Pagina 1 di 2

Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer giu 12, 2019 1:49 pm
da panorama
per i colleghi,

Nel mese di Aprile 2019 (domanda presentata nel 2018) ho ricevuto a mezzo raccomandata la convocazione a visita per il corrente mese di Giugno (60 giorni prima). In tale invito vi è scritto in grassetto: “l’interessato dovrà fornire la documentazione sanitaria, in copia originale o copia conforme, eseguita presso struttura pubblica, relativa alla/e infermità di cui si chiede il riconoscimento, con refertazione non anteriore a 6 mesi, con la sola ECCEZIONE degli esami radiologici.

A tal riguardo:

- Ad avvenuta ricezione dell’atto ho provveduto a contattare la CMO (ufficio CC.) al seguente n. 080/58.39.232 (vi è anche questo 2 nr. 080/58.39.022 ad uno dei 2 rispondono se stanno in stanza), chiedendo, se per forza dovevo portare documentazione di una Struttura Pubblica visto e considerato che i tempi sono lunghi, oppure, se potevo eseguire accelerando i tempi presso Strutture Convenzionate con il S.S.N. ed Accreditate visto che la Legge lo consente per smaltire il carico del lavoro agli Ospedali è Distretti Sanitari, a questa domanda il collega riferiva che la documentazione era ritenuta valida a tutti gli effetti come le strutture pubbliche. Avuta tale conferma, mi prenotavo per una RMN presso struttura convenzionata ed accreditata.

Però mi chiedo: “perché non lo specificano sull’invito a presentarsi di tale possibilità? Specificandolo, avrebbero avuto anche meno disturbo loro, perché chissà quanti colleghi chiamano per avere delucidazioni in tal senso.

Ritornando al fatto della copia originale o copia conforme, qui, io ho sbagliato, perché mi sono portato le certificazioni originali e le fotocopie, quindi, il collega si tratteneva quelle originali e restando a me le fotocopie semplici ed il collega aggiungeva che bastava andare prima in caserma per il solito TIMBRO e scritta “Il presente atto è copia conforme all’originale” seguito da data, luogo e firma del Comandante.

Fin qui sembra tutto regolare ma nessuno di noi 2 ha pensato alla norma di Legge sull’Autocertificazione.

Questa mattina parlando con un collega CC., che per problemi di salute è stato alla CMO di Bari ai fini della convalescenza, questo particolare la SUPERATO appellandosi all’autocertificazione ed collega scrivano consultandosi con chi di dovere gli è stato permessa l’autocertificazione, quindi, questo collega CC. si è fatto dare un foglio in bianco in cui così ha scritto: “Il sottoscritto …….. sotto la propria responsabilità penale e civile, dichiara, che l’atto che esibisce e consegna alla C.M.O. di Bari in data ……. e realmente copia conforme all’originale”. Seguito da data e firma.
A volte certe cose ci sfuggono ed è per questo che lo partecipo anche a voi che come saprete, gli Enti ed Uffici pubblici, sono Obbligati ad accettare la dichiarazione sull’autocertificazione visto che la Legge lo prevede e punisce chi la rifiuta.

Cmq., il giudizio finale su 4 tabelle “B” ed 1 N.C. (“Non Classificabile”), precedentemente riconosciute come CdS, si sono trasformate in una 8^ Tab. A con la dicitura di “NON” suscettibile di miglioramento, quindi, A VITA.

Ora non resta altro che aspettare il giudizio finale del Comitato.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: sab giu 22, 2019 11:48 pm
da Roberto2704
Il comitato non può sindacare sulla tabella che ti è stata assegnata. Può solo discutere il fatto se sia o meno causa di servizio. Ma se la stessa fu già riconosciuta a suo tempo, non può più sindacare si nulla.
Io sono in lotta con l'INPS perché vorrebbe mandarmi a visita per confermare o meno la mia causa di servizio avuta si dipendente dal 2006 e passata alla tabella A8 a vita.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer giu 26, 2019 11:06 pm
da panorama
Ho dimenticato ti scrivere che, nell'estratto del verbale ai fini della P.P.O., la CMO ha scritto anche: "E SI IDONEO alla categoria di appartenenza (CONGEDO)", questo perché sono anche "NELLA RISERVA".

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 12:18 am
da panorama
Richiesta di P.P.O.

Non so se vi è capitato anche a voi ma io, ci perderò delle somme a causa della decorrenza ai fini PPO.

Quello che mi è capitato:

- dal 31/12/2017 in pensione (ultimo giorno di servizio 30/12/2017);

- il 24/01/2018 tramite patronato presento domanda P.P.O.;

- verso metà Febbraio chiamo all’Ufficio preposto della Legione CC. per avere notizie e vengo a sapere che, lo stesso Ufficio in data 08/02/2018 mediante PEC aveva inoltrato l’incarto alla C.M.O. di Bari, notiziando per conoscenza il mio comando per darmi avviso a me, e gli altri comandi nonché l’INPS. Subito dopo mi metto in contatto con il mio comando per avere notizie e mi rispondono che non era mai arrivata nessuna PEC in merito. Contatto nuovamente il comando Legione ed il collega mi dice di aver inoltrato la PEC ma che forse è andata come SPAM, comunque mi inviata la stessa lettera sulla mia mail personale e fin qui, tutto regolare;

- Nel mese di Agosto 2018 un collega (che aveva presentato istanza di PPO un mese dopo a me) mi chiama dicendomi di aver ricevuto la Raccomandata da parte della C.M.O. e mi chiedeva se l’avevo ricevuta anch’io, cosa che rispondevo negativamente e riferivo che, avrai atteso 2 giorni altri nel caso che passava da me il postino. Passati 2 giorni senza ricevere nulla, provvedo a chiamare la C.M.O. di Bari chiedendo come mai al collega era giunto l’invito a presentarsi per la visita PPO ed io no e l’interlocutore sentendo ciò mi chiede il mio nome e cognome per verificare se era giunta la PEC ma dal controllo riscontrava che col nome e cognome mio nulla risultava, consigliandomi di prendere contatti con il comando Legione e far presente che alla CMO non era arrivata nessuna PEC forse a causa di qualche errore nella trasmissione e di ri-trasmettere nuovamente la pratica avendo cura di mettere in evidenza che analoga PEC era stata trasmessa in data 08/FEBBRAIO/2018 e che forse vi era stato qualche errore di ricezione, in modo che una volta giunta in CMO il Presidente stesso poteva valutare se chiamarmi in tempi brevi oppure di mettermi in coda agli altri in base alla data di arrivo. In data 23/08/2018 viene re-inviata la nuova PEC. Dopo circa 5 gg. mi metto in contatto con la CMO per avere conferma della PEC e l’interlocutore mi conferma che la mia pratica era finalmente arrivata riferendomi che i tempi di attesa erano 7/8 mesi.

- il 10/04/2019 ricevo la raccomandata con l’invito per Giugno 2019.

- il giorno X di Giugno 2019 mi presento con tutti i documenti e indagini diagnostici nuovi in cui si riscontrano aggravamenti rispetto alle CdS riconosciute molti anni prima e tutti classificate nella “B” ma che con la citata visita la CMO mi ha concesso una 8^/A a vita.

- il 30/08/2019 ricevo una lettera del C.G.A. CC. ed apprendo che, la stessa è stata inviata contestualmente anche alla sede INPS provinciale con relativa documentazione sanitaria ed amministrativa.

- il 05/09/2019 invio una richiesta alla sede INPS in PEC. in cui si viene chiesto che venga chiuso il procedimento entro i tempi previsti e di provvedere alla liquidazione, essendo che l’intera pratica era in loro possesso dal mese di Agosto 2019.

- Nel mese di Novembre 2019 riscrivo chiedendo notizie.

- In data 02/12/2019 la sede INPS mi risponde che aveva interessato la CMO di Bari in cui veniva chiesta una integrazione necessaria alla concessione della PPO in riferimento al verbale di visita medica ma, non mi spiegava meglio quale integrazione chiedevano.

- Il 26/01/2020 visto che era passato oltre 1 mese e che non sapevo più nulla, inviavo una PEC per Accesso agli Atti alla CMO, chiedendo l’invio per via telematica sulla mia PEC. la copia della richiesta dell’INPS e copia della loro risposta fornita all’INPS. Dopo circa 20 gg. (Febbraio) con lettera della CMO mi veniva comunicato il Nulla Osta all’accesso e una marca da bollo di €. 1,04 da apporre sulla Dichiarazione Sostitutiva di Atto di Notorietà (art. 47 DPR 445/2000) in cui sia dichiarato l’assolvimento del contributo spese richiesto, mediante l’apposizione e l’annullamento della marca da bollo.

- Nel corrente mese di Marzo ricevevo quanto da me richiesto mediante allegato in PEC.. Praticamente la sede INPS aveva chiesto alla CMO in riferimento alla Nota Operativa INPDAP n. 27 del 25/07/2007 la sola DATA DI DECORRENZA in quanto nel verbale di visita medica di Giugno 2019 non era stata indicata. (in effetti controllando la copia del verbale in mio possesso tale dato non era indicato). Ebbene, la CMO nel verbale Integrazione/Rettifica scrive questo: Considerata la precedente ascrivibilità complessiva ai fini di EI (tab.B) e la nuova ascrivibilità per PPO (Tab. A/8^) risulta conguro ritenere che la stessa possa decorrere dal giugno 2019 ( data dell’accertamento medico-legale, occasione in cui si è preso anche atto delle risultanze dell’esame strumentale RM del mese di maggio 2019).

Da tutto questo, deduco che:

- per colpa del collega della Legione che a Febbraio 2018 non si è accertato che la PEC era stata spedita e accettata dal sistema e che solamente a seguito del mio interessamento la stessa veniva rispedita in data 23/08/2018 ;

- per colpa del Presidente della CMO che non ha tenuto conto del problema rappresentato che la PEC di Febbraio 2018 a causa di qualche problema del sistema non è partita e che si è provveduto ad un nuovo invio dell’Agosto 2018, che ha comportato un notevole ritardo per essere chiamato a visita per il mese di Giugno 2019;

- per tutto quanto sopra detto, essendo in pensione con decorrenza 31/12/2017 la visita è stata effettuata nel mese di Giugno 2019, questo sta a significare che andrò ha perdere 18 mesi di somme arretrate per la PPO, visto che il tutto decorre dalla data del verbale di visita medica.

Dopo aver letto i fogli che la CMO mi ha inviato giorni fa, ho telefonato ad una persona di mia conoscenza chiedendogli da quando parte il beneficio della PPO e senza fare riferimento allo scritto dell’INPS, questo mi riferiva che la decorrenza partiva dalla data della visita medica e a tal punto, precisavo che proprio quello l’INPS aveva chiesto alla CMO, inoltre, questo amico aggiungeva anche che vi è una circolare dell’INPS e una lettera del Ministero della Difesa in cui viene detto che la decorrenza della PPO va dalla data del verbale.


N.B.: allego la nota operativa dell'INPDAP

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 1:20 am
da pescopoco
Ma se hai presentato domanda di ppo entro due anni dalla data di congedo, la decorrenza della ppo non dovrebbe coincidere con la stessa data di congedo?

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 9:49 am
da panorama
per pescopoco,

infatti, dovrebbe essere come dice la legge e che l'abbiamo ribadito più volte, che avendola presentata entro i 2 anni (nel mio caso subito dopo il congedo) decorre dalla data del pensionamento e non dalla data del verbale a visita medica.

Nel mio caso, a questo amico ho chiesto anche: "lasciamo il fatto che le Tab. B con la visita medica sono passate alla Tab. A", ma, se non mi davano la Tab. A e restavano le Tab. B, la decorrenza della PPO quand'era? Mi ha risposto che sarebbe stata la stessa di quella al passaggio A.

Ecco perché ho voluto segnalare il caso, per vedere se la stessa cosa è successa ad altri lettori.

Cmq. dobbiamo scoprire la circolare dell'INPS o la esiste, la disposizione del Ministero della Difesa e allegarla quì.

Purtroppo, questo amico per ora non può aiutarmi per darmi l'indicazione, in quanto non può andare in ufficio a causa del fatto Coronavirus.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 12:51 pm
da DoNotCross
Per panorama
la nota operativa INPDAP n.27 del 25.07.2007 la puoi reperire agevolmente in internet. Non sono in grado di allegartela. Anche io il 05.06.2019 sottoposto a visita per PPO. Anche nel mio verbale non è indicata la data di decorrenza
https://www.poliziadistato.it/statics/4 ... egiata.pdf

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 1:12 pm
da DoNotCross
E' comunque non credo che il dire del collega preposto alla C.M.O. possa fare testo. Molte volte i colleghi diffondono erronee interpretazioni. Se le tue menomazioni fossero rimaste in "B" la data non potrebbe essere certo quella della visita medica. Quello che farà testo sarà la determina di privilegio.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 1:22 pm
da panorama
DoNotCross ha scritto:
mer mar 25, 2020 12:51 pm
Per panorama
la nota operativa INPDAP n.27 del 25.07.2007 la puoi reperire agevolmente in internet. Non sono in grado di allegartela. Anche io il 05.06.2019 sottoposto a visita per PPO. Anche nel mio verbale non è indicata la data di decorrenza
https://www.poliziadistato.it/statics/4 ... egiata.pdf

Ciao, se leggi il mio post di ieri, ti accorgerai che la Nota Operativa l'ho già allegata.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 3:56 pm
da Highlander
@panorama: mi sfugge una cosa ... l'arcano potrebbe configurarsi nel fatto che la ppo a vita coincide con l'aggravamento in sede di discussione in quanto proveniente da tabella b.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 5:02 pm
da panorama
Highlander,

Anch'io l'altro giorno leggendo le carte che mi ha inviato la CMO, ho pensato a questo ma, ammettiamo che non mi davano la Tab. A e mi confermavano le Tab. B, da quando decorreva se mi davano le annualità? Per logica doveva essere dal 01/GENNAIO/2018 ed invece l'amico (che non lavora alla CMO per intenderci) mi ha riferito che ugualmente sarebbe decorrente dalla data del verbale.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 7:08 pm
da gin63
Buonasera colleghi, sono in pensione da novembre 2016,anche Io avevo una tabbella -B- della quale ho ricevuto anni fà l'equindennizzo,nel novembre del 2017,un'anno dopo il congedo ho fatto domanda tramite patronato all'Inps,per la pensione privilegiata. Nello stesso mese ho scritto al mio Comando Legione Carabinieri , chiedendo l'aggravamento della patologia.
Nell' occasione ho allegato anche la domanda di richiesta di p.p.o che avevo fatto all'Inps tramite patronato con tabbella -B-.
Nel mese di settembre 2018, sono stato inviato alla CMO dal mio Comando Legione, a visita medica,con i vari accertamenti clinici in mio possesso nella circostanza, mi è stata atribuita la tabella -A-.
nel marzo del 2019,il C.G.A.mi ha scritto comunicandomi che tutta la mia documentazione era stata inviata all'Inps.
Premesso quanto sopra e per dire chè :sul mio verbale e riportato la trascrizione della tabella precedente a quella nuova attuale, la dicitura a vita,la data della decorrenza scpecificata dal congedo,ed essendo in pensione idoneo alla -riserva- Comunque ad oggi non ho avuto risposta dall'Inps sebbene ho cotattatto il numero verde Inps aprendo un sollecito, nel mese di gennaio 2020, ho ricevendo un email da parte dell'Inps che mi dice che la pratica è in lavorazione. Quindi sul verbale credo che debba esserci scritta la data della decorrenza per i futuri arretrati.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 7:19 pm
da 59Andrea
Buon pomeriggio, scusate l'intromissione, non sono un esperto ma, ho vissuto una simile esperienza.
La domanda di PPO, indipendentemente dalla tabella riconosciuta "A o B", va presentata entro due anni dal congedo per far sì che il trattamento economico decorri dalla data del congedo, diversamente decorre dal primo mese successivo alla presentazione.
La durata dalla PPO dipendente dall'esito della visita alla CMO, la quale se non riconosce miglioramenti di salute la da a VITA assegnando una categoria della tab. A; diversamente può riconoscere una tantum pari a delle annualità da 2 a 5 assegnando una tab. B.
Unitamente alla domanda di PPO può essere presentata anche la domanda di aggravamento.
La domanda di aggravamento per patologie già riconosciute può essere presentata sempre, ma se presentata entro sei mesi dalla conoscenza del peggioramento della patologia si ha diritto anche all’equo indennizzo, se previsto, fermo restante che la data di riconoscimento decorre dalla data presentazione della domanda, anche se la visita è stata effettuata in data successiva ovvero la data indicata sul verbale della CMO.
Per l’aggravamento la data di presentazione è importantissima, poiché in relazione alla età del richiedente viene applicata anche una eventuale riduzione dell’equo indennizzo.
Le due domanda anche se presentate insieme, hanno un percorso diverso, anzi evidenzio che la CMO valuta prima la domanda di aggravamento e poi esprime il giudizio ai fini della PPO.
Nel caso di Panorama posso dire solo che, forse, non gli spetta l’equo indennizzo, in quanto la domanda di aggravamento è stata ripresentata oltre il termine dei sei mesi, ma i certificati indicano l’aggravamento della patologia nella data in cui sono stati rilasciati.
Stesso discorso per la domanda di PPO, allorquando la CMO è tenuta a valutare le condizioni di salute del militare sulla base di certificati medici rilasciati al richiedente ed allegati alla domanda in data antecedente di mesi alla data di convocazione.
In alcuni casi la CMO richiede al militare certificati rilasciati non oltre i sei mesi dalla convocazione.

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 7:43 pm
da panorama
Attenzione per tutti a non creare e generare confusione.

Io alla CMO di Bari non sono andato per aggravamento di malattie né per l'equo indennizzo, ma sono andato solamente per la PPO avendo delle tab. B.

Il giorno della convocazione a visita, avendo esibito degli accertamenti nuovi, la CMO ha riscontrato dei peggioramenti sulle CdS rispetto a prima ed ecco che ha tramutato le Tab. B in tab. A ai fini della PPO.

Ora la domanda è: perchè la decorrenza va dalla data della visita e non dalla data della domanda?

A quanti altri è successo la stessa cosa?

Re: Chiamata a visita per pensione privilegiata CMO Bari

Inviato: mer mar 25, 2020 10:04 pm
da Highlander
59andrea non proprio così: aggravamento e ppo possono discuterle contestualmente. Dipende dalla cmo. Panorama hai provato a fare ricorso in autotutela o sono scaduti i 30 giorni? Per vedere cosa rispondono.