Castanea delle Furie (Messina)

Sezione dedicata alla libera circolazione di idee ed esperienze tra i diversi Corpi armati (e non) dello Stato.
Feed - PUNTO DI INCONTRO

Rispondi
panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11768
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Castanea delle Furie (Messina)

Messaggio da panorama » mar apr 23, 2019 11:51 am

Questo paese collinare fa comunque parte del comune di Messina.

Ricordo che quand’ero piccolo, i miei genitori mi portavano in villeggiatura in questo paesino collinare, molto particolare e suggestivo, trascorrevano le nostra vacanze estive qui e ci andavamo anche durante l’anno. Indimenticabili erano le passeggiate con amici. Ricordo che c’era il cinema d’inverno e quello particolare d’estate all’aperto. Ricordo le pizze di un tempo da “Garibaldi”, ricordo i pitoni (panzerotti), gli arancini e la focaccia di “Portella”, ricordo anche di “Gianna a Lissa” a San Cosimo, ricordo dei panifici “Oliva”, insomma, ricordi belli in cui si incontravano anche tanti turisti che amavano l’aria pura collinare. Ricordo del Bar in piazza da Camarda, con i suoi buon gelati e buona pasticceria. Ricordo anche che c’era tanta “vista Mare, specie il golfo di Milazzo con il transito delle petroliere oltre che vista mare calabra”. Altri ricordi sono riferiti alle Ville:
Villa Giovanna,
Castel Vinci,
Villa Agresta
Villa Picciotto
Villa Rinciari
Villa Miloro
Villa Forzano
Ricordo della Fornace (fabbrica di Laterizi) gestita da Don Ciccio e Don Rosario.

Ricordo delle chiese: Chiesa di San Giovanni Battista; Chiesa di Santa Caterina; Chiesa della Madonna del Tonnaro; . Chiesa di Santa Rosalia; Chiesa del Santissimo Rosario;. Chiesa di San Cosimo e Damiano. Chiesa della Visitazione; Chiesa della Pace; Chiesa di S.TA MARIA DELLA PORTELLA (storica di cui alla Legge 1 Giugno 1939, N.1089 Tutela delle cose d'interesse Artistico o Storico) pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 184 dell’8 agosto 1939.

Ricordo di una vecchia e abbandonata – non tanto grande - struttura militare ubicata a San Cosimo, di cui allego alcuni PDF come storia per coloro che non la conoscono. Adiacente a questa vecchia struttura c’era una pineta, uno spazio poi adibito a campo sportivo e campetto di basket (pallacannestro).

Sicuramente avrò dimenticato qualcosa e anticipatamente chiedo scusa.



Rispondi