Canone Rai: Agenzia Entrate ignora disdette. Ecco cosa fare

Sezione dedicata alla libera circolazione di idee ed esperienze tra i diversi Corpi armati (e non) dello Stato.
Feed - PUNTO DI INCONTRO

Rispondi
panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11991
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Canone Rai: Agenzia Entrate ignora disdette. Ecco cosa fare

Messaggio da panorama » mar mar 12, 2013 7:52 pm

Canone Rai, Aduc: Agenzia Entrate ignora disdette. Ecco cosa fare


L’Agenzia delle Entrate ignora le disdette di cessazione dell’abbonamento alla tv pubblica. E’ quanto denuncia oggi l’Aduc che sta ricevendo numerose segnalazioni da parte di contribuenti oggetto di minacce di riscossione coattiva dell’imposta/canone Rai nonostante abbiano regolarmente fatto denuncia di cessazione dello stesso. L’Associazione ricorda che la legge garantisce il diritto del contribuente a ‘disdire’ l’abbonamento-imposta Rai nel caso in cui si disfaccia dei propri apparecchi tv o ne chieda il suggellamento. A questo fine, basta comunicare con una semplice raccomandata a/r, all’Agenzia delle Entrate, sportello abbonamenti tv di Torino, di voler cessare l’abbonamento indicando che fine ha fatto il televisore. Una volta inviata tale comunicazione, il canone non è più dovuto a partire dal periodo d’imposta successivo.

“Ebbene, nonostante tale comunicazione, l’Agenzia delle Entrate continua a inviare richieste di pagamento e a preannunciare la riscossione coattiva (cartella esattoriale)” sottolinea l’Aduc che consiglia ai contribuenti di:

1. inviare lettera raccomandata a/r di diffida allo sportello abbonamenti tv dell’Agenzia delle Entrate di Torino, spiegando di aver seguito alla lettera la normativa in merito alla cessazione dell’abbonamento (allegare copia della raccomandata inviata a suo tempo) e intimando l’invio di quietanza liberatoria.

2. inviare la suddetta diffida per conoscenza al Garante del contribuente della propria Regione, chiedendo un suo intervento.

3. fare un esposto alla Procura della Repubblica di Torino, descrivendo l’accaduto e allegando la documentazione in possesso.



crimor
Altruista
Altruista
Messaggi: 131
Iscritto il: sab giu 23, 2012 6:12 pm

Re: R: Canone Rai: Agenzia Entrate ignora disdette. Ecco cos

Messaggio da crimor » mar mar 12, 2013 8:49 pm

Grazie panorama. Io non ho la tv e non pago. Ma continuano a richiedermi I'll pagamento.mandero una pec con firma digitale e marcatura temporale proviamo.crimor

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11991
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: Canone Rai: Agenzia Entrate ignora disdette. Ecco cosa f

Messaggio da panorama » mer mar 13, 2013 12:19 am

Ok, prova così come dici tu.
ciao.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 11991
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: Canone Rai: Agenzia Entrate ignora disdette. Ecco cosa f

Messaggio da panorama » ven mar 22, 2013 7:48 pm

Numerazione telecomando,
Agcom approva piano definitivo


L’Agcom ha approvato ieri il nuovo Piano di numerazione automatica dei canali (LCN) del digitale terrestre. La nuova numerazione, che recepisce la sentenza del Consiglio di Stato che aveva imposto all’Autorità di ripronunciarsi sull’attribuzione dei numeri 7, 8 e 9 alle tv nazionali ex analogiche, è strutturata nei seguenti archi:

I arco (1-99): canali nazionali e locali

II arco (101-199): canali nazionali e locali

III arco (201-299): canali locali

IV arco (301-399): canali a pagamento

V arco (401-499): canali a pagamento

VI arco (501-599): canali nazionali

VII arco (601-699): canali locali

VIII arco (701-799): canali nazionali

IX arco (801-899): canali radiofonici e altri servizi

X arco (901-999): canali locali.

Il Consiglio dell’Autorità è giunta a questa conclusione dopo nuova indagine demoscopica, condotta con metodo CATI su un campione di 23.600 la quale ha evidenziato che, su base nazionale, meno dell’1% degli intervistati ha variato l’impostazione automatica, posizionando un’emittente locale sui tasti 7, 8 e 9 del telecomando.

Sulla base di queste risultanze, l’Autorità non ha potuto che confermare l’attribuzione delle numerazioni 7, 8 e 9 ai canali generalisti ex analogici, ferma restando la competenza del Ministero dello sviluppo economico circa l’effettiva attribuzione dei numeri ai soggetti richiedenti.

Rispondi