Atti osceni in luoghi non pubblici, a cosa si incorre?

Avvocato Civilista
Feed - L'Avv. Giovanni Carta risponde

Moderatore: Avv. Giovanni Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Giovanni Carta verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
Fox19
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: gio mag 31, 2018 4:22 pm

Atti osceni in luoghi non pubblici, a cosa si incorre?

Messaggio da Fox19 » gio mag 31, 2018 4:33 pm

Non essendo esperto della materia, chiedo una consulenza qui... nella speranza e nella cortesia che il termine “contenzioso civile” e quindi il “dirimere controversie tra cittadini e Stato” comprenda anche questo mio consulto!
Premetto che non sono stato denunciato e non ho nessuna denuncia in corso, la mia è una richiesta per sapere in cosa si incorre nel caso di questa eventualità:

Avere rapporti sessuali in luoghi non pubblici ma comunque nelle vicinanze di luoghi pubblici, come ad esempio una foresta che presenta alberi e cespugli e conseguentemente zone per nascondersi ma che si trova nelle vicinanze di abitazioni ove vi sono normalmente persone che vi abitano, cosa comporta?
Ai sensi dell’articolo 527 del codice penale so che si incorre in dure sanzioni... ma nel mio caso? (Ovviamente facendo il possibile per non farsi scoprire ma dico... nell’eventualità).
Grazie!



Avatar utente
Avv. Giovanni Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 128
Iscritto il: gio giu 22, 2017 12:54 pm

Re: Atti osceni in luoghi non pubblici, a cosa si incorre?

Messaggio da Avv. Giovanni Carta » ven giu 08, 2018 4:21 pm

Buon pomeriggio.
La presente sessione è riservata alla materia civilistica, con la quale il Suo quesito non ha nulla a che vedere.
In ogni caso, Le posso dire che la fattispecie di cui all'art. 527 c.p. è stata depenalizzata, nel senso che per la perpetrazione della condotta di cui al primo comma di tale articolo viene comminata soltanto una sanzione amministrativa pecuniaria.
L'unica ipotesi ancora penalmente rilevante è contemplata dal secondo comma dello stesso articolo 527 c.p. ("se il fatto è commesso all’interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori e se da ciò deriva il pericolo che essi vi assistano").
Aggiungo, infine, che alcuni precedenti giurisprudenziali hanno comunque considerato luogo pubblico o aperto al pubblico il bosco no recintato.
Cordiali saluti

Rispondi