DESTITUZIONE

Diritto Militare e per le Forze di Polizia
Feed - L'Avv. Giorgio Carta risponde

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito www.studiolegalecarta.com, ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.
Rispondi
BRACCOPOLIS
Disponibile
Disponibile
Messaggi: 48
Iscritto il: gio feb 02, 2017 5:50 pm

DESTITUZIONE

Messaggio da BRACCOPOLIS » lun mag 07, 2018 10:26 pm

BUONASERA
AVVOCATO LE PONGO UN PROBLEMA CHE STA AFFRONTANDO UN COLLEGA....CHE ATTUALMENTE SI TROVA A RISCHIO DESTITUZIONE PER UN PROCEDIMENTO PENALE..... DOMANDA .... MA SE QUESTO VA IN PENSIONE A FINE MESE...... E L'EVENTUALE DESTITUZIONE E GLI SVILUPPI PROCESSUALI.... ARRIVERANNO DOPO.... COSA RISCHIA A LIVELLO DI PENSIONE E DI BUONUSCITA.....? GRAZIE DELLA SUA CONSULENZA ATTENDO RISPOSTA...



Avatar utente
skywalker
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 54
Iscritto il: sab lug 12, 2014 9:53 am

Re: DESTITUZIONE

Messaggio da skywalker » ven mag 11, 2018 4:26 pm

Salve, in attesa che il Dr Carta ti dica qualcosa di più "tecnico2, dai dati scarsi che dai è impossibile darti una risposta! Se il tuo collega non è stato mai sospeso dal servizio in relazione al procedimento penale in corso (ma per quale ipotesi di reato?) e nel frattempo ha maturato il diritto a pensione, quella, a mio avviso, non la possono toccare. Se il tuo collega inoltre fosse un ufficiale, avendo già maturato il diritto alla pensione potrebbe, se vuole stare più tranquillo, dare le dimissioni volontarie, che bloccano l'eventuale procedimento disciplinare. Ma ripeto, dai poche informazioni e ne vuoi di certe, le due cose non vanno d'accordo!

Sforciop
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 7
Iscritto il: gio giu 07, 2018 9:51 pm

Re: DESTITUZIONE

Messaggio da Sforciop » gio giu 07, 2018 10:13 pm

Salve a tutti. Sono maru’ , la compagna di un carabiniere(maresciallo capo) che dal 23 maggio scorso è rinchiuso presso l’organizzazione penitenziaria di Santa Maria Capua Vetere . Il mio compagno, ottimo padre di tre figli, di cui l’ultimo (4 anni) avuto da me, e ligio al dovere dal 1992, si è ritrovato a subire una detenzione cautelare sulla base delle dichiarazioni rese da alcuni pentiti della zona dive ha prestato servizio dal 2009 al 2016. Dopo vari trasferimenti (avuti in seguito a sue continue richieste), che lo hanno sempre visto impegnato nel nucleo operativo, ha ottenuto quello definitivo presso il nucleo informativo. Svolgeva lavori d’ufficio. Finalmente un po’ di tranquillità a 50 anni e soprattutto dopo aver subito due brutto incidenti che lo hanno reso invalidato nel pieno utilizzo della spalla dx e della gamba sx. Le accuse , ripeto , sulla base di dichiarazioni fatte da alcuni pentiti, attualmente collaboratori di giustizia, senza alcuna prova concreta, sono di corruzione, favoreggiamento e 416 bis, cioè associazione mafiosa . Non posso crederci, trattato come un criminale , rischia di cadere in depressione. L’avvocato ha fatto richiesta di riesame. Lunedì ci sarà l’udienza e saranno presentati atti ufficiali che smentiscono gran parte di queste dichiarazioni. Nonostante io e l’avvocato siamo molto fiducioso, lui continua s dire che le speranz di una revoca dell’ordinamza i di una rettifica della stessa , sono improbabili, perché lui è un carabiniere. Attualmente è stato sospeso dall’impiego e dal servizio obbligatoriamente. A seconda delle diverse possibilità che offre il riesame (revoca, modifica o conferma ) cosa capiterà?e in che caso rischia di perdere il lavoro ? Vi ringrazio gin d’ora. Maru’

Rispondi