA STESSA MALATTIA, RIPRESENTAVO ULTERIORE ISTANZA DI AGGRAVAMENTO E LA C.M.O. DI BARI LA RESTITUIVA PERCHE' SULLA STESSA ERA STATA UTILIZZATA LA DICITURA "AGGRAVAMENTO" E NON "INTERDIPENDENZA" VISTO CHE L'AGGRAVAMENTO, PER LA STESSA MALATTIA, POTEVA ESSERE RICHIESTO UNA SOLA VOLTA NEL CORSO DI 5 ANNI. IL PARADOSSO O MEGLIO LA BEFFA FU QUANDO NEL 1998 IL CPPO NON RICONOBBE IL PARERE ESPRESSO DALLA CMO DI BARI IN ORDINE AL CONSTATATO AGGRAVAMENTO DEL 1993. A SEGUITO DI RICORSI E CONTRORICORSI DA PARTE DELLO SCRIVENTE LO STESSO FU RIGETTATO. NELL'ANNO 2008 SONO STATO COLLOCATO IN PENSIONE A DOMANDA E CONTESTUALMENTE A TALE DATA INOLTRAI ISTANZA PER LA PENSIONE PRIVILEGIATA. IN QUESTI GIORNI HO DEPOSITATO C/O LA STRUTTURA SANITARIA MILITARE I DOCUMENTI RICHIESTI. POICHE' RITENGO CHE SIA STATA FATTA UN'INGIUSTIZIA NEI MIEI CONFRONTI IN ORDINE AL MANCATO RICONOSCIMENTO DELL'AGGRAVAMENTO E, PER NON SBAGLIARE UNA SECONDA VOLTA, CHIEDO SE LE MALATTIE CHE SONO EMERSE NEL CORSO DI QUEST’ULTIMI ACCERTAMENTI: "ULCERA DUODENALE IN FASE ATTIVA, ERNIA IATALE, CP TEST: POSITIVO”; “LOMBOSCIATALGIA BILATERALE PREVALENTEMENTE A DX E SINDROME DA STENOSI DEL CANALE VERTEBRALE IN ERNIA DEL DISCO L5-S1 E SPONDILO ARTROSI E DISCOPATIE MULTIPLE” E “ IPOACUSIA BILATERALE CON ACUFENI E DIFFICOLTÀ NELLA DISCRIMINAZIONE VOCALE”, QUEST’ULTIMA ANCHE SE RICONOSCIUTA NON ASCRITTA AD ALCUNA TAB., SIANO MERITEVOLI DI ISTANZA. IN CASO AFFERMATIVO SI PREGA DI SPECIFICARE CHE DICITURA SI DOVRA' UTILIZZARE: "RICONOSCIMENTO - AGGRAVAMENTO E/O INTERDIPENDENZA". LA PRESENTE RIVESTE CARATTERE DI URGENZA ATTESO CHE I DOCUMENTI SONO DATATI 12, 21 E 22 OTTOBRE 2011 (ENTRO SEI MESI SCADONO). FIDUCIOSO RESTO IN ATTESA DI UN VS CORDIALE CENNO DI RISPOSTA E SI COGLIE L’OCCASIONE PER PORGERE DISTINTI SALUTI.



Convenzionistituzioni.it
Avatar utente
pietro17
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2609
Iscritto il: sab mar 10, 2012 10:50 am

Re: DOMANDA AGGRAVAMENTO E/O INTERDIPENDENZA

Messaggio da pietro17 » ven mar 23, 2012 10:57 am

Non è facile rispondere a quanto hai richiesto.
Se non erro l'interdiprendenza è quanto a una determinata patologia, se ne aggiunge un altra con una correlazione tra le due. Cerco di spegarmi meglio con il mio caso personale riconosciuta ernia discale espulsa L4 - L5; in quel periodo, potevo dirmire solo in piedi e, pertanto, diverse volte appoggiavo i gomiti al tavolo per trovare un maggior sollievo ai dolori all'epoca lancinanti, tale posizione, ha fatto sì che mi si bloccasse (ora paresi) il nervo ulnare della mano. Mi hanno detto di fare domanda di interdipendenza.
Per quanto riguarda, invece, l'aggravamento, so per certo che, ai soli fini dell'Equo Indennizzo lo si può presentare solo una volta ma lo si può chiedere anche 100 volte se la patologia ha un evolversi peggiorativo. Questo mi è stato confermato da un Ten col presso una c.m.o. nel mese di gennaio u.s..
Nel tuo caso, vedo che hai delle patologie nuove, non riconosciute. Per quelle, presenterei semplice domanda di riconoscimento.
In bocca al lupo.

Rispondi