DECURTAZIONE AI 12 MESI - ORIENTAMENTO IMAS

Feed - AERONAUTICA

Rispondi
Ag.modelka
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: dom nov 04, 2018 8:30 pm

DECURTAZIONE AI 12 MESI - ORIENTAMENTO IMAS

Messaggio da Ag.modelka » ven nov 30, 2018 1:37 am

Buonasera a tutti,
sono un Sottufficiale AM controllore di volo, con 21 anni di servizio effettivo, attualmente in convalescenza da 8 mesi per sindrome ansioso depressiva.
Premetto che a parte i primi 40gg di malattia con prescrizione del medico curante, tutti i successivi periodi di convalescenza mi sono stati dati da IMAS a seguito di varie visite (3 + 3 + ultima 6 mesi).
Premetto altresì che NON ho inoltrato causa di servizio in quanto mi pare di aver capito che in assenza di questa i tempi di congedo per riforma siano più "snelli", vista la mia volontà in accordo ai terapisti di non continuare il mio impiego in aeronautica. Di fatto ho accettato la possibilità di una decurtazione stipendiale , basandomi sulla fiducia che l'orientamento degli Istituti Medico Legali fosse di congedare ai 12 mesi (o poco più) in assenza di causa di servizio e conscio che tale decurtazione qualore incorsa fosse in parte "compensata" dalla successiva monetizzazione della licenza non fruita a seguito di un periodo ininterrotto di convalescenza.
DOMANDA 1: secondo voi tale considerazione è effettivamente valida o potrei aver preso un grande granchio visto che al momento, cn questo ultimo provvedimento di 6 mesi mi hanno fatto "sforare" di 14 gg i primi 12 mesi di aspettativa.
DOMANDA 2: ben più importante, a seguito di tale decurtazioni, (che a questo punto potrei tranquillamente aspettarmi che IMAS mi faccia "saltare" direttamente ai 18 mesi nella prossima visita), gli istituti previdenziali corrisposti NON sulla base di un montante quanto di un periodo utile ultimo verranno pagati tenendo conto degli stipendi decurtati o interi? mi spiego meglio: il TFS, la cassa Sottufficiali, il fatidico moltiplicatore x5 (a seguito di ricorso) se calcolati per quanto effettivamente percepito negli ultimi 365 gg sarebbero penalizzati in maniera considerevole a seguito di tale decurtazione o no?

Ringrazio per la disponibilità che mi offrirete nel rispondere alle mia domande, porgendo scusa se giò tali quesiti siano stati toccati in altri post ma al momento il mio stato di salute mi porta a panicare per cose normali.



CATER
Appassionato
Appassionato
Messaggi: 71
Iscritto il: dom gen 19, 2014 11:27 am

Re: DECURTAZIONE AI 12 MESI - ORIENTAMENTO IMAS

Messaggio da CATER » sab dic 01, 2018 9:07 am

ciao posso esprimere una mia opinione personale, quindi se vuoi prendi le dovute distanze da ciò che scriverò, comunque io penso che sia stato un errore non presentare la domanda di causa di servizio sia perché non credo sia legato alle tempistiche di riforma (quello dipende dal contenuto dei certificati che presenti), sia perché avresti bloccato l'applicazione della decurtazione in attesa dell'esito della C.di S., anche se per queste motivazioni difficilmente viene concessa, in ogni caso non c'è nessuna correlazione tra la decurtazione e la monetizzazione della licenza sono due pratiche diverse che fanno il loro corso, la monetizzazione ti spetta a prescindere.
Per quanto riguarda la seconda domanda non sono un amministrativo ma mi viene da pensare che la decurtazione non credo possa influire sul calcolo TFS, cassa sott. e quant'altro appunto perchè lo stipendio "ufficiale" resta tale ma con la decurtazione ,ma è solo un mio pensiero che naturalmente e probabilmente può essere sbagliato,
in bocca al lupo

Ag.modelka
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: dom nov 04, 2018 8:30 pm

Re: DECURTAZIONE AI 12 MESI - ORIENTAMENTO IMAS

Messaggio da Ag.modelka » sab dic 01, 2018 10:34 am

Grazie della risposta. Diciamo che la presentazione CdS è vero che blocca i termini ma se si perde (molto probabile) si restituisce tutto. Quindi, alla fine o li dai prima o li dai dopo....
In ogni caso sarei curiosodi conoscere altri pareri soprattutto in merito al secondo quesito. Grazie!

naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 765
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: DECURTAZIONE AI 12 MESI - ORIENTAMENTO IMAS

Messaggio da naturopata » sab dic 01, 2018 1:10 pm

[DOMANDA 2: ben più importante, a seguito di tale decurtazioni, (che a questo punto potrei tranquillamente aspettarmi che IMAS mi faccia "saltare" direttamente ai 18 mesi nella prossima visita), gli istituti previdenziali corrisposti NON sulla base di un montante quanto di un periodo utile ultimo verranno pagati tenendo conto degli stipendi decurtati o interi? mi spiego meglio: il TFS, la cassa Sottufficiali, il fatidico moltiplicatore x5 (a seguito di ricorso) se calcolati per quanto effettivamente percepito negli ultimi 365 gg sarebbero penalizzati in maniera considerevole a seguito di tale decurtazione o no?

Ringrazio per la disponibilità che mi offrirete nel rispondere alle mia domande, porgendo scusa se giò tali quesiti siano stati toccati in altri post ma al momento il mio stato di salute mi porta a panicare per cose normali.
[/quote]

Per il TFS e cassa sottufficiali, i periodi in aspettativa valgono come servizio prestato e quindi nessun problema. Per il moltiplicatore, dal tenore letterale della norma ti spetta sull'ultimo anno di retribuzione, quindi in base a quello che hai percepito, quindi se sei a zero, zero. Da qui si evidenzia come questo beneficio non compete per tutte le riforme, ma solo a quelle dipendenti da causa di servizio, altrimenti chi viene riformato nei 12 mesi, prende il moltiplicatore per intero, chi al 50% lo prende al 50% e chi a 0% non prende nulla. Il tutto non quadra, invece chi ha la causa di servizio e quindi non subisce alcuna decurtazione percepirà il moltiplicatore per intero al 100%.

Ag.modelka
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: dom nov 04, 2018 8:30 pm

Re: DECURTAZIONE AI 12 MESI - ORIENTAMENTO IMAS

Messaggio da Ag.modelka » sab dic 01, 2018 11:40 pm

Secondo voi quindi non esiste una consuetudine sui tempi? 18 o 24 mesi?

Rispondi