ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Feed - CARABINIERI

Mareemare
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 219
Iscritto il: mer gen 08, 2014 6:03 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Mareemare » ven set 18, 2020 4:49 pm

È inutile dirlo: fanno una commistione (insalata) aggiudicando per forza l'articolo 44 ai militari che invece dovrebbero avere l'articolo 54.
È molto semplice, ma devono cadere in piedi.
Arroganti!



Convenzionistituzioni.it
Angelo98
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 76
Iscritto il: lun ago 03, 2020 6:14 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Angelo98 » ven set 18, 2020 5:02 pm

naturopata ha scritto:
ven set 18, 2020 4:42 pm
Dalla sentenza:

Del resto, dalla mera comparazione tra la misura della pensione normale spettante al militare in possesso di un’anzianità utile di venti anni con la misura della pensione dovuta al dipendente civile in possesso di identica anzianità, risulta che, per effetto di quanto previsto dall’art. 44 del D.P.R. n. 1092/1973, anche a quest’ultimo, al compimento del ventesimo anno, spetta una pensione parametrata al 44% della base pensionabile.

Se non è chiaro è errato anche per i civili fare 35/15, ma bisogna parametrare il tutto a 20 anni (ad oggi il limite minimo per la pensione) e quindi sempre 44/20=2,20%. Quindi, anche i civili si vedranno applicato i 2,2% e l'unico vantaggio dei militari e ff.pp. sarà negli anni utili rispetto agli anni effettivi dei civili. Con questo calcolo non ci sarà disparità con le forze di polizia a ordinamento civile, ma tutti perderanno lo 0,11%per ogni anno utile sino a 17 anni 11 mesi e 29 giorni.

Non voglio ripetermi ma io l'avevo detto tempo addietro e contrariamente anche agli avvocati che ritenevano non opportuno già all'inizio fissarsi sull'aliquota del 2,93, piuttosto che guardare al 44% nel suo totale.

E' inutile dirlo, ma la sentenza è pesante.

Tu sei pesante.....anzi pesantissimo!
.....Senza parole, oltre che Gufo, si sente anche Legislatore a pieno titolo, modificando a suo piacimento perfino l’art.44 relativo ai civili!
...il delirio permanente effettivo....!
Un vero....simpaticone......!
Ultima modifica di Angelo98 il ven set 18, 2020 5:06 pm, modificato 1 volta in totale.

Gianbattista11
Disponibile
Disponibile
Messaggi: 46
Iscritto il: lun set 07, 2020 6:54 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Gianbattista11 » ven set 18, 2020 5:04 pm

Vabene, glielo dici tu? Digli che ci sono 500mila pagine al riguardo. Saprà qualcosa?
Ti allego il link...
https://www.camera.it/leg18/1099?shadow ... ntare=2804

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 13086
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da panorama » ven set 18, 2020 5:32 pm

CdC Sezione di Appello per la Sicilia sentenza n. 43/2020 depositata il 17/09/2020

Da ragione all'INPS
Solo i moderatori e gli Utenti del gruppo Sostenitori possono visualizzare i file allegati.

Angelo98
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 76
Iscritto il: lun ago 03, 2020 6:14 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Angelo98 » ven set 18, 2020 6:57 pm

Mareemare ha scritto:
ven set 18, 2020 4:49 pm
È inutile dirlo: fanno una commistione (insalata) aggiudicando per forza l'articolo 44 ai militari che invece dovrebbero avere l'articolo 54.
È molto semplice, ma devono cadere in piedi.
Arroganti!
Attenzione, forse non risulta ancora chiaro, ma non danno l'art.44...... DANNO MENO DELL'ART.44!
Con buona pace dei Gufi legislatori, l'art.44 prevede inequivocabilmente il 35% per i primi 15 anni, cioè il 2,333% annuo (44 : 15 = 2,33) e poi l'1,80 per gli ulteriori anni successivi E NON SI PUO' DAVVERO MODIFICARE A VANVERA solo per la delirante "interpretazione" (...!!!???) di un Gufo, priva di qualsiasi serio fondamento giuridico!
I civili HANNO E CONTINUERANNO AD AVERE il 2,333% annuo fino al 1995 e non altre aliquote estemporanee e demenziali.
Con ovvie (eventuali.....vai con gli scongiuri...!) penalizzazioni crescenti nel futuro, in quanto il personale nel tempo vanterà sempre meno anni utili fino al 1995, senza considerare la possibilità di subire recuperi di indebiti per gli altri già liquidati con il 2,33% annuo.

Mareemare
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 219
Iscritto il: mer gen 08, 2014 6:03 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Mareemare » ven set 18, 2020 7:28 pm

Solo il pensiero che dei ladri possano richiedere degli "indebiti" questo fa rivoltare lo stomaco.
Poi, che dei ladri che non mi danno il dovuto da ben 5 anni è ancora peggio.
Non si vergognano.
Astenersi da commenti favorevoli pro ladri con la scusa di Alta Saccenza che non se ne può più, per dirla qui in modo elegante.
Grazie.

Mareemare
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 219
Iscritto il: mer gen 08, 2014 6:03 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Mareemare » ven set 18, 2020 7:30 pm

Poi, dicono che ora ci sono.i "sindacati" militari... ma è vero?

Gianbattista11
Disponibile
Disponibile
Messaggi: 46
Iscritto il: lun set 07, 2020 6:54 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Gianbattista11 » ven set 18, 2020 7:34 pm

Appunto chiediamo a loro..
Allora o commissione parlamentare oppure una telefonata all'amministrazione dicendo a Loro che si stanno sbagliando? Tutto sbagliato.. Devono rifare tutto.. Così evitiamo anche che Panorama getta sentenze.. A fibra ottica 5 g. . Le fa uscire anora prima della banca dati.. Si riposa un po..

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 13086
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da panorama » dom set 20, 2020 3:30 pm

chissà se qualche CdC Regionale ha messo da parte la 1^ sentenza d'Appello della Sicilia n. 40/2020 tenuto conto che è stata la prima ad essere pubblicizzata.

Accolto

CdC Calabria n. 273/2020 pubblicata il 15/09/2020

F A T T O
A sostegno della domanda, ha riferito e documentato:
a) di essersi arruolato nell’Arma dei Carabinieri in data 26.02.1986;

OMISSIS

D I R I T T O

OMISSIS

Ciò detto, la disciplina applicabile ai fini della determinazione della quota A della pensione del ricorrente deve essere individuata negli artt. 52 e ss. del d.P.R. n. 1092/1973 trattandosi di personale militare. L’art. 54 stabilisce che “La pensione spettante al militare che abbia maturato almeno quindici anni e non più di venti anni di servizio utile è pari al 44 per cento della base pensionabile, salvo quanto disposto nel penultimo comma del presente articolo”.

Il comma 2 afferma che “La percentuale di cui sopra è aumentata di 1,80 per cento ogni anno di servizio utile oltre il ventesimo”.

Matematizzando quanto sopra, l’aliquota da corrispondere su base annua per il personale militare è del 2,93 per cento (44%:15), in quanto diversamente non avrebbe senso la differenziazione operata dal legislatore tra le due categorie (dipendenti civili e militari) con il riconoscimento del vantaggio del 44 per cento anche con un solo giorno in più di servizio oltre il 15° anno per il personale militare (vantaggio che non è contemplato dall’art. 44, 1° cit. con riferimento al personale civile).

Superata tale soglia, è pur vero che la percentuale è pari all’1,80% per ogni anno di servizio ulteriore, ma l’interpretazione letterale del dato normativo consente di affermare che tale percentuale vada calcolata in aggiunta a quelle di cui al comma 1 dell’art. 54 che – come testualmente riferisce il comma 2 dello stesso art. 54 – ne risulta aumentata (se ad esempio, il militare cessasse dal servizio con un’anzianità di 21 anni, avrebbe diritto a una pensione pari al 45,80% della base pensionabile: 44% fino al 20° anno, più l’1,80% per l’anno successivo – fermo restando il limite massimo finale dell’80% della base pensionabile previsto, anche per il personale militare, dal comma 7 dell’art. 54 cit. e analogamente a quanto previsto dall’art. 44, 1° per il personale civile.

Non può farsi applicazione dell’art. 54, comma 9 che si applica solo ai militari che cessano dal servizio senza avere raggiunto l’anzianità di cui al primo comma dell’art. 52.

Calando questa architettura di riferimento normativo sulla fattispecie di causa, il sig. M. C. alla data del 31.12.1995 aveva maturato un’anzianità di 12 anni, dunque un’anzianità inferiore ai 18 anni di servizio e di conseguenza il suo trattamento pensionistico non poteva che essere determinato, come in effetti è avvenuto, in base al sistema misto previsto dal nuovo ordinamento. Con la conseguenza che il suo diritto alla applicazione dell’art. 54 d.P.R. 1092/73 non può che valere per la parte di pensione in quota A, ovverosia per la parte di pensione calcolata sulla scorta del sistema retributivo, che pertanto deve essere ricalcolata tenendo conto della aliquota di rendimento prevista dalla norma in rassegna.

OMISSIS

Questo Giudice, pur prendendo atto del contrasto giurisprudenziale che è formato sulla questione sottoposta al proprio vaglio concernente l’applicazione dell’art. 54 del d.P.R. n. 1092 del 1973, nonché delle argomentazioni esposte dall’ente previdenziale, evidenzia che a tutt’oggi sulla controversa e rilevante questione non vi è stata alcuna, seppur auspicabile, pronuncia delle Sezioni Riunite le quali rappresentano, nel contesto ordinamentale di questa Corte, l’unico organo deputato a svolgere una funzione nomofilattica.

Questo Giudice reputa pertanto di dover aderire all’impianto motivazionale che ha indotto le diverse Sezioni di questa Corte (in particolare, Sezione I Centrale Appello n. 422/2018; Sezione II Centrale Appello nn. 62/2019 e 208/2019; Sezione III Centrale Appello nn. 92/2019 e 228/2019) ad accogliere i ricorsi dei militari.

Deve conseguentemente essere riaffermata la lineare ricostruzione normativa e le ragioni esplicitate da questa Sezione giurisdizionale con le proprie pronunce (vedasi, per tutte, sent. n. 39/2019, oltre le recenti sentenze nn. 143/2020, 144/2020, 148/2020, 149/2020, 152/2020).

OMISSIS

P.Q.M.

OMISSIS

Così deciso a Catanzaro, nella camera di consiglio del 14 settembre 2020.

IL GIUDICE
f.to Carlo Efisio Marrè Brunenghi

Depositata in segreteria il 14/09//2020

omissis
Solo i moderatori e gli Utenti del gruppo Sostenitori possono visualizzare i file allegati.

Mareemare
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 219
Iscritto il: mer gen 08, 2014 6:03 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Mareemare » dom set 20, 2020 4:11 pm

Grazie Panorama,

questa sentenza della CdC Calabria n. 273/2020 pubblicata il 15/09/2020 è per me un'articolata risposta in fatto e in diritto alle astruse sentenze negative della Sicilia.

Pare fatta apposta.

Ciao.

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 13086
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da panorama » mar set 22, 2020 11:44 am

Confronto mio cedolino 2020 prima, dopo con PPO e poi con art. 54.
Giugno rateo pensione netta 1.820,13 e 13esima netta 1.718,98
Pal 28.257,24 Ali Max 27,00 e Med. 25,49
Pensione mensile Lorda 2.354,77

Agosto rateo pensione cumulativo con PPO e 13esima netta 1.599,98
Pal 30.967,32 Ali Max 38,00 e Med. 25,49
Pensione mensile Lorda 2.580,

Settembre rateo pensione cumulativo con Art. 54 e 13esima netta 1.697,14
Pal 32.847.96 Ali Max 38,00 e Med. 25,49
Pensione mensile Lorda 2.737,33

Ottobre rateo pensione netta normalizzato con PPO e art. 54 €. 2.042,38 e 13esima netta 1.697,14
Pal. 32.847,96 Ali Max 38,00 e Med. 25,49
Pensione mensile Lorda 2.737,33

Confrontando il rateo di Giugno con quello di Ottobre, si vede un aumento complessivo di 222,25.

Confrontando la 13esima di Giugno con quella di ottobre, si vede una diminuzione di 21,84.

N.B.: invece confrontando la 13esima di Giugno con quella di Agosto, si vedeva una perdita di 119.00, come mai?

P.S.: come mai con l’aggiunta della PPO di Agosto avrei perso 119,00, mentre, includendo anche l’art. 54, la perdita e di soli 21,84? Praticamente una differenza di 97,16 in più in tasca mia?

Louis65
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3085
Iscritto il: mar ago 13, 2013 2:09 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Louis65 » mar set 22, 2020 12:12 pm

in realtà è sbagliata la 13^ di Giugno
con una PAL di € 28.257,24 l'aliquota da applicare è quella del 38% e non del 27% per € 257 hai superato la soglia del 27%
in realtà la 13^ netta di Giugno doveva essere € 1.459,96

panorama
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 13086
Iscritto il: mer feb 24, 2010 4:23 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da panorama » mar set 22, 2020 10:05 pm

Ciao Louis65,
comunque se le somme sono sbagliate, quando faranno il conguaglio lo stesso potrà essere in negativo o in positivo. Attendiamo.

Louis65
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3085
Iscritto il: mar ago 13, 2013 2:09 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Louis65 » mer set 23, 2020 7:59 am

Io non comprendo invece una cosa
a Giugno hai una PAL di € 28.257,24
ad Agosto ti inquadrano una PAL di € 30.967,32 in quanto PPO
ma l'aumento del 10% di € 28.257,24 non è € 30.967,32 ma € 31.082,96
com'è questa storia?

Louis65
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 3085
Iscritto il: mar ago 13, 2013 2:09 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Louis65 » mer set 23, 2020 8:23 am

A posto ho letto la storia a pagina 219 ok

Rispondi